Tu Morirai Lassù...

Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2073
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda RashardLewis » 31/08/2015, 18:47

Anche Freddy starà piangendo adesso... RIP


We bleed green & gold
Go Sonics!

Avatar utente
Cavaliers
Rookie
Rookie
Messaggi: 366
Iscritto il: 09/11/2014, 9:07
MLB Team: New York Yankees
NFL Team: Cleveland Browns
NBA Team: Cleveland Cavaliers
Località: Bergamo

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda Cavaliers » 03/09/2015, 10:37

E' morto Dean Jones :piango:


Immagine

Avatar utente
PENNY
Pro
Pro
Messaggi: 5359
Iscritto il: 06/04/2004, 13:30
NBA Team: New York Knicks
Località: Cagliari

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda PENNY » 15/09/2015, 13:36

Visto il francese Martyrs, più volte consigliato qui dentro.
Sono rimasto abbastanza deluso, se la prima parte è di assoluto livello, con un ritmo frenetico che ti tiene sempre sul filo del rasoio e con diverse trovate originali, la seconda subisce un tracollo netto: lenta, noiosa, prevedibile e con un finale irritante. Peccato, fosse stato tutto come la prima parte sarebbe stato un grandissimo film, così rimane un bell'incompiuto.
Posto che in Italia un film di genere così non lo vediamo da centordici anni purtroppo...
***

Adesso sto tentando di recuperare a L'interieur e CalvaiRe, speriamo si attestino su livelli superiori.



The Patient
Pro
Pro
Messaggi: 5614
Iscritto il: 23/10/2011, 17:51
MLB Team: San Francisco Giants
NBA Team: Boston Celtics

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda The Patient » 15/09/2015, 21:04

L'interieur in quanto a prevedibilità è il più scontato dei tre, ma ti aspetto in una scena. Concordo abbastanza con Martyrs, ma mi hai messo voglia di rivederlo.



Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2073
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda RashardLewis » 16/09/2015, 16:41

Martyrs mi piace per il suo essere metafisico... Quando uscì fu a lungo argomento di discussione del miniclub horror, una volta capito effettivamente di cosa parla il film con i miei amici faticavamo a considerarlo un vero e proprio horror. Mi risulta tuttora difficile argomentare... Ammetto che tutto mi è sembrato tranne che prevedibile, in effetti in molti anche su internet non avevano capito quale fosse lo scopo della seconda metà... Complimenti penny per averlo subito capito in toto)) A l'interieur invece gioca di più su certi tabù, se si è vicini a certe situazioni potrà persino risultare impossibile da vedere... Per me questi due sono i veri giri di boa nel fare un certo tipo di cinema...


We bleed green & gold
Go Sonics!

Avatar utente
PENNY
Pro
Pro
Messaggi: 5359
Iscritto il: 06/04/2004, 13:30
NBA Team: New York Knicks
Località: Cagliari

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda PENNY » 16/09/2015, 18:58

RashardLewis ha scritto:Martyrs mi piace per il suo essere metafisico... Quando uscì fu a lungo argomento di discussione del miniclub horror, una volta capito effettivamente di cosa parla il film con i miei amici faticavamo a considerarlo un vero e proprio horror. Mi risulta tuttora difficile argomentare... Ammetto che tutto mi è sembrato tranne che prevedibile, in effetti in molti anche su internet non avevano capito quale fosse lo scopo della seconda metà... Complimenti penny per averlo subito capito in toto)) A l'interieur invece gioca di più su certi tabù, se si è vicini a certe situazioni potrà persino risultare impossibile da vedere... Per me questi due sono i veri giri di boa nel fare un certo tipo di cinema...
Non capisco se è una presa per il culo il grassetto :laughing:
Comunque:
Dal momento che catturano la seconda ragazza diventa tutto lento e noioso, forse usando l'aggettivo prevedibile mi sono espresso male, anche se dove sarebbe andata a parare la vicenda mi è sembrato subito abbastanza chiaro, non vedendo tante possibili alternative "realistiche". Mi ha interessato subito l'entrata in scena di questa organizzazione segreta, chi sono? cosa fanno? chi li finanzia? come fanno a essere così potenti? e invece la vecchia spiega tutto in 2 minuti non dicendo sostanzialmente niente, lasciandoci all'oscuro di tutto.
Avevo qualche speranza sul finale, se veramente avrebbero avuto il coraggio di osare, spiegandoci in cosa consiste questo benedetto "martirio" e cosa ha visto la ragazza, ma come al solito a premesse ottime segue via di fuga più comoda, con il suicidio finale della vecchia senza spiegarci un cazzo.
Ripeto tutta la prima parte l'ho trovata eccellente, disturbante e innovativa sotto diversi aspetti, ma nella seconda il tracollo è stato netto, e tutto è filato via in maniera noiosa. Forse il fatto di trovarci di fronte ad un film sostanzialmente spezzato in due non ha aiutato. Tutto rigorosamente imho s'intende :biggrin:



Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2073
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda RashardLewis » 17/09/2015, 11:52

Ma no Penny, non ti prendevo per i fondelli :ok: Dicevo davvero, a suo tempo ricordo che non ci era chiaro che lo scopo unico dell'organizzazione fosse quello di determinare l'esistenza dell'aldilà e che la vecchia si era suicidata perchè la rivelazione della ragazza era stata: "l'aldilà non esiste, ora sono cazzi tuoi". La rivelazione sarebbe stata troppo grande da sopportare che l'avrebbe indotta ad ammazzarsi. Altri pensavano invece che la ragazza avesse detto "Sì, ora io so la risposta ma non te la rivelerò mai" e questo avrebbe indotto la vecchia a suicidarsi, in modo da poterlo scoprire da sola. Insomma da noi fu argomento di discussione per giorni :forza: Poi ovvio che le opinioni sono come le mutande, ognuno ha le proprie , ma giuro che non ti stavo prendendo in giro :drunk:


We bleed green & gold
Go Sonics!

Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2073
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda RashardLewis » 08/10/2015, 11:45

Suspiria (Argento, 1977) Immagine Promosso con lode da RasharLewis
Immagine
Ieri ho rivisto per la terza (ma forse era anche la quarta) volta Suspiria :notworthy: Questo è uno dei miei film horror preferiti in assoluto, e l'occasione per rivederlo è stato il bluray regalatomi per il compleanno di qualche giorno fa. Che capolavoro! Quando penso a Suspiria, penso istantaneamente alla cinematografia, una fotografia che non si era mai vista prima in un film horror (e che mai si rivedrà), c'è un uso dei colori incredibile, impressionante anche a quasi 40 anni dall'uscita e la qualità bluray non fa altro che migliorare le sensazioni. Però Suspiria non è solo questo, la colonna sonora dei Goblin (che è la suoneria standard di ogni mio cellulare da 13 o 14 anni di fila :fischia: ) onnipresente sia con la famosa nenia che con suoni spettrali gioca un altro ruolo fondamentale.... con un altro tipo di sottofondo musicale, il film ne sarebbe uscito molto diverso!
Ieri ho cercato però di cogliere aspetti che nelle altre visioni avevo "sottovalutato", come ad esempio la caratterizzazione dei personaggi, che in genere viene considerato il punto debole nei film importanti di Argento... in effetti è vero che di primo impatto i personaggi, anche per via della recitazione un po' a macchietta di qualche attrice, sembrino poco interessanti però anche i personaggi minori, quanto meno su di me, restano impressi... ad esempio gl inservienti che recitano in tutto per pochi minuti.. il rumeno dal sorriso inquietante che appare pochissimo io lo ricordo sempre con un pizzico di inquietudine. Ma comunque anche i personaggi principali come quello interpretato da Jessica Harper (che a differenza di Jennifer Connelly, che nelle interviste continua a considerare Phenomena come spazzatura, è rimasta legatissima a questo film) sono memorabili.
Per quanto ami molto Profondo Rosso e gli altri capolavori di Argento come L'uccello dalle piume di cristallo, per me Suspiria è ben superiore, roba da sfiorare il 10. Al cinesonaggione ci sono rimasto malissimo che non abbia raccolto tanto consenso :polliceverso: Inoltre invecchia benissimo, ha un aria di "senza tempo" che non si coglie in altri horror contemporanei anche più celebri
Un film che adoro, il primo quarto d'ora, a partire dalla voce di Dario Argento che fa da narratore passando per la scena dell'aeroporto e arrivando a quella della morte delle due amiche, per me resta uno dei punti più alti di tutta la cinematografia horror. Cavoli, me lo rivedrei un'altra volta già oggi :forza:
Ultima modifica di RashardLewis il 24/10/2015, 22:33, modificato 1 volta in totale.


