Moderatamente sensati - Il topic della politica

E' il luogo in cui potete parlare di tutto quello che volete, in particolare di tutti gli argomenti non strettamente attinenti allo sport americano...
Rispondi
dreamtim
Miglior Scazzo dell'anno
Miglior Scazzo dell'anno
Messaggi: 12654
Iscritto il: 11/09/2002, 0:18
Località: Mike alias Nessuno scrive:"Alle elezioni per i rappresentanti d'istituto il bibitaro raccolse l'88%

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da dreamtim » 08/08/2018, 16:53

la cosa meravigliosa è che se fai un sondaggio la gente di questi è soddisfatta.
e qui i parametri sfuggono; occupazione in aumento= peggior governo della storia della repubblica
occupazione in calo: Dibba auguri.

storicamente fai che arriva l'aumento di questo e quello e allora poi qualcuno si incazza.
prima difficile.

 



frog
Pro
Pro
Messaggi: 6774
Iscritto il: 08/09/2002, 20:28
NBA Team: l.a. Lakers
Località: Trento

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da frog » 08/08/2018, 17:07

dreamtim ha scritto:
08/08/2018, 16:53
la cosa meravigliosa è che se fai un sondaggio la gente di questi è soddisfatta.
e qui i parametri sfuggono; occupazione in aumento= peggior governo della storia della repubblica
occupazione in calo: Dibba auguri.

storicamente fai che arriva l'aumento di questo e quello e allora poi qualcuno si incazza.
prima difficile.

Temo che qui non succederà nulla, anche causa morte apparente dell'opposizione, fino a quando il buon Tria non confesserà che siamo nella merda totale e voleranno gli stracci, a qual punto vedremo chi dei due sarà più bravo a dar la colpa all'altro e se per allora, che non è un giorno chissà quanto distante, non si avranno avuto segni di vita dal centro sinistra e dintorni, comunque ci ritroveremo di nuovo al governo loro in un altra veste o l'ennesimo governo tecnico, magari con un Draghi come primo ministro.
 



dreamtim
Miglior Scazzo dell'anno
Miglior Scazzo dell'anno
Messaggi: 12654
Iscritto il: 11/09/2002, 0:18
Località: Mike alias Nessuno scrive:"Alle elezioni per i rappresentanti d'istituto il bibitaro raccolse l'88%

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da dreamtim » 08/08/2018, 17:16

Eh pero' sull'opposizione (storicamente ordinata a sinistra) bisogna mettersi d'accordo. Sul decreto dignità hanno fatto le barricate per quanto possibile, hanno quasi sospeso la seduta, se apri democratica (anche perchè giornali o giornalisti di opione a sinistra non ne vedo) che è il giornale di partito i toni sono chiari.
pero' va di moda dire che anche un portamatite fa opposizione meglio di questi.
se ti aspetti una roba tipo la raggi con le arance con la richiesta di impicciment per ogni albero, quella non è opposizione, è caciara. Calenda fa una rubrica giornaliera molto seguita e fa il governo ombra di di maio.
se posta renzi sbaglia, se non posta sbaglia uguale.
Fare oppoisizione coi populisti è complicato; in europa non ci riesce nessuno.
per il resto tria sta tracciando la strada del governo tecnico 2.0
mentre di maio cerca di invalidare la gara di mittal.

è un problema di esposizione, sono rimasti i giornali di ultradestra (libero, giornale) e quelli di fantadestrastellata (il fatto) che sono quelli che generano opinionisti da trash talk. Non c'è un intellettuale del pd, un regista, un attore, un figurante pro pd.
L'unico giornalista che oppone è mentana.
ai tempi di berlusca la metà del cielo era contro.

è un problema di peso specifico. Parla solo martina.

















 



Avatar utente
doc G
Moderator
Moderator
Messaggi: 9879
Iscritto il: 14/01/2007, 12:03
Località: Terni

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da doc G » 08/08/2018, 17:18

dreamtim ha scritto:la cosa meravigliosa è che se fai un sondaggio la gente di questi è soddisfatta.
e qui i parametri sfuggono; occupazione in aumento= peggior governo della storia della repubblica
occupazione in calo: Dibba auguri.

storicamente fai che arriva l'aumento di questo e quello e allora poi qualcuno si incazza.
prima difficile.

