Season Preview S03 ft. JD&GoPats

Avatar utente
John Doe
Pro
Pro
Messaggi: 9014
Iscritto il: 09/12/2011, 17:18
NFL Team: Indianapolis Colts
NBA Team: Toronto Raptors

Season Preview S03 ft. JD&GoPats

Messaggioda John Doe » 11/01/2018, 16:41

Coming soon, prima del Tour Down Under, io e GoPats sviscereremo le vostre squadre e risolveremo dubbi annosi del tipo:
Cunego è ancora vivo?
Ulisse ha usato i crediti rimasti come bitcoin?
Cosa spinge un uomo a comprare per tre anni consecutivi Merhawi Kudus?
E sopratutto, PCS dovrebbe assegnare dei punti per le fighe che si bomba Pippo Pozzato durante la stagione?

Stay tuned!



Avatar utente
GoPats
Pro
Pro
Messaggi: 4203
Iscritto il: 07/01/2007, 17:20
NFL Team: New England Patriots
NHL Team: Boston Bruins
Località: Ciociaria

Re: Season Preview S03 ft. JD&GoPats

Messaggioda GoPats » 11/01/2018, 17:10

aza verrà squalificato insieme a Froome?



Avatar utente
Luketto
Pro
Pro
Messaggi: 6420
Iscritto il: 21/02/2010, 21:17
NBA Team: San Antonio Spurs
Località: the River Walk

Re: Season Preview S03 ft. JD&GoPats

Messaggioda Luketto » 14/01/2018, 11:25

:icon_paper: :icon_paper: :icon_paper:


Immagine

Avatar utente
John Doe
Pro
Pro
Messaggi: 9014
Iscritto il: 09/12/2011, 17:18
NFL Team: Indianapolis Colts
NBA Team: Toronto Raptors

Re: Season Preview S03 ft. JD&GoPats

Messaggioda John Doe » 15/01/2018, 9:46

RIVIERA ciclismo ST (swag team)
AndreaR

Posizione 2017: 12°

Roster: viewtopic.php?f=88&t=22329#p3421691

Ritorni: Moscon (ric.), A. Yates (ric.), Van Aert, Howes, Degenkolb, Devenyns, Warbasse, Blythe

Sorpresa: Moscon

passavo di qui e mi hanno astato: la terza classe del treno Sky (Puccio, Knees, Dibben)

Andrea parte male, la mancata riconferma di Phinney rischia di essere un colpo bruttissimo in ottica swag; meno in ottica fantaciclismo, dove l'americano è praticamente un ex, e dove Andrea ha messo giù una bella squadra che può andare fino in fondo se trova la stagione giusta di un paio di uomini di talento che vengono da un anno opaco.
Le riconferme di Moscon e Yates (che as always non riesco a ricordare quale dei due sia) sono una base importante per ripartire; il Gianni nazionale finisce tra le sorprese della stagione, non perchè debba ancora dimostrare il suo potenziale, ma dopo due anni di apprendistato deve iniziare a riempire il palmares e questa potrebbe essere la stagione giusta, con la sky tutta sua per il pavè. lo Yates, chiunque sia, porterà dei bei punti.
per la vittoria finale passa per le gambe dei vari Dege, Izagirre, Formolo e Terspstra che per un motivo o per l'altro hanno un'ottima possibilità di migliorare i risultati dello scorso anno: i primi due sono in ripresa da vari acciacchi fisici, formolo alla BORA troverà continuità e Terpstra senza il fardello di Tommeke avrà più spazio.
Per Gallopin dipenderà da come si alza al mattino, mentre Polanc dopo la ottima annata potrebbe trovarsi stretto tra la morsa Aru/Martin, così come Amador chiuso dal trio Movistar; Gerrans sembra essere arrivato al tramonto da qualche tempo, ma il cambio squadra potrebbe portare a qualche sorpresa.
Chiudono il roster una pletora di gregarioni e mestieranti al minimo; tra la folla spicca particolarmente il solo Cummings che potrebbe portare a casa qualche tappa pesante qua e là. la coppia della Aqua Blue è una bella scommessa, anche se molto dipenderà dal calendario della squadra, ma restano una idea interessante. Da segnalare infine la particolare ossessione per i gregari Sky.

