Profondo Baseball

Il Punto d'incontro dei Fans MLB di Play.it USA
Avatar utente
Ender Wiggin
Senior
Senior
Messaggi: 2528
Iscritto il: 25/03/2013, 16:44
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
208
368

Re: Profondo Baseball

Messaggio da Ender Wiggin » 15/10/2015, 11:16

The Goods ha scritto:Il baseball ha ragioni che la ragione non conosce.

:notworthy: :notworthy: :notworthy: :notworthy: :notworthy: :notworthy: :notworthy: :notworthy: :notworthy:


Non so se sia il topic dell'università o della scienza. Ma certo non quello dell'ignoranza.
(joesox)

Avatar utente
lephio
Senior
Senior
Messaggi: 1396
Iscritto il: 14/10/2005, 18:34
MLB Team: Minnesota Twins
Località: http://www.rookies.it
7
6
Contatta:

Re: Profondo Baseball

Messaggio da lephio » 16/10/2015, 9:52

per chi non conoscesse le storie delle franchigie in lizza per l'anello: http://m.mlb.com/news/article/154457076 ... -this-fall



Avatar utente
joesox
Moderator
Moderator
Messaggi: 13377
Iscritto il: 04/11/2008, 9:10
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: Boston Celtics
NHL Team: Boston Bruins
2021
1386

Re: Profondo Baseball

Messaggio da joesox » 13/04/2016, 2:48

Il baseball è sempre all'avanguardia.

Come nascono le leggi di una società o allo stesso modo le regole di uno sport?
Succede qualcosa di brutto a qualcuno di buono, a qualcuno che è amato.
Si sente allora il dovere di intervenire a riportare un senso di giustizia, di correttezza.
E allora si scrive qualche riga che impedisca che la cosa succeda nuovamente e che ne punisca l'autore.

Le regole devono essere chiare: la pressione dei palloni da football nella NFL - prima della partita - deve essere compresa fra 12.5 e 13.5 psi.
Se poi fa freddo ci si mette la maglia di lana, ignoranti!

Caino uccide Abele e così nasce l'omicidio e la pena di morte (un po' dopo). E, naturalmente, poiché gli omicidi non sono tutti uguali, nascono gli omicidi di primo grado, di secondo grado, colposo, preterintenzionale, volontario, etc.

Scott Cousins infortuna gravemente Buster Posey con una scivolata e nasce la regola del “blocking the plate”.
Giusto, chiaro.

Scontro in seconda base. Il cattivo, Chase Utley, va in scivolata dura e rompe Ruben Tejada. Infortunio grave. Il baseball interviene e si scrive una regola, la 6.01 (j) che include:
la BONA FIDE SLIDE ed il NEIGHBOURHOOD PLAY.

Vada per il neighbourhood play che tutti più o meno consociamo (in pratica è una versione complessa della ghega alta) e che non è specificatamente citato nella regola ma cosa dire della “bona fide slide”?


La Bona Fide Slide.

Un’espressione formata da due parole latine ed una parola inglese.
Anzi slide, in questo caso, è una parola strettamente americana.
Un ossimoro unico nella letteratura mondiale.

Mah, e poi, da quando il seconda base parla latino?
Prova a dire ad Utley ablativo, secondo me ti tira un pugno.
Comunque che cos’è una bona fide slide?
Abbiamo detto ai ragazzini di quinta: scrivete alcune frasi con l'espressione "bona fide slide".
Ci hanno guardato perplessi.

“Oggi ho visto una bona fide slide passeggiare lungo Boylston Street.”
“Domenica in chiesa abbiamo cantato la bona fide slide.”
“Ci hanno preparato una bona fide slide al pomodoro.”

Magari l'interbase sarà un latino americano, ma da qui a capire il latino?

Ed invece il baseball, stupendo, profondo, oltre all’ennesimo HR di Big Papi, ci ha regalato la bona fide slide.
Magnifico, anzi magnifica.


Our liberty depends on the freedom of the press, and that cannot be limited without being lost (Jefferson)

We did it, we dit it, Joe

Walking around with a 1865 Confederate flag is ok, but we must forget what happened on Jan 6, 2021

In Ga. it's illegal to give water to people in line to vote
 

Avatar utente
joesox
Moderator
Moderator
Messaggi: 13377
Iscritto il: 04/11/2008, 9:10
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: Boston Celtics
NHL Team: Boston Bruins
2021
1386

Re: Profondo Baseball

Messaggio da joesox » 04/10/2016, 19:44

Immagine

Non metto tutti i limk, ma questo e questo sono due "pezzi" commoventi.

Un gentiluomo, prima di tutto.
Un pezzo di storia del baseball.
Un capitolo intero di storia.

Guardare i Sox è una fatica immane.
Le partite cominciano all'una di notte.
Finiscono alle quattro, quando va bene.
Ma più di qualche notte, dopo l'ultimo out della partita dei Sox, "mettevo sui" Dodgers.

