Libri

E' il luogo in cui potete parlare di tutto quello che volete, in particolare di tutti gli argomenti non strettamente attinenti allo sport americano...
BruceSmith
Premio Simpa della Cumpa
Premio Simpa della Cumpa
Messaggi: 15396
Iscritto il: 06/05/2004, 15:03
Località: Milano
Contatta:

Re: Libri

Messaggioda BruceSmith » 27/12/2017, 0:58

La Grande T ha scritto:
26/12/2017, 16:38
Babbo Natale legge Playit per cui mi ha portato questo libro. Grazie @BruceSmith avevi detto che era lungo, non una bomba da 900 e passa pagine :commando:
Comunque vi farò sapere cosa me n’è parso. Babbo ha portato pure la trilogia di Izzo che qualcuno aveva consigliato su questi lidi :truzzo:
che è pure scritto in piccolo non l'avevo detto? :biggrin:

se poi, come è successo a me, ti venisse la scimmia di capire dove si posizionano tedeschi e russi con i vari avanzamenti e arretramenti...
https://english.pobediteli.ru/flash.html



Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2097
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Libri

Messaggioda RashardLewis » 18/01/2018, 14:58

Immagine
"Nel 1999, Michael Kearney sta per riuscire a ottenere un notevole avanzamento nel campo della fisica quantistica assieme al suo collega Brian Tate ma è perseguitato da una specie di spettro che chiama Shrander. È convinto che questa creatura voglia che lui uccida qualcuno periodicamente, cos’ha tutto questo a che fare con il Fascio Kefahuchi, una strana perturbazione cosmica recentemente scoperta?
Nel 2400, Seria Mau Genlicher è una pilota di navi K. Ciò vuol dire che è diventata parte dell’astronave tramite operazioni chirurgiche e impianti vari. Ha rubato la sua astronave ed è diventata un’assassina su commissione. Un lavoro la porta ad affrontare i misteri del Fascio Kefahuchi.
Ed Chianese è un ex pilota spaziale che cerca l’eccitazione cercando reperti tecnologici lasciati da antiche razze che si sono avventurate vicino al Fascio Kefahuchi. Ha una sorta di dipendenza dalla realtà virtuale e deve dei soldi alle sorelle Cray, due criminali dalle quali deve fuggire."



Viene considerato dalla critica uno dei migliori romanzi di fantascienza del ventunesimo secolo. Ha anche una certa fama per essere un esempio di fantascienza adulta particolarmente complessa e ostica... l'impatto è stato "traumatico", non semplice da seguire, non tanto per la trama con le sue teorie quantistiche "rivisitate" quanto per lo stile di scrittura; come se non bastasse i protagonisti delle tre trame non sono mostri di simpatia. Solo intorno alla metà mi sono, per così dire, abituato all'astruso miscuglio di stile e di trama. La parte finale è quella che ho preferito, fantascienza metafisica e visionaria. Il problema è che per arrivarci bisogna sorbirsi un sacco di dialoghi bizzarri, sottotrame poco interessanti o che hanno un fine prettamente autocelebrativo. Non mi è piaciuto tantissimo, ma da un lato capisco perchè venga tanto celebrato altrove... certi passaggi, nella storia di Seria Mau, sono effettivamente memorabili e toccanti. Ne sono usciti un paio di seguiti, non escludo di recuperarli :icon_paper:


We bleed green & gold
Go Sonics!

Non ti dimenticherò mai mamma... :piango:

Avatar utente
PENNY
Pro
Pro
Messaggi: 5825
Iscritto il: 06/04/2004, 13:30
NBA Team: New York Knicks
Località: Cagliari

Re: Libri

Messaggioda PENNY » 18/01/2018, 15:04

@RashardLewis tu mi pare fossi appunto appassionato di fantascienza, consiglieresti a un neofita del genere le "Storie della tua vita" di Ted Chiang?
Ho letto che dal punto di vista prettamente letterario non lasciano molto spazio alla storia in quanto tale, si concentrano di più su tecniche narrative particolari, come il racconto da cui poi hanno tratto "Arrival" per esempio.
Sono molo tentato, ma non vorrei trovarmi di fronte a qualcosa come il libro che descrivi sopra, che diciamo not my cup of tea :biggrin:



Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2097
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Libri

Messaggioda RashardLewis » 18/01/2018, 15:27

PENNY ha scritto:
18/01/2018, 15:04
@RashardLewis tu mi pare fossi appunto appassionato di fantascienza, consiglieresti a un neofita del genere le "Storie della tua vita" di Ted Chiang?
Ho letto che dal punto di vista prettamente letterario non lasciano molto spazio alla storia in quanto tale, si concentrano di più su tecniche narrative particolari, come il racconto da cui poi hanno tratto "Arrival" per esempio.
Sono molo tentato, ma non vorrei trovarmi di fronte a qualcosa come il libro che descrivi sopra, che diciamo not my cup of tea :biggrin:
RashardLewis ha scritto:
14/07/2017, 21:32