 
Il fatto è che i numeri della crescita precedente erano ridotti e difficili da percepire, come quelli del calo attuale. Per ora c'è la luna di miele, come avvenuto con Renzi, che pareva il nuovo De Gasperi, con Monti, che avrebbe potuto chiedere il sacrificio dei primogeniti ed ottenerlo, Berlusconi, idolo delle donne e degli amanti dell'uomo forte, spesso pervasi da latente omosessualità, Prodi, che pareva il nuovo Giolitti.
Ed ora Di Maio è il nuovo Berlinguer, Salvini il nuovo... beh, lo sapete, uno scarsocrinito, Conte il nuovo Tayllerand.
Poi ecco che finisce la luna di miele ed inizia quella di fiele, e se il segno sarà ancora meno se ne accorgeranno eccome tutti, ma non ammetteranno mai di aver creduto a promesse irrealizzabili e cercheranno capri espiatori.
Ma, salvo novità al momento impensabili, non ci sarà una opposizione vera a raccogliere i delusi ed al massimo si andrà ad una resa dei conti con nuove elezioni in cui si scontreranno una lega che avrà stretto una nuova alleanza con i vecchi soci di cdx e dei pentastellati che avranno raccolto gli amministratori barricaderi come De Magistris ed Emiliano.

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk




dreamtim
Miglior Scazzo dell'anno
Miglior Scazzo dell'anno
Messaggi: 12654
Iscritto il: 11/09/2002, 0:18
Località: Mike alias Nessuno scrive:"Alle elezioni per i rappresentanti d'istituto il bibitaro raccolse l'88%

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da dreamtim » 08/08/2018, 17:23

doc G ha scritto:
08/08/2018, 17:18
dreamtim ha scritto:l
Ma, salvo novità al momento impensabili, non ci sarà una opposizione vera a raccogliere i delusi ed al massimo si andrà ad una resa dei conti con nuove elezioni in cui si scontreranno una lega che avrà stretto una nuova alleanza con i vecchi soci di cdx e dei pentastellati che avranno raccolto gli amministratori barricaderi come De Magistris ed Emiliano.

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk 
Siamo sempre li, per opposizione vera si sottointende un V day?
basta scegliere, informarsi, deambulare.
non è che l'opposizione telefona a casa e vi chiede: "hey ricominciamo?"

al momento più credibile di di maio è praticamente mezza forza italia e ho detto tutto.

figurati uno del pd. Ma ripeto, a contrastare i populisti vanno tutti in crisi.
hanno azzerato linguaggio, paradigma, ideologia, obbiettivi.
è cetto la qualunque che governa. ma no, è colpa dell'opposizione?

 



frog
Pro
Pro
Messaggi: 6774
Iscritto il: 08/09/2002, 20:28
NBA Team: l.a. Lakers
Località: Trento

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da frog » 08/08/2018, 17:24

dreamtim ha scritto:
08/08/2018, 17:16
Eh pero' sull'opposizione (storicamente ordinata a sinistra) bisogna mettersi d'accordo. Sul decreto dignità hanno fatto le barricate per quanto possibile, hanno quasi sospeso la seduta, se apri democratica (anche perchè giornali o giornalisti di opione a sinistra non ne vedo) che è il giornale di partito i toni sono chiari.
pero' va di moda dire che anche un portamatite fa opposizione meglio di questi.
se ti aspetti una roba tipo la raggi con le arance con la richiesta di impicciment per ogni albero, quella non è opposizione, è caciara. Calenda fa una rubrica giornaliera molto seguita e fa il governo ombra di di maio.
se posta renzi sbaglia, se non posta sbaglia uguale.
Fare oppoisizione coi populisti è complicato; in europa non ci riesce nessuno.
per il resto tria sta tracciando la strada del governo tecnico 2.0
mentre di maio cerca di invalidare la gara di mittal.

è un problema di esposizione, sono rimasti i giornali di ultradestra (libero, giornale) e quelli di fantadestrastellata (il fatto) che sono quelli che generano opinionisti da trash talk. Non c'è un intellettuale del pd, un regista, un attore, un figurante pro pd.
L'unico giornalista che oppone è mentana.
ai tempi di berlusca la metà del cielo era contro.

è un problema di peso specifico. Parla solo martina.