Tardissimo ormai, ero stanchissimo.
Ma volevo provare quell'emozione che veniva dalla West Coast.
Quella connessione tra East e West.
Unica nello sport americano.
Per provare quella sensazione.
Per ascoltare per dieci, quindici, trenta minuti la voce di Vin Scully e sprofondare nel sonno.
Voce che avrebbe appianato la delusione di una sconfitta o rallentato il battito eccitato di una vittoria.

Crediamo che le vittorie e le sconfitte ci definiscano, ma è il racconto che ci definisce.
Vin Scully, un aedo moderno, che ci ha accompagnato da sempre.
Da Brooklyn a LA.
Da ovunque al Dodger Stadium.
Un pittore. Un poeta. Un artista.
Non so davvero come definirlo.
Nessuna parola è sufficiente.

Grazie di tutte le tue parole, Vin.


Our liberty depends on the freedom of the press, and that cannot be limited without being lost (Jefferson)

We did it, we dit it, Joe

Walking around with a 1865 Confederate flag is ok, but we must forget what happened on Jan 6, 2021

In Ga. it's illegal to give water to people in line to vote
 

Avatar utente
shilton
Administrator
Administrator
Messaggi: 15772
Iscritto il: 23/02/2007, 23:49
MLB Team: Kansas City Royals
NFL Team: Green Bay Packers
Località: Sondrio, valle di Lacrime
9
1222

Re: Profondo Baseball

Messaggio da shilton » 04/10/2016, 20:05

Grande Joe.
Sentire Vin Sully, la sua cronaca pulita e senza fronzoli mi rilassava.
Mi mancherà, penso sarà così per tutti gli appassionati di questo meraviglioso sport.

Si merita che i Dodgers portino a casa l'anello, anche in suo onore.


Immagine

Avatar utente
joesox
Moderator
Moderator
Messaggi: 13377
Iscritto il: 04/11/2008, 9:10
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: Boston Celtics
NHL Team: Boston Bruins
2021
1386

Re: Profondo Baseball

Messaggio da joesox » 15/09/2017, 18:05

Ci piace riscrivere la storia, soprattutto a Trump.
Comunque qualcuno ha scritto che gli Indians hanno stabilito il nuovo record di vittorie consecutive della MLB. Non è corretto. Il record appartiene ai New York Giants del 1916 che ne vinsero 26 in fila.
Gli Indians hanno invece preso possesso del record dell’American League con 21 vittorie ed ora lo hanno esteso con 22 vittorie consecutive.

I Giants del 1916 del leggendario manager John McGraw (che li guidò dal 1902 al 1932) giocarono una stagione stranissima. Iniziarono 2-13, poi ne vinsero 17 consecutive ritrovandosi 19-13. Poi andarono 40-49. Erano una squadra in ricostruzione, ben lontana da quella mitica del 1912 (Chris Mathewson, Rube Marquard, Chief Bender…) che perse le più belle World Series di tutti i tempi contro i Boston Red Sox.
Dal 20 al 22 agosto toccarono il fondo riuscendo, unica volta nella storia della franchigia, a non segnare alcun punto in un’intera serie di tre partite, contro i Cardinals; serie che capitò durante una trasferta infinita di 22 partite. Finalmente il 5 settembre ritornarono a New York.

E dal 7 al 30 settembre ne vinsero 26 consecutive, concedendo solo 33 punti (!) e giocando sempre (!) in casa. Il 30 del mese erano 85-62 dopo la prima partita di un doubleheader. Poi persero la seconda ed in totale quattro delle ultime cinque. Finirono 86-66, giocando le ultime quattro partite della stagione a Brooklyn. In pratica dal 5 settembre a 5 ottobre non si erano mai mossi da New York.
Nella striscia registrarono ben dieci shutout e fecero la sweep di sette doubleheader. Caddero all’ottavo. Pazzesco.
Ad inizio striscia erano quarti nella NL, furono sempre quarti durante la striscia e finirono la stagione quarti. Erano arrivati ottavi (ultimi) nel 1915, mentre vinsero la NL nel 1917, perdendo poi le World Series contro gli White Sox (i cospiratori Cicotte e compagni erano già tutti lì e sarebbero diventati Black Sox solo un paio di anni dopo).

