Politica Internazionale

E' il luogo in cui potete parlare di tutto quello che volete, in particolare di tutti gli argomenti non strettamente attinenti allo sport americano...
Avatar utente
pinopao
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 13965
Iscritto il: 12/03/2008, 17:02
MLB Team: Toronto Blue Jays
NBA Team: Toronto Raptors

Re: Politica Internazionale

Messaggio da pinopao » 30/10/2018, 11:08

Cholo ha scritto:
30/10/2018, 11:05
pinopao ha scritto:
30/10/2018, 10:55
con la possibile estradizione di Battisti, cosa positiva, probabilmente da noi Bolsonaro sarà pure ben visto...
A meno che non ci troviamo di fronte a una qualche sorta di colpo di stato, non è certo per Bolsonaro che passa la decisione di estradare un criminale. E' vero che Lula ha bloccato l'iter in scadenza di mandato, ma successivamente è stata l'alta corte brasiliana a farlo. Il problema principale è che per i reati di Battisti, in Brasile è prevista una pena massima di 31 anni, se non vado errato, mentre da noi l'ergastolo. Secondo lo Statuto dello straniero, non possono estradarlo. :nonsa: 
vediamo, per me arriva...
 



Avatar utente
Bluto Blutarsky
Pro
Pro
Messaggi: 6119
Iscritto il: 07/12/2011, 15:05
Contatta:

Re: Politica Internazionale

Messaggio da Bluto Blutarsky » 30/10/2018, 11:08

Dietto ha scritto:
30/10/2018, 10:54
Bluto Blutarsky ha scritto:
30/10/2018, 10:42
Da brividi, non avrei saputo dirlo meglio. E pensa che governano il mondo.
Questo è un altro conto.

Però le motivaizoni dietro ogni singola scelta che hai elencato sono varie e decisamente lontane in alcuni casi dal "lanciare segnali di protesta"

Mah, di questo non sono così convinto. Secondo me – con gradazioni diverse e sfumature diverse, in base ai rispettivi contesti – sono tutte declinazioni dello stesso voto "contro" (che poi è il segno più evidente di questi tempi, insieme a una rabbia sociale che avrà le sue motivazioni ma che è anche amplificata ad arte).


"La verità è come l'acqua: una piccola quantità ti disseta e ti tiene pulito, ma se è troppa può farti affogare"

Immagine

Avatar utente
Bluto Blutarsky
Pro
Pro
Messaggi: 6119
Iscritto il: 07/12/2011, 15:05
Contatta:

Re: Politica Internazionale

Messaggio da Bluto Blutarsky » 30/10/2018, 11:11

frog ha scritto:
30/10/2018, 11:06
Io di certo non ho mai ne votato ne minimamente appoggiato certa gente, @Dietto mi è testimone :biggrin:, però diciamo che se fossi stato brasiliano, mi sarei sentito come minimo preso in giro dal loro modo di governare

Certo, anch'io, e di sicuro non li avrei rivotati. Così come non ho rivotato il Pd.
Ma il passo da qui a mettere la croce sul fan di Pinochet mi sembra un po' ardito, tutto qui.


"La verità è come l'acqua: una piccola quantità ti disseta e ti tiene pulito, ma se è troppa può farti affogare"

Immagine

Avatar utente
Paperone
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 12621
Iscritto il: 16/10/2006, 17:35
NFL Team: Denver Broncos
Località: Castel Maggiore [Bologna], far east from Denver, CO

Re: Politica Internazionale

Messaggio da Paperone » 30/10/2018, 11:12

frog ha scritto:
30/10/2018, 8:10
lebronpepps ha scritto:
29/10/2018, 12:10
in realtà siete voi che vedete fasci ovunque, il popolo è dalla parte di Bolsonaro, viva Bolsonaro, rispettate la democrazia :biggrin:

Certo che Lula e soci ci si sono messi d'impegno per sputtanare tutto il credito che avevano. 
Un po' annacquato oggi, il Presidente Lula (cit.)
 