In conclusione, la posizione dello scorso anno verrà migliorata salvo catastrofi, e azzeccando un paio di buone annate da parte dei capitani siamo sicuramente nel campo delle contender.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Los Chepe Hermanos
azazel

Posizione 2017: 8°

Roster: viewtopic.php?f=88&t=22329#p3421696

Ritorni: Lopez (ric.), Benoot (ric.), Betancur, Felline, Garcia Cortina, Bahaus

Sopresa: Carlos Betancur

Passavo di qui e mi hanno astato: Joe Dombrowski

aza sembrava aver sparato la primoz bomb con quel 141, che col passare dei giorni è diventato una cifra quasi bassa, a veder bene. e l'ex saltatore con gli sci sembra essere finalmente essere diventato un vero ciclista, ormai è con i migliori nelle brevi corse a tappe e questo è l'anno buono per testarsi sulle 3 settimane. Quintana resta sempre un top, perchè quando la strada sale perlomeno si piazza e lo vedremo anche quest'anno in due GT, e magari sarà anche l'anno buono per il tour; forte la rappresentanza colombiana oltre a Nairo: superman Lopez se riesce a stare in piedi è una delle migliori riconferme del gioco, Henao è il fratello forte e soprattutto sembrano finiti i tempi in cui Betancur era citato solo insieme a birra e porchetta, mi sbilancio nel dire che questo sarà il suo anno!
A roster ci sono anche delle scommesse, che faranno la differenza tra una annata anonima e l'andare fino in fondo: felline sembra sempre essere pronto, ma per un motivo o per un altro trova sempre qualcosa a fermarlo; Moser viene da anni anonimi e da un brutto virus nel finale della scorsa stagione, ma resta uno che ha battuto Sagan alle strade bianche; bella presa quella di Navardauskas, che può portare bei punti se tornato al 100%. Pure Benoot sembrava pronto a spaccare il mondo un paio di anni fa, ma è rimasto piantato; situazione simile, ma peggiore, per Dombro, che è passato pro come il futuro dominatore del ciclismo quando farebbe fatica pure contro un noto forumista romagnolo (o emiliano, mi confondo sempre :forza: ).
Bennett resta uno affidabile, ma manca dello spunto per vincere qualcosa di pesante.
Finite le riconferme per Lopez e Benoot sembra mancare un giovane di livello da prolungare, forse qui si poteva fare meglio.

Come per molte squadre, l'andamento sarà condizionato da quello che faranno le seconde linee, perché uno come quintana sarà lì. Ma con un pizzico di fortuna se la giocheranno

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Mercatone Uno - Bianchi
Luketto

Posizione 2017: 6°

Roster:  viewtopic.php?f=88&t=22329#p3421996

Ritorni: Bonifazio (ric.), Ganna (ric.), Geniez

Sopresa: Guillame Martin

Passavo di qui e mi hanno astato: Hayman

Luketto è conscio che le riconferme non sono delle migliori, guardano anche in altri roster, poi vede Peterone che impenna e la situazione diventa decisamente più rosea, uno così è metà fanta da solo, e un'altra con quel passaggi a vuoto come a fiandre e tour non capiterà (e ha comunque dominato).
Forse manca una seconda punta da affiancargli, ma con quei riconfermabili ed il budget ovviamente risicato rimanente ha portato a qualche difficoltà nel completare il roster.
Le idee non sono però mancate, nonostante i pochi crediti, anche pescando tra le professional: martin è in rampa di lancio e farà il tour per far Classifica, idem Hermans al giro, canora viene da un ottimo 2017, ma potrebbe soffrire lo scarno calendario della Nippo; Rui costa è uno che l'occasione giusta per la zampata non se la lascia sfuggire, lo terrei d'occhio per il mondiale.
Qualche altro corridore solido come konrad e Roelandts, mentre altri sembrano tra il bollito e lo sfigato: boom e durbridge sono già rotti, stannardone ormai è abbastanza chiuso in Sky per le classiche e spilak rende solo quando corre in Svizzera. Hayman è un fedelissimo, ma chiedergli qualcosa di importante sembrava difficile anche quando sculò clamorosamente alla roubaix, figuriamoci due anni dopo.
Però le basi per le due riconferme sono state messe, con il già citato Martin e probabilmente uno tra narvaez, martinez e muhlberger.

Palla a Peter e s'abbracciamo.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Pedalatori Team
Ulisse

