Statistiche sabermetriche

Il Punto d'incontro dei Fans MLB di Play.it USA
Rispondi
rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14586
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da rene144 » 07/07/2007, 1:02

Assenzio ha scritto: I momenti "soggettivamente" definibili clutch sono quelli che ti fanno vincere o perdere le partite, quindi secondo me sono oggettivamente definibili clutch.
Bene, definisci i momenti che ti fanno vincere o perdere le partite. Quali sono? Quelli che tu senti siano tali?
E' clutch il fuoricampo al primo inning di Ortiz nella partita che i Red Sox hanno vinto 1-0 contro gli Athletics quando Schilling ha sfiorato il perfect game?
E' clutch un singolo con nessun out nella parte bassa del nono contro i Royals? E un triplo a basi cariche nella parte alta del nono sotto di 3 contro gli Yankees allo Yankee Stadium? Ed un Grand Slam sotto di 7, che però da' il via ad una vibrante rimonta?
Ed è clutch un walkoff contro gli Yankees? E contro i Royals? Vale uguale? C'è una scala di clutchness? Chi la stabilisce? Tu? Io?

Ha detto bene Peyton: le statistiche ti dicono assolutamente tutto, se sai fare la domanda. Quelli che credono altrimenti sono solo quelli che non sanno porsi le giuste domande. Molti analisti hanno detto per lungo tempo che la clutchness non esista. Questo non significa che non ci siano giocatori in grado di giocare alla grande nei momenti delicati, ma semplicemente che non ci sia una definizione chiara di quello che è clutch. Perchè per me può essere clutch una cosa che per te non lo sarà.

Ad esempio:
Giocatore A batte .280
Giocatore B batte .330
Entrambi battono .310 RISP. Come definiamo la clutchness? Per me il giocatore A sarebbe infinitamente più clutch, perchè migliora sensibilmente le proprie prestazioni. Il giocatore B invece peggiora, quindi tecnicamente sarebbe un choker. Il punto però è che siano entrambi degli ottimi giocatori da avere in quelle situazioni.
E' clutch un grande giocatore che semplicemente continua a fare ciò che ha sempre fatto?

La clutchness è l'argomento preferito dagli pseudo-analisti che purtroppo esistono perchè dando ogni volta una definizione diversa, possono dire tutto ed il contrario di tutto, senza preoccuparsi di dover supportare le proprie affermazioni. Ed ecco che nascono delle leggende metropolitane (Darin Erstad per dirne 1). Tanto possono fare quello che vogliono, ma sono "clutch" comunque.

Ed è o non è clutch uno che si prende uno strikeout ma dopo 15 lanci, e sbatte il partente (magari Johan Santana) fuori dalla partita obbligando il bullpen ad entrare? Sarebbe più clutch un singolo sul primo lancio? E' opinabile, è totalmente soggettivo. Inoltre, i partenti non possono essere clutch solo perchè di solito lanciano ad inizio partita e non alla fine?

Insomma, dimmi tu cosa sia clutch, e poi possiamo valutare. I "momenti che fanno vincere le partite" esistono solo nella fantasia dei tifosi, che fanno crescere la leggenda dei propri giocatori preferiti. Bisogna dare una definizione chiara, anche perchè poi di solito "i momenti ecc..." possono essere chiaramente definiti solo col senno di poi, e questo naturalmente crea un'incongruenza logica. Può essere clutch un momento non percepito come "delicato" dal giocatore? Ed è clutch invece un momento apparentemente tranquillo, ma che l'hitter sente in maniera esagerata? O alla fine torniamo al fatto che sia clutch quello che tu ritieni che sia clutch? Perchè una cosa che per te può essere ovvia, può non esserla per altri. Una valida è una valida. Un momento clutch non è un momento clutch per tutti.