We bleed green & gold
Go Sonics!

Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2073
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda RashardLewis » 09/10/2015, 15:13

Rogue River (McClure, 2012) Immagine Bocciato da RasharLewis
Immagine
"Mara è una giovane e bella ragazza che un giorno si reca a Rogue River, una isolata località nel mezzo della natura per disperdere le ceneri del padre defunto. La sua macchina però si guasta in mezzo al nulla e, priva di mezzi di comunicazione, mossa dalla disperazione decide di accettare l'invito di un cordiale individuo intenzionato a ospitarla per la notte nella sua baita....."

Evitabilissimo... Mi allineo al 4.3 di media IMDB. Assomiglia troppo ad altri film (un po' come il bel The Collector e un po come un altro film di cui non rammento il titolo che era solo poco migliore di questo...(EDIT primo novembre - il film simile che ricordo è Broken del 2006)). . Non sarebbe neanche un dramma se la storia quanto meno trasmettesse qualche emozione, invece è talmente prevedibile che entra troppo presto dentro i binari della banalità... Okay che si tratta di un film a basso budget (ma neanche troppo, dopotutto sono 2 milioni di dollari che è poco meno del budfet medio di un film italiano che è intorno ai 3 milioni di euro) ma una pellicola del genere non necessita di chissà quali soldi... in effetti 2 milioni mi sembrano persino troppi :forza: La protagonista sembra stupidotta per le scelte che fa e i personaggi negativi, che nelle intenzioni del regista probabilmente dovevano suscitare malsanità, sono alquanto piatti...
In sostanza, se lo incrociate, suggerisco di saltarlo senza problemi... :ok:
Ultima modifica di RashardLewis il 01/11/2015, 19:18, modificato 3 volte in totale.


We bleed green & gold
Go Sonics!

Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2073
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda RashardLewis » 10/10/2015, 16:37

Proseguo (imperterrito :fischia: ) con un film piuttosto noto in America ma poco meno che sconosciuto in Europa...

Una Storia Allucinante (John Llewellyn Moxey , 1972) Immagine Promosso da RasharLewis
Immagine
"Prima (dis)avventura per Carl Kolchak, caparbio giornalista intento ad indagare su degli strani delitti che si stanno verificando a Los Angeles, con i cadaveri che vengono ritrovati con due piccoli buchi sul collo......"

A me è piaciuto! Era un pezzo che lo cercavo e per lungo tempo era del tutto irreperibile in tutte le forme... "Una Storia allucinante" è un film prodotto per la televisione americana nei primi anni 70 ed è generalmente considerato uno dei migliori prodotti direct-to-tv del genere horror di quel decennio. In effetti è piuttosto brioso, e a parer mo si nota poco che è un film per il piccolo schermo... altri film contemporanei per il cinema sembrano più televisivi di questo. Certo, brividi zero, è un tipo di horror al confine tra il vecchio modo di proporre questo genere ed il nuovo che stava per arrivare (ricordiamo che il famoso giro di boa arriverà l'anno dopo con L'esorcista che cambierà del tutto il panorama horror come mai era accaduto prima) ma la formula narrativa mi è piaciuta e la mano del grandissimo Richard Matheson alla sceneggiatura da questo punto di vista si nota eccome. In poche parole è più divertente da vedere che altro... il personaggio del vampiro magari poteva essere fatto meglio, ma un 7 glielo do comunque. Online si dice che il seguito abbia la stessa qualità di questo... sarebbe bello poterlo recuperare ma al momento non si trova niente... [edit]Come non detto, um amico lo possedeva e me lo passerà, prossimamente qualche pensiero anche sul seguito[/edit]
Ultima modifica di RashardLewis il 24/10/2015, 22:31, modificato 2 volte in totale.