 



Il problema che sollevo io per quanto riguarda il PD, è che attualmente non ha una linea politica unica, un possibile futuro premier e una classe dirigente che possa sperare di raccattare i voti necessari per governare.
Fino a quando non ci sarà questa famosa resa dei conti interna, si potrà fare facilmente l'opposizione, per forza, con questo governo d'incapaci ci riuscirei anch'io in teleconferenza da Trento, ma non si riuscirà a dare un alternativa credibile in maniera tale da raggiungere la maggioranza dei voti se si dovesse ritornare alle urne.
Puoi dire cose giuste fino allo sfinimento, ma se i nomi che proponi di mettere in un ipotetico governo sono gli stessi che hanno straperso le ultime elezioni, non puoi sperare di convincere più del 20 % e sto largo degli elettori a votarti.



Avatar utente
doc G
Moderator
Moderator
Messaggi: 9879
Iscritto il: 14/01/2007, 12:03
Località: Terni

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da doc G » 08/08/2018, 17:32

dreamtim ha scritto:Eh pero' sull'opposizione (storicamente ordinata a sinistra) bisogna mettersi d'accordo. Sul decreto dignità hanno fatto le barricate per quanto possibile, hanno quasi sospeso la seduta, se apri democratica (anche perchè giornali o giornalisti di opione a sinistra non ne vedo) che è il giornale di partito i toni sono chiari.
pero' va di moda dire che anche un portamatite fa opposizione meglio di questi.
se ti aspetti una roba tipo la raggi con le arance con la richiesta di impicciment per ogni albero, quella non è opposizione, è caciara. Calenda fa una rubrica giornaliera molto seguita e fa il governo ombra di di maio.
se posta renzi sbaglia, se non posta sbaglia uguale.
Fare oppoisizione coi populisti è complicato; in europa non ci riesce nessuno.
per il resto tria sta tracciando la strada del governo tecnico 2.0
mentre di maio cerca di invalidare la gara di mittal.

è un problema di esposizione, sono rimasti i giornali di ultradestra (libero, giornale) e quelli di fantadestrastellata (il fatto) che sono quelli che generano opinionisti da trash talk. Non c'è un intellettuale del pd, un regista, un attore, un figurante pro pd.
L'unico giornalista che oppone è mentana.
ai tempi di berlusca la metà del cielo era contro.

è un problema di peso specifico. Parla solo martina.

















 
Magari torneranno, ma per ora sono il vaso di coccio.
Il problema è che ad una opposizione in difficoltà servono alcune cose di base:
1) un tema forte, semplice, alla base della piramide di Maslow, su cui basare il tutto. Il PD forse potrebbe avere il lavoro, ma per ora è un tema troppo saldamente in mano ai pentastellati. Diritti, umanità, competenza sono più in alto nella piramide, non fregano a nessuno fino a che ci sono bisogni basilari che appaiono non soddisfatti (che lo siano o meno non conta, per esempio l'Italia non è mai stata così sicura, ma la percezione è differente)
2) una identità forte, riconoscibile da tutti, in modo che sia facile costruire con essa ed il tema forte una narrazione
3) unità di intenti, che non vuole dire pensarla tutti alla stessa maniera, ma condividere gli obiettivi che discendono dal tema forte
4) una comunicazione forte ed univoca, che colpisca l'elettore.

Ad ora il PD non ha nulla di tutto ciò, ed a livello di immagine le critiche al decreto dignità di Calenda e Marattin, a mio parere piuttosto corrette, diventano nella propaganda una ammissione di essere dalla parte degli Happy Few e contro il popolo, perché gli altri hanno tema forte, identità, unità di intenti, strategia comunicativa ed il PD ancora no. Ed anzi quando Marattin e Calenda parlano arrivano i colpi di gomito di gente che dice "ma se siete tanto bravi, perché avete governato tanto male?"
E se il PD non ritroverà temi, identità, unità e strategia a raccogliere i frutti di un eventuale fallimento governativo saranno Dibba e Zaia.

