WCF: (2) Winnipeg Jets - (1) Vegas Golden Knights

Il Punto d'incontro dei Fans NHL di Play.it USA
Avatar utente
Kelev
Newbie
Newbie
Messaggi: 94
Iscritto il: 05/04/2018, 8:08
MLB Team: New York Mets
NFL Team: Green Bay Packers
NBA Team: Phoenix Suns
NHL Team: Anaheim Ducks

Re: WCF: (2) Winnipeg Jets - (1) Vegas Golden Knights

Messaggio da Kelev » 22/05/2018, 20:18

Quello che sta facendo Vegas è incredibile, a questo punto spero che vinca...anche se ci ha soffiato il titolo di division :piango:


La situazione in un' emoticon:
MLB: METS :dash2:

NHL: DUCKS :icon_paper:

NFL: PACKERS :icon_paper:

NBA: SUNS :icon_paper:

Avatar utente
therussianrocket
Pro
Pro
Messaggi: 6623
Iscritto il: 08/09/2002, 2:15
NBA Team: Dallas Mavs
NHL Team: Florida Panthers
Località: vicenza high school rock

Re: WCF: (2) Winnipeg Jets - (1) Vegas Golden Knights

Messaggio da therussianrocket » 02/06/2018, 17:35

Arrivo lunghissimo...

Mi sembra che tra tutti i fattori citati si stia sottovalutando moltissimo quello che a mio avviso è il principale, ovvero Gallant e il suo lavoro.
Devo proprio ricordarvi che lo stesso Gallant due anni prima aveva portato Florida al titolo divisionale con il record franchigia di 103 punti totali?
Prendiamo quella squadra a termine di paragone e soprattutto la difesa, perchè comunque Gallant predica un hockey prettamente difensivo.
Queste le linee:
Ekblad - Campbell
Kulikov - Gudbranson
Petrovic - il primo a caso
Luongo

Ekblad alla sua migliore stagione in carriera, un Campbell 37enne, Kulikov che dopo aver lasciato i Panthers ha giocato un anno anonimo a Buffalo ed è finito a fare l'healty scratch a Winnipeg, Gudbranson che ha fatto una fine pure peggiore ed eppure è rimpianto nemmeno fosse Bobby Orr, Petrovic 3rd liner fatto e finito che peraltro quest'anno si è fatto pure lui le sue belle partite in tribuna (seppur con notevole miglioramento nella seconda parte di stagione). Nell'altro spot del third pairing durante la stagione di sono alternati gente come Kindl e Kampfer. Luongo anche lui con le sue primavere, per quanto professionista eccellente. Riepilogando, un ottimo goalie (Luongo) una potenziale stella (Ekblad), un buon giocatore sul viale del tramonto (Campbell) e per il resto degli onesti mestieranti.

Insomma, visto quello che sta succedendo a Vegas mi pare di poter dire che il sistema Gallant limita i difetti individuali/ doti tecniche non eccelse dei suoi stessi interpreti. In tutto ciò è ovviamente necessario un notevole aiuto delle ali in fase difensiva, al fine di garantire una maggiore protezione. Allora erano vari i Barkov, Smith, Jokinen, McKenzie, oggi sono nuovamente Smith (tatticamente pedina chiave ed eccellente penalty killer), Karlsson, Nosek, ecc.

@bieksa Per quanto riguarda l'expansion draft, la situazione di Florida probabilmente era molto più complessa di quanto si pensi e quindi risulta difficile dare delle risposte certe che spieghino il perchè delle cessioni di Smith e Marchesseault a Las Vegas. Fatto sta che Tallon all'indomani della sua decisione ha dichiarato che andava potenziata la difesa (da qui la scelta di proteggere Petrovic in luogo di Smith). Ma altri fattori hanno sicuramente pesato:il contratto di Marchesseault da rinnovare chissà a quali cifre a fine stagione, dato che era in scadenza (poi firmato da Vegas per 5 M all'anno x 6 anni), il contratto di Smith pure lui da 5 M a stagione (ma contract extension concessa non da Tallon bensì da Tom Rowe, nominato GM e poi allenatore nella disastrosa stagione 2016-2017). Il tutto collegato ad un presunto internal cap che non poteva superare una certa soglia. Insomma, non sono così sicuro che Tallon potesse operare del tutto con le mani sciolte. Perciò non sapremo mai quali e quanti siano le sue reali responsabilità in queste operazioni di mercato, anche se la vera domanda(a cui devo ancora trovare risposta) è perchè non cedere Marchesseault alla deadline invece che ad inzio stagione, considerata la contropartita ricevuta (cioè praticamente zero).


"What's so special about Crosby? I don't see anything special there. Yes, he does skate well, has a good head, good pass. But there's nothing else." (Alexander Semin)

"He could stop a bee in a fog" (Blues' broadcasters on Pekka Rinne)

Avatar utente
kachlex
Conn Smythe Trophy
Conn Smythe Trophy
Messaggi: 8404
Iscritto il: 14/11/2005, 2:13
NHL Team: Ottawa
Località: P. Sherman, 42 Wallaby Way Sydney, Australia
Contatta:

Re: WCF: (2) Winnipeg Jets - (1) Vegas Golden Knights

Messaggio da kachlex » 02/06/2018, 19:16

therussianrocket ha scritto:Arrivo lunghissimo...