Posizione 2017: rookie

Roster: viewtopic.php?f=88&t=22329#p3422108

Ritorni: n/a

Sopresa: Consonni

Passavo di qui e mi hanno astato: rivera

L'expansion team del fantaciclismo targato playit si presenta con una tattica quantomeno curiosa, nella speranza che abbia capito bene le regole :forza:
Ad Ulisse restano un sacco di crediti inutilizzabili e l'intero roster di under, nonostante le due sole riconferme disponibili a fine stagione. Come abbiamo visto lo scorso anno con l'esordio di TheMachine partire senza riconferme è un handicap non da poco, e i pedalatori si sono voluti cautelare in ottica 2019.
I giovani però restano giovani, e i risultati sono spesso altalenanti, soprattutto l'impatto tra i pro rischia di colpire duramente anche chi fino ad un anno prima dominava tra gli under23.
Però i colpi restano interessanti: Gaudu ha mostrato lampi di talento assoluto che potrebbero far finalmente godere i cugini d'oltralpe come non succede da anni, e probabilmente lo vedremo pure all'esordio in un GT; bettiol pare anche più avanti nel processo di crescita ed ha iniziato a trovare continuità, ma potrebbe soffrire la presenza ingombrante di GVA in squadra. Mareczko porterà i suoi onesti punti e non sarei stupito di vederli in cima al podio in una volata al giro, ed anche scotson è uno interessante. Tra la miriade di giovani la sorpresa, scartando i nomi troppo ovvi citati sopra (Gaudu e bettiol), mi piace la presa di consonni che quest'anno potrebbe avere qualche libertà in più.
Impressionante il numero di neopro in squadra, si va dal quotatissimo sivakov della Sky a cosnefroy, lambrecht, padun, i nostri Fabbro e conci; Rivera della androni potrebbe rivelarsi il meno utile della nidiata, visto il calendario della squadra ed il fatto che probabilmente non sarà al giro visti i soli 19 anni.

Ulisse ha messo le basi per il futuro, ma visti anche i crediti rimasti inutilizzati, si poteva e doveva portare a casa anche qualcuno di esperienza capace di portare punti pesanti.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

C.D.A.T. - Ciclismo d’altri tempi
Peyton_Manning18

Posizione 2017: 3°

Roster: viewtopic.php?f=88&t=22329#p3426924

Ritorni: Gronewegen (ric.), Bernal (ric.), McClay, Bodnar

Sopresa: Krusjwijk

Passavo di qui e mi hanno astato: Bauer

PM18 arriva da un ottimo podio lo scorso anno, e si porta dietro Gronewegen e Bernal. il primo arriva da una buona stagione, culminata con la vittoria sui campi elisi, e può solo migliorare; Bernal ha fatto vedere lampi abbaglianti, ma il passaggio al lato oscuro Sky potrebbe penalizzarlo, almeno in questa prima annata con gli inglesi.
Valverde era sulla strada per fare una stagione storica prima della brutta caduta al Tour, ma la stagione delle classiche era stata, ancora una volta, da assoluto dominatore ed ho pochi dubbi che tornerà a quei livelli nonostante l'età che avanza; il mirino è poi sul mondiale austriaco, a cui potrebbe presentarsi da capitano assoluto, senza la concorrenza in casa degli scorsi anni.
Insieme all'Embatido è ottima la pattuglia dei GC rider, Kruscoso a mio parere può tornare quello che si è schiantato su un muro di neve sull'Agnello dopo un'anno un pò in ombra; Konig e Fulsgang sono tra i più altalenanti in gruppo, ma non dovrebbero avere problemi a piazzarsi in maniera perlomeno dignitosa. Infine Mentjes, tornato alla Dimension Data, pur col la sua tendenza a stare sempre nelle ultime posizioni sarà tranquillamente top10 al giro, dove arriva da capitano assoluto. Bennett potrebbe pure lui farsi vedere quando la strada sale, ma non è al livello dei migliori e probabilmente non lo sarà mai; però porterà i suoi onesti punti alla causa.
Per le classiche Theuns è atteso ad una breackout season, mentre Colbrelli ha già dimostrato di poter stare spesso con i migliori, anche se deve ancora fare quell'ultimo step per poter vincere qualcosa di davvero pesante.
De Gendt, Bakelants e Debusschere contribuiranno con qualche punto qua e là, da tenere d'occhio pure Gibbons che già lo scorso si è piazzato spesso in volata al giro.

La squadra è interessante, molto interessante, e se Valverde torna il Valverde degli ultimi anni se la può giocare con tutti