Una precisazione.
Il 18 settembre contro i Pirates di Honus Wagner ci fu un pareggio, 1-1. I Giants non vinsero, e sarebbe stata la loro tredicesima vittoria consecutiva. Era la seconda partita di un doubleheader, al Polo Grounds. Nella prima, che era durata un’ora e 35 minuti, NY aveva vinto 2-0. Nella seconda Pittsburgh pareggiò nella parte alta dell’ottavo l’home run (evento raro) di Benny Kauff dei Giants. Ma, dopo un’ora e 24 minuti e nove inning di gioco era troppo buio per continuare. E fu 1-1.
E la partita non si potè completare neppure il giorno dopo, come avveniva spesso all’epoca, perchè Giants e Pirates dovevano giocare un altro doubleheader. In pratica quel pareggio non esiste, la striscia di 26 rimane intatta e valgono solo le statistiche individuali dei giocatori. Infatti nella classifica finale della NL, i New York Giants finirono 86-66 e non 86-66-3 (tre partite infatti ebbero la stessa sorte).

Non riuscire a finire alcune partite era appunto cosa comune. Il 26 agosto del 1916 proprio Giants e Pirates si erano affrontati al Forbes Field e, dopo 14 inning, la partita era finita con un pareggio, 1-1. I due partenti (Rube Benton e Wilbur Cooper) avevano lanciato due partite complete. Non male. Il tutto in due ore e 44 minuti. Da notare come Rube fosse un nome diffuso.
Benton, Ferdie Schupp, Jeff Tesreau, Pol Perritt, Fred Anderson, Slim Sallee ed un ormai 35enne Mathewson erano i lanciatori migliori di quei Giants; tre di loro arrivarono a 235 inning. In tutto lanciarono 88 completi con 22 shutout.

La striscia si concluse contro i Boston Braves nel tardo pomeriggio del 30 settembre, giornata coperta, minaccia di pioggia. Il mancino Lefty (come poteva chiamarsi se non Lefty) Tyler lanciò un completo (in carriera ne lanciò 181, Sabathia ne ha 38, giusto per avere una prospettiva) e l’attacco dei Braves punì ben quattro lanciatore dei Giants con otto punti.


NY Giants 26
Indians 22...

E vediamo come va a finire.


Our liberty depends on the freedom of the press, and that cannot be limited without being lost (Jefferson)

We did it, we dit it, Joe

Walking around with a 1865 Confederate flag is ok, but we must forget what happened on Jan 6, 2021

In Ga. it's illegal to give water to people in line to vote
 

Avatar utente
joesox
Moderator
Moderator
Messaggi: 13377
Iscritto il: 04/11/2008, 9:10
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: Boston Celtics
NHL Team: Boston Bruins
2021
1386

Re: Profondo Baseball

Messaggio da joesox » 13/02/2019, 20:03

Le 2019 Caribbean World Series (o Serie del Caribe) dovevano essere ospitate (4-10 febbraio 2019) dalla città di Barquisimeto, Venezuela. Per motivi di sicurezza dovuti alla situazione sociale e politica del paese, a causa della crisi presidenziale Maduro-Guaidò, sono state spostate nella città di Panama City. 

Le Serie del Caribe sono nate nel 1949 dalle ceneri della Serie Interamericana (che poi continuò ad intermittenza e si estinse solo nel 1965 ben dopo l'inizio delle Serie del Caribe). Comunque l'idea venne da lì. Vi partecipano le vincenti dei campionati nazionali, una specie di Champions League del baseball caraibico. Si disputano sempre in febbraio, alla fine dei campionati con le squadre vincenti appena incoronate.

Le partecipanti (quattro, cinque o sei) sono variate nel corso degli anni. Sempre presenti: Repubblica Dominicana, Puerto Rico, Venezuela e Messico. Cuba partecipò all'inzio (vincendo ben sette volte), poi Fidel Castro decise di abbandonare il torneo dopo il 1960, provocando una crisi a causa della quale le serie non si disputarono dal 1961 al 1969. Rinate nel 1970 si sono poi giocate ogni anno (eccettuato il 1981 per uno sciopero dei giocatori). Cuba è ritornata fra le partecipanti nel 2014. La sesta partecipante sarebbe Panama, che però non partecipava dal 1960. Ho scritto "partecipava" perchè come paese improvvisamente ospitante, Panama è stata invitata a prendervi parte con la sua squadra campione, i Toros de Herrera.

Il torneo 2019 quindi è stato riorganizzato in due gruppi da tre: A (Cuba, Messico, Venezuela) e B (Panama, D.R., P.R.).
I Toros hanno prontamente vinto il loro girone (con un record di 3-1) ed hanno affrontato in finale i cubani dei Leñadores de Las Tunas (2-2) che l'hanno spuntata nel combattutissimo gruppo A. 

In finale all'Estadio Rod Carew, i Toros hanno sconfitto i Leñadores con il punteggio di 3-1, passando altrettanto improvvisamente da invitati d'emergenza a campioni. Immensa la festa ovviamente. Manuel Corpas (ex Rockies e Cubs) sul monte a chiudere, Javy Guerra (Padres) nominato MVP. I panamensi erano stati campioni per la prima ed anche ultima volta nel lontano 1950 con i Carta Vieja Yankees, una squadra zeppa di professionisti americani. Quindi nell'anno in cui Mariano Rivera è stato introdotto nella Hall of Fame una squadra di panamanesi ha vinto le Serie del Caribe.