Giordan ha scritto: Menzione onorevole per Pap, che si è distinto per avere la stessa voce di Battiato e la peggior pronuncia anglo-americana ogni epoca!!!

frog
Pro
Pro
Messaggi: 7019
Iscritto il: 08/09/2002, 20:28
NBA Team: l.a. Lakers
Località: Trento

Re: Politica Internazionale

Messaggio da frog » 30/10/2018, 11:17

Bluto Blutarsky ha scritto:
30/10/2018, 11:11
frog ha scritto:
30/10/2018, 11:06
Io di certo non ho mai ne votato ne minimamente appoggiato certa gente, @Dietto mi è testimone :biggrin:, però diciamo che se fossi stato brasiliano, mi sarei sentito come minimo preso in giro dal loro modo di governare

Certo, anch'io, e di sicuro non li avrei rivotati. Così come non ho rivotato il Pd.
Ma il passo da qui a mettere la croce sul fan di Pinochet mi sembra un po' ardito, tutto qui.  


Purtroppo la maggioranza della gente, specie nei paesi con democrazie giovani e fragili, vota chi ritiene il più vicino alle proprie esigenze e che abbia concrete possibilità di vittoria, essendosi sentiti traditi da una parte politica, non si pongono il problema di chi sia l'alternativa, ma la votano ad occhi chiusi.
Cosa che è successa pure in Italia con il PD.

Pure io avrei preferito starmene a casa o cercare un alternativa più credibile, ma so di essere infima minoranza.
 



Avatar utente
Dietto
Pro
Pro
Messaggi: 8490
Iscritto il: 10/10/2011, 14:17
NFL Team: Minnesota Vikings
NBA Team: New York Knickerbockers

Re: Politica Internazionale

Messaggio da Dietto » 30/10/2018, 11:21

frog ha scritto:
30/10/2018, 11:17
Bluto Blutarsky ha scritto:
30/10/2018, 11:11


Certo, anch'io, e di sicuro non li avrei rivotati. Così come non ho rivotato il Pd.
Ma il passo da qui a mettere la croce sul fan di Pinochet mi sembra un po' ardito, tutto qui.  


Purtroppo la maggioranza della gente, specie nei paesi con democrazie giovani e fragili, vota chi ritiene il più vicino alle proprie esigenze e che abbia concrete possibilità di vittoria, essendosi sentiti traditi da una parte politica, non si pongono il problema di chi sia l'alternativa, ma la votano ad occhi chiusi.
Cosa che è successa pure in Italia con il PD.

Pure io avrei preferito starmene a casa o cercare un alternativa più credibile, ma so di essere infima minoranza.
 
Vabbè però aspetta.
Un conto è un Paese o un contesto in cui le scelte sono due.

Un altro conto è votare 5 stelle.



frog
Pro
Pro
Messaggi: 7019
Iscritto il: 08/09/2002, 20:28
NBA Team: l.a. Lakers
Località: Trento

Re: Politica Internazionale

Messaggio da frog » 30/10/2018, 11:26

Dietto ha scritto:
30/10/2018, 11:21
frog ha scritto:
30/10/2018, 11:17


Purtroppo la maggioranza della gente, specie nei paesi con democrazie giovani e fragili, vota chi ritiene il più vicino alle proprie esigenze e che abbia concrete possibilità di vittoria, essendosi sentiti traditi da una parte politica, non si pongono il problema di chi sia l'alternativa, ma la votano ad occhi chiusi.
Cosa che è successa pure in Italia con il PD.

Pure io avrei preferito starmene a casa o cercare un alternativa più credibile, ma so di essere infima minoranza.
 
Vabbè però aspetta.
Un conto è un Paese o un contesto in cui le scelte sono due.

Un altro conto è votare 5 stelle. 
Qualche possibilità che potessero arrivare a governare c'era e molti delusi del PD, non volendo rivotarli ed avendo le due alternative, si sono buttati sui 5 stelle.
 



Avatar utente
Bluto Blutarsky
Pro
Pro
Messaggi: 6119
Iscritto il: 07/12/2011, 15:05
Contatta:

Re: Politica Internazionale

Messaggio da Bluto Blutarsky » 30/10/2018, 11:41

Dietto ha scritto:
30/10/2018, 11:21
Vabbè però aspetta.
Un conto è un Paese o un contesto in cui le scelte sono due.

Un altro conto è votare 5 stelle.

Donald Trump in una certa misura è stata una scelta "contro" anche all'interno delle primarie del partito Repubblicano.