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk




dreamtim
Miglior Scazzo dell'anno
Miglior Scazzo dell'anno
Messaggi: 12654
Iscritto il: 11/09/2002, 0:18
Località: Mike alias Nessuno scrive:"Alle elezioni per i rappresentanti d'istituto il bibitaro raccolse l'88%

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da dreamtim » 08/08/2018, 17:32

Ma una linea unica non ce l'ha nessuno, è un partito di massa e mi sta bene ci siano i correntoni.
vale per i 5 stelle, vale per il conmdominio, la sintesi la trovi per strada.
veniamo da un esperienza in cui il premier è stato deciso via primarie blindate con di battista in panchina, non ci vedo sto clamoroso cambio tra renzi/gentiloni. Per me il leader puo' pure essere martina, per me deve solo fare il suo lavoro, i tempi di berlinguer sono finiti, renzi, arigentiloni, calenda, un dirigente normale.
per il resto sono tutti discorsi insensati, in un paese normale non arriva al 35% un partito privo di classe dirigente che fa gli slogan da supermercato e vince perchè promette cose che non puo' mantenere.
non puoi fare lo stesso. alla gente gliene frega se ci metti renzi o suo cugino (tranne ai berlusconiani che sono morti di #staisereno) ? va in brodo di giuggiole per un 40enne sovrappeso che fa dirette facebook tutto il giorno da ministro dell'interno?

cosa ci mettiamo a comprare un bastone da selfie e mandare calenda in giro?
il problema è a monte, è puramente di un elettorato che continua a fare voti di scambio e evadere e fare cose.
tanto poi la rivoluzione ggi no, domani forse.
il leader del pd è l'ultimo dei problemi.
poi aggiungo mi si dice che il problema è la narrazione?

ma è un film, o è un partito? avete anche ragione per certi versi, ma trasecolo.
se vuol dire prendersela coi migranti, meglio non averla la narrazione.
 



Avatar utente
doc G
Moderator
Moderator
Messaggi: 9879
Iscritto il: 14/01/2007, 12:03
Località: Terni

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da doc G » 08/08/2018, 18:11

Ma mica la narrazione è solo prendersela coi migranti. Quello è un tema forte e sentito (lasciamo stare il perchè ed i commenti, a me è un tema che dà l'orticaria solo a sentirlo, ma funziona), ma non è certo l'unico.
Narrazione è avere un tema forte, sentito, da poter sfruttare. Ce ne sono alcuni semplici anche da sinistra, vedi Sanders e Corbyn, che a me piacciono poco (più dei felpastellati, ma ci vuol poco), ma sono efficaci.
Berlusconi parlava di una Italia che primeggia nel mondo e sfrutta tutti i suoi punti forti, veri o meno, libertà ed orgoglio.
Prodi parlava di modernizzazione dello stato (Non in questi termini, ovviamente), unire tante voci differenti, democrazia, ascolto, equità e gestione seria. E funzionava. Funzionava tanto che poté sfruttare bene questi temi anche Fassino, non propriamente un trascinatore.
Oggi si vuol fare una campagna dell'orgoglio laburista, alla Corbyn, o sull'adattare il laburismo ai tempi moderni ed alla UE, stile socialdemocratici scandinavi? Si possono fare entrambe le cose, anche con successo, anzi, battere sul lavoro potrebbe essere un buon tema per un partito con la tradizione del PD, ma vanno fatte ora, limitarsi a far notare gli errori del governo non servirà.
Il PD ha una classe dirigente, al momento sbandata, strutture locali, al momento sperdute, vecchi legami con parte dei sindacati ed alcune coop importanti, al momento flebili, tanti giornalisti ed editorialisti simpatizzanti, al momento spaesati. Per quanto ritenga Calenda uno dei politici meno incompetenti degli ultimi anni, vuoi recuperare tutto con i suoi post su Facebook?
Insistere sulla disoccupazione e su quel che bisogna fare per limitarla, per esempio, oggi è un tema che può essere facilmente scalzato da un Di Maio che gigioneggia su foodora e sul precariato, ma quando, salvo miracoli, con questi provvedimenti la disoccupazione aumenterà, siamo certi che non sarà un tema centrale? Ed è anche questo un tema forte alla base della piramide. E molto più reale dei migranti. Ma se Calenda fa post su Facebook in un senso, Emiliano gigioneggia con Di Maio, Martina galleggia come pensi di sfruttare questo tema?