We bleed green & gold
Go Sonics!

Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2073
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda RashardLewis » 24/10/2015, 22:30

Dopo qualche settimana ritorno (nel frattempo avrei materiale per loveline per pagine e pagine...) al mondo horror :)

Sleepaway Camp (Hiltzik, 1983) [V.M. 14] Immagine Promosso da RasharLewis
Immagine
"Angela e suo cugino sono in vacanza in un campeggio estivo, dove presto dovranno fare i conti con le angherie di vari ragazzi, i quali se la prendono soprattutto con la giovane, che sembra incapace di reagire. La piccola è molto silenziosa e nasconde in sè un terribile trauma infantile che riguarda la tragica scomparsa del padre. Presto però una catena di crudeli delitti coinvolge i vari campeggiatori......"

Mai uscito in Italia, di questo film ne avevo letto sempre benissimo, in certi casi lo ho persino trovato recensito tra i migliori horror usciti negli anni '80... ne avevo però sempre ritardato la visione perchè il sottogenere degli slasher non è propriamente uno dei miei preferiti del calderone horror. Devo ammettere però che questo mi sembra riuscitissimo e senza fare troppo spoiler, ha un ottimo finale (che è celebratissimo un po' ovunque, se non conoscete il film e volete vederlo, suggerisco di non googlare :biggrin: ). Di questo file circolano dal 2007 dei sottotitoli italiani che però sono abbastanza scarsi (frasi tradotte in un italiano orrendo e talvolta sgrammaticato), ma se non si è automatici con l'inglese, sono comunque meglio di niente. qui ci sono i sottotitoli risincronizzati da me per la versione da bluray che è uncut rispetto al DVD... i problemi di grammatica e di traduzione però non li ho sistemati, troppo lavoro :icon_paper: In definitiva, lo consiglio senza dubbio, anche con il "problema" dei sottotitoli evidenziato sopra.

Ne sono usciti vari seguiti... l'ultimo è il quinto capitolo della serie ed è uscito nel 2012... Di qualità a scalare, il secondo si dice non sia male, il terzo poco inferiore fino ad arrivare al quinto che ha un ricco 1.7 di media IMDB :rotfl: Il quarto è l'unico della serie diretto dallo stesso regista del prima pellicola.. e questi due film (del 1983 e del 2008) sono gli unici lavori di Robert Hiltzik che dopo Sleepaway Camp si è messo a fare l'avvocato abbandonando il cinema... addirittura non sapeva nemmeno che il suo film aveva ottenuto col passare degli anni lo status di piccolo cult, lo ha scoperto solo nel 2000 quando fu contattato dalla Anchor Bay per chiedergli di intervenire nella traccia per il commento sul DVD. La protagonista femminile invece, Felissa Rose all'epoca appena 14enne, sta avendo una carriera anche da adulta, in sole pellicole horror. Ha recitato anche nel quarto capitolo della serie dove il Hiltzik ha ripescato molti membri del cast originale.


We bleed green & gold
Go Sonics!

Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2073
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda RashardLewis » 01/11/2015, 19:14

Black Water (Traucki/Nerlich, 2007) Immagine Promosso da RasharLewis
Immagine
"Grace, insieme al suo ragazzo Adam e a sua sorella minore Lee, decide di fare un giro turistico dell'Australia del Nord, una zona ricca di paludi di mangrovie. I tre passano il tempo fra parchi dove si possono ammirare i feroci coccodrilli della zona e un giorno si avventurano per tour dei corsi d'acqua a bordo di una piccola barca, con una guida locale...."