Non è ancora certo se una rappresentante di Panama parteciperà il prossimo anno. Lo spero.
Dal prossimo anno invece vi parteciperanno sicuramente Colombia e Nicaragua.


Our liberty depends on the freedom of the press, and that cannot be limited without being lost (Jefferson)

We did it, we dit it, Joe

Walking around with a 1865 Confederate flag is ok, but we must forget what happened on Jan 6, 2021

In Ga. it's illegal to give water to people in line to vote
 

Avatar utente
joesox
Moderator
Moderator
Messaggi: 13377
Iscritto il: 04/11/2008, 9:10
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: Boston Celtics
NHL Team: Boston Bruins
2021
1386

Re: Profondo Baseball

Messaggio da joesox » 22/02/2019, 9:08

Boston è lontana da qui.
Ma grazie alla tecnologia, alcuni nomi diventano quasi parte della tua famiglia.
Uno di questi nomi era Nick Cafardo.

Cafardo reporting...
As per Cafardo's tweet...

Leggevi e sapevi che potevi fidarti.
E lo sai che non sono nomi, lo sai che sono persone.
Però, preso dalle notizie e dai risutati, leggi e quasi ti dimentichi che c'è qualcuno che le scrive tutte quelle cose.

Ieri Nick Cafardo è morto improvvisamente durante lo spring training a Fort Myers, in Florida.
Aveva il giorno libero, ma era ovviamente allo stadio dei Red Sox.
Come ogni giorno.
Come era ogni giorno a Fenway Park durante la stagione.

Seguiva i Red Sox per il Boston Globe dal 1989, ma da prima per Patriot Ledger di Quincy. 
Seguiva i Patriots quando vinsero il loro primo Super Bowl.

Da "lontano" mi sembrava davvero una brava persona.
RIP Nick.

 


Our liberty depends on the freedom of the press, and that cannot be limited without being lost (Jefferson)

We did it, we dit it, Joe

Walking around with a 1865 Confederate flag is ok, but we must forget what happened on Jan 6, 2021

In Ga. it's illegal to give water to people in line to vote
 

Avatar utente
joesox
Moderator
Moderator
Messaggi: 13377
Iscritto il: 04/11/2008, 9:10
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: Boston Celtics
NHL Team: Boston Bruins
2021
1386

Re: Profondo Baseball

Messaggio da joesox » 18/09/2019, 17:15

31 luglio 1983

Lineup:
Remy 2b
Boggs 3b
Rice lf
Armas cf
Evans rf
Yastrzemski dh
Stapleton 1b
Allenson c
Hoffman ss

Hurst p

Al sesto inning, sul punteggio di 2-2, Yaz sale a battere con un uomo in base, un out.
Sul monte Moose Haas dei Milwaukee Brewers. BOOM. HOME RUN.
Sarà l'ultimo HR battuto a Fenway della carriera di Yaz, il magnifico numero 8 dei Sox.
Colui che fece risorgere il baseball a Boston nella calda estate del 1967.

L'ultimo, e 452esimo, arriverà sei settimane più tardi a Cleveland contro un 27enne Rick Sutcliffe.
Ho sfiorato molti di questi nomi, altri li vedo, ormai da anni, nelle cabine dei telecronisti.
Altri, pochi, li ho visti o "sentiti" giocare.

Yaz giocò a Fenway dal 1961 al 1983, 23 stagioni, record, sempre con i Sox, vent'anni in esterno sinistro, all'ombra del Mostro Verde.
Ereditò la posizione da un certo Ted Williams, il migliore battitore della storia. Non lo fece rimpiangere. Anche come carattere.

Non vinsero mai le World Series con Yaz, anche se ci andarono vicinissimi due volte, 1967 e 1975.
Ma rimisero Boston sulla mappa del baseball.
Yaz finirà la carriera con .285/.379/.462, 3419 valide, 646 doppi, 116 basi rubate, un titolo di MVP, una Triple Crown, 18 volte All Star, 7 Gold Glove, un batting title. Le 3308 partte giocate sono al secondo posto di tutti i tempi in MLB.
Ovviamente Yaz è un Hall of Fame.

Ieri notte il nipote di Carl, Mike Yastrzemski, ha giocato la sua prima partita a Fenway.
Trentasei anni dopo il nonno. 
Il pubblico lo ha accolto con un'ovazione.
Prima della gara hanno camminato insieme verso il Green Monster, chiacchierando sottovoce.
Poi il nonno è andato a casa. Il nonno ha sempre tenuto molto alla sua privacy.