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk




garylarson
Senior
Senior
Messaggi: 1529
Iscritto il: 10/02/2007, 9:50
Località: bologna

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da garylarson » 08/08/2018, 18:21

Ma sinceramente nessuno sembra accorgersi che stiamo andando alla disgregazione di quello che metternich chiamava entità geografica?



dreamtim
Miglior Scazzo dell'anno
Miglior Scazzo dell'anno
Messaggi: 12654
Iscritto il: 11/09/2002, 0:18
Località: Mike alias Nessuno scrive:"Alle elezioni per i rappresentanti d'istituto il bibitaro raccolse l'88%

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da dreamtim » 08/08/2018, 18:25

doc G ha scritto:
08/08/2018, 18:11
Il PD ha una classe dirigente, al momento sbandata, strutture locali, al momento sperdute, vecchi legami con parte dei sindacati ed alcune coop importanti, al momento flebili, tanti giornalisti ed editorialisti simpatizzanti, al momento spaesati. Per quanto ritenga Calenda uno dei politici meno incompetenti degli ultimi anni, vuoi recuperare tutto con i suoi post su Facebook?
Insistere sulla disoccupazione e su quel che bisogna fare per limitarla, per esempio, oggi è un tema che può essere facilmente scalzato da un Di Maio che gigioneggia su foodora e sul precariato, ma quando, salvo miracoli, con questi provvedimenti la disoccupazione aumenterà, siamo certi che non sarà un tema centrale? Ed è anche questo un tema forte alla base della piramide. E molto più reale dei migranti. Ma se Calenda fa post su Facebook in un senso, Emiliano gigioneggia con Di Maio, Martina galleggia come pensi di sfruttare questo tema?

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk



Ho ma torniamo al punto di costa, il PD ha uno straccio di classe dirigente che ha partorito il job acts, unioni civili, bonus che sono più a sinistra di tutto quello che dice di maio, ha sfiorato lo ius solis, ha fatto cose.
ha rischiato di rivedere una parte importante della costituzione, sbagliato comunicazione, rimesso in piedi l'economia. MI basta, passo sopra alle boschi, a renzi e i suoi eccessi, tanto poi sento parlare calenda e mi gira di meno. Io mica chiedo a un politico di tagliarmi le tasse, pagarmi per non lavorare, di combattere al mio posto per il precariato o che mi regali nulla, voglio solo politico normali che fanno riforme normali e non raccontano favole o fomentano i razzisti con poliitiche di estrema destra per prendere il 5% di più
questa è la narrazione che mi basta e avanza. Si chiama realismo.
poi è vero sono divisi al momento ma dopo il 4 marzo, sono andati a casa facendo politiche decenti.
e significa che ora sono confusi, hanno perso il capo e stanno rifacendo il timone.

che narrazione ci inventiamo? se è brillante allora non va bene, se sommessa non va bene,
se fai un programma normale, ti replicano con flat tax, redditi magici, e le accise che volano.
io farei una narrazione basilare, ma il punto è che il modus operandi dal 94 a oggi e poi di grillo ha prodotto i tifosi. un tifoso (credo siano il 20% dei 5 stelle) muore con la sua squadra.

l'alternativa c'è, ma è poco attraente, ma nel 2018 ancora dobbiamo speigare a un 40enne che si vota sul contenuto e che per risultati e progresso ci vogliono anni e pazienza?

"eh ma mi avevano promesso la fornero"
maddai.











 



Avatar utente
doc G
Moderator
Moderator
Messaggi: 9879
Iscritto il: 14/01/2007, 12:03
Località: Terni

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da doc G » 08/08/2018, 18:43

dreamtim ha scritto:
doc G ha scritto:
08/08/2018, 18:11
Il PD ha una classe dirigente, al momento sbandata, strutture locali, al momento sperdute, vecchi legami con parte dei sindacati ed alcune coop importanti, al momento flebili, tanti giornalisti ed editorialisti simpatizzanti, al momento spaesati. Per quanto ritenga Calenda uno dei politici meno incompetenti degli ultimi anni, vuoi recuperare tutto con i suoi post su Facebook?
Insistere sulla disoccupazione e su quel che bisogna fare per limitarla, per esempio, oggi è un tema che può essere facilmente scalzato da un Di Maio che gigioneggia su foodora e sul precariato, ma quando, salvo miracoli, con questi provvedimenti la disoccupazione aumenterà, siamo certi che non sarà un tema centrale? Ed è anche questo un tema forte alla base della piramide. E molto più reale dei migranti. Ma se Calenda fa post su Facebook in un senso, Emiliano gigioneggia con Di Maio, Martina galleggia come pensi di sfruttare questo tema?