Si tratta di un film australiano a basso budget (poco più di un milione di dollari) e fa parte del filone di pellicole stile Open Water, o Frozen (quello del 2010, non il cartone animato :gogogo: ). Se in quelle pellicole, pochi umani se la vedevano con squali e lupi, qui c'è di mezzo un coccodrillo, piuttosto "mefistofelico". Per esperienza mi pare di aver capito che questo genere o piace molto o piace zero... io sto nel primo gruppo, questo Black Water ha un cast minuscolo però ha una discreta tensione e sospetto sia uno dei primi film usciti su questo tenore dopo il seminale Open Water. Uno dei due registi ha poi diretto, da solo, The Reef di cui ho letto assai bene e che dalla trama si direbbe uno pseudo Open Water più adrenalinico... quindi è rimasto sullo stesso tema.
Se vi sono piaciuti i film citati poco più sopra, allora questo è certamente consigliato... se non vi sono piaciuti, allora neanche questo fa per voi :biggrin:


We bleed green & gold
Go Sonics!

Avatar utente
PENNY
Pro
Pro
Messaggi: 5359
Iscritto il: 06/04/2004, 13:30
NBA Team: New York Knicks
Località: Cagliari

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda PENNY » 01/11/2015, 20:40

Adorato "Open water", più freddo ma comunque positivo anche su "Frozen". Lo recupererò senz'altro!



Avatar utente
PENNY
Pro
Pro
Messaggi: 5359
Iscritto il: 06/04/2004, 13:30
NBA Team: New York Knicks
Località: Cagliari

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda PENNY » 04/11/2015, 10:58

Ieri ho finalmente recuperato À l'intérieur :notworthy:
Per l'occasione cito la recensione di un forumista che due cose di cinema le capiva (è al passato perchè non scrive più, non perchè è morto :forza: ) e con la quale mi trovo completamente d'accordo:
Dazed and Confused ha scritto:Parlando dell'ondata horror del nuovo cinema francese inevitabilmente la mente si rivolge ad Alta Tensione, di Alexandre Aja, che qualche anno fa a dato il via a questa nuova corrente di horror europeo decisamente originale, caratterizzato da dosi di violenza quasi insostenibili uniti a una perizia tecnica che non ha nulla da invidiare a quella d'oltreoceano.

Del resto dopo lo doganamento della violenza a livello mainstream con pellicole come Saw e sequel oppure i due Hostel era lecito aspettarsi qualcosa di simile anche da questa parte dell'oceano. E la Francia in questo senso è in prima linea. Spesso con ottimi prodotti come Calvaire, spesso con prodotti abbastanza mediocri come Frontiers...



Stasera ho recuperato un film del 2007: A L'INTÉRIEUR, di Alexandre Bustillo e Julien Maury.

Pellicola che decisamente non può lasciare indifferenti. Un pugno nello stomaco come difficilmente si è visto sul grande schermo. Ma girato con grande intelligenza, con ottimi effetti di make up e con un'approfondita ed appassionata conoscenza del genere horror. Quel che ne esce è un film che difficilmente potrete dimenticare.

Stilisticamente perfetto, decisamente credibile ed iperrealistico nelle scene di violenza, tocca temi finora considerati tabù e lo fa sempre con mano ferma, con piglio quasi documentaristico, senza mai un briciolo di ironia. Tocca tutti i sensi, a partire dalla vista (nessun dettaglio è risparmiato allo spettatore) per arrivare all'udito, con scelte decisamente atipiche le quali, insieme al montaggio, creano nello spettatore un'atmosfera di inquietudine quasi surreale. Una violenza portata a livelli estremi, che fa riflettere, colleziona citazioni ma soprattutto si espone a più di un'interpretazione metaforica più o meno velatamente dichiarata. Si parla di paura del diverso, paura dell'estraneo ma anche di difesa del nucleo famigliare, della propria stirpe, regredendo le psicologie dei personaggi fino a quasi renderli degli uomini preistorici, anzi dei veri animali, degli essere primordiali le cui azioni sono spinte solo dall'istinto.