Mike era stato scelto dai Sox nel 2009, ma aveva preferito andare al college, a Vanderbilt.
Scelto dai Mariners nel 2012 da junior, era ritornato a Vanderbilt per laurearsi.
Scelto dagli Orioles nel 2013 aveva iniziato la lunga trafila nelle leghe minori.
Scambiato all'inizio del 2019, è finito a San Francisco.
Promosso dal AAA alla MLB, ha debuttato a 29 anni, il 25 maggio, ed era arrivato a Fenway con 19 HR, inclusa una partita con tre HR contro Arizona.

Mike nel quarto inning ha battuto una palla profonda all'esterno centro.
"Yastrzemski homered to center" 
Non si sentiva da un po'.
Il nonno era sul divano, a casa, forse davanti alla tv, forse aveva solo la radio accesa; sarà scesa almeno una lacrima?



 
 


Our liberty depends on the freedom of the press, and that cannot be limited without being lost (Jefferson)

We did it, we dit it, Joe

Walking around with a 1865 Confederate flag is ok, but we must forget what happened on Jan 6, 2021

In Ga. it's illegal to give water to people in line to vote
 

Avatar utente
joesox
Moderator
Moderator
Messaggi: 13377
Iscritto il: 04/11/2008, 9:10
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: Boston Celtics
NHL Team: Boston Bruins
2021
1386

Re: Profondo Baseball

Messaggio da joesox » 03/01/2021, 12:24

Anche per il baseball il 2020 è stato un anno pessimo.
(Ovviamente non per i Dodgers).

Alle volte ci lasciamo travolgere dalla narrativa, ma davvero, mai, in un singolo anno sono morti tanti campioni tutti insieme; questi giocatori sono morti tutti nel 2020. Un intero roster. Lineup molto solido, potente e velocissimo, difensivamente eccellente. Rotazione profondissima e bullpen altrettanto versatile. Squadra da 100 vittorie a stagione.


Starting lineup

 C Hal Smith4.2 career WAR, 1955-64: Smith enjoyed a distinguished decade-long career catching for the Orioles, Kansas City Athletics, Pirates, Houston Colt .45s and Reds. He played a key role for the 1960 World Champion Pirates, slashing .295/.351/.508 for the eventual winners, and served as Houston’s catcher in the team’s very first game in 1962. He homered, too, as the Colt .45s won 11-2. Smith finished his career with three double-digit home run seasons, a slash line of .267/.317/.394, and yet somehow, on this team, he’s probably the No. 8 hitter.

 1B Bob Watson28.3 WAR, 1966-84: Among the many distinguished, if not quite Hall of Fame worthy, players on this team, Watson made a pair of All-Star teams and earned MVP votes in three different seasons. The longtime Astro — who also saw time with the Red Sox, Yankees and Braves — drove in 100 runs twice. 1975 is an example of his typical consistency: a .324/.375/.495 slash line, with 18 home runs and an OPS+ of 149.

 2B Joe Morgan100.5 WAR, 1963-84: The most valuable everyday player and owner of the second-best WAR on the roster, Morgan defined the position of second base for more than two decades. He made 10 All-Star teams, captured two MLB MVPs as the best player on the Cincinnati Reds dynasty of the mid-1970s, and did essentially everything well on a baseball field. His career slash line of .271/.392/.427 understates his offensive greatness, with much of that raw production coming during the offensively challenged 1960s. His OPS+ of 132 is impressive for any position, but it’s fourth all-time among the 177 primary second basemen with at least 1,000 games played in MLB history.

 3B Dick Allen58.8 WAR, 1963-77: From a legacy perspective, this hurts most of all. Allen is, by all rights, a Hall of Famer, but his reputation of being difficult — something our 2020 eyes must see through the lens of being an outspoken Black man in Philadelphia in the 1960s — kept him from enshrinement. He looked set to get enough votes from this year’s Golden Era Veterans’ Committee, but COVID-19 pushed back by a year that meeting, which is held in person. Now, if and when the call is made to honor a career featuring a remarkable 156 career OPS+, the NL Rookie of the Year award, seven All-Star seasons and an AL MVP award, it will be up to the rest of us to stress how long overdue it was.

 SS Tony Fernández45.3 WAR, 1983-2001: Fernández falls just shy of Hall of Fame enshrinement, according to Jay Jaffe, the dean of such evaluations, but had a tremendous career all the same. He made five All-Star teams and won four Gold Gloves at the most important defensive position, with a .288/.347/.399 career slash line. He stole 20 bases or more in seven seasons and played on five different postseason teams — with .327/.367/.420 career production in the playoffs.

 LF Lou Brock45.4 WAR, 1961-79: The prototype for the speedy leadoff hitter, Brock stole 938 bases, made six All-Star teams and served as a fixture for three NL pennant-winning teams in St. Louis, including the World Series winners in 1964 and 1967. Brock’s raw slash line of .293/.343/.410 is also underrated because of the era — he led the NL in doubles and triples in 1968, and his ability to collect hits never disappeared. He finished with a .298 average over the final decade of his career, and in his final season at age 40, he hit .304.