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk



Ho ma torniamo al punto di costa, il PD ha uno straccio di classe dirigente che ha partorito il job acts, unioni civili, bonus che sono più a sinistra di tutto quello che dice di maio, ha sfiorato lo ius solis, ha fatto cose.
ha rischiato di rivedere una parte importante della costituzione, sbagliato comunicazione, rimesso in piedi l'economia. MI basta, passo sopra alle boschi, a renzi e i suoi eccessi, tanto poi sento parlare calenda e mi gira di meno. Io mica chiedo a un politico di tagliarmi le tasse, pagarmi per non lavorare, di combattere al mio posto per il precariato o che mi regali nulla, voglio solo politico normali che fanno riforme normali e non raccontano favole o fomentano i razzisti con poliitiche di estrema destra per prendere il 5% di più
questa è la narrazione che mi basta e avanza. Si chiama realismo.
poi è vero sono divisi al momento ma dopo il 4 marzo, sono andati a casa facendo politiche decenti.
e significa che ora sono confusi, hanno perso il capo e stanno rifacendo il timone.

che narrazione ci inventiamo? se è brillante allora non va bene, se sommessa non va bene,
se fai un programma normale, ti replicano con flat tax, redditi magici, e le accise che volano.
io farei una narrazione basilare, ma il punto è che il modus operandi dal 94 a oggi e poi di grillo ha prodotto i tifosi. un tifoso (credo siano il 20% dei 5 stelle) muore con la sua squadra.

l'alternativa c'è, ma è poco attraente, ma nel 2018 ancora dobbiamo speigare a un 40enne che si vota sul contenuto e che per risultati e progresso ci vogliono anni e pazienza?

"eh ma mi avevano promesso la fornero"
maddai.











 
Beh, ma un realismo raccontato bene può funzionare, e parecchio, guarda la Merkel.
Come per vendere una macchina usata non è che devi per forza raccontare cazzate, anzi, se ne racconti troppe ne vendi una, due, tre poi ti sputtani.
Però il prodotto devi prima di tutto averlo, poi saperlo vendere, altrimenti resta nel tuo magazzino.
Ed è inutile a quel punto dare la colpa ai possibili acquirenti.
Storicamente i politici che raccontano cazzate di solito accelerano la propria fine, il rischio è che a volte causano anche quella del paese, non è che provi simpatia per chi non è realista, anzi, tutto il contrario, la mia simpatia va ai realisti.
Oggi un realista deve solo resistere, non può aumentare il suo consenso, ma accreditandosi come quello che ha individuato i muri contro cui gli irrealisti sbatteranno potrebbe raccogliere consensi.
Ma se non avrà una proposta alternativa, una idea di futuro appagante il realista sarà spazzato via con chi non ha saputo competere, guarda cosa è accaduto dopo il 1992 e dopo il 2011.

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk




dreamtim
Miglior Scazzo dell'anno
Miglior Scazzo dell'anno
Messaggi: 12654
Iscritto il: 11/09/2002, 0:18
Località: Mike alias Nessuno scrive:"Alle elezioni per i rappresentanti d'istituto il bibitaro raccolse l'88%

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da dreamtim » 08/08/2018, 19:03

Eh Doc ma il centrosinistroide che fa lo spendido è un modello che abbiamo abbandonato in europa con Blair perchè si è capito che se fai il narratore a sinistra poi sei poco credibile.
in italia tutte le vittorie del centrosinistra sono stati straordinari capitomboli di berlusconi che al termine della sua legislatura era meno credibile di chiunque. Ha fatto vincere due elezioni a prodi, a prodi che per tutto l'affetto che gli posso volere e le discrete capacità di sintesi politica è uno che non vincerebbe un elezione in un condominio. campagna elettorale, promesse assurde di berlusca stesso nell'ultimo mese e tac, vittoria mutilata, maggioranza scarsa e altro giro di giostra, ma almeno con il csx in europa ci siamo entrati.
il cdx era preoccupato da altro.  Che poi chi ha sdoganato le alleanze nazionali, le meloni, eccetera?
sempre lui.
per vincere a sinistra devi essere:
Devi essere: serio ma non serioso, accessibile, giovanile ma senza esagerare, carismastico ma non troppo.
praticamente george clooney.
poi che serva una direzione hai ragione altrimenti quello che vota a promesse non lo catturi.
hanno fatto il v-day?
io farei un banale "basta cazzate" day.
proposte basilari ma realizzabili per economia, lavoro, grandi opere, cultura, emigrazione.
e se ce la facciamo no aumenti iva e niente flat tax per far pagare meno grillo e soci.

il def che si avvicina al momento è privo di direzione.

pero' dibba tuona: niente grandi opere luigi.
Dibba: cuore.

oggi non serve un politico, serve una maestra del doposcuola per vincere le elezioni.