"La verità è come l'acqua: una piccola quantità ti disseta e ti tiene pulito, ma se è troppa può farti affogare"

Immagine

lebronpepps
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 18728
Iscritto il: 05/09/2008, 16:00

Re: Politica Internazionale

Messaggio da lebronpepps » 30/10/2018, 11:47

ma aldilà di come la si pensi (il mio non è un discorso pro o contro Salvini o Trump o Bolsonaro o chi per loro), dire che "Eh si hanno vinto questi perchè erano esasperati da quelli di prima" mi sa molto di assolutorio, non penso che chi vota queste figure sia un coglione (oddio in certi casi mi devo sforzare parecchio), ma una volta che lo fanno devono rispondere delle loro azioni senza che debbano essere giustificati parlando male di quelli che c'erano prima

portando all'eccesso, pure Mussolini è stato votato ed è arrivato dov'è arrivato in un momento di crisi di un sistema politico che aveva retto la politica italiana per anni, non è che la colpa di quello che è venuto dopo fosse di Destra e Sinistra Storica



lelomb
Pro
Pro
Messaggi: 9544
Iscritto il: 14/10/2013, 18:50
MLB Team: dodgers
NFL Team: packers
NBA Team: lakers
NHL Team: devils

Re: Politica Internazionale

Messaggio da lelomb » 30/10/2018, 11:52

lebronpepps ha scritto:
30/10/2018, 11:47
ma aldilà di come la si pensi (il mio non è un discorso pro o contro Salvini o Trump o Bolsonaro o chi per loro), dire che "Eh si hanno vinto questi perchè erano esasperati da quelli di prima" mi sa molto di assolutorio, non penso che chi vota queste figure sia un coglione (oddio in certi casi mi devo sforzare parecchio), ma una volta che lo fanno devono rispondere delle loro azioni senza che debbano essere giustificati parlando male di quelli che c'erano prima

portando all'eccesso, pure Mussolini è stato votato ed è arrivato dov'è arrivato in un momento di crisi di un sistema politico che aveva retto la politica italiana per anni, non è che la colpa di quello che è venuto dopo fosse di Destra e Sinistra Storica
Meeeee... insomma, non sottovaluterei troppo l'incidenza di questa cosa. Nel prato ben curato le erbacce non crescono. Poi i fattori macro sono importanti e possono metter in serie difficoltà chi deve tener la barra dritta, però alla fine della fiera le responsabilità le hanno quelli con le mani sulla barra stessa
 



Avatar utente
BomberDede
Pro
Pro
Messaggi: 3523
Iscritto il: 01/06/2008, 13:27

Re: Politica Internazionale

Messaggio da BomberDede » 30/10/2018, 15:44

lelomb ha scritto:
30/10/2018, 11:52
lebronpepps ha scritto:
30/10/2018, 11:47
ma aldilà di come la si pensi (il mio non è un discorso pro o contro Salvini o Trump o Bolsonaro o chi per loro), dire che "Eh si hanno vinto questi perchè erano esasperati da quelli di prima" mi sa molto di assolutorio, non penso che chi vota queste figure sia un coglione (oddio in certi casi mi devo sforzare parecchio), ma una volta che lo fanno devono rispondere delle loro azioni senza che debbano essere giustificati parlando male di quelli che c'erano prima

portando all'eccesso, pure Mussolini è stato votato ed è arrivato dov'è arrivato in un momento di crisi di un sistema politico che aveva retto la politica italiana per anni, non è che la colpa di quello che è venuto dopo fosse di Destra e Sinistra Storica
Meeeee... insomma, non sottovaluterei troppo l'incidenza di questa cosa. Nel prato ben curato le erbacce non crescono. Poi i fattori macro sono importanti e possono metter in serie difficoltà chi deve tener la barra dritta, però alla fine della fiera le responsabilità le hanno quelli con le mani sulla barra stessa
  
Ni,
ci sono esempio di paesi che spingono economicamente e dove si sta alla grandissima (Baviera, Olanda ad es) dove i populisti prendono comunque % di tutto rispetto eh. 
Parlavo con mio babbo l' altra sera degli anni 70 e mi raccontava che, durante la crisi petrolifera, per loro era normale non andare via il week end perché la benzina costava e andare in montagna/mare era un costo non sostenibile tutte le domenica, penso che adesso lì asticella del "sentirsi poveri" si sia alzata moltissimo e ci sia una percezione diversa del fenomeno (dal mio punto di vista sbagliato, già avere il pane in tavola, non dover andare in guerra, avere i soldi per le medicine sono un base di partenza molto molto buona. poi se vogliamo dire che è povero chi non può andare in vacanza 2 volte l' anno allora va beh...)
 