 CF Jim Wynn55.8 WAR, 1963-77: To get a sense of how great Jimmy Wynn was, consider that there are three Hall of Fame hitters on this roster, and yet Wynn’s WAR ranks third among them in the group, ahead of Brock. Wynn would have been adored by the sabermetric crowd — he produced a park-adjusted OPS+ of 129 — but a low batting average compounded by the era in which he played for much of his time made for a career slash line of just .250/.366/.436. (For context: Carlos Beltran, playing in a much more hitting-friendly period, finished with a raw slash line of .279/.350/.486, but his OPS+ was just 119.) Even so, Wynn cleared 30 home runs in three seasons, made three All-Star teams and would probably hit cleanup in this stacked lineup.

 RF Al Kaline92.8 WAR, 1953-74: Mr. Tiger, one of the greatest to ever play the game, was an 18-time All-Star with 10 Gold Gloves. By WAR, he’s the fourth-best right fielder in the history of the game, trailing only Hank Aaron, Mel Ott and Roberto Clemente. His greatness started early — a batting title at age 20 — and didn’t wane for decades, with Kaline hitting .379/.400/.655 in the 1968 World Series for the Tigers in a win over the Cardinals. Kaline would be the three hitter in this lineup and a formidable figure on any team.

Bench

 3B Tony Taylor23.2 WAR, 1958-76: Taylor made both All-Star teams in 1960 (they played twice back then!), served as a key member of some good and many not-so-good Phillies teams and eventually enjoyed three — yes, three — Tony Taylor Days in Philadelphia. Don’t let them fool you about Philly fans.

 OF Claudell Washington19.6 WAR, 1974-90: A two-time All-Star and perfect fourth outfielder who played all three positions.

 2B Frank Bolling16.9 WAR, 1954-66: Bolling was an elite fielder at second base with some power and was an All-Star in 1961 and 1962.
 
 OF/1B Jay Johnstone16.5 WAR, 1966-85: A lefty bat off the bench who could play all three outfield positions along with first base.
 
 IF Horace Clarke15.7 WAR, 1965-74: Clarke was a defining Yankee, to fans of a certain age, who could play second, third and short.
 
 C Ed FitzGerald1.4 WAR, 1948-59: FitzGerald was a defense-first backup catcher.

 2B Glenn Beckert15.6 WAR, 1965-75: A four-time All-Star and a Gold Glove winner at second base who could fill in around the infield or outfield.

 Honorable mention: 1965 World Series hero OF Sweet Lou Johnson, 2B Damaso Garcia and 3B/SS Kim Batistewho did this in the first playoff game I ever attended.

Rotation

 
SP Tom Seaver106 WAR, 1967-86: The Franchise was easily the best player in New York Mets history, and there’s an argument for him as the best pitcher in MLB history, too. Seaver made 12 All-Star teams and won three Cy Young Awards, along with five other top-five finishes in the Cy Young voting. His WAR ranks seventh all-time for pitchers, and five of the six ahead of him pitched decades before, during a pre-integrated MLB period, while Roger Clemens is the other — with his own complicated legacy. This is a deep, talented staff, but Tom Seaver gets the ball in Game 1 of any series it would play. 

 SP Bob Gibson81.7 WAR, 1959-75: A No. 2 starter only on this team, really, Gibson is 25th in WAR among all pitchers, meaning two of the top 25 in the history of the game died this year. Gibson might be ahead of Seaver if we’re purely talking 1968, when Gibson set the record in the live-ball era for single-season ERA at just 1.12. He was a nine-time All-Star and two-time Cy Young Award winner, and he won nine Gold Gloves. He also may have pitched the single most dominant World Series game ever.

 SP Phil Niekro97 WAR, 1964-87: It is easy to get lost in the sheer magnitude of Niekro’s productivity — fourth all-time in innings pitched, with only Cy Young, Pud Galvin and Walter Johnson ahead of him — or the novelty of his pitch, the knuckleball, and miss just how great Niekro was at his best. He had five top-six Cy Young Award vote finishes, spreading them out over three different decades. He fielded his position extraordinarily well over his entire career — he won five Gold Gloves, the last coming in 1983, when he was 44 years old. He led the league in ERA and in winning percentage, but not in the same year — those two things happened 15 years apart! Niekro’s pitch, and his mastery of it, helped propel his singular career. And sadly, not only is he gone, but the knuckleball is, for now, extinct from MLB as well.

 SP Whitey Ford53.6 WAR, 1950-67: The best big-game starting pitcher in New York Yankees history (a 2.71 ERA over 22 World Series starts) and author of a 25-4, 3.21 ERA season in the 1961 Maris-Mantle campaign, Ford was a critical part of 11 American League pennant winners and six World Series champions. He made 10 All-Star teams (two years he made two of them) and won a pair of ERA titles, rolling out stellar year after year playing in front of one of the greatest teams ever.

 SP Johnny Antonelli31.2 WAR, 1948-61: Just a few minutes away from Ford, another big-game pitcher plied his trade for the New York Giants. Antonelli’s 21-7, 2.30 ERA season in 1954 won him the ERA title and a third-place MVP finish, before his 0.84 ERA in the World Series, including a complete game, helped New York upset the favored Cleveland Indians. Antonelli went west with the Giants and made both All-Star teams in 1959, among his six overall appearances as an All-Star. A stellar career.

Bullpen

 
RP Don Larsen12.5 WAR, 1953-67: Larsen belongs on this team not just because he did something in 1956 that nobody else has done: pitch a perfect game in the World Series. People like to boil his career down to that one game, but consider how well Larsen pitched for New York from 1955 to 1958: a 39-17 record, a 3.31 ERA. Larsen was a quality pitcher, and he certainly rose to the moment.

 RP Ron Perranoski18.9 WAR, 1961-73: A shutdown closer, in the fireman variety as opposed to the typical one-inning guy, who dominated for the mid-1960s Dodgers and late-1960s Twins. He won MVP votes three times as a reliever.

 RP Lindy McDaniel29.0 WAR, 1955-75: McDaniel was reliable in any role. His 1960 campaign for the Cardinals was exemplary but far from atypical: 12 wins, 27 saves, a 2.09 ERA and third in the Cy Young Award voting.

 RP Dick Hyde6.1 WAR, 1955-61: A terribly underrated reliever who in 1958 posted a 1.75 ERA and led the American League in saves with the Washington Senators.

 RP Mike McCormick17.4 WAR, 1956-71: An absolute stud of a pitcher who succeeded as both a starter (1967 NL Cy Young with the San Francisco Giants with league-leading 22 wins) and a reliever, so we’re using him here as the primary lefty out of the pen who could go multiple innings.

 RP Bob Lee8.7 WAR, 1964-68: Posted consecutive seasons with a sub-2.00 ERA to begin his career with the Angels in 1964-65.


Our liberty depends on the freedom of the press, and that cannot be limited without being lost (Jefferson)

We did it, we dit it, Joe

Walking around with a 1865 Confederate flag is ok, but we must forget what happened on Jan 6, 2021

In Ga. it's illegal to give water to people in line to vote
 

Avatar utente
joesox
Moderator
Moderator
Messaggi: 13377
Iscritto il: 04/11/2008, 9:10
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: Boston Celtics
NHL Team: Boston Bruins
2021
1386

Re: Profondo Baseball

Messaggio da joesox » 22/01/2021, 19:25

E nelle prime tre settimane del 2021 ci hanno lasciato Don Sutton, Tommy Lasorda e, oggi, Hank Aaron.


Our liberty depends on the freedom of the press, and that cannot be limited without being lost (Jefferson)

We did it, we dit it, Joe

Walking around with a 1865 Confederate flag is ok, but we must forget what happened on Jan 6, 2021

In Ga. it's illegal to give water to people in line to vote
 

Avatar utente
joesox
Moderator
Moderator
Messaggi: 13377
Iscritto il: 04/11/2008, 9:10
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: Boston Celtics
NHL Team: Boston Bruins
2021
1386

Re: Profondo Baseball

Messaggio da joesox » 22/01/2021, 21:46

Hank Aaron was one of the best baseball players we’ve ever seen and one of the strongest people I’ve ever met.

Whenever Michelle and I spent time with Hank and his wife Billye, we were struck by their kindness, generosity and grace—and were reminded that we stood on the shoulders of a previous generation of trailblazers.

A child of the Jim Crow South, Hank quit high school to join the Negro League, playing shortstop for $200 a month before earning a spot in Major League Baseball. Humble and hardworking, Hank was often overlooked until he started chasing Babe Ruth’s home run record, at which point he began receiving death threats and racist letters—letters he would reread decades later to remind himself “not to be surprised or hurt.”

Those letters changed Hank, but they didn’t stop him. After breaking the home run record, he became one of the first Black Americans to hold a senior management position in Major League Baseball. And for the rest of his life, he never missed an opportunity to lead—including earlier this month, when Hank and Billye joined civil rights leaders and got COVID vaccines.

Today, Michelle and I send our thoughts and prayers to the Aaron family and everyone who was inspired by this unassuming man and his towering example.

(Barack Obama)


Our liberty depends on the freedom of the press, and that cannot be limited without being lost (Jefferson)

We did it, we dit it, Joe

Walking around with a 1865 Confederate flag is ok, but we must forget what happened on Jan 6, 2021

In Ga. it's illegal to give water to people in line to vote
 

Avatar utente
Dodgers fan #7
Pro
Pro
Messaggi: 4823
Iscritto il: 13/10/2008, 20:24
32
568

Re: Profondo Baseball

Messaggio da Dodgers fan #7 » 22/01/2021, 23:47

joesox ha scritto: 22/01/2021, 19:25 E nelle prime tre settimane del 2021 ci hanno lasciato Don Sutton, Tommy Lasorda e, oggi, Hank Aaron.