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

CASTORAMA CYCLING TEAM
GoPats

Posizione 2017: 7°

Roster: viewtopic.php?f=88&t=22329#p3426981

Ritorni: Gaviria (ric.), Yates S. (ric.),

Sopresa: Edmondson

Passavo di qui e mi hanno astato: Carlos Barbero

Contender senza se e senza ma, con forse un rimpianto per GoPats ed un sospiro di sollievo per il resto della lega. i tanti crediti spesi per gente come Valgren, Kelderman e il fagiano Pöstlberger potevano portare un'altra star al progetto, cosa che avrebbe probabilmente chiuso i battenti al fantaciclismo; ma l'asta non è una scienza esatta e parlare dopo è sempre facile.
Sul resto della rosa possono solo esserci complimenti: la coppia di riconferme è la migliore del gioco, Kwiato sembra tornato a dei livelli irraggiungibili per il 99,99% degli umani e Naesen è la nuova speranza belga delle pietre. Landa è Landa, forse potrebbe essere chiuso in movistar, o forse, come ha già mostrato, senza troppe pressioni è il miglior scalatore in circolazione; Mollema ha alti è bassi, ma salvo disastri almeno una top10 ad un GT la porterà, più altri punti importanti durante il resto della stagione.
I citati Kelderman e Fulsgang non sono assolutamente brutti corridori, anzi, e pure del plus è un ottimo U25 e probabilmente la riconferma del prossimo anno. La sorpresa potrebbe essere Edmonson (preview fatta prima del campionato australiano, ndr) per le classiche Orica, con Trentin che potrebbe accusare un'intera stagione da capitano.
Il resto serve a completare il roster, ma GoPats anche con i pochi soldi rimasti ha avuto spunti interessanti, vedi Lampaert ed Herrada.

Qualcuno lo deve essere, e quindi: Favorita! (cit.). Gran lavoro davvero da parte di GoPats, al netto delle tradizionali gufate prestagionali.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

GiboSimoni Team
TheMachine

Posizione 2017: 15°

Roster: viewtopic.php?f=88&t=22329#p3427068

Ritorni: Calmejane (ric.), Mas (ric.)

Sopresa: Kristoff

Passavo di qui e mi hanno astato: Antunes

TheMachine è sopravvissuto al primo anno da rookie, con tutte le difficoltà che affronta un expansion team, ma si porta dietro dallo scorso anno quello che Contador stesso ha scelto come suo delfino, e come investitura non è per nulla male.
La star sarà senza dubbio Matthews; l'australiano ci arriva ogni anno più vicino, ma manca ancora di quel colpo pesante nelle classiche, al netto comunque delle tappe nei grandi giri che schifo non fanno. Questo potrebbe essere davvero l'anno buono, come potrebbe essere l'annata del ritorno di Kristoff; lo scandinavo ha avuto un paio di stagioni in ombra, ma il passaggio dalla fredda Katusha al caldo degli emirati gli darà un nuovo stimolo per risvegliare il talento di un già vincitore di MSR e RVV.
Chi invece arriva da una stagione in netta ascesa è Mick Jagger ciccio Uran; il 2017 è stato ottimo ed il 2018 difficilmente sarà da meno e come per molti scalatori avrà nel mirino pure l'obbiettivo iridato. Altro scalatore che arriva da una buona stagione è Barguil, che fa sì un passo indietro tra le professional, ma correrà comunque il tour ed avrà una squadra ai suoi piedi. Da vedere però se il francese avrà la capacità, e la voglia, di non essere solo un cacciatore di tappe, che potrebbe rivelarsi penalizzante in ottica fanta.
Punti potrebbero arrivare anche da Modolo, che si piazza tanto e vince poco, ma ha avuto anche una ottima campagna del nord ed Albasini, che ogni anno invecchia ma alla fine riesce sempre a piazzarsi bene nelle corse che punta.
Oss è arrivato alla Bora per aiutare Sagan, ma potrebbe avere carta bianca in qualche corsa secondaria, e comunque in corsa tutto può succedere; sicuramente una buona presa.
Kung sembra avere un pò arrestato il suo processo di crescita, come sembra essersi impantanato il pugile Bouhanni, che viene ormai menzionato più per le scazzottate o le sbandate assassine che per le vittorie.
Squadra nel complesso solida, ma tutte le chances al bersaglio grosso passano per le classiche del nord; Matthews e Kristoff possono fare grande la GiboSimoni. In ogni caso il miglioramento rispetto allo scorso anno appare certo, non solo come posizione in classifica.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Federasma
lelomb