Avatar utente
pinopao
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 13965
Iscritto il: 12/03/2008, 17:02
MLB Team: Toronto Blue Jays
NBA Team: Toronto Raptors

Re: Politica Internazionale

Messaggio da pinopao » 31/10/2018, 7:57

https://www.lastampa.it/2018/10/31/este ... agina.html

un caso di cui si è parlato poco e ad intermittenza
 



Avatar utente
doc G
Moderator
Moderator
Messaggi: 10006
Iscritto il: 14/01/2007, 12:03
Località: Terni

Re: Politica Internazionale

Messaggio da doc G » 31/10/2018, 8:46

pinopao ha scritto:https://www.lastampa.it/2018/10/31/este ... agina.html

un caso di cui si è parlato poco e ad intermittenza
 
Beh, ad intermittenza si, ma se ne era parlato.
Ottima notizia, anche se il problema generale è lungi dall'essere risolto

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk




Avatar utente
Luca79
Pro
Pro
Messaggi: 6920
Iscritto il: 03/02/2007, 22:03
NFL Team: Tampa Bay Buccaneers
NBA Team: Chicago Bulls
Squadra di calcio: Milan Crystal Palace

Re: Politica Internazionale

Messaggio da Luca79 » 02/11/2018, 21:40


Noi ci lamentiamo dei nostri ma nemmeno loro non scherzano.


19.12.11:26.01.12 - An incredible journey from Saint Jean Pied de Port to Fisterra

Avatar utente
jayone
Senior
Senior
Messaggi: 1497
Iscritto il: 22/11/2006, 19:39
NFL Team: Miami Dolphins

Re: Politica Internazionale

Messaggio da jayone » 03/11/2018, 12:53

Le medicine te le regalano, il pane in tavola quasi se vai alla LIDL. In guerra nei paesi occidentali non ci va nessuno se non per scelta da ormai 30 anni.
Non è che l'asticella del "sentirsi poveri" si sia alzata, semplicemente si è alzata l'asticella della ricchezza assoluta.

Una volta essere ricco poteva voler dire avere possedimenti. Oggi esser ricco è quantomeno muoversi su un mezzo che costa mezzo milione di euro e avere qualcosa come 50 immobili.
Senza contare che oggi ci sono ricchi che posseggono stati o aziende che fatturano più di stati interi... 

Sinceramente fanculo quelli che fanno la morale parlando degli anni '70 e della crisi petrolifera... Stiamo parlando pur sempre di uno dei periodi d'oro dell'economia italiana dove le scalate sociali erano ancora possibili e se vai a vedere quanto si lavorava ti vien da ridere a parlare di 2 settimane di ferie l'anno. 

E soprattutto sul fatto di dover muoversi ecco, questa è un'esigenza piuttosto "nuova" se mi passi il termine. La bellezza del nostro paese proprio per come è stato costruito erano i piccoli centri urbani. 
Oramai svuotati perché anche il campagnolo ormai deve farsi la serata a Milano o Verona che sia. 

In sostanza un tempo non avevi neanche bisogno di dover far strada per avere un discreto divertimento a portata di mano. Le piazze erano piene, la gente spendeva e c'era contatto sociale. Ora il contatto sociale è distrutto dalla tecnologia e le piazze sono vuote. 

 
BomberDede ha scritto:
30/10/2018, 15:44
Ni,
ci sono esempio di paesi che spingono economicamente e dove si sta alla grandissima (Baviera, Olanda ad es) dove i populisti prendono comunque % di tutto rispetto eh. 
Parlavo con mio babbo l' altra sera degli anni 70 e mi raccontava che, durante la crisi petrolifera, per loro era normale non andare via il week end perché la benzina costava e andare in montagna/mare era un costo non sostenibile tutte le domenica, penso che adesso lì asticella del "sentirsi poveri" si sia alzata moltissimo e ci sia una percezione diversa del fenomeno (dal mio punto di vista sbagliato, già avere il pane in tavola, non dover andare in guerra, avere i soldi per le medicine sono un base di partenza molto molto buona. poi se vogliamo dire che è povero chi non può andare in vacanza 2 volte l' anno allora va beh...) 



Rispondi