Io ho finito da poco l'antologia di fantascienza di Ted Chiang "Storie della tua vita". Il film "Arrival" è tratto proprio dal racconto che dà il titolo alla raccolta ed è maledettamente buono, il film è quasi identico, ma c'è qualche dettaglio in più sulla psicologia aliena che in un certo senso aiuta a comprendere anche meglio la pellicola. Gli altri racconti sono originali, talvolta persino troppo e probabilmente non sono allo stesso livello. Molto carino "Settandue lettere" che rimescola la tematica dell'automa artificiale stile golem fornendo una serie di presupposti pseudoscientifici volutamente assurdi ma che funzionano nell'universo letterario di quel racconto.

Premettendo che avevo scritto qualcosina tempo fa, io la considero più una antologia di "idee" , è vero che si sperimentano tecniche narrative diverse ma non sono fini a se stesse, ad esempio nell'ultimo racconto "Il piacere di ciò che vedi: un documentario " strutturato come se fosse un documentario. Se ti aspetti storie che siano in linea con "Arrival", potresti rimanere deluso però... nessun racconto, a parte Storia della tua vita è particolarmente emozionale. Si legge velocemente comunque :wink:


We bleed green & gold
Go Sonics!

Non ti dimenticherò mai mamma... :piango:

Avatar utente
PENNY
Pro
Pro
Messaggi: 5825
Iscritto il: 06/04/2004, 13:30
NBA Team: New York Knicks
Località: Cagliari

Re: Libri

Messaggioda PENNY » 18/01/2018, 15:34

RashardLewis ha scritto:
18/01/2018, 15:27
PENNY ha scritto:
18/01/2018, 15:04
@RashardLewis tu mi pare fossi appunto appassionato di fantascienza, consiglieresti a un neofita del genere le "Storie della tua vita" di Ted Chiang?
Ho letto che dal punto di vista prettamente letterario non lasciano molto spazio alla storia in quanto tale, si concentrano di più su tecniche narrative particolari, come il racconto da cui poi hanno tratto "Arrival" per esempio.
Sono molo tentato, ma non vorrei trovarmi di fronte a qualcosa come il libro che descrivi sopra, che diciamo not my cup of tea :biggrin:
RashardLewis ha scritto:
14/07/2017, 21:32


Io ho finito da poco l'antologia di fantascienza di Ted Chiang "Storie della tua vita". Il film "Arrival" è tratto proprio dal racconto che dà il titolo alla raccolta ed è maledettamente buono, il film è quasi identico, ma c'è qualche dettaglio in più sulla psicologia aliena che in un certo senso aiuta a comprendere anche meglio la pellicola. Gli altri racconti sono originali, talvolta persino troppo e probabilmente non sono allo stesso livello. Molto carino "Settandue lettere" che rimescola la tematica dell'automa artificiale stile golem fornendo una serie di presupposti pseudoscientifici volutamente assurdi ma che funzionano nell'universo letterario di quel racconto.

Premettendo che avevo scritto qualcosina tempo fa, io la considero più una antologia di "idee" , è vero che si sperimentano tecniche narrative diverse ma non sono fini a se stesse, ad esempio nell'ultimo racconto "Il piacere di ciò che vedi: un documentario " strutturato come se fosse un documentario. Se ti aspetti storie che siano in linea con "Arrival", potresti rimanere deluso però... nessun racconto, a parte Storia della tua vita è particolarmente emozionale. Si legge velocemente comunque :wink:
Grazie mille, perchè è da un po' che lo sto puntando, molto incuriosito dalla fama che circonda questo scrittore



Avatar utente
Teo
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14583
Iscritto il: 09/09/2002, 8:57
MLB Team: Atlanta Braves
NFL Team: Buffalo Bills
NBA Team: Utah Jazz
NHL Team: Colorado Avalanche
Località: padova
Contatta:

Re: Libri

Messaggioda Teo » 19/01/2018, 9:01

Consiglio Crazy For Football di Francesco Trento, che è anche un documentario premiato col David. Libro estremamente emozionante e che scorre via in un amen.


ImmagineImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Bonaz
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 15340
Iscritto il: 22/12/2005, 10:28
NFL Team: Cincinnati Bengals
NBA Team: Portland Trail Blazers
NHL Team: New York Rangers
Località: Mantua - Brixia a/r

Re: Libri

Messaggioda Bonaz » 20/01/2018, 17:37

Qualcuno ha letto L'uomo del labirinto di Carrisi? Cercasi disperatamente lettori per confrontarsi sul finale del romanzo!!


rodmanalbe82 ha scritto:Bonaz ridefinisce il concetto di "come lavorare a fine luglio" :truzzo:
ripper23 ha scritto:Bonaz porta la voglia di non fare un cazzo in ufficio a livelli ineguagliabili :notworthy:
Bluto Blutarsky ha scritto:Annuntio vobis gaudium magnum, habemus Bonaz

:appl: :appl: :appl:

BruceSmith
Premio Simpa della Cumpa
Premio Simpa della Cumpa
Messaggi: 15396
Iscritto il: 06/05/2004, 15:03
Località: Milano
Contatta:

Re: Libri

Messaggioda BruceSmith » 20/01/2018, 18:19

quando riesci a capire come è finito il libro :forza: attendo un tuo parere su 'la ragazza nella nebbia'.
imho: buona l'idea, seconda metà del libro decisamente insufficiente. :icon_paper:



Avatar utente
Bonaz
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 15340
Iscritto il: 22/12/2005, 10:28
NFL Team: Cincinnati Bengals
NBA Team: Portland Trail Blazers
NHL Team: New York Rangers
Località: Mantua - Brixia a/r

Re: Libri

Messaggioda Bonaz » 20/01/2018, 18:55

A me era piaciuto abbastanza, molto lontano però dai livelli de Il suggeritore e Il tribunale delle anime.
Hai visto il film?


rodmanalbe82 ha scritto:Bonaz ridefinisce il concetto di "come lavorare a fine luglio" :truzzo:
ripper23 ha scritto:Bonaz porta la voglia di non fare un cazzo in ufficio a livelli ineguagliabili :notworthy:
Bluto Blutarsky ha scritto:Annuntio vobis gaudium magnum, habemus Bonaz

:appl: :appl: :appl:

BruceSmith
Premio Simpa della Cumpa
Premio Simpa della Cumpa
Messaggi: 15396
Iscritto il: 06/05/2004, 15:03
Località: Milano
Contatta:

Re: Libri

Messaggioda BruceSmith » 20/01/2018, 18:57

Bonaz ha scritto:
20/01/2018, 18:55
Hai visto il film?
no..



Avatar utente
Bonaz
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 15340
Iscritto il: 22/12/2005, 10:28
NFL Team: Cincinnati Bengals
NBA Team: Portland Trail Blazers
NHL Team: New York Rangers
Località: Mantua - Brixia a/r

Re: Libri

Messaggioda Bonaz » 20/01/2018, 19:00

BruceSmith ha scritto:
20/01/2018, 18:57
Bonaz ha scritto:
20/01/2018, 18:55
Hai visto il film?
no..
Non eccelso, ma Servillo e Boni di buon livello. Film che segue quasi in toto il romanzo


rodmanalbe82 ha scritto:Bonaz ridefinisce il concetto di "come lavorare a fine luglio" :truzzo:
ripper23 ha scritto:Bonaz porta la voglia di non fare un cazzo in ufficio a livelli ineguagliabili :notworthy:
Bluto Blutarsky ha scritto:Annuntio vobis gaudium magnum, habemus Bonaz

:appl: :appl: :appl:

Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2097
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Libri

Messaggioda RashardLewis » 24/01/2018, 12:32

Morta la scorsa notte Ursula K Leguin, una delle più celebri scrittrici di fantascienza, autrice de "La mano sinistra delle tenebre" e de "I reietti dell’altro pianeta", due dei romanzi più importanti in assoluto di questo genere letterario. Aveva 88 anni.


We bleed green & gold
Go Sonics!

Non ti dimenticherò mai mamma... :piango:

Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2097
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Libri

Messaggioda RashardLewis » 19/02/2018, 21:22

Immagine
"Antologia di racconti horror."