Posizione 2017: 5°

Roster: viewtopic.php?f=88&t=22329#p3427017

Ritorni: Stuyven (ric.), Jungels (ric.),

Sorpresa: Daniel Martin

Passavo di qui e mi hanno astato: Amund Grondahl Jansen

lelomb riparte da un ottimo 2017 con due ottime riconferme: questo è l'anno di Bob, da tenere molto d'occhio, perchè il motore è di quelli buoni ed il lussemburghese migliora di anno in anno; Stuyven era il delfino di Cancellara ed arriva da un quarto posto alla Roubaix che promette molto bene. Anche il resto del roster è interessante, molto interessante, con qualche ottima presa a costo davvero basso. Dan Martin è stato probabilmente sottovalutato anche quest'anno che potrebbe davvero aver completato la transizione ad uomo di classifica, non sarei stupito di vederlo in giallo a Parigi; non è il più forte in salita nè a crono, ma ha già dimostrato di poter stare con i migliori ed ha una lettura della corsa da fuoriclasse. Kittel lo conosciamo, se è una volata pulita e trova spazio per lanciarsi si corre per il secondo posto, e quest'anno non sarà da meno. Trentin sfortunato con un piccolo infortunio ad inizio stagione, ma quando si andrà per il bersaglio grosso ci sarà e potrà finalmente correre da capitano; non credo abbia, purtroppo per noi, quello che serve per vincere una monumento salvo cose clamorose, ma la top10 è ampiamente alla portata in molte corse del nord. Buchmann, pagato molto per le solite contingenze di asta, ha fatto vedere qualche lampo; Drucker è uno solido, sottovalutato lo scorso anno, e porterà qualche punticino, mentre Wellens sembra sempre sul punto di spaccare il mondo e invece resta sempre lì. chiudo con altri due ottimi colpi, Mohoric potrebbe finalmente maturare, mentre Poels potrebbe approfittare di una eventuale assenza di Froome, per i ben noti motivi.
La squadra di lelomb mi piace molto, con tante frecce al suo arco, con quel pizzico di fortuna che serve sempre difficilmente uscirà dal podio



Avatar utente
John Doe
Pro
Pro
Messaggi: 9014
Iscritto il: 09/12/2011, 17:18
NFL Team: Indianapolis Colts
NBA Team: Toronto Raptors

Re: Season Preview S03 ft. JD&GoPats

Messaggioda John Doe » 15/01/2018, 9:46

Basso Team
pelo

Posizione 2017: 14°

Roster: viewtopic.php?p=3428325#p3428325

Ritorni: Bryan Coquard (riconferma), Danny Van Poppel (riconferma), Sep Vanmarcke (asta), John Darwin Atapuma (asta), Rafal Majka (asta), José Conçalves (asta), Tosh Van Der Sande (aste), David Per (asta), Sebastian Henao (asta), Maurits Lammertink (asta)

Sorpresa: Scott Thwaites

Passavo di qui: José Gonçalves

COMMENTO
Tanti, forse troppi, i ritorni per una squadra che l'anno scorso ha fatto fatica a fare punti posizionandosi in penultima posizione, in particolare alcune delle riacqusizione mediante asta potevano essere evitate. Le giovani riconferme, invece, sono ancora molto promettenti, e Van Poppel, in particolare, potrebbe beneficiare di un salutare cambio di scenario.
La squadra di pelo è una compagine che potrebbe mettere a segno punti molto pesanti nei giri di una settimana con Porte, Thomas e Majka, e nei tapponi di montagna dei Grandi Giri grazie al duo colombiano formato da Atapuma e Pantano. Insomma, quando la strada sale, possono tutti dire la loro, e per i primi tre non è ancora troppo tardi per iniziare a dire la loro anche nella classifica generale del Tour, questo potrebbe essere sufficiente per rendere il Basso team uno dei favoriti per la Grand Boucle.
La squadra sembra però destinata a fare fatica il resto dell'anno visto che manca di un velocista di livello e che per la stagione delle classiche punta tutto su un corridore spesso incostante (Vanmarcke) affiancato da corridori non ancora affermati, ma promettenti (Van Poppel e Thwaites su tutti). Bisogna però fare attenzione a Tony Martin, a soli 9 crediti potrebbe riverlarsi un discreto steal, soprattutto se la maggior libertà che avrà nelle classiche primaverili porterà a piazzamenti importanti.
In conclusione, una squadra molto solida, che però presenta due punte di diamante troppo inclini a campagne deludenti (Porte e Vanmarcke) e forse troppi riempitivi tra i bassifondi del roster. Se tutto però girerà per il verso giusto potrà lottare tranquillamente per i primi cinque posti.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Veglione del Tritello pro team
nicola.ragni

Posizione 2017: 2°

Roster: viewtopic.php?p=3428276#p3428276

Ritorni: Petr Vakoc (riconferma), Magnus Cort Nielsen (riconferma), Anthony Roux (asta), Jelle Vanendert (asta), Christopher Juul-Jensen (asta), Dario Cataldo (asta), Floris De Tier (asta), Andrea Guardini (asta)