Mi sembra che tra tutti i fattori citati si stia sottovalutando moltissimo quello che a mio avviso è il principale, ovvero Gallant e il suo lavoro.
Devo proprio ricordarvi che lo stesso Gallant due anni prima aveva portato Florida al titolo divisionale con il record franchigia di 103 punti totali?
Prendiamo quella squadra a termine di paragone e soprattutto la difesa, perchè comunque Gallant predica un hockey prettamente difensivo.
Queste le linee:
Ekblad - Campbell
Kulikov - Gudbranson
Petrovic - il primo a caso
Luongo

Ekblad alla sua migliore stagione in carriera, un Campbell 37enne, Kulikov che dopo aver lasciato i Panthers ha giocato un anno anonimo a Buffalo ed è finito a fare l'healty scratch a Winnipeg, Gudbranson che ha fatto una fine pure peggiore ed eppure è rimpianto nemmeno fosse Bobby Orr, Petrovic 3rd liner fatto e finito che peraltro quest'anno si è fatto pure lui le sue belle partite in tribuna (seppur con notevole miglioramento nella seconda parte di stagione). Nell'altro spot del third pairing durante la stagione di sono alternati gente come Kindl e Kampfer. Luongo anche lui con le sue primavere, per quanto professionista eccellente. Riepilogando, un ottimo goalie (Luongo) una potenziale stella (Ekblad), un buon giocatore sul viale del tramonto (Campbell) e per il resto degli onesti mestieranti.

Insomma, visto quello che sta succedendo a Vegas mi pare di poter dire che il sistema Gallant limita i difetti individuali/ doti tecniche non eccelse dei suoi stessi interpreti. In tutto ciò è ovviamente necessario un notevole aiuto delle ali in fase difensiva, al fine di garantire una maggiore protezione. Allora erano vari i Barkov, Smith, Jokinen, McKenzie, oggi sono nuovamente Smith (tatticamente pedina chiave ed eccellente penalty killer), Karlsson, Nosek, ecc.

@bieksa Per quanto riguarda l'expansion draft, la situazione di Florida probabilmente era molto più complessa di quanto si pensi e quindi risulta difficile dare delle risposte certe che spieghino il perchè delle cessioni di Smith e Marchesseault a Las Vegas. Fatto sta che Tallon all'indomani della sua decisione ha dichiarato che andava potenziata la difesa (da qui la scelta di proteggere Petrovic in luogo di Smith). Ma altri fattori hanno sicuramente pesato:il contratto di Marchesseault da rinnovare chissà a quali cifre a fine stagione, dato che era in scadenza (poi firmato da Vegas per 5 M all'anno x 6 anni), il contratto di Smith pure lui da 5 M a stagione (ma contract extension concessa non da Tallon bensì da Tom Rowe, nominato GM e poi allenatore nella disastrosa stagione 2016-2017). Il tutto collegato ad un presunto internal cap che non poteva superare una certa soglia. Insomma, non sono così sicuro che Tallon potesse operare del tutto con le mani sciolte. Perciò non sapremo mai quali e quanti siano le sue reali responsabilità in queste operazioni di mercato, anche se la vera domanda(a cui devo ancora trovare risposta) è perchè non cedere Marchesseault alla deadline invece che ad inzio stagione, considerata la contropartita ricevuta (cioè praticamente zero).
Arrivi lungo e proponi un pipponi di what if sui Panthers.
Grazie russo...

Cmq credo un po' tutti pensino che il fattore #1 per la stagione di LV sia stato il coach.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk



Immagine
Honolulu Lilied Piranhas - 2012 / 2014 / 2015 Stanleit Cup Champions
Kachlex Piranhas - 2014 Yahoo Fanta HNC Champions
Immagine

Avatar utente
therussianrocket
Pro
Pro
Messaggi: 6623
Iscritto il: 08/09/2002, 2:15
NBA Team: Dallas Mavs
NHL Team: Florida Panthers
Località: vicenza high school rock

Re: WCF: (2) Winnipeg Jets - (1) Vegas Golden Knights

Messaggio da therussianrocket » 02/06/2018, 19:34

Volevo vedere se qualcuno aveva il coraggio di leggerlo :shades:

Bravo Kach, ma non hai vinto niente :icon_paper:


"What's so special about Crosby? I don't see anything special there. Yes, he does skate well, has a good head, good pass. But there's nothing else." (Alexander Semin)

"He could stop a bee in a fog" (Blues' broadcasters on Pekka Rinne)

Avatar utente
jovocop
Senior
Senior
Messaggi: 1873
Iscritto il: 14/03/2006, 15:14
NBA Team: Ray Allen
NHL Team: Vancouver
Località: Cambridge

Re: WCF: (2) Winnipeg Jets - (1) Vegas Golden Knights

Messaggio da jovocop » 03/06/2018, 21:29

kachlex ha scritto:
02/06/2018, 19:16

Arrivi lungo e proponi un pipponi di what if sui Panthers.
Grazie russo...

Cmq credo un po' tutti pensino che il fattore #1 per la stagione di LV sia stato il coach.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk
Lo devi scusare ma il russo nel 2018 ha ancora il problema spoiler e ha appena finito di vedere gara 3 ...delle finali di conference :forza:



Avatar utente
Scaramanga
Rookie
Rookie
Messaggi: 847
Iscritto il: 10/04/2013, 19:42
Località: Toronto, ON

Re: WCF: (2) Winnipeg Jets - (1) Vegas Golden Knights

Messaggio da Scaramanga » 08/06/2018, 5:08

Canc.



Rispondi