Sul web in svariate occasioni, Ligotti è stato consigliato agli appassionati dei racconti di H.P. Lovecraft, io lo ho scoperto così. Le tematiche sono differenti, ma in effetti il tipo di personaggi e le descrizioni accurate sono accostabili in parte al solitario di Providence. Ligotti, che scrive dagli anni '80, è diventato noto al grande pubblico per le vicende che riguardano la serie TV "True Detective": il personaggio di Rustin Cohle (interpretato da Matthew McConaughey) è costruito chiaramente sui pensieri di Ligotti del suo saggio "La cospirazione contro la razza umana", tanto che sul web si grida al plagio... Anche i protagonisti di questi racconti sono particolarmente nichilisti, filosofeggiano molto e hanno spesso e volentieri attacchi intestinali ( in 3 racconti! :forza: ). I racconti di questo "Teatro grottesco" non hanno trame mirabolanti, non è questo che cerca Ligotti, ma sono tutti e 13 discretamente angoscianti anche e soprattutto per lo stile di scrittura un po' particolare di Ligotti basato sulla ripetizione di concetti o di serie di parole. Quello di seguito è un esempio dal racconto "Il pagliaccio marionetta", ma l'antologia è stracolma di queste reiterazioni (ero indeciso se mettere uno stralcio in cui si descrive in modo analogo un attacco intestinale tanto caro a Ligotti, ma ho preferito soprassedere :biggrin: )
Benché da sempre avessi la sensazione che gli incontri con il pagliaccio marionetta non fossero che insensatezze del genere più scandaloso, quello che già ho definito il nadir dell’insensato, avevo tuttavia da sempre la sensazione opprimente di essere stato in qualche maniera scelto tra i miei simili, di essere stato coltivato per un destino speciale. Ma quando Vizniak scomparve dietro la tenda scoprii che mi sbagliavo. Chissà quanti altri, come me, potevano affermare che la loro esistenza non consistesse d’altro che della più scandalosa insensatezza, un’insensatezza che non aveva niente di unico e niente dietro di sé né davanti, se non ulteriori e ulteriori insensatezze: un nuovo ordine di insensato, forse un insensato totalmente sconosciuto, e tuttavia soltanto insensato e nient’altro che insensato.
Racconti horror surreali, lasciano un senso di malsanità e di grigiore. Leggerò sicuramente altro di Ligotti in futuro. Per me da 8 :ok:


We bleed green & gold
Go Sonics!

Non ti dimenticherò mai mamma... :piango:

Jakala
Pro
Pro
Messaggi: 4792
Iscritto il: 08/10/2004, 16:18
NBA Team: Phoenix Suns
Località: Udine
Contatta:

Re: Libri

Messaggioda Jakala » 22/02/2018, 19:48

Allora dall'inizio del 2018 ho letto un po' di libri, nessuno particolarmente complesso a parte Storie della tua vita già citato.

Segnalo "il mio nome è Nedo Ludi" libro che racconta il cambiamento del calcio italiano a causa di Sacchi e dell'introduzione della zona visto con gli occhi di uno stopper che nel teorico anno della sua consacrazione si vede costretto a reimparare tutto il tutto con una storia di sesso/amore con una giornalista. Meglio le parti sul calcio rispetto alle altre.

Altro libricino é Alta Rapacità che racconta la genesi di Italo-NTV, casualmente venuto ad un fondo americano in questi giorni.
Illuminante per capire come funzionano certi meccanismi e per capire come fondare una società con i soldi delle banche e riuscire a guadagnarci anche se é in perdita.
Fa anche capolino il buon Calenda, all'epoca uomo di fiducia di Montezemolo.



Inviato dal mio ONE A2003 utilizzando Tapatalk



Hope is a lying bitch

Avatar utente
La Grande T
Senior
Senior
Messaggi: 2086
Iscritto il: 04/09/2005, 3:11
NFL Team: San Diego Chargers
Località: Gaeta

Re: Libri

Messaggioda La Grande T » 23/02/2018, 8:28

BruceSmith ha scritto:
27/12/2017, 0:58
La Grande T ha scritto:
26/12/2017, 16:38
Babbo Natale legge Playit per cui mi ha portato questo libro. Grazie @BruceSmith avevi detto che era lungo, non una bomba da 900 e passa pagine :commando:
Comunque vi farò sapere cosa me n’è parso. Babbo ha portato pure la trilogia di Izzo che qualcuno aveva consigliato su questi lidi :truzzo:
che è pure scritto in piccolo non l'avevo detto? :biggrin:

se poi, come è successo a me, ti venisse la scimmia di capire dove si posizionano tedeschi e russi con i vari avanzamenti e arretramenti...
https://english.pobediteli.ru/flash.html
L'ho finito da un po'. Diciamo che la tua recensione mi aveva preparato, ma non pensavo fosse così forte il libro. Devo dire che le parti più ostiche per me non sono state quelle puramente tecniche ma quelle in cui Aue si perdeva appresso alla sorella e tutto quello che ne conseguiva.
Ad ogni modo mi è piaciuto moltissimo ma non so se potrei consigliarlo a qualcuno di mia conoscenza. :ok:




Torna a “Off Topic - La Piazza di Play.it”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: BomberDede, kachlex e 3 ospiti

cron