Sorpresa: Baptiste Planckaert

Passavo di qui: Anthony Roux

COMMENTO
Il vice campione punta sullo "Squalo dello Stretto" nella rincorsa al titolo. Nibali ha finito la stagione in grande spolvero e quest'anno promette di portare in cascina anche più punti rispetto ad un anno fa. Il nuovo team gli ha dato più serenità e quest'anno ha tra gli obiettivi anche un Mondiale che sembra cucito su di lui.
A parte Nibali però, la compagine sembra mancare di altre punte pesanti, né Viviani, né Dennis danno garanzie sufficienti come seconde punte e Ulissi non sembra essere in grado di imporsi costantemente al di fuori dei confini italiani. La cosa positiva è che i tre menzionati sembrano in fase crescente e non è impensabile che Rohan Dennis possa fare un salto di qualità al livello di quello mostrato da Domoulin.
Il resto del roster presenta molti giovani di buon livello, Vakoc e Cort su tutti, ma attenzione anche ad Arndt e Planckaert che hanno già mostrato di trovarsi a loro agio sul pavé del Nord. Purtroppo la scommessa-Rowe sembra destinata a non dare frutti visto che quest'ultimo tornerà a correre solo nella seconda parte di stagione, quando il pavé sarà solo un lontano non ricordo.
In conclusione, questo team risente della grossa spesa effettuata per Nibali, infatti la "classe media" del roster è scarna e viene salvata solo dai due under riconfermati. Sembra difficile che possano ripetere una stagione da podio, a meno che Nibali porti a casa una stagione monstre, tutti noi tifosi dello Squalo ce lo auguriamo.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Acqua & Sapone
Granchio

Posizione 2017: 10°

Roster: viewtopic.php?p=3427956#p3427956

Ritorni: Julian Alaphilippe (riconferma), Dylan Van Baarle (riconferma), Sebastien Reichenbach (asta), Michael Gogl (asta)

Sorpresa: Jaime Roson

Passavo di qui: Ramon Sinkeldam

COMMENTO
Spinta da una delle riconferme più promettenti, il francese Alaphilippe, l'Acqua & Sapone di Granchio si presenta ai nastri di partenza come una delle squadre più profonde di tutto il campionato.
Oltre al giovane Alaphilippe, il roster è composto da corridori di assoluto livello come Dumoulin, pronto a ripetersi in maglia rosa sulle strade del Giro e sempre pericoloso nelle brevi corse a tappe, su Stybar che continua a ben piazzarsi sulle strade del Nord nonostante militi una squadra in cui spesso è costretto a lavorare per gli altri e su un altra conferma, Van Baarle, che ha fatto vedere ottime caso nell'anno passato ed adesso potrebbe guadagnarsi i gradi di capitano all'interno di una corrazzata come la Sky sul pavé.
Ciò che però rende questa squadra una delle principali candidate ad un posto sul podio è la presenza di "seconde linee" come Keukeleire, McCarthy e Soler che spesso avranno libertà di guadagnarsi piazzamenti invece che essere costretti a lavorare per il bene della squadra. Un'altra nota positiva è segnata dalla presenza di giovani promettenti come Gogl, Roson, O'Connor e Morton che ancora non hanno avuto modo di farsi notare dal grande pubblico, ma che presto potrebbero iniziare a mettere a segno risultati pesanti.
Per un posto tra i primi 5 potrebbero bastare gli exploit di Alaphilippe e Dumoulin, per puntare a qualcosa di più c'è bisogno che Van Baarle e Stybar prendano il comando delle loro rispettive squadre.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Ceramiche A-Rodstea
A-Rod

Posizione 2017: 4°

Roster: viewtopic.php?p=3427622#p3427622

Ritorni: Florian Senechal (riconferma), Jack Haig (riconferma), Chris Froome (asta), Nathan Haas (asta), Danilo Wyss (asta), Vasil Kiryenka (asta), Victor Campenaerts (asta), Silvan Dillier (asta), Simon Clarke (asta), Tejay Vangarderen (asta), Mathias Frank (asta)

Sorpresa: Nathan Haas

Passavo di qui: Robert Kiserlowski

COMMENTO
Non si può non iniziare da Chris Froome quando si parla della Ceramica A-Rodstea. Il campione britannico, fresco di una doppietta Tour-Vuelta, e della riconferma da parte di A-Rod, è pronto ad un’altra sfida, forse ancora più difficile, la doppietta Giro-Tour, ma i suoi problemi con l’antidoping potrebbero costringerlo a saltare parte, se non addirittura l’intera stagione. Se così fosse, per la A-Rodstea sarebbe un bruttissimo colpo.
Infatti, i 300 crediti pagati per il campione della Sky, sono il prezzo più alto dell’intera asta e hanno senz’altro creato al DS dei grattacapi in fase di mercato. Si fa fatica ad individuare corridori in grado di portare punti pesanti e frequenti al team, a partire da quel Vangarderen che è ormai all’interno di una spirale negativa ed è stato usurpato del grado da capitano da Richie Porte. Stesso discorso si può fare per Rolland, che è diventato un corridore da fughe a tutti gli effetti e che quest’anno farà la solita corsa all’attacco al Tour, dove troverà molta più concorrenza sia per la maglia a pois che per vittorie di tappa.
Il trio formato da Sanchez, Caruso e Vuillermoz è invece molto interessante, ma il loro apporto potrebbe essere insufficiente nella corsa verso i piani alti visto che questa squadra si troverà scoperta anche nelle classiche del pavè e nelle volate.
Per ottenere una posizione di alta classifica, A-Rod dovrà sperare nell’innocenza di Froome, ma anche nell’esplosione di corridori molto interessanti come Dillier e Haas, perché in questo momento sembra difficile immaginare una squadra di vertice trascinata da Rolland e Vangarderen.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