Non credo esista una singola persona che possa dire una parola contro Hank Aaron. Ha saputo unire le sue grandissime doti da giocatore ad un carattere sempre positivo, un grande esempio per tutti. 

Il suo fuoricampo, nel quarto inning di un Braves-Dodgers in data 8 aprile 1974, lo rende al tempo il giocatore con più HR nella storia della MLB, superando l'antico e mastodontico record di Babe Ruth. Il video di quel fuoricampo è probabilmente uno dei più visti e riproposti e conosciuti di sempre, quella palla che va oltre la staccionata nel left-center, Bill Buckner che si arrampica per provare a prenderla, inutilmente perché era andata ben oltre il muro. Il tripudio della gente di Atlanta, tutti che corrono ad abbracciarlo, le parole di Vin Scully alla TV. 

Gli venivano facili. Una volta disse: "non ho mai pensato che il fuoricampo sia la giocata più entusiasmante del baseball. Per me questa è il triplo: è come se un giocatore di football prendesse la palla sulla linea della propria 1 yard e cominciasse a correre fino a segnare un touchdown".

Ad Aaron piaceva andare a pesca e portare con se qualche amico/avversario. Nella offseason precedente a quel fuoricampo storico, gli capitò talvolta di portare con lui Don Sutton. Forse voleva carpirne qualche segreto, del resto Aaron aveva successo con tutti ma Sutton proprio non lo digeriva. 

Tra i grandi lanciatori nella storia del gioco è facile dimenticare Don Sutton. Settimo All Time per K, più di 300W, quattro volte leader stagionale per WHIP. La sua carriera è lunghissima, provo a farvi un esempio recente: Mark Buehrle, considerato uno dei lanciatori di maggior solidità, ha quattordici stagioni consecutive con più di 200 IP. Don Sutton ha lanciato duemila inning in più rispetto a Buehrle. Forse la consistenza è una delle qualità meno apprezzate e si fa la tara su questo nel giudicarlo. 

Don Sutton è stato un grande lanciatore e meritava molto di più. Se scorrete le immagini storiche di chi festeggia la vittoria di una World Series, non lo troverete, anzi. Del resto, quando giochi per i Dodgers è più probabile perdere una World Series piuttosto che vincerla. Lui ci passa i primi 14 anni di carriera, arriva quattro volte all'atto finale della stagione e le perde tutte. 1966, 1974, 1977,1978. Prima della stagione 1981 diventa free agent, firma per gli Houston Astros. E i Dodgers vincono la World Series. Nel 1982 va ai Brewers, altra WS persa. Cambia squadra altre due volte e tornando in California, prima agli Athletics e poi agli Angels. Lancia sempre per squadre competitive ma non ha mai il piacere di alzare il trofeo di campione. Così, a 43 anni, decide di tornare dove la sua carriera è iniziata. E' il 1988. Non finisce la stagione, lo tagliano ad agosto ma almeno riceverà l'anello.



Avatar utente
joesox
Moderator
Moderator
Messaggi: 13377
Iscritto il: 04/11/2008, 9:10
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: Boston Celtics
NHL Team: Boston Bruins
2021
1386

Re: Profondo Baseball

Messaggio da joesox » 06/02/2021, 10:27

Lo Yankee Stadium, nelle due differenti versioni, ha ospitato tantissimi eventi, oltre al baseball, incluse numerosissime World Series, no hitter, perfect games, la finale della NFL nel 1958, concerti, tre messe con il papa, incontri di pugilato, di hockey, di college football, ora è diventato anche centro di vaccinazione di massa per gli abitanti meno abbienti del Bronx. Storico.


Our liberty depends on the freedom of the press, and that cannot be limited without being lost (Jefferson)

We did it, we dit it, Joe

Walking around with a 1865 Confederate flag is ok, but we must forget what happened on Jan 6, 2021

In Ga. it's illegal to give water to people in line to vote
 

Avatar utente
joesox
Moderator
Moderator
Messaggi: 13377
Iscritto il: 04/11/2008, 9:10
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: Boston Celtics
NHL Team: Boston Bruins
2021
1386

Re: Profondo Baseball

Messaggio da joesox » 06/03/2021, 5:20



Our liberty depends on the freedom of the press, and that cannot be limited without being lost (Jefferson)

We did it, we dit it, Joe

Walking around with a 1865 Confederate flag is ok, but we must forget what happened on Jan 6, 2021

In Ga. it's illegal to give water to people in line to vote
 

Rispondi

Torna a “MLB”