 



mario61
Senior
Senior
Messaggi: 1421
Iscritto il: 04/07/2013, 14:13

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da mario61 » 08/08/2018, 19:56

ma infatti la cosa per me deprimente che il PD ha preso il 18% con quello che per me è stato di gran lunga il miglior governo degli ultimi 15 anni, ha fatto un mucchio di cose importanti, dal testamento biologico, alle coppie civili, da industria 4.0, alla politica di contenimento dell'immigrazione, al Jobs Act (grazie al quale sono stato assunto dopo venticinque anni di partita iva, altro che il decreto dignità). Con Gentiloni i mercati erano sostanzialmente tranquilli.   Gli errori sono stati il bonus 80 euro (bisogna investire sulla produttività) il non aver saputo andare avanti con le liberalizzazioni e la riforma della PA, il non aver saputo riformare le banche prima della bufera (hanno fatto gli struzzi) il fatto che Renzi abbia litigato con tutti, amici e nemici, invece di cercare di creare consenso (e infatti ha perso anche il mio voto, anche se ho votato la sua maggioranza), il fatto che Renzi ha fatto cose che volevano tutti (via il senato e più governabilità) ma senza mettersi d'accordo con nessuno, e una riforma elettorale (l'attuale) disastrosa (ma non l'ha fatta da solo), e che ha prodotto il SalviMaio (personalmente avrei preferito che andasse al potere uno solo dei due),  Però il paese è andato avanti, non indietro, probabilmente non c'è stata abbastanza capacità di ascoltare il popolo, ma se espressioni del popolo sono Salvini e la Taverna.....
Insomma, quando sento frasi, ma perchè avete governato così male, mi chiedo, ma data la nostra situazione e la nostra coesione sociale, che cosa si aspettavano?



dreamtim
Miglior Scazzo dell'anno
Miglior Scazzo dell'anno
Messaggi: 12654
Iscritto il: 11/09/2002, 0:18
Località: Mike alias Nessuno scrive:"Alle elezioni per i rappresentanti d'istituto il bibitaro raccolse l'88%

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggio da dreamtim » 08/08/2018, 20:17

mario61 ha scritto:
08/08/2018, 19:56
  Però il paese è andato avanti, non indietro, probabilmente non c'è stata abbastanza capacità di ascoltare il popolo, ma se espressioni del popolo sono Salvini e la Taverna.....
Insomma, quando sento frasi, ma perchè avete governato così male, mi chiedo, ma data la nostra situazione e la nostra coesione sociale, che cosa si aspettavano?
Sul migliore degli ultimi 15, fai tranquillamente dal 94 anche perchè la via era successiva al governo tecnico e non alla stabile situazione attuale. Anche molti degli errori (sti famosi 80 euro che oh, han fatto passare come una roba da corte di luigi14 mentre le generazioni precedenti se so' magnate de tutto) spesso sono stati propositivi. le banche amen, letta male la situazione e li han sbagliato. Ci sta pure una serie di errori se produci riforme.Ovunque c'è un giornalismo con un minimo di analisi sono evidenti le contorsioni dei conti che non tornano, a un governo normale ne doveva seguire un altro normale ma nel frattempo abbiamo deciso che siccome votiamo il 4 marzo allora ci danno posto fisso, e tasse magiche, fornero e allora votiamo , daje.
semplicemente una normale classe dirigente con qualche punta dirigista di livello (renzi per me puo' continuare a comunicare come un cane, resta politicamente parlando 9 lune meglio del nulla cosmico di di maio)
un minimo di ricambio e la produzione continua di discreti (per quanto isolati) ricicli come quello di calenda.

per digerire il job acts il paese ci ha messo 3 anni, oggi con il decreto disoccupazione si attesta che altra via non c'è e lo hanno rimixato, peggiorandolo.
quindi per me renzi puo' litigare con chi gli pare, deve governare, non fare un reality.
ora abbiamo il ministro degli interni che fa i selfie con le battute sul caldo africano il giorno della strage di bologna e gente al comune di roma che vuole intitolare le vie ad almirante.

in 5 anni questo paese ha preso una sbronza colossale e non accenna ad affrettare il dopo sbornia.
pero', ripeto, dibba: cuore.

aridateme la boschi.










 



Rispondi