Tutte le domande hanno una risposta nei numeri, basta saperle formulare. Per questo domande come "chi è il miglior giocatore?" non hanno senso logico, perchè la definizione di "migliore" non ha senso. Si intende l'hitter più produttivo? Quello che fa più contatto? Quello che difende ed attacca? Quello che rimorchia per tutta la squadra? Quello che aiuta la vecchina ad attraversare la strada ed è dunque una persona migliore?
Le statistiche che hai messo mi sembrano di tutto rispetto soprattutto quella che ti ho quotato.
RISP vuol dire runners in scoring position? Se così fosse, tu m'insegni (e forse ci saranno dei grafici anche su questo) che con i corridori in posizione punto il battitore (dal più bravo al più scarso) si vede arrivare lanci molto peggiori di quelli che avrebbe in situazioni diverse,quindi il fatto che le sue medie siano leggermente inferiori alle sue stesse medie in situazioni più leggere, non toglie niente al fatto che le in situazioni "delicate", sia ancora un ottimo personaggio.
parliamo di Lowell naturalmente. Si, la BA tende ad abbassarsi in quelle circostanze, a volte, ma dovrebbe alzarsi l'OBP per compensare. Nel caso di Lowell non accade, quindi chiaramente sventaglia anche a casaccio, quindi tutto sommato non è molto produttivo. Ci sono anche giocatori che aumentano la propria produzione. Inoltre anche in senso assoluto quei numeri non è che siano fenomenali. Sono all'incirca nella media MLB, quindi da qui a classificarlo come un buon hitter ce ne passa.
Assenzio ha scritto: Infatti non è possibile generalizzare...e i numeri generalizzano perchè mettono insieme una quantità enorme di situazioni che in realtà sono tutte diverse tra loro. Ed è per questo che puoi mettere insieme tutte le statistiche che vuoi, e fare la formazione migliore in base a tutti i numeri saibermetrici e cibrnetici che vuoi ma non necessariamente vincerai quella determinata partita o serie di partite. Perchè comunque non è una scienza, può aiutare come no.
Invece lo è. Un singolo AB è determinato in grande parte dalla fortuna. Una singola partita pure... ma man mano che aumenti gli incontri la fortuna incide sempre di meno. Per questo i playoffs non sono pronosticabili: diventi caldo per 3 settimane e sei campione. Però per arrivarci devi essere forte e non ci sono scusanti. Se metti la squadra più forte per i numeri cibrnetici (cit.), vincerai tantissimo. Ti dirò di più: avrai il miglior record MLB, perchè avrai la migliore squadra MLB, ed il discorso è davvero così semplice.
I numeri generalizzano solo se li guardi in ottica generale perchè puoi anche suddividere in maniera ben chiara il rendimento del giocatore in base alle varie situazioni.
Però se guardi la partita, e metti via il libro, non è difficile capire in che momento (o in che momenti) hai vinto o perso la partita.
Niente di più falso. Dopo ogni partita su tutte le boards dei tifosi si discute apertamente sui possibili momenti chiave. E sono rare le circostanze in cui tutti siano d'accordo. Quando succede, vedi nel caso di Pedro strabollito sul monte, allora il manager viene letteralmente crocifisso. Altrimenti no. Joe dice che Francona sia un ottimo manager, per me è un incapace. Leggiamo ogni partita in maniera diversa, quindi evidentemente non è tanto facile capire quando hai vinto o perso la partita.
Per capire se un cristiano è buono a battere va bene guardare le statistiche a vita, ma magari forse è utile anche guardare come gira il bastone con un lanciatore buono e con uno scarso, con un destro e con un mancino, e vedere quando va in difficoltà e quando no, anche se forse  non sempre le statistiche  lo dicono.
Lo dicono. Dimmi, esattamente, cosa vuoi sapere? Vuoi sapere se Pedroia batta bene sulle fastball alte ed interne sul conto di 2-1 con uomini agli angoli nel terzo inning sul 4-1 per i Red Sox? Bene, puoi determinarlo. Credo che ESPN Insider fornisca in dettaglio queste statistiche, insieme al breakdown del repertorio dei lanciatori e via dicendo. Inoltre, con l'avanzamento del Gameday avanzato col tracking informatizzato dei lanci, è possibile comprendere con perfezione i trend, le velocità, gli stili, le locations e tutto il resto dei lanciatori. Tante analisi sono già state fatte in tal senso, anche se sono limitate dal fatto di avere solo 8 campi con questi rilevamenti. Da fine anno invece tutti i campi lo avranno e potremo trarre conclusioni più interessanti. Per ora però sappiamo (ad esempio) che la sinker di Webb abbia un movimento molto diverso rispetto a quella di Carlos Silva, e non si tratta solo di "sink", ma anche di movimento laterale. E' qualcosa che non sapevamo finora, e che gli scout non erano riusciti ad analizzare "senza computer e senza libro ma solo guardando le partite". Adesso lo scouting può salire ad un altro livello. Ed il punto è che se gli scout avessero usato i computer avrebbero capito che Kevin Youkilis fosse un prospetto eccellente mentre Billy Beane era solo un fenomeno atletico ed una totale schiappa nel giocare a baseball. Questo perchè un po' troppi scout credono di essere venditori di jeans. Ma il baseball va avanti. La rivoluzione va avanti a poco a poco. Beane, Epstein, Towers, DePodesta, Gammons, Neyer, Bill James. Ed i Plaschke, Chass e Joe Morgan per fortuna sono sempre meno. Si va avanti, e si va per la giusta strada.
Guardando la partita si capisce chi gioca meglio e chi gioca peggio. Un buon ricevitore sa come e dove batte il battitore non solo guardando le statistiche ma anche guardando dove mette i piedi.
Ma Jason Varitek, che è uno dei migliori in assoluto, conosce tutti i trends di tutti i battitori di major league, e passa ore davanti al computer e davanti alle videocassette prima di ogni partita per analizzare gli avversari. Curt Schilling si studia statistiche avanzate come la BABIP per capire come e dove possa migliorare nel proprio stile di lancio. Preferisce concedere qualche palla in più in gioco rispetto a dare una BB o sbagliare alto nella zona a rischio di concedere un fuoricampo. Ha cambiato il proprio stile di lancio quando ha visto le statistiche che glielo dimostravano, ed è solo così che nonostante dei lanci che ormai sono nettamente sotto media per qualità (l'età per un power pitcher è devastante) riesce a tenersi a galla. E' intelligente.
Al contrario poi c'è Jim Tracy che ritiene che i Pirates perdano perchè non battono le valide "clutch". Ma che significa? Hai una squadra che fa schifo! E poi il suo catcher (Ronny Paulino) dichiara che ha chiamato un "pitch around" ad Eckstein per lanciare contro Pujols in un momento chiave, perchè "Eckstein is clutch". Ma scherziamo? Ma un carciofo avrebbe un'intelligenza superiore.

-------------------

In ogni caso vorrei dire una cosetta breve su questa clutchness. Se intendiamo la clutchness come il contributo alla vittoria di una squadra, posso essere d'accordo. Ma questa può essere misurata in maniera ben precisa e consistente. Ho già introdotto il discorso della WPA. In ogni momento di una partita c'è una determinata probabilità di vittoria (WP o Winning Probability). Ogni giocata aumenta o diminuisce la probabilità, e quindi ogni giocata fornisce una WPA (Winning Probability Added) che può anche essere negativa. E' chiaro che sul 9-0 nella parte alta del nono ci sia una possibilità di vittoria, mentre sullo 0-0 ce ne sarà un'altra. E' dunque chiaro che una valida avrà un peso diverso in ciascuna delle due situazioni. Fin qui non credo che ci sia da discutere. La WPA di una valida in situazione di pareggio sarà dunque maggiore. Possiamo dunque misurare benissimo chi abbia maggiormente contribuito, in quanto hitter, alle probabilità di vittoria della propria squadra. Ogni AB ha una sua clutchness o una sua importanza.
Esiste la WPA+, ossia il contributo in positivo alle vittorie della propria squadra.
Esiste la WPA-, ossia il contributo in negativo.
Ed infine c'è la WPA, che è il saldo delle due cose.
Fangraphs pubblica anche la "clutchiness" (non ho scritto male) in cui soppesa l'OPS basandosi sulla WPA e via dicendo con una formula che è lunghetta da spiegare e supportare, perchè giustamente un singolo in un momento delicato è clutch. Ma un doppio è meglio... e loro soppesano anche questo.

Torniamo però alla WPA, che è più facile ed immediata. Prendiamo Gerald Laird per esempio. Lui ha 3.89 di WPA+ e -4.49 di WPA-, per un saldo di -0.60 di WPA. Ha contribuito negativamente con la sua mazza per -0.60 vittorie durante l'anno (o 0.60 sconfitte) per intenderci. Quella che importa maggiormente è la WPA (ossia il saldo), perchè la WPA+ e la WPA- dipendono anche dalle opportunità che arrivano.

Chi sono i 5 leaders per WPA-?
Eric Chavez -8.07
Carlos Lee -7.99
Jimmy Rollins -7.24
Andruw Jones -7.21
Garrett Atkins -7.16

I 5 leaders per WPA+?
Alex Rodriguez 9.95
Matt Holliday 9.45
Vladimir Guerrero 8.97
Magglio Ordonez 8.88
Chase Utley 8.67

Ma i 5 leaders per WPA?
Vladimir Guerrero 3.94
Barry Bonds 3.88
Magglio Ordonez 3.70
Alex Rodriguez 3.46
Albert Pujols 3.13

A-Rod non è primo perchè ha avuto anche molto come WPA-. Per intenderci, ha avuto alcune valide potentissime nei momenti chiave (un paio di GS fondamentali), ma ha anche danneggiato la propria squadra in altri momenti (com'è ovvio... mica si può battere sempre valido!). Quelli col saldo migliore sono quei 5 in quell'ordine. E i 5 meno clutch?
Eric Chavez -2.58
Omar Vizquel -2.34
Tony Pena -2.28
Bobby Crosby -1.99
Julio Lugo -1.89 (come Brian Schneider)

Per pura curiosità, alla fine della stagione 2006 i 5 leaders erano:
Albert Pujols 9.63
Ryan Howard 8.64
David Ortiz 8.03
Derek Jeter 6.03
Lance Berkman 5.74

e gli ultimi 5:
Ronny Cedeno -4.35
Angel Berroa -3.34
Adam Everett -3.03
Jose Castillo -2.59
Jose Lopez -2.51

I primi 3 in positivo hanno scavato un solco. Sono quelli che "percepiamo" come migliori clutch hitters, ma qui ne abbiamo la dimostrazione compiuta e la quantificazione. Tutto è dimostrabile, una volta che sappiamo esattamente cosa stiamo cercando. Basta fare le domande giuste. Altrimenti io posso dire che Dustin Pedroia batta tutti in "sprizzaggine", che è quella cosa che fa vincere le partite, ma per davvero, e che voi non potete vedere nè percepire, ma è così, punto e basta. Ma che senso avrebbe?

Questo è tutto per il momento.

Aggiungo giusto la top 5 di clutchiness per i curiosi. Ricordatevi che è soppesata con l'OPS e soprattutto è soppesata sulle capacità individuali (insomma, ad un giocatore più scarso e che ha avuto meno possibilità, è richiesto di fare "meno" per essere più clutchy per intenderci):
Troy Tulowitzki 2.20
Vladimir Guerrero 1.70
Albert Pujols 1.55
Adrian Gonzalez 1.36
Placido Polanco 1.22

Sparisce A-Rod, ma è perchè lui è fortissimo in tutte le situazioni, e nonostante sia stato ottimo come clutch hitter, non è stato così ottimo quanto in altre circostanze. Tulo invece ha veramente elevato le proprie prestazioni in quei momenti. Ma questa, come detto, è più che altro una curiosità. E' più oggettiva ed indiscutibile la WPA.



thierry14

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da thierry14 » 19/07/2007, 21:24

Rene volevo chiederti un'altra cosa che riguarda la sabermetrica e le sue applicazioni. Hai detto che ci sono quattro squadre gestite così, i RedSox, gli A's, i Dodgers e i Bluejays. Ora, tra loro, che tipo di affari fanno? Cioè, non credo che Beane possa "fregare" uno degli altri tre o viceversa. C'è stato qualche scambio tra 'ste quattro squadre? Non sapevo dove postare, spero di aver ingarrato a scrivere qui. E già che ci siamo, c'è qualche libro che spieghi la sabermetrica in modo facile? Non dico Sabermetrics for Dummies ma più o meno. Grazie!



rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14586
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da rene144 » 19/07/2007, 22:22

La sabermetrica non è qualcosa di facile da spiegare. Semplicemente indica la ricerca dell'esattezza assoluta e della verità. Quindi può espandersi in qualsiasi direzione possibile, dallo swing, alla meccanica, fino al ramo più ovvio della statistica.

Semplicemente bisogna evitare di partire con discorsi del tipo "si, vabbè, per me X è forte, perchè mi sembra che sia così" che non significano niente. Per il resto, si tratta di dare motivazioni forti, dimostrabili e supportabili a ciò che si dice. Questa è la sabermetrica. Non può essere spiegata perchè è la ricerca della verità in ogni campo... qualsiasi libro pretenda di spiegarla totalmente non può riuscirci.

I Dodgers non sono sabermetrici. Lo erano, con DePodesta. Non lo sono più da anni. Sennò non avrebbero mai preso Juan Pierre per esempio. Al contrario un po' lo sono i Padres adesso con Towers (che stimo molto).

Le squadre fanno affari tra loro. Fare affari non significa tirare bidoni. Significa migliorarsi. A volte con un unico trade si possono migliorare due squadre, e non c'è nessun problema. L'anno scorso i Padres hanno ceduto Loretta per Mirabelli ai Red Sox. L'affare era positivo per entrambi: i Padres avevano Barfield pronto, e dovevano liberarsi di Loretta, ed avevano bisogno di una riserva come C. I Red Sox avevano bisogno di un 2B per un solo anno prima di lasciare strada a Pedroia. Hanno vinto tutti. Eccetto che poi Josh Bard non è riuscito ad acchiappare Wakefield ed i Red Sox hanno dovuto riprendere Mirabelli facendo un trade iper-negativo cedendo Meredith e Bard per Mirabelli. Semplice insomma...

Purtroppo nè le statistiche nè gli scout potevano prevedere che Bard non ricevesse Wakefield, e questo ha fatto saltare tutto. Però le statistiche avevano portato ad un affare giusto (l'acquisizione di Bard appunto). Alla fine il trade negativo per Mirabelli è stato obbligatorio e quindi non c'era troppo da discutere sul prezzo...

E' solo un esempio.

Comunque molte persone sono abili nel loro lavoro anche senza un approccio pienamente sabermetrico, e molti invece stanno integrando numeri e computer nel loro scouting. Ad esempio, Schuerholz è bravissimo a prescindere. Non è mica facile bidonarlo. Non ha le stats (non solo quelle, perchè comunque le usa e rispetta), ma è un genio. Ma sono pochi quelli come lui. Littlefield è incompetente per esempio. Terry Ryan è bravissimo (forse il migliore) nel valutare i pitchers e farli crescere (applausi anche ai collaboratori), ma con gli hitters non è allo stesso livello.

...e via dicendo. Le statistiche non sono l'unico metodo per arrivare al risultato. Sono sicuramente il più sicuro, il più efficace, il più chiaro. Quelli che ce la fanno senza ci sono, ma sono proprio pochi, e raramente il loro successo è duraturo nel tempo. Insomma, se Schuerholz venisse a dirmi di non ascoltare una determinata statistica su un giocatore, comunque vorrei che mi spieghi (in maniera solida) il perchè, ma poi gli crederei. Il punto è che, statistiche o no, ci deve essere un ragionamento concreto dietro. Sempre. Anche dire "il suo punto di rilascio è troppo in alto e questo tende a creare problemi alle articolazioni" è sabermetrico, anche se non è basato su statistiche. E' basato su un'osservazione oggettiva e su una storia pregressa di infortuni per intenderci, quindi è verificabile. Dire invece "beh, si, quelli come lui, con le sue caratteristiche di solito fanno schifo, ma secondo me lui diventerà forte", senza motivarlo, è il contrario.

La chiave è ragionare, motivare, spiegare. E poi si discute...



Avatar utente
webba2000
Rookie
Rookie
Messaggi: 703
Iscritto il: 18/05/2004, 18:33
MLB Team: Cleveland Indians
NHL Team: Columbus Blue Jackets
Località: Volpiano (TO)

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da webba2000 » 20/07/2007, 11:01

Il MANIFESTO della sabermetrica:

http://www.baseball1.com/bb-data/grabin" onclick="window.open(this.href);return false; ... festo.html

e questo l'insegnamento di James:

http://baseball1.com/bb-data/bbd-bj1.html" onclick="window.open(this.href);return false;

Ciao
Ultima modifica di webba2000 il 20/07/2007, 11:05, modificato 1 volta in totale.


"That's a clown question, bro."

Avatar utente
lephio
Senior
Senior
Messaggi: 1396
Iscritto il: 14/10/2005, 18:34
MLB Team: Minnesota Twins
Località: http://www.rookies.it
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da lephio » 23/07/2007, 2:17

Semplicemente indica la ricerca dell'esattezza assoluta e della verità.
Praticamente è una religione  :papa: :papa: :papa:



thierry14

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da thierry14 » 23/07/2007, 8:30

Ok, grazie mille! Sì, in effetti ho confuso i Dodgers con i Padres però poco conta. Alla fine per comprendere in pieno tutto dovrei avere una quantità di tempo che purtroppo ora non ho. E la cosa è resa ancora più difficile dal fatto che tutti i testi sono in inglese quindi ci vorrebbe anche più tempo perché si tratta comunque di linguaggio tecnico. Cercherò di approfondire poco per volta. Grazie comunque!



rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14586
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da rene144 » 23/07/2007, 11:35

lephio ha scritto: Praticamente è una religione  :papa: :papa: :papa:
no, è una scienza. Religione è affermare qualcosa senza dimostrarla, ma solo per questioni di fede. La sabermetrica se vogliamo è l'esatto contrario. Bisogna dimostrare tutto.



Avatar utente
lephio
Senior
Senior
Messaggi: 1396
Iscritto il: 14/10/2005, 18:34
MLB Team: Minnesota Twins
Località: http://www.rookies.it
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da lephio » 23/07/2007, 14:12

spetta che riquoto:
renè ha scritto:Semplicemente indica la ricerca dell'esattezza assoluta e della verità.
era solo una battuta..  :lol2:



rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14586
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da rene144 » 23/07/2007, 14:36

Io sono sempre sulla difensiva. Ma lo ammetto. Il problema è che l'ignoranza impera e c'è resistenza al nuovo, soprattutto dai giornalisti mainstream. Non a caso uno dei miei siti preferiti, se non il preferito in assoluto, è questo, in cui si trovano perle di assoluto valore e ignorantità. Splendido a dir poco.

...naturalmente di tifosi dei Red Sox, ma per amore del vero, finiscono spesso per difendere A-Rod, tanto per farvi capire.



Avatar utente
Ammasso
Rookie
Rookie
Messaggi: 791
Iscritto il: 26/05/2006, 17:36
Località: Trento

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da Ammasso » 23/07/2007, 14:54

rene144 ha scritto:questo[/url], in cui si trovano perle di assoluto valore e ignorantità
Raymond (Wichita, KS): Hey Joe, What is your take on the Roayls sucess since the middle of May? Do you see good signs in the way they have been playing?

Joe Morgan: Every team so far has had good streaks/bad streaks. (1) Every team has weaknesses. (2) It's gonna be an up-and-down (3) rollercoaster, (4) but I do see signs of them getting better, (5) and as long as Alex Gordon continues to get better, they will continue to build on that success (6).

I don't know what a man has to do to get fired from his job as a sports analyst. The question is about a specific team's improved performance over a specific period of time. The response is: every team has had good streaks/bad streaks, every team has weaknesses, it's an up and down rollercoaster, and finally the "answer that contains the question" magic of: they do show signs of getting better. This is terrible.

Bella risposta! Sono capace anch'io di fare l'analista sportivo così!  :lol2:


Immagine

kalle: "L'Enrico Toti del baseball"
Salva un gattino, non buntare. Buttala fuori. (rene144)
Si lavora e si fatica per la gloria e per il pennant (rene144)

Ange86
Senior
Senior
Messaggi: 2117
Iscritto il: 05/10/2005, 13:39
Località: Rivanazzano (Pv)

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da Ange86 » 02/08/2007, 15:25

Intanto Rene (o per meglio dire la sabermetrica) colpisce ancora. Dopo l'articolo in cui si prevedeva che Ordonez sarebbe calato cosa succede dopo l'ASG? Magglio in 21 partite post-ASG batte .269 con soli 3 doppi. Probabilmente ha finito il "momento d'ispirazione"  :fischia:


Immagine Immagine

rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14586
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da rene144 » 02/08/2007, 15:44

Ange86 ha scritto: Intanto Rene (o per meglio dire la sabermetrica) colpisce ancora. Dopo l'articolo in cui si prevedeva che Ordonez sarebbe calato cosa succede dopo l'ASG? Magglio in 21 partite post-ASG batte .269 con soli 3 doppi. Probabilmente ha finito il "momento d'ispirazione"  :fischia:
L'avevo già notato in parte in questo pezzo, ma poi è peggiorato ancora. Un paio di giorni fa:
Pre: .367/.446/.604
Post: .279/.342/.456
...come detto è peggiorato ancora. Ma sarà peggiorata la qualità del suo gioco?

Vediamo... prima dell'ASG batteva (cito dal mio articolo) 18,6% di LD e 41,9% di GB.
Ora?
Il 18,8% di LD (quindi ha battuto più linee, per aumentare la percentuale!) e 41,7% di GB. Ha battuto lo stesso numero di flyballs, ed ha trasformato qualche groundball in linea. Se non fosse stata fortuna, avrebbe dovuto tenere una media battuta uguale, se non migliore!
Invece la sua BABIP è scesa da un ridicolo (per uno con quella distribuzione di balls in play) .392 a .374. Normalizzazione, tutto qui :gazza: Giocando allo stesso modo rispetto a prima ha molta meno fortuna (in effetti il paradosso è che adesso è piuttosto sfortunato - ma le cose si compensano). Ribadisco che senza fortuna, sarebbe un hitter da circa .300-.310, che comunque non è da buttare. Quindi aspettatevi che da qui in avanti batta su quelle cifre (o meno, se la fortuna di inizio stagione continua ad essere compensata dalla sfortuna attuale).

Oppure non è più ispirato :fischia:



rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14586
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da rene144 » 02/08/2007, 16:40

Andiamo un po' a vedere tra quelli di cui ho parlato un mese fa siano migliorati e peggiorati... vediamo un po' chi ha ancora fortuna e chi no. Prima ancora di controllare? Secondo me quasi tutti si sono normalizzati o si stanno normalizzando proprio adesso. Comunque vediamo.
rene144 ha scritto: Altre previsioni veloci: caleranno Posada, Ordonez, Teahen e forse un po' anche Youkilis (dico forse, perchè comunque ha statistiche molto buone). Calerà nettamente anche Ortiz se non inizierà a battere HR... se dovesse iniziare invece potrebbe anche migliorare paradossalmente. Altri cali, più o meno netti: Beltre, Kotchman, J. Peralta, Matthews, Torii Hunter, forse Sammy Sosa, Robinson Cano ed Alex Rodriguez (gli ultimi 3, e Kotchman, in maniera più marginale che netta però).
Di Ordonez abbiamo già parlato. In fretta guardiamo gli altri... (per comodità per molti metto solo i dati post-ASG).
Posada sta battendo un pazzesco .417 dall'ASG senza aver migliorato le peripherals. Il crollo è solo rimandato, ma per ora è un'eccezione.
Teahen è passato da .282/.363/.402 a .270/.295/.378
Youkilis .203/.325/.348, ma in questo c'entra moltissimo anche la posizione in cui gioca, altrimenti la normalizzazione non sarebbe stata così violenta.
Ortiz va forte, ma avevo detto che dipendesse dagli HR: ne ha battuti 4 in 16 partite, dopo 14 in 81, quindi è tutto ok. La BABIP è scesa, ma si sta salvando coi fuoricampo. Tutto a posto qui.
Beltre .266/.348/.481 dall'ASG.
Kotchman è andato da .855 di OPS a .794.
Peralta è andato da .812 OPS a .771.
Matthews è andato benino dopo l'ASG, ma il post è di inizio luglio. Se prendiamo tutto luglio, abbiamo un atroce .247/.323/.435
Hunter .217/.277/.417 dall'ASG
Sosa .179/.273/.343 a luglio, ed hanno richiamato Botts per giocare al posto suo da qui in avanti
Cano è esploso, ma sono migliorate moltissimo le periferiche, quindi sta proprio giocando meglio. In un mese è passato da circa 14% di LD a 16,2%, a testimonianza del fatto che stia battendo linee su linee a luglio.
A-Rod .206/.361/.474 a luglio.

Di tutti questi, solo Cano e Posada costituiscono eccezioni. In realtà il solo Posada: Cano sta giocando meglio, quindi è logico che non peggiori, compensando alla normalizzazione con una qualità migliore. Posada invece ha rilevato il titolo di Ordonez in quanto giocatore più fortunato attualmente in MLB. Tutti gli altri sono tra quelli che appaiono come pesanti slump. Si tratta solo di normalizzazioni, più o meno violente.
Miglioreranno Lugo appunto, Kinsler quando tornerà dalla DL, Crosby, V. Wells, un po' anche Dye e Sexson, oltre a Kendall che potrebbe continuare a battere in maniera decente. Michael Young continuerà a spaccare la palla come a giugno (ha la LD% più alta in MLB, direi come sempre) e ad occhio e croce saliranno un po' anche Bartlett, Johjima e forse Inge.
Lugo .313/.377/.448 a luglio, per dire
Kinsler ha giocato solo 1 partita a luglio per infortunio
Crosby .231/.333/.333 post-ASG. Sembrano statistiche negative? Invece, tristemente per lui, costituiscono un miglioramento (netto, come OBP) rispetto alle statistiche generali. Ricordatevi che essere fortunati o sfortunati non significa essere forti o deboli. Se uno è debole ed è pure sfortunato, una riga del genere è comunque una normalizzazione...
Wells .276/.336/.495 a luglio ed è un sensibile miglioramento rispetto al .254/.311/.431 stagionale (che include peraltro anche luglio stesso!)
Dye .284/.354/.649 post-ASG. Ha giocato come nel 2006.
Sexson è peggiorato ancora. Per ora costituisce l'unica eccezione a questo gruppo.
Kendall .611 di OPS coi Cubs rispetto a .542 con gli A's. Fa comunque schifo, ma molto meno.
Young .366/.408/.465 dall'ASG per l'MLB leader in LD%. Non so quanto durerà, ma potrebbe persino continuare così...
Bartlett .282/.301/.380 post-ASG.
Johjima è un altro che è peggiorato.
Inge ha continuato sugli stessi livelli.

Per riassumere... le eccezioni finora sono: Sexson, Johjima e Posada. Inge in parte. Tutti gli altri (e ne ho citati molti) hanno seguito la normalizzazione già nel mese di luglio. Gli altri 3 presumibilmente lo faranno ad agosto o a settembre al più tardi (mi rifiuto di credere che continuino ad essere fortunati).
EDIT: quelli che miglioreranno come starting pitchers sono... Matsuzaka (ma le ultime partite l'hanno quasi rimesso in pari, quindi ormai il miglioramento è marginale), Beckett, Bonderman, Contreras, Jeff Weaver, Halladay, Loe e forse Bedard. Tutti gli SP dei Red Sox tranne Wakefield risultano (chi più chi meno) sfortunati!
Matsuzaka 3.62 ERA a luglio (3.33 dopo l'ASG addirittura, dopo 3.84 pre-ASG)
Beckett nonostante l'orribile ultima partita, 3.30 post-ASG (3.44 pre-ASG)
Bonderman a luglio ha lanciato come a giugno - male.
Contreras sta lanciando batting practice ormai. Le sue peripherals sono definitivamente crollate - non è più sfortunato, ma sta veramente facendo schifo. Cano al contrario.
Weaver 4.58 ERA a luglio (7.71 fino ad allora)
Halladay 3.38 ERA a luglio, e addirittura 2.48 post-ASG
Loe 5.23 ERA a luglio... ma era 6.02 fino ad allora quindi ha tirato giù un intero punto.
Bedard 2.21 a luglio, 1.38 post-ASG. Il possibile Cy Young del 2008 se continua così. Mostruoso a dir poco.

Anche qui un'eccezione: Bonderman. Contreras è genuinamente peggiorato. Gli altri? Tutti normalizzati.
Perchè ci sono sempre eccezioni? Perchè non ho poteri magici: non scrivo un articolo ed il giorno dopo si normalizzano. Alcuni continuano ad essere fortunati o sfortunati per un paio di settimane o mesi ancora... infatti come vedete alcuni hanno iniziato a normalizzarsi dall'inizio di luglio, altri hanno aspettato l'ASG. Altri ancora avranno aspettato agosto o settembre. Chi lo sa? La fortuna  ed il caso sono casuali appunto. L'importante è giocare bene, ed alla fine i frutti arriveranno.
Infine...
Quelli che peggioreranno sono Haren (ma non perchè lanci male, ma perchè non ha lanciato così bene), J. Santana, Kennedy, Gaudin, Lackey, Buehrle, Guthrie, Garland, Verlander, Andrew Miller, Trachsel e Wakefield, forse pure Carmona, ma forse. Pettitte era su questa lista, ma in pratica la sua terrificante ultima partita gli ha "messo a posto" l'ERA. Potrebbe peggiorare ancora, ma di poco.
Haren 4.10 di ERA a luglio... molto diversa da quella stellare in precedenza.
Santana 3.67 ERA post-ASG (2.75 pre-ASG)
Kennedy 7.84 ERA a luglio
Gaudin 6.44 ERA a luglio, 7.88 post-ASG
Lackey 3.81 post-ASG (2.91 pre)
Buehrle 3.14 post-ASG... 3.03 pre. Possiamo dire che il peggioramento di 0.11 non sia indicativo. Per ora sta continuando sui suoi numeri.
Guthrie 3.93 ERA a luglio (2.45 prima)
Garland 6.37 ERA a luglio
Verlander 4.50 ERA a luglio e 5.04 post-ASG addirittura
Miller 4.58 ERA post-ASG (3.31 prima)
Trachsel 8.10 ERA a luglio, anche se in sole due partite (ma non ha giocato abbastanza da giudicarlo)
Wakefield 5.52 ERA a luglio
Carmona è l'eccezione di questo gruppo (per un attimo ho pensato di riuscire a finire almeno un gruppo senza eccezioni :forza:) ed è migliorato notevolmente...
Pettitte 6.96 ERA a luglio

Tutto molto chiaro, no? Sono tonnellate di nomi, e le eccezioni si contano sulle dita di una mano. Potere della sabermetrica.
I rilievi è inutile guardarli adesso, perchè lanciano molto poco e quindi per dare un giudizio ideale dovremmo aspettare fine stagione a questo punto...



rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14586
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da rene144 » 13/08/2007, 2:42

Ok. La clutchness non esiste. Sono stati fatti numerosi studi a proposito e non è il caso di citarli. Detto questo, ho comunque pubblicato un pezzo a riguardo. E... si, ho citato anche i nomi più richiesti, ossia quelli di Jeter, Ortiz ed A-Rod :naughty:



joesox

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da joesox » 14/08/2007, 11:54

Esiste pero' la chokeness. Vero. Certi se la fanno sotto, e' umano.
Dopo aver seguito per tanti anni avendo some metro di riferimento l'AVG, anzi ricomincio...

Mi avvicino al baseball una notte, seeeeee, buia e tempestosa...ma che cazz....

all'inizio guardavo Clemens che lanciava, KKKKK, facile no...
Poi c'erano AVG, ERA, HR, RBI, SLG

sono arrivati gli slugger, le basi rubate, a Boston non rubavano mai, sempre ad aspettare la bomba, poi sempre senza deep starting pitching Clemens + Hurst, poi arrivo' Boddicker

ma era sempre quella AVG, ERA, SLG, OBP, E,
poi abbiamo capito che il rapporto SO-BB era importante sia per gli hitters che per i pitchers
W-L lo abbiamo capito che era un po casuale
ERA, poi e' arrivato il park factor.

ma da 4-5-6 anni a questa parte una valanga ZER, ZAR, ZUR, FRI, FRO, FRA, QUI, QUO, QUA
OPS, wow l'OPS che se arrivi a 1.000 sei un campione

datemi un paio d'anni, forse meno, forse piu', e mi aggrego anch'io
e' un po' come fare Analisi II

Pero' devo ammetterlo che ci sono molte cose vere.
Ho trovato un sito (NON VI DICO QUALE PER ADESSO, altrimenti che divertimneto c'e', ma non e' firejoemorgan.com, molto piu' bello e ci sono stat settimanali rivelatrici) dove prevedono crolli e normalizzazioni Ordones, Manny, ecc. Tutti quelli di Rene' ed anche altri. Hanno anche loro tutti i numeri.
ormia nessuno usa piu'

Manny .300-19-78, ma si dice 300/400/800
mi ricordo di Stev BYe bYe Balboni 200-20-22, batteva solo "solo-HR", un mito, avrebbe fatto impazzire anche VBill James - gli uomini in base lo infastidivano continuando a muoversi, lui voleva il campo libero - free scena

---

In 2003 worked as bench coach for Ken Macha with the A's last season, absorbing much of Oakland's statistics-based approach to the game. "Some of the things I believed and maybe used in layman's terms got explained to me a little bit better," Francona said of his Oakland experience. "Some people taught me how to make it more applicable, and for that I'm grateful."
Francona presented himself to reporters after a six-hour interview on Yawkey Way as a players' manager, a la Little, who also has a keen appreciation for the power of statistical analysis in preparing for games and managing them.
Tito ha poi allenato nel 2004. Ha usato la sabermetrica dal primo giorno?
Non la ha mai usata?
Ed in 4 anni non glielo hanno ancora detto?
Allora Theo e’ da cacciare a calci nel sedere.
Lo lasciano fare?
E invece…

cito il bellissimo articolo di Rene'

Tutte le squadre e tutti i giocatori hanno momenti, strisce ed eventi fortunati e sfortunati. Non c’è magia, non c’è caso, non c’è niente, ma è semplice baseball.

Nel baseball tutto è motivato.


Il baseball: metafora della vita?

aaaaaaand there she goes...deeeeeeeeeep into the Boston night
The Sox Win The Sox Win The Sox Win



Rispondi