BIGA
Paperone & Sberl

Posizione 2017: 11°

Roster:
Ritorni:
Sorpresa:
Passavo di qui:

Poi s'aggiusta. (cit.)
ma ancora non hanno aggiustato nulla :forza:

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

OmniTel Trek M.T.B. Team
checco

Posizione 2017: rookie

Roster: viewtopic.php?f=88&t=22329#p3427552

Ritorni: nessuno

Sorpresa: Richard Carapaz

Passavo di qui: Peter Stetina

COMMENTO
La Omnitel Trek di checco parte con un handicap non da poco, l'impossibilità di contare su due riconferme a costo zero. Nonostante ciò, il DS nuovo entrato è riuscito a costruire una squadra in grado di impensierire il resto del gruppo.
Capitanata dal belga Van Avermaet, che è la solita miniera da punti, la squadra presenta un gruppo di seconde punte tra i più interessanti. Per i grandi giri e le classiche più dure c'è Chaves, un corridore che ha già vestito diverse maglie da leader ed ha una Monumento in bacheca, ma non solo, infatti sia Woods che Izagirre, presi quasi a prezzo di saldo, promettono scintille sia sulle Ardenne (il primo) che per le brevi corse a tappe (entrambi). Non sono inoltre da sottovalutare Roche e De La Cruz, entrambi in grado di poter lottare per una top10 alla Vuelta se non saranno costretti a lavorare per i corrispettivi capitani.
Dietro di loro c'è Lutsenko, l'unico della squadra ad accompagnare Van Avermaet al Nord, e pochi altri vista la scelta di presentarsi ai nastri di partenza con un roster limitato (solo 18 corridori sotto contratto).
Una squadra che può permettersi di schierare Chaves come seconda punta non può che essere considerata tra quelle da seguire con maggior attenzione, se poi dovesse sbocciare anche Lutsenko allora ci sarebbe veramente da divertirsi...

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

JD - Kapelmuur
John Doe

Posizione 2017: 1°

Roster: viewtopic.php?p=3422038#p3422038

Ritorni: Caleb Ewan (riconferma), Sam Oomen (riconferma), Merhawi Kudus (asta), Arnaud Demare (asta), Philippe Gilbert (asta)

Sorpresa: Hugh Carthy

Passavo di qui: Daniele Bennati

COMMENTO
Il campione in carica ha perso pedine fondamentali rispetto all’anno scorso, ma ciò era inevitabile visto che la vecchia squadra si appoggiava su un buon numero di colpi di mercato difficili da ripetere. JD è stato però in grado di riconfermare il capitano, Philippe Gilbert, che quest’anno punta a vincere le ultime due Monumento che gli sono rimaste da aggiungere al palmares e che un anno fa sembrava rinato. Gilbert è un corridore completo in grado di portare punti tutto l’anno e di presentarsi ancora come l’uomo da battere sulle Ardenne. Se a 35 anni mostrerà la capacità di mantenere il livello mostrato un anno fa, sarà senza dubbio una ottima prima punta.
Ad accompagnare il belga verso questo tentativo di “repeat” ci saranno corridori validissimi come Bardet, ormai un cliente abituale del podio della Grand Boucle, il suo delfino Latour che è la prossima speranza transalpina per i Grandi Giri, e per ultimo Zakarin, sempre in equilibrio tra una disastrosa caduta e un piazzamento importante nei giri da una e tre settimane.
Non bisogna poi dimenticare Demaré che nelle Monumento di inizio primavera è sempre presente e che si difende anche nelle volate di gruppo dei Grandi Giri. Uno che invece queste volate le domina è Caleb Ewan, ed è senz’altro una delle riconferme più “sicure” del lotto anche se ancora non ha dimostrato di poter la sua anche nelle classiche per ruote veloci.
Il resto del roster è composto da un misto di giovani promettenti (Ciccone, Petilli, Carthy…) e da regolaristi come Slagter e Brambilla che assicurano un bottino di punti da non sottovalutare.
Il team “Kapelmuur” ha senz’altro pezzi pesanti, ma nonostante ciò schiera di nuovo un roster che potrà essere competitivo su tutti i fronti e che è assolutamente in grado di lottare per un posto sul podio.