Insomma, attenzione a catalogarlo come semplice mattanza splatter fine a se stessa. In questo film c'è di più, molto di più ma non è detto che sia il tutto sia necessariamente semplice da cogliere.

Però vi avviso fin da adesso: NON E' UN FILM ADATTO A TUTTI. Certe scene sono di una violenza quasi insostenibile per lo spettatore occidentale (Hank e Vic andate pur tranquilli insomma :D) e in generale non lo consiglio ai deboli di stomaco. Decisamente shockante ma a suo modo imperdibile.

Unico appunto mio, su una scena che imho stava per rovinare tutto: la ridicola resurrezione del poliziotto, che per un attimo mi ha fatto esaltare pensando che così a cazzo di cane si trasformasse in uno zombie movie :laughing: Una scena forzatissima, anche in virtù di quello che fa, mica tenta di ammazzare la pazza, ma no rimettiamo mano a quei cacchio di fusibili...imho una forzatura bella e buona che potevano risparmiarsi, meno male è durata lo spazio di 1 minuto e non ha influenzato troppo il prosieguo del film.



Avatar utente
RashardLewis
Senior
Senior
Messaggi: 2073
Iscritto il: 08/07/2004, 19:13
NBA Team: Seattle Sonics
Località: Roma

Re: Tu Morirai Lassù...

Messaggioda RashardLewis » 06/11/2015, 18:57

Capperi, non ricordo la scena che hai messo sotto spoiler, dovrei dargli una ripassata :biggrin: Quello comunque è davvero uno dei pochi film che ha provato a dare una sterzata al genere, spingendo su un tabù altrimenti poco utilizzato in ambito cinematografico. In genere quando viene consigliato, viene consigliato insieme al più che discusso Martyrs, una specie di pacchetto: prendi 2 paghi 1 :forza: Ho già parlato un sacco di volte di questo film quindi per non tediarvi oltre dico solo che la villain di À l'intérieur, per me resterà una delle più terrificanti e memorabili viste in un film.
Questo è stato anche l'esordio del duo francese Bustillo-Maury... che hanno combinato dopo il folgorante debutto?


Livide (Bustillo/Maury, 2011) Immagine Promosso da RasharLewis
Immagine
"Lucy è una giovane infermiera dedita all'assistenza ai malati e agli anziani. Per il suo tirocinio assiste la signora Wilson, donna sbrigativa ma esperta nel suo lavoro. Tra i vari pazienti c'è Madame Jessel, ora anziana e costretta a letto in stato vegetativo,una volta stata una insegnante di danza. Lucy viene a sapere dalla sua tutor che la vecchia signora custodisce nella sua villa,oramai fatiscente e abbandonata,un antico tesoro......"

4 anni dopo À l'intérieur, la coppia Bustillo Maury dirige il secondo lungometraggio.. anche questo nel territorio horror. Prima di vedere questo Livid, non mi ero documentato su nulla, mi bastava la garanzia dei loro nomi. Sapevo solo che non era stato doppiato neanche questo :disgusto: Si tratta di un film sostanzialmente molto diverso da quello del loro esordio, qui siamo quasi dalle parti di una fiaba horror, c'è una certa poeticità e il senso dell'estetica è discretamente impressionante. Non è particolarmente "pauroso" e non rientra nella categoria dei film che escono una volta ogni 10 anni come "A l'interieur" però per me non merita minimamente il 5.7 di media IMDB cui io aggiungo addirittura 2 punti... In certi tratti, ma solo vagamente però, ha qualcosa in comune con Suspiria di Argento. Di certo, senza sapere chi lo aveva diretto, non avrei detto che la direzione era la medesima di À l'intérieur... e forse è meglio così, non hanno provato a ripetersi :thumbup: Hollywood ne farà un remake prossimamente, e scommetto che quello verrà doppiato :dohut0:
Nel 2014 è uscito il loro terzo lungometraggio, ancora non visto.
Consigliato :ok:


We bleed green & gold
Go Sonics!


Torna a “Cinema”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron