Statistiche sabermetriche

Il Punto d'incontro dei Fans MLB di Play.it USA
Rispondi
Ange86
Senior
Senior
Messaggi: 2076
Iscritto il: 05/10/2005, 13:39
Località: Rivanazzano (Pv)

Statistiche sabermetriche

Messaggio da Ange86 » 29/05/2007, 16:20

Guardando questo sito ho visto che sono disponibili gratuitamente alcune statistiche sabermetriche. Volevo chiedere ai più esperti in materia come si fa a comprendere il rendimento di un giocatore da queste statistiche. Ad esempio quali sono le statistiche che fanno dire che un battitore o un lanciatore ha avuto “sfortuna” ?


Immagine Immagine

rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14586
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da rene144 » 29/05/2007, 22:43

Quel sito è THT, una delle bibbe sabermetriche in circolazione. Le statistiche difensive nelle analisi da me fatte le ho prese da lì.

E' un discorso particolarmente complesso quello da te proposto.

Per i lanciatori, il modo più semplice e diretto (magari approfondiamo in un altro momento) per vedere il rendimento è guardare al differenziale FIP-ERA. Quelli col differenziale positivo più alto sono genericamente stati graziati dalla fortuna, quelli in negativo hanno avuto sfortuna. Ma possono esserci delle eccezioni, è chiaro. Questa è solo la punta dell'iceberg.
Altra possibilità è guardare la BIPA, o BABIP contraria.

Per gli hitters, un metodo è guardare la BABIP. Se è troppo elevata, calerà, e se è troppo bassa salirà. Tende a convergere verso la media generale di .298 o verso la teorica media personale, ma alcuni giocatori (Michael Young, Derek Jeter sono due esempi classici) riescono a stare sopra (ma comunque non troppo oltre .350) grazie al fatto che siano autentiche macchine di line drives. Alcuni studi hanno dimostrato che a lungo termine la BABIP debba essere equivalente a .120 punti più la LD%. Quindi, per intenderci, chi batte il 20% di LD dovrebbe avere una BABIP ideale di .320 circa. Chi batte il 25% di LD può arrivare a .370, ecc ecc. I migliori in line drives, a lungo termine, arrivano a 23-24% con saltuarie punte poco oltre.

Sono stime e sono discorsi superficiali. Un'analisi di questo tipo naturalmente dovrebbe essere molto capillare, però sono contento che si possa ipotizzare. Max sicuramente avrà molto da aggiungere, ed anche io l'avrei ma ora non ho troppo tempo :gogogo:
Ultima modifica di rene144 il 29/05/2007, 22:47, modificato 1 volta in totale.



Gnomoboleto
Newbie
Newbie
Messaggi: 6
Iscritto il: 09/02/2007, 15:20
Località: Un campo di pannocchie

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da Gnomoboleto » 29/05/2007, 23:30

prima di tutto...che vuol dire sabermetriche?


Il Chiusore che è in noi

Peyton_Manning18
Pro
Pro
Messaggi: 4892
Iscritto il: 12/05/2006, 22:24
MLB Team: New York Yankees
NFL Team: Indianapolis Colts
NBA Team: Miami Heat
NHL Team: Washington Capitals
Località: Verona

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da Peyton_Manning18 » 29/05/2007, 23:34

Gnomoboleto ha scritto: prima di tutto...che vuol dire sabermetriche?
Non vorrei dire una cavolata, ma è una disciplina della statistica applicata al baseball. Cioè prevedere il comportamento di un giocatore in funzione dei suoi numeri...

Renè, aiuto...


“Orgoglioso di non essere uno di loro" - Paolo Maldini #3
Non sono folle, è che l’impresa è l’impresa - Marco Pantani
#chuckstrong

Gio
Senior
Senior
Messaggi: 1983
Iscritto il: 01/11/2004, 21:20
Località: Utah

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da Gio » 29/05/2007, 23:46

Peyton_Manning18 ha scritto: Non vorrei dire una cavolata, ma è una disciplina della statistica applicata al baseball. Cioè prevedere il comportamento di un giocatore in funzione dei suoi numeri...

Renè, aiuto...
Piuttosto il contrario. La Sabermetrics non e` proprio una disciplina della statistica (intesa come scienza), ma l'utilizio di calcoli satistici per avere una valutazione "piu obbiettiva" di un giocatore, di baseball.

Il termine deriva da SABR, che sta per "Society for American Baseball Research", ed e` stato coniato da Bill James.

Gio



Peyton_Manning18
Pro
Pro
Messaggi: 4892
Iscritto il: 12/05/2006, 22:24
MLB Team: New York Yankees
NFL Team: Indianapolis Colts
NBA Team: Miami Heat
NHL Team: Washington Capitals
Località: Verona

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da Peyton_Manning18 » 29/05/2007, 23:55

Gio ha scritto: Piuttosto il contrario. La Sabermetrics non e` proprio una disciplina della statistica (intesa come scienza), ma l'utilizio di calcoli satistici per avere una valutazione "piu obbiettiva" di un giocatore, di baseball.

Il termine deriva da SABR, che sta per "Society for American Baseball Research", ed e` stato coniato da Bill James.

Gio
Diciamo che mi sono spiegato male...  :notworthy:


“Orgoglioso di non essere uno di loro" - Paolo Maldini #3
Non sono folle, è che l’impresa è l’impresa - Marco Pantani
#chuckstrong

Gio
Senior
Senior
Messaggi: 1983
Iscritto il: 01/11/2004, 21:20
Località: Utah

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da Gio » 30/05/2007, 0:08

Peyton_Manning18 ha scritto: Diciamo che mi sono spiegato male...  :notworthy:
... Il senso era quello.


Gio

P.S. Aspettiamo per vedere se mi sono spiegato male anche io.



rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14586
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da rene144 » 30/05/2007, 2:42

La sabermetrica negli ultimi anni è diventata un'autentica scienza. Detto questo, è una traduzione arbitraria (ma direi affidabile) del termine "sabermetrics". Gio ha detto tutto giusto in ogni caso. Volevo proprio spaccare il capello, la definizione esatta è: "l'analisi del gioco del baseball attraverso l'oggettività dei fatti". In poche parole, un'analisi basata sulla velocità dei lanci è un'analisi sabermetrica.
Naturalmente i fatti sono i numeri. I numeri vengono studiati attraverso la statistica, quindi Gio ha perfettamente ragione.
Basta cercare "sabermetrics" su google per saperne di più. Da Wikipedia:
Bill James defined sabermetrics as "the search for objective knowledge about baseball." Thus, sabermetrics attempts to answer objective questions about baseball, such as "which player on the Red Sox contributed the most to the team's offense?" or "How many home runs will Ken Griffey, Jr. hit next year?" It cannot deal with the subjective judgments which are also important to the game, such as "Who is your favorite player?"
Spero sia chiara la definizione dunque. In pratica possiamo anche definire sabermetrica l'analisi della difesa di un giocatore attraverso numeri, parametri e considerazioni oggettive, rispetto semplicemente a dire "Tizio è forte perchè mi sembra davvero bravo", che, al contrario, è quanto di più soggettivo esista.



rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14586
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da rene144 » 30/05/2007, 3:46

Ange86 ha scritto: Ad esempio quali sono le statistiche che fanno dire che un battitore o un lanciatore ha avuto “sfortuna” ?
Ho un attimo di tempo. Andiamo a fare un paio di esempi. Prima però:
- Il 97% di popups sugli interni diventa un out.
- Il 72% di groundballs è un out.
- Il 75% di flyballs sugli esterni è un out.
- Il 25% di line drives è un out.

Stabilito questo, cosa si capisce? Un hitter vuole battere solo line drives, ovvio. Ma non è così facile. L'anno scorso Freddy Sanchez fu il leader con 27,5% in MLB, e vinse anche il batting title, direi ovviamente. Joe Mauer fu quarto assoluto (dietro Loretta e Kennedy) con 24,9% immediatamente davanti a Michael Young. Se uno batte tante linee, allora la sua media battuta dovrà alzarsi. Ad aprile uno dei miei hitters preferiti, Dustin Pedroia, stava battendo il 20% di LD ma aveva una BABIP (media battuta sulla palle mese in gioco, quindi escludendo HR e K dalla BA) di .190, con la media battuta che ne soffriva come conseguenza. Non era in uno slump, ma le sue linee trovavano i difensori. Era sfortuna. Ora si è messa a posto quella sfortuna, le linee cadono e la sua BA è schizzata come impazzita. Andiamo a fare una sorta di predizione della BA di Pedroia guardando le sue statistiche aggiornate a ieri sera.
Pedroia ha avuto 114 AB, con 8 K e 2 HR. Quindi ha messo 104 palle in gioco. La suddivisione:
- 20 LD
- 38 GB
- 4 Popups (IFF, infield flies)
- 42 FB
Facendo il calcolo normale, avrebbe dovuto battere le seguenti valide: 15 LD, 9 GB, 10/11 FB (la cifra esatta è 10,5), 0 IFF. Sommando, vediamo che avrebbe dovuto battere 34/35 valide su 104 AB, che salgono a 36/37 rimettendo gli HR per una BABIP di .327/.337 (dipende sempre da quella flyball extra) ed una BA di .316/.325
Come si vede, la fortuna si sta mettendo in pari con Pedroia (molte sue groundballs hanno iniziato a trovare buchi ad esempio), ma ha ancora un minimo di credito. In ogni caso finora è stato più che superlativo e le sue statistiche sono state bugiarde per un bel po'.
Come può alzare la propria media battuta un hitter? Intanto evitando gli strikeouts (mettere la palla in gioco concede sempre la possibilità che trovi un buco, e tutto sommato GB e FB hanno 1/4 di possibilità di diventare valide) e cercando di battere tante linee. Chiaramente c'è un limite alle linee, e quindi l'altro modo è battere fuoricampo. Ryan Howard è stato il primo della storia con più di 150 K e più di .300 di BA nel 2006 grazie ai suoi 58 HR, che non possono essere presi dai difensori.

Cosa devono fare i pitchers allora per disinnescare gli hitters? Fare tanti strikeouts e tenere le palle per terra (o ottenere popups), visto che le groundballs non diventano HR. Aggiungerei che le groundballs, anche se hanno poche chances in più rispetto alle flyballs di diventare valide, permettono tanti DP. Infatti Wang non concede meno corridori di altri buoni lanciatori, ma riesce a sopravvivere al numero ridicolo di K grazie alle groundballs, che al massimo si trasformano in singoli (le flyballs invece se non vengono prese possono diventare XBH facilmente) e raramente in doppi, e che spesso gli danno dei doppi giochi. E questo nonostante la pessima difesa dietro di sè.

Per verificare la qualità di un pitcher, Tom Tango (noto sabermetrico col nickname di Tangotiger) ha creato la FIP (Fielding Independent Performance). I pitchers non possono controllare la BABIP avversaria. Se gli avversari mettono la palla in gioco, diventa affare della fortuna e della difesa, ma non certo loro. I pitchers possono solo controllare la zona, e sono responsabili principalmente di K, HR e BB concesse. La FIP non vuole essere la "vera" ERA di un pitcher (anche se molti la intendono come tale, visto che funziona su una scala analoga), ma vuole solo essere indicativa di come un lanciatore abbia giocato. Più è bassa la FIP e meglio un pitcher ha giocato, per intenderci. In anni recenti, Ron Shandler ha dimostrato che per la maggior parte dei lanciatori gli HR si riducono ad una percentuale (vicina all'11%) delle outfield flyballs concesse, per la carriera però (non per gli anni individuali). Quando leggete la statistica "xFIP" si riferisce proprio a questo, perchè normalizza anche il numero di fuoricampo (a proposito, 1,4 punti di media sono segnati per ogni HR). Non funziona per i singoli anni però, quindi è più indicativa la FIP. Sempre parlando di Wang, concede pochi HR perchè concede poche flyballs... chi concede molte flyballs e pochi HR è fortunato (Jered Weaver nelle sue primissime partite in MLB) e prima o poi tutto si normalizza.
Tornando al nostro discorso, possiamo dire che quei pitchers che hanno un grosso differenziale tra FIP ed ERA sono ai limiti dello spettro di fortuna e sfortuna. Per gli hitters, se parliamo della BA, dobbiamo principalmente guardare a LD% e K. Andiamo a vedere comunque i pitchers più fortunati e sfortunati quest'anno:
Poco sorprendentemente troviamo gente che fa pochi K e concede molte BB o una LD% molto alta. Il leader è Steve Trachsel con FIP di 5.10 ed ERA di 3.39 per un differenziale clamoroso di 1.79. Trachsel concede 2 volte le BB rispetto ai K. Gli altri tra i primi 5:
Fausto Carmona 1.66
Tom Glavine 1.63
Joe Kennedy 1.63
Mike Maroth 1.61
Tra i primi ci sono anche lanciatori buonissimi, ma che stanno facendo veramente TROPPO bene. Ad esempio Haren è sesto con 1.61, ma non significa che stia facendo male, semplicemente che 1.70 ERA sia irreale (lo sarebbe per chiunque). Quasi sempre si normalizza l'ERA tendendo alla FIP fino a che non c'è un differenziale inferiore a 0.30 circa. Quelli che riescono a "fuggire" la regola per un anno intero, hanno una regressione l'anno successivo (vedere Wang, con -0,33 di ERA che bilancia 0,34 dell'anno scorso). Wakefield ha una FIP di 4.56 e le ultime partite di "normalizzazione" sono state bruttine. Ci sono altri ottimi lanciatori che stanno facendo bene, ma "troppo" bene, come Morris (8°), Marquis (9°), Oliver Perez (11°) o Pettitte (12°). Poi c'è il caso delle sciagure che in realtà sono pure fortunate. Ohka ha 5.30 ERA, ma 6.09 di FIP! Matt Cain è un altro che si è normalizzato.
Fa impressione Jake Peavy, visto che la sua ERA di 1.47 è "vera" dato che la sua FIP è di 1.84. Se continua così, può tranquillamente finire con un'ERA che farebbe invidia alla maggior parte dei closers.
Quelli più "normali"? Josh Beckett, con -0,07 (e secondo me dopo stasera, gli scenderà ancora la FIP, indicando un miglioramento futuro), Willis con -0,06 (4.80 di ERA veritiera), Ervin Santana con -0,05 (6 di ERA!), Curt Schilling con -0,02 (3.68 ERA), Sabathia 0,06 (3.54 ERA) e Zito 0,13 (4.70 ERA). Questi sono solo alcuni dei giocatori il cui risultato ha largamente rispecchiato la performance. Il problema degli avversari dei Sox è che Beckett e Schilling stiano giocando esattamente così, Wakefield "troppo bene" e Matsuzaka....... vedremo tra pochissimo.
Chi è il più sfortunato in assoluto? Jae Seo dei Devil Rays. Ha un'ERA di 8.10, ma una FIP di "solo" 5.87. Quindi migliorerà e può persino tornare sotto 6! Forza Jae! Gli altri della top5:
Dave Bush -2.08 (6.13 ERA, 4.05 FIP, tanti K e poche BB)
Anthony Reyes -1,76 (6.08 ERA, come Bush)
Kameron Loe -1,72 (6.17 ERA)
Adam Wainwright -1,51 (5.59 ERA)
Altri famosi tra i leader: Roy Halladay -1,20 (FIP da 3.17, quindi eccellente), Maddux -1,09 (FIP 3.11), Matsuzaka -0,70 (FIP 3.73), Bedard -0,57, Bonderman -0,42, Wang -0,33.

Parliamo velocemente di hitters. Ci sono molti giocatori la cui performance crollerà. BJ Upton fino a qualche settimana fa vedeva il 60% delle palle che metteva in gioco diventare una valida. Impossibile, ed infatti sta crollando in maniera indegna, e continuerà. Guardando la BABIP dei giocatori, questi sono i leader (fra parentesi la LD%):
- BJ Upton .454 (16,5%)
- Derrek Lee .423 (25,7%)
- Posada .413 (21,1%)
- Holliday .390 (19%)
- Jeter .383 (19,7%)

Brutte notizie per gli Yankees. I primi 3 crolleranno. Lee rimarrà molto in alto grazie al numero pauroso di linee che batte, ma comunque dovrà normalizzarsi. Gli altri due invece andranno in una picchiata violenta. Upton precipiterà, anche perchè non può continuare a battere fuoricampo ogni 5 flyballs.
Holliday e Jeter caleranno, ma non troppo. Jeter batte tantissime groundballs, quindi riesce a rifarsi lì. Non per niente l'anno scorso è stato il leader MLB in BABIP con .395, ma l'anno scorso batteva il 22,3% di LD.
Teniamo presente che le mie "sentenze" non sono definitive. Jeter potrà migliorare come BABIP, ma appunto dovrà migliorare la LD%. SE questi giocatori continuano a giocare così, allora peggioreranno. Fanno sempre in tempo a migliorare. I primi 3 no, loro caleranno comunque, perchè sono irreali. L'unico dal 2004 in poi che abbia superato .400 è stato Ichiro nel 2004 (.401), ma lui l'ha fatto battendo una MAREA di groundballs che trasformava in infield singles. Non mi sembra che Posada, Upton e Lee abbiano la velocità di Ichiro.....
Aspettatevi cali violenti (se continuano a giocare così) nella BA di:
- Hanley Ramirez (18,1 LD%)
- Magglio Ordonez (17,1)
- Carl Crawford (13,3 ma qui c'è nuovamente il fattore infield singles)
- Randy Winn (17,9%)
Calerà, ma lievemente, Kevin Youkilis. E' una macchina di line drives (poco meno di 25% l'anno scorso e 21,8 quest'anno). Altri cali, alcuni lievi, altri meno: Hunter, Ortiz, Guerrero, Swisher, Shawn Green e Matthews. I seguenti miglioreranno: Freddy Sanchez, LoDuca, Tulowitzki, Kendall, Kinsler, Alex Gordon (22% di LD ma solo .244 di BABIP), Inge, Ellis, Bartlett, Nady, Michael Young, Damon, McCann, Johjima, Rollins e un po' anche Delmon Young.
Pedroia, Kendall ed Alex Gordon formavano il trio di supersfigati della stagione. Pedroia si sta rimettendo in pari e per i pitchers avversari è una visione dolorosa. Presumibilmente presto accadrà anche per Kendall e Gordon, che battono tantissime linee ma hanno una BABIP ridicola.
Tra quelli che dovrebbero peggiorare vorrei citare velocemente Jhonny Peralta, Jose Cruz, Kotchman e forse un po' pure Blake.
Robinson Cano è un caso interessante. Non è stato sfortunato, ma ha proprio giocato malissimo. L'anno scorso ha battuto il 19,9% di LD, tante groundballs ed un numero relativamente alto anche di HR rispetto alle flyballs battute. Quest'anno sta battendo il 14,1% di LD, batte più groundballs ancora ed ha una HR/FB più bassa, ed ha raddoppiato il numero di K. In poche parole, mette la metà delle palle in gioco. Quelle che mette in gioco sono più deboli (meno LD), più per terra e quelle che manda per aria (che, come detto, sono di meno) sono meno forti visto che ha abbassato la sua media fuoricampo per flyball.
Può migliorare, ma deve appunto migliorare. Lui non può contare su alcuna normalizzazione, ma deve solo mettersi a giocare meglio per migliorare le statistiche. Ci sono invece tanti giocatori che devono semplicemente andare avanti così e tutti i pezzi del puzzle si comporranno da soli. Peralta e Kotchman non peggioreranno probabilmente perchè miglioreranno come qualità del gioco, ma finora sono andati DAVVERO male... anche peggio di quanto sembri nel caso di Cano.
Facendo il calcolo di Pedroia per Cano: ha messo in campo 146 palle, di cui 20 linee (come Pedroia in 40 palle in gioco in più...), 79 groundballs, 46 flyballs e 1 popup (solo 1!). Avrebbe dovuto battere valido con 15 linee, 20 groundballs, 13 flyballs per 48 valide, più i 2 HR battuti, approssimativamente. In poche parole, è in credito di "sole" 3 valide rispetto alla realtà (BA "reale" di .270 prima di stasera). Tre valide si trovano e perdono ovunque e lui sta giocando in maniera inguardabile....... Peraltro per adesso si salva statisticamente grazie alla ridicola percentuale di popups, non in linea con la sua carriera. Deve migliorare in altri aspetti preservando questo.......

Vabbè, questo è tutto per adesso........
Ultima modifica di rene144 il 30/05/2007, 4:23, modificato 1 volta in totale.



MAX
Rookie
Rookie
Messaggi: 152
Iscritto il: 24/09/2003, 16:46
Località: Bologna
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da MAX » 30/05/2007, 9:25

rene144 ha scritto: Per verificare la qualità di un pitcher, Tom Tango (noto sabermetrico col nickname di Tangotiger) ha creato la FIP (Fielding Independent Performance).
Darei il giusto credito a Voros McCracken, che con le sue DIPS è stato colui che ha creato la rivoluzione.
In ogni caso, spero che questo topic riceva attenzione: il baseball "pensato" e "ragionato" è molto affascinante.
Mi permetto un po' di autopubblicità... sugli argomenti pitcher, batted-ball-type, FIP, scrissi questo articolo al termine del 2006, con uno sguardo alla nuova stagione che ora è in piena corsa.



Ange86
Senior
Senior
Messaggi: 2076
Iscritto il: 05/10/2005, 13:39
Località: Rivanazzano (Pv)

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da Ange86 » 30/05/2007, 9:37

Rene  :notworthy: sei stato chiarissimo.
MAX ha scritto: In ogni caso, spero che questo topic riceva attenzione: il baseball "pensato" e "ragionato" è molto affascinante.
Sicuramente il baseball visto da questo punto di vista è molto affascinante ed è forse uno degli sport che si presta meglio ad essere analizzato in un modo cosi statistico.


Immagine Immagine

Avatar utente
lephio
Senior
Senior
Messaggi: 1396
Iscritto il: 14/10/2005, 18:34
MLB Team: Minnesota Twins
Località: http://www.rookies.it
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da lephio » 30/05/2007, 11:09

e io faccio pubblicità a Max.. leggetevi l'articolo "faccia da pitcher" (non ho il link).. è meraviglioso!



Ange86
Senior
Senior
Messaggi: 2076
Iscritto il: 05/10/2005, 13:39
Località: Rivanazzano (Pv)

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da Ange86 » 30/05/2007, 11:38

lephio ha scritto: e io faccio pubblicità a Max.. leggetevi l'articolo "faccia da pitcher" (non ho il link).. è meraviglioso!
Guarda che l'ha già fatto  :fischia:
MAX ha scritto: Mi permetto un po' di autopubblicità... sugli argomenti pitcher, batted-ball-type, FIP, scrissi questo articolo al termine del 2006, con uno sguardo alla nuova stagione che ora è in piena corsa.


Immagine Immagine

Avatar utente
lephio
Senior
Senior
Messaggi: 1396
Iscritto il: 14/10/2005, 18:34
MLB Team: Minnesota Twins
Località: http://www.rookies.it
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da lephio » 30/05/2007, 13:11

ange sei spietato! hai sparato sulla croce rossa!  :lmao:



rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14586
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: Statistiche sabermetriche

Messaggio da rene144 » 31/05/2007, 0:56

MAX ha scritto: Darei il giusto credito a Voros McCracken, che con le sue DIPS è stato colui che ha creato la rivoluzione.
In ogni caso, spero che questo topic riceva attenzione: il baseball "pensato" e "ragionato" è molto affascinante.
Mi permetto un po' di autopubblicità... sugli argomenti pitcher, batted-ball-type, FIP, scrissi questo articolo al termine del 2006, con uno sguardo alla nuova stagione che ora è in piena corsa.
Concordo su ogni parola.
Sicuramente in questo topic salteranno fuori i nomi più autorevoli, da Bill James a Davenport, però chiaramente volevo soltanto aprire l'argomento... In ogni caso vorrei chiarire di essere stato abbastanza superficiale. Nel senso che, per esempio, non sempre una bassa LD% è negativa. Gente come Crawford, Castillo o Ichiro può sopravvivere con gli infield singles battendo tonnellate di groundballs.
In definitiva però ogni cosa deve avere una spiegazione logica ed è questo il cuore della sabermetrica. Un David Ortiz non potrebbe mai avere una media battuta alta battendo poche linee, pochi HR e prendendo molti K ad esempio. Se lo fa, è fortunato e la BA calerà, per intenderci.

Come detto, la sabermetrica valuta tutto da un punto di vista oggettivo.

Spero sinceramente che molti si interessino. Non so se sopravviverò al prossimo Gold Glove di Jeter o al prossimo che dirà che Upton sia "finalmente" arrivato a mostrare le sue "vere" qualità battendo come ad aprile (senza guardare le sue peripherals oscene), o al prossimo che dirà che Pedroia sia un bidone perchè batte .190 (senza guardare le sue ottime peripherals), cose che mi è capitato di leggere in giro per il web. Adesso naturalmente quelle persone non hanno molto più da dire, ed a fine stagione quando Upton sarà sceso a .280-.300 come BA (nella migliore delle ipotesi) e Pedroia gli sarà sopra, non so come giustificheranno il proprio pensiero.
I sabermetrici sapevano la verità già a fine aprile, ma non perchè siano in grado di vedere il futuro, ma semplicemente perchè sanno leggere i numeri. Non si può pretendere che un giocatore batta valido, ma si può pretendere che batta una linea. Se lo fa, basta... se gliela prendono, non ha colpe e si rifarà in futuro. Pedroia e Upton erano i casi limite di inizio stagione, e siccome uno dei principi della sabermetrica è che la fortuna a lungo termine si normalizzi, tutto sta tornando normale.......



Rispondi