Avatar utente
andreaR
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 20783
Iscritto il: 03/02/2009, 16:22
NBA Team: New York Knicks
Località: St. Pauli

Re: Season Preview S03 ft. JD&GoPats

Messaggioda andreaR » 15/01/2018, 19:02

Ho preso i gregari sky a random, avevo già deciso si chiudere con 3-4 gregari della stessa squadra cercando di avere sempre in gara la squadra completa anche prendendo i 5 punti della presenza, tattica già andata a puttane visto che in australia non sono al completo :forza:



Avatar utente
Luketto
Pro
Pro
Messaggi: 6420
Iscritto il: 21/02/2010, 21:17
NBA Team: San Antonio Spurs
Località: the River Walk

Re: Season Preview S03 ft. JD&GoPats

Messaggioda Luketto » 15/01/2018, 19:22

Per la mia preview bastava solo la seguente frase per rendere l'idea:

Palla a Peter e s'abbracciamo.

:forza:


Immagine

Sberl
Moderator
Moderator
Messaggi: 7561
Iscritto il: 14/08/2003, 8:18
MLB Team: St. Louis Cardinals
NFL Team: St. Louis Rams
NBA Team: Los Angeles Lakers
NHL Team: St. Louis Blues
Località: Brescia
Contatta:

Re: Season Preview S03 ft. JD&GoPats

Messaggioda Sberl » 23/01/2018, 9:09

Uè, noi abbiamo aggiustato eh :)

Almeno la mini preview :)


Most improved forumist 2009
Immagine

Campione d'Italia Serie A Fantacalcio Play.it 2015-2016

Avatar utente
John Doe
Pro
Pro
Messaggi: 9014
Iscritto il: 09/12/2011, 17:18
NFL Team: Indianapolis Colts
NBA Team: Toronto Raptors

Re: Season Preview S03 ft. JD&GoPats

Messaggioda John Doe » 26/01/2018, 15:55

Sberl ha scritto:
23/01/2018, 9:09
Uè, noi abbiamo aggiustato eh :)

Almeno la mini preview :)
io ve la faccio, però mi sa che mancano almeno un paio di nomi nel vostro roster. bellina la tabella eh, però tenetela aggiornata :forza:




BIGA
Pap&Sberl

Posizione 2017: 11°

Roster: viewtopic.php?f=88&t=22329#p3427575 + altri aggiunti last minute

Ritorni: Teuns(ric.), Cunego, Van Rensburg Reinardt

Sorpresa: Teuns

Passavo di qui e mi hanno astato: Cunego

Pap&Sberl diventano i primi all-time a non utilizzare le due riconferme, scelta curiosa quella di rinunciare ad un uomo gratis, per poi andare a sparare 75 per un rookie come Riabushenko. il Bielorusso promette benissimo, ma la cifra spesa lo esclude dal poter essere la sorpresa della stagione; sorpresa che invece potrebbe essere Teuns, che ha avuto un ottimo finale di stagione e potrebbe sfruttare la marcatura del compagno in BMC GVA per piazzarsi bene. I capitani non sono per nulla male, Aru lo scorso anno non è andato benissimo (pur con un quinto al tour) e migliorerà sicuramente a livello di punti; Greipelone e Cav invecchiano, ma non sono finiti e quando si parla di volate saranno lì. occhio a Boasson Hagen che è in netta ripresa dagli anni oscuri della Sky e il prossimo anno potrebbe centrare il bersaglio grosso.
Cunego è scelta fissa di Paperone, probabilmente per garantirsi i soldi degli sponsor, visto che a livello di punti aggiunge pochino da anni, e quest'anno la NIPPO salterà anche il giro; la situazione di Pozzato è simile, ma il Pippo nazionale quando vuole far girare il motore riesce ancora a farsi vedere (vedi 8° al fiandre), ed in quanto a fregna non si discute.
Gesink a quel prezzo è una scelta interessante, una risurrezione dell'olandese non è scontata, ma nemmeno impossibile, ed a quel prezzo è una bella presa. Il resto del roster aggiungerà pochino alla causa.
La base del team non è scarsa, probabilmente con un pizzico di attenzione in più si poteva puntare davvero in alto. I 75 di riabushenko investiti altrove avrebbero forse fatto la differenza, ma le tempistiche dell'asta portano anche a questo




Torna a “Fantaciclismo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron