Pagelle Finals Nba - gara 5

Il Punto d'incontro dei Fans NBA di Play.it USA
Rispondi
sds971
Newbie
Newbie
Messaggi: 9
Iscritto il: 31/05/2019, 23:54

Pagelle Finals Nba - gara 5

Messaggio da sds971 » 13/06/2019, 5:04

Gara 5
 
Warriors at Raptors 106-105 (2-3)
Parziali: 34-28 / 28-28 / 22-22 / 22-20
 
Voti e giudizi
 
Golden State Warriors
 
Stephen Curry: 8,5 (MVP) – Inizia fortissimo, come tutti gli Warriors, mettendo 14 punti nel primo quarto. Continua a essere una spina nel fianco dei Raptors con un gioco da 4 punti nella seconda frazione, anche se a fine gara avrà ben 4 perse. Tira con brutte percentuali da 3, solo il 35%, ma infila 5 triple e una fondamentale a 1’20” dalla fine della partita. Partita andata un po' a strappi, con un fantastico inizio e un altrettanto decisivo ultimo quarto. 31 punti, 8 rimbalzi (fondamentale quello sul penultimo tiro dei Raptors) e 7 assist.
 
Klay Thompson: 8 – La solita macchina da guerra infermabile e decisiva se attorno ha gli altri due fenomeni. 7/13 da 3 per 26 punti a cui aggiunge anche 6 rimbalzi e 4 assist. Due triple per inaugurare la sua gara 5, poi 5 punti di fila ad inizio secondo quarto. Subito dopo l’intervallo riprende da dove aveva lasciato, due triple e un tiro dalla media. In difesa è asfissiante soprattutto negli aiuti su Leonard, risultati alla fine decisivi. Punisce un errore difensivo di Lowry nell’ultima frazione con un’altra tripla e ne mette un’altra per il +3.
 
Andre Iguodala: 7 – Come sempre perfetto nei dettagli di una gara che potrebbe lanciare gli Warriors verso l’anello, nonostante gli infortuni: 3 assist, una rubata, 4 stoppate e il perfetto raddoppio per tempismo ed efficacia su Kawhi nell’ultima azione della partita. Imprescindibile per questi Warriors.
 
Kevin Durant: 8 – In poco meno di 12’ mette assieme 3/3 nelle triple, 11 punti, 2 rimbalzi e una stoppata, tutto in pratica nel primo quarto. Devastante attaccante, ha fatto capire che con lui in campo la serie sarebbe finita già da tempo. Molto probabile che faccia valere la sua opzione per il prossimo anno con i Warriors (a 31.5mil…) per poi ripresentarsi sul mercato, anche se bisognerà vedere in quali condizioni fisiche.
 
Draymond Green: 5,5 – Gara molto nervosa, culminata con il giusto tecnico – il sesto – per le solite inutili proteste. Inizia da centro prendendo Gasol e mette una tripla, ma incide poco su entrambi i lati del campo, anche se partecipa alla gran difesa di squadra. Solita tripla doppia sfiorata – 10 punti, altrettanti rimbalzi e 8 assist – che incide relativamente in una mediocre partita in cui mette un fondamentale zampino nell’ultimo quarto, nonostante un’infrazione di campo che grida vendetta: mette una tripla e un semi gancio di mano sinistra fondamentali negli ultimi minuti di gara, oltre a sfiorare l’ultimo tiro di Lowry.
 
Shaun Livingstone: 5 – Deludente gara 5, caratterizzata da una banale persa e una pessima difesa su Lowry nel terzo quarto. Che sia alla fine della carriera pare evidente a tutti.
 
Kevon Looney: 6,5 – 4 punti e 3 rimbalzi oltre alla solita imprescindibile presenza difensiva. Prende un’altra botta al costato e viene convinto da Iguodala a starsene seduto in panca per il resto della gara. Se non ci dovesse essere per gara 6 le cose per Kerr si complicheranno ulteriormente.
 
DeMarcus Cousins: 7 – Favolosa partita in attacca in cui mette 14 punti con 6/8 al tiro, a cui aggiunge 6 rimbalzi ma solo 1 su 4 ai liberi. Mette 7 punti in due minuti ad inizio secondo quarto, a cui aggiunge una stoppata su Leonard. Rischia la frittata con un inutile blocco in movimento a 15” dalla fine che poteva costare il titolo agli Warriors.
 
Jordan Bell: 6 – Solo 4 minuti in campo in cui difende forte e mette due bei punti.
 
Quinn Cook: 6,5 – In campo addirittura nell’ultimo quarto in cui infila una buona tripla. Ottimo specialista.
 
Alfonzo McKinnie: sv – Due minuti per far rifiatare gli altri.
 
Andrew Bogut: sv – Due minuti invisibili per l’australiano.
 
 
 
Coach Kerr: 7 – Va dato grande merito al lavoro psicologico fatto prima di questa gara, perché gli Warriors entrano in campo decisi e convinti di tornare alla Oracle Arena: 5/5 da 3 per iniziare e 8 triple per finire un primo quarto in cui le tre stelle mettono a segno 31 dei 34 punti totali. Nonostante l’uscita di KD35, riesce a far mantenere il gioco molto fluido, avendo imbastito una feroce difesa dell’area impedendo di fatto qualsiasi scorribanda al ferro e mettendo Leonard nella condizione di dover quasi sempre scaricare la palla in emergenza. In una serata da 20 triple segnate su 42 è difficile perdere, anche se c’è mancato veramente poco. L’impresa è ancora a portata di mano, anche se oggettivamente la mancanza di Durant e forse quella di Looney la rendono veramente dura.
 
 
 
Toronto Raptors
 
Kyle Lowry: 6 – 18 punti, ma con 1/6 da 3, 4 rimbalzi, 6 assist e 2 stoppate per una gara un po' altalenante, condizionata da una grande difesa degli Warriors che gli limitano molto le entrate, costringendolo a segnare quasi esclusivamente con arresto e virata sul piede perno in allontanamento. Può poco in difesa contro la devastante precisione da tre degli avversari, ma ce la mette tutta, soprattutto nell’ultimo quarto che inizia con una tripla e un assist per Ibaka, in cui mette un bel canestro da due, sbaglia da solo – su l’unico buco difensivo di Thompson di tutta la gara – la tripla del +6 a 2’ dalla fine, perde subito dopo palla, infila due punti per il -1 a 1’30” dalla fine e sbaglia da solo dall’angolo il tiro che avrebbe dato l’anello ai Raptors.
 
Danny Green: 5 – Sembra essere nella fase di declino della sua carriera, perché anche in difesa non è più il mastino affidabile dei tempi degli Spurs. 0/4 da 3, 4 punti e 5 rimbalzi.
 
Kawhi Leonard: 7,5 – Inizia con una persa e un gioco da tre punti, rifila due stoppate nel secondo quarto e chiude un difficile primo tempo con 13 punti quasi invisibili con 4/12 al tiro. Soffre moltissimo la fantastica difesa che Kerr gli ha costruito attorno, tanto che il terzo quarto è il peggiore di tutti i suoi playoff, terminato con 1 punto, un altro paio di palle perse e 0/3 al tiro. Si sblocca nell’ultimo quarto, con una stoppata su Curry a cui segue un rimbalzo offensivo – saranno 6 a fine gara e 12 in totale – e due punti. Poi mette la tripla del +1, altri due punti e poi ancora da tre per il +4 a 4’ dal termine. Si mette ancora in proprio per il +6 e la partita sembra finita. Sbaglia una tripla a poco più di un minuto dalla fine e non riesce a prendersi l’ultimo tiro per il fantastico raddoppio di Iguodala. 26 punti e 6 assist ma con brutte percentuali – 9/24 al tiro.
 
Pascal Siakam: 5,5: – Partita un po' incerta, in cui sbaglia 4 triple dall’angolo. Non riesce a mordere in difesa e la chiusura fantastica dell’area degli uomini di Kerr lo limita parecchio. 12 punti e 4 rimbalzi: Nurse ha bisogno di un altro Siakam per vincere l’anello.
 
Marc Gasol: 7,5 – Ottima partita di Gasol, iniziata con 7 punti e terminata con un fondamentale errore da due – ottimamente contrastato da Iguodala – a un minuto dal termine. 2 su 3 nelle triple, 17 punti, 8 rimbalzi e 7 su 8 ai liberi.
 
Fred VanVleet: 6,5 – Per tentare di contenere il devastante inizio degli Warriors commette due falli e torna subito in panchina. Mette la tripla del -3 a inizio secondo tempo, infila una delle sue triple allo scadere dei 24” a cui ne segue subito un’altra – 3/6 a fine gara per 11 punti. Uno dei più continui dei Raptors.
 
Serge Ibaka: 7 – 15 punti in 17’, di certo i due lunghi di Nurse hanno risposto entrambi presente. La solita importante stoppata nell’ultimo quarto e 6 rimbalzi totali, con 5/8 al tiro e 5/6 ai tiri liberi.
 
Norman Powell: 6 – 12’ minuti in campo in cui mette 2 punti, un bell’assist. Nurse gli darebbe più spazio se fosse un difensore migliore.
 
Patrick McCaw: sv – Poco meno di 2’ nel secondo quarto.
 
 
 
Coach Nurse: 5,5 – Viene schiacciato dalla grandinata di triple del primo quarto degli avversari, anche se, miracolosamente, riesce a chiudere sotto solo di 6 punti. Trova poche alternative alla difesa feroce degli Warriors, ma se arrivi a giocarti l’anello vuol dire che in casa un fenomeno ce l’hai e infatti Kawhi nell’ultimo quarto prende il comando del gioco. Sta sotto per tre quarti, rincorrendo in modo a volte affannoso gli Warriors. Arriva ad un soffio dall’anello, forse per poca esperienza nella gestione di una gara così importante. Tira male da 3, solo 8/32 e subisce 20 triple: sembra difficile che gli Warriors possano ripetere una cifra del genere senza Durant in gara 6, ma il rischio di dover tornare in Canada per gara 7 c’è, e in quel caso i favoriti sarebbero di gran lunga i Warriors. Se vuole vincere l’anello lo deve fare ad Oakland.
 
 
 
Arbitri
 
James Capers (n. 19 – nero): 7 – Partita tenuta bene, anche se il metro è stato forse un po' troppo largo, anche se da entrambe le parti. Hanno il merito di fischiare perfettamente nell’ultimo decisivo quarto. Non visto il tocco sulla mano di Leonard su un tiro da 3 nel secondo quarto. Ottimo fischio, e con grande personalità, su Cousins che blocca irregolarmente a 15” dalla fine.
 
Jason Phillips (n. 23 – bianco): 6,5 – Vede bene il secondo fallo di VanVleet nel primo quarto, ma gli sfugge Lowry che trancia il braccio di Klay Thompson da 3 nel terzo quarto.
 
Ed Malloy (n. 14 – bianco spilungone): 7,5 – Il migliore dei tre, sembra sulla strada per diventare l’erede di Steve Jaive. Vede bene il fallo in attacco di Siakam nel secondo quarto anche quello sempre in attacco di Ibaka dell’ultima frazione. Ottima personalità.
 



albizup
Senior
Senior
Messaggi: 2636
Iscritto il: 18/03/2012, 19:10
NFL Team: Pittsburgh Steelers
NBA Team: NY Knicks

Re: Pagelle Finals Nba - gara 5

Messaggio da albizup » 13/06/2019, 10:30

 sds971 voto 5,5 - Prova a salvarsi all'ultimo arbitro con un "bianco spilungone" ma il guizzo finale non basta per la sufficienza. Si limita al compitino con delle descrizioni per lui un po' banali come "bianco" e "nero". Il pubblico si aspettava una prestazione diversa viste le potenzialità finora dimostrate. 



Avatar utente
franzis
Pro
Pro
Messaggi: 7933
Iscritto il: 25/09/2009, 21:26
NBA Team: 2028 World Champions

Re: Pagelle Finals Nba - gara 5

Messaggio da franzis » 13/06/2019, 12:29

è evidente che c'è stato un chiaro intervento censorio del MOIGE dopo le pagelle di gara 4  :disgusto:


“What's popular isn't always right, and what's right isn't always popular.” - Jerry West

Avatar utente
ghista
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 10480
Iscritto il: 02/06/2008, 20:59
MLB Team: New York Mets
NBA Team: Orlando Magic

Re: Pagelle Finals Nba - gara 5

Messaggio da ghista » 13/06/2019, 19:49

Avevano già arbitrato in ste finals. Ha solo replicato le descrizioni



Rispondi