Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Il Punto d'incontro dei Fans NFL di Play.it USA
Rispondi
Avatar utente
apuano86
Senior
Senior
Messaggi: 2754
Iscritto il: 01/12/2013, 9:30
MLB Team: Houston Astros
NFL Team: Houston Texans
NBA Team: Houston Rockets
Località: Aulla

Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da apuano86 » 02/11/2018, 12:06

Non so se l'argomento interesserà a qualcuno ma credo possa essere un tema interessante. Personalmente le relocations sono la cosa che più odio e più mi lascia sbigottito degli sport USA, e credo che questa cosa accomuni tanti tifosi di estrazione europea dove scindere città e squadra non è possibile. Ma in America si sa è tutto diverso, il soldo regna sovrano e tutto il resto è contorno. Lasciando comunque perdere questi aspetti più "filosofici" sarebbe bello fare il punto sul presente e futuro delle 3 relocations che "hanno afflitto/affligeranno" la NFL in questi 2 anni.
Personalmente credo che l'unica sensata sia stata quella dei Rams e Kroenke l'unico grande vincitore di tutta la faccenda. St. Louis era ormai un amore finito e si è rivelato anche proficuo sul lato sportivo con una stagione eccezionale. Ciò nonostante i Rams giocano buona parte delle loro partite interne come fossero in trasferta.
I Chargers giocano nello stadio dello Stoke City perennemente semivuoto e praticamente hanno azzerato la fan base, sparendo dalla mappa del tifo, nonostante una stagione più che positiva.
Il nuovo stadio di LA quanto inciderà nell'invertire la rotta dell'affezione verso queste due franchigie?
I Raiders si apprestano a lasciare una città calda ed un fan base notevole che ha resistito e praticamente sempre riempito lo stadio nonostante stagioni discutibili e la concorrenza dei lozzi che giocano un po' più in là (non parlo dei 49ers ovviamente). Il tutto per trasferirsi in un posto autentico come una moneta da 3 euro dove non ci sono abitanti ma al massimo residenti.
Che ne pensate?


Immagine

Avatar utente
azazel
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14588
Iscritto il: 07/09/2002, 2:57
MLB Team: Chicago Cubs
NFL Team: Dallas Cowboys
NBA Team: Washington Wizards
NHL Team: Florida Panthers
Squadra di calcio: Juventus

Re: Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da azazel » 02/11/2018, 13:05

Sull'intro: secondo me noi non concepiamo il concetto di relocation, come loro non concepiscono il concetto di retrocessione. E penso che le due cose siano anche collegate. Da loro ti fanno giocare sempre al massimo livello, ma se le cose (economiche) iniziano ad andare male, ti portano via la squadra, da noi se le cose (sportive o economiche) iniziano ad andare male la squadra te la lasciano, ma il livello in cui giochi cala.

Sul resto non sono così convinto che la fan base dei Raiders in loco abbia continuato a riempire lo stadio in questi anni.



Avatar utente
rowiz
Tecnico del forum
Tecnico del forum
Messaggi: 10806
Iscritto il: 12/02/2006, 14:12
NFL Team: Pittsburgh Steelers
Località: Megaron

Re: Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da rowiz » 02/11/2018, 13:46

Aggiungo, sulla intro, che le squadre professionistiche sono tutte o quasi molto giovani, in una nazione già dipersè molto giovane, e non hanno tutto questo contatto col territorio come lo immaginiamo noi (a parte rari casi, vedi Pittsburgh con le sue franchigie - non solo con gli Steelers). Quella componente del tifo negli USA è completamente demandata ai college: la gente del Michigan che può andare ad un college brama per andare a Michigan o a Michigan State e quindi è pienamente rappresentata da loro e dalle loro squadre sportive; dei Lions gli interessa poco o nulla


darioambro ha scritto:ahahah ro, tu sei davvero l'altra palla che vorrei avere :notworthy: :notworthy: :notworthy:
darioambro ha scritto:rowiz direbbe che sono un coglione :biggrin:
30.11.2016

Geronimo
Rookie
Rookie
Messaggi: 672
Iscritto il: 31/07/2015, 16:39
NFL Team: Washington Redskins
NBA Team: Los Angeles Lakers

Re: Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da Geronimo » 03/11/2018, 10:51

Sì, ma fino a un certo punto. Ricordo che Dan Peterson raccontò che il fratello smise di tifare per la sua squadra di baseball quando si trasferì. Quindi il contatto con il territorio c'è. Così come Earl Campbell va a vedere le partite dei Texans, pur avendo giocato per gli Oilers.

La relocation dei Chargers è un fallimento. Quella dei Rams è un ritorno a casa. Quella dei Raiders sarà ridicola. Infatti Gruden si prepara degnamente.



Avatar utente
multiple
Senior
Senior
Messaggi: 2308
Iscritto il: 08/05/2003, 13:15
Località: Siena
Contatta:

Re: Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da multiple » 03/11/2018, 13:12

Jeremy (è tanto che non scrive ma qualcuno lo ricorda certamente ai meeting) mi diceva che lui e la sua famiglia, nati e cresciuti a Oakland e cresciuti a pane e predoni, dalla notizia del trastrasfento sono molto molto meno interessati ai Raiders



Avatar utente
Bada92
Senior
Senior
Messaggi: 2820
Iscritto il: 23/02/2014, 13:31
NFL Team: San Francisco 49ers
NBA Team: Oklahoma City Thunder

Re: Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da Bada92 » 04/11/2018, 15:57

Io concordo con il discorso di Aza...non retrocedendo mai, quello è il loro modo per dire che se va troppo male bisogna cambiare...è ovvio che sono altrettanto concorde che ci siano relocations e rilocations...quella dei Raiders è a prescindere una belinata, anceh se vincessero non ci sarà imho un'identità vera della squadra...! Al contrario quella dei Rams è stata secondo me giusta, quella dei Chargers molto meno...
 



Avatar utente
steve
Pro
Pro
Messaggi: 7189
Iscritto il: 13/12/2004, 19:09

Re: Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da steve » 04/11/2018, 16:03

Mah... a at. Louis anno 2011 @kingkaiv andava per strada raccontando di essere un grande tifoso Rams e veniva snobbato con la domanda "ma tifi cardinals?" Alla sua risposta "Yankees" veniva letteralmente schifato dagli autoctoni... @davidyd si ricorderà dell'accaduto!

Ciò nonostante la città ci ha regalato delle perle, anzi ci ha regalato LA PERLA @rowiz


NckRm ha scritto:Leviathan ha portato il pianto preventivo ad un'arte giapponese
Immagine

Avatar utente
davelavarra
Moderator
Moderator
Messaggi: 1683
Iscritto il: 16/12/2004, 19:20
MLB Team: Los Angeles Dodgers
NFL Team: Washington Redskins
NBA Team: Houston Rockets
NHL Team: Anaheim Ducks
Località: Creazzo (Clutch) City (VI)

Re: Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da davelavarra » 04/11/2018, 17:08

Nemmeno a me piace il sistema, ma fa parte della cultura del denaro...dove c'è opportunità i proprietari vanno, il che è molto vile, ma gli americani il legame territoriale ce l'hanno più che altro con il college.

Poi credo dipenda dalla città e dalla storia, i Jaguars sarebbero facilmente spostabili, ma chi toccherebbe i Bears? Lì sì che ci sono affezionati territoriali veri, come a Green Bay e pochissimi altri luoghi.

I Rams possono avere un senso, prima del '95 erano già a L.A., la mossa dei Chargers è invece francamente incomprensibile, però a San Diego non sono riusciti a fare lo stadio nuovo, quindi hanno perso loro. Però avere la franchigia a L.A. stona parecchio...

Concordo con gli spostamenti se hanno un senso, ma cancellazioni tipo quella dei Sonics in Nba mi fanno assai schifo. E avrei trovato consono dare continuità agli Oilers, dato che poi la Nfl a Houston ci è tornata...

Però sono affari, bisogna accettarlo, i proprietari hanno già dimostrato parecchie volte che gli introiti contano più di tutto il resto, fan compresi, quindi non c'è da stupirsi di nulla...


Immagine

Avatar utente
stemene
Senior
Senior
Messaggi: 2473
Iscritto il: 17/11/2009, 18:43
NFL Team: Denver Broncos
NBA Team: Denver Nuggets
Località: Doak Campbell Stadium, Tallahassee, Florida. Home of the Florida State Seminoles.

Re: Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da stemene » 05/11/2018, 2:03

davelavarra ha scritto:
04/11/2018, 17:08
Nemmeno a me piace il sistema, ma fa parte della cultura del denaro...dove c'è opportunità i proprietari vanno, il che è molto vile, ma gli americani il legame territoriale ce l'hanno più che altro con il college.

Poi credo dipenda dalla città e dalla storia, i Jaguars sarebbero facilmente spostabili, ma chi toccherebbe i Bears? Lì sì che ci sono affezionati territoriali veri, come a Green Bay e pochissimi altri luoghi.

I Rams possono avere un senso, prima del '95 erano già a L.A., la mossa dei Chargers è invece francamente incomprensibile, però a San Diego non sono riusciti a fare lo stadio nuovo, quindi hanno perso loro. Però avere la franchigia a L.A. stona parecchio...

Concordo con gli spostamenti se hanno un senso, ma cancellazioni tipo quella dei Sonics in Nba mi fanno assai schifo. E avrei trovato consono dare continuità agli Oilers, dato che poi la Nfl a Houston ci è tornata...

Però sono affari, bisogna accettarlo, i proprietari hanno già dimostrato parecchie volte che gli introiti contano più di tutto il resto, fan compresi, quindi non c'è da stupirsi di nulla...
Per quanto riguarda San Diego, martedì ci sarà la votazione che potrebbe dare il via libera alla costruzione di un nuovo stadio da 30K posti per gli Aztecs che potrebbe essere ampliato a 55k posti entro 5 anni se i Chargers dovessero tornare in città.

La faccenda Sonics è una delle più tristi di tutto lo sport professionistico a stelle e strisce.

Per gli Oilers non si farebbe ancora tempo come hanno fatto gli Hornets  Charlotte? (Anche se a questione era diversa visto che questi si erano trasferiti a New Orleans salvo poi cambiare nome).
 


Immagine

Avatar utente
apuano86
Senior
Senior
Messaggi: 2754
Iscritto il: 01/12/2013, 9:30
MLB Team: Houston Astros
NFL Team: Houston Texans
NBA Team: Houston Rockets
Località: Aulla

Re: Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da apuano86 » 05/11/2018, 2:24

Che spettacolo sarebbe riavere gli Oilers a Houston


Immagine

Wolviesix
Pro
Pro
Messaggi: 8532
Iscritto il: 09/11/2006, 14:40
MLB Team: New York Yankees
NFL Team: St. Louis Rams
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: Brianza

Re: Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da Wolviesix » 05/11/2018, 9:38

apuano86 ha scritto:
02/11/2018, 12:06
Ciò nonostante i Rams giocano buona parte delle loro partite interne come fossero in trasferta.
Questa è una considerazione buttata lì per sentito dire e falsa.
I Rams sono tornati con una squadra scarsa e con poco interesse dopo che i tifosi si son resi conto di che roba immonda fossimo, l'anno scorso alle prime partite c'erano i biglietti su Stubhub a partire da 6$... :laughing:
Quest'anno lo stadio è sempre pieno e non dei tifosi avversari, nonostante ce ne siano comunque grosse fette. Considerate che LA è una città enorme, che ospita tantissime persone che arrivano da altrove, e il non aver avuto una squadra NFL per 20+ anni ha fatto sì che almeno una generazione intera se non di più si "scegliesse" la propria squadra in base ad altro (nonostante io abbia conosciuto personalmente un ragazzo poco più piccolo di me che tifava Rams perchè la famiglia andava a vederli, c'era un altro della stessa età che tifava Packers perchè era stato "libero di scegliere"). Green Bay, Pittsburgh, Dallas, Minnesota e Philadelphia hanno tifosi ovunque e viaggiano bene a prescindere, figuriamoci poi contestualizzati in un posto del genere. Ma il giocare in trasferta è più vero per i Chargers (pensiamo alla partita con gli Eagles l'anno scorso) che per i Rams, che stanno rivincendo l'amore e l'attenzione di una città.
Tra l'altro hai voglia a riempire il Coliseum.

La questione dei Sonics l'ho seguita poco all'epoca ma fatico a comprendere lo "scandalo" di cui sento parlare ogni volta.



Avatar utente
davelavarra
Moderator
Moderator
Messaggi: 1683
Iscritto il: 16/12/2004, 19:20
MLB Team: Los Angeles Dodgers
NFL Team: Washington Redskins
NBA Team: Houston Rockets
NHL Team: Anaheim Ducks
Località: Creazzo (Clutch) City (VI)

Re: Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da davelavarra » 05/11/2018, 12:56

stemene ha scritto:
05/11/2018, 2:03
davelavarra ha scritto:
04/11/2018, 17:08
Nemmeno a me piace il sistema, ma fa parte della cultura del denaro...dove c'è opportunità i proprietari vanno, il che è molto vile, ma gli americani il legame territoriale ce l'hanno più che altro con il college.

Poi credo dipenda dalla città e dalla storia, i Jaguars sarebbero facilmente spostabili, ma chi toccherebbe i Bears? Lì sì che ci sono affezionati territoriali veri, come a Green Bay e pochissimi altri luoghi.

I Rams possono avere un senso, prima del '95 erano già a L.A., la mossa dei Chargers è invece francamente incomprensibile, però a San Diego non sono riusciti a fare lo stadio nuovo, quindi hanno perso loro. Però avere la franchigia a L.A. stona parecchio...

Concordo con gli spostamenti se hanno un senso, ma cancellazioni tipo quella dei Sonics in Nba mi fanno assai schifo. E avrei trovato consono dare continuità agli Oilers, dato che poi la Nfl a Houston ci è tornata...

Però sono affari, bisogna accettarlo, i proprietari hanno già dimostrato parecchie volte che gli introiti contano più di tutto il resto, fan compresi, quindi non c'è da stupirsi di nulla...
Per quanto riguarda San Diego, martedì ci sarà la votazione che potrebbe dare il via libera alla costruzione di un nuovo stadio da 30K posti per gli Aztecs che potrebbe essere ampliato a 55k posti entro 5 anni se i Chargers dovessero tornare in città.

La faccenda Sonics è una delle più tristi di tutto lo sport professionistico a stelle e strisce.

Per gli Oilers non si farebbe ancora tempo come hanno fatto gli Hornets  Charlotte? (Anche se a questione era diversa visto che questi si erano trasferiti a New Orleans salvo poi cambiare nome).
 

Per la questione Chargers sarebbe una bellissima cosa, però leggevo tempo fa un articolo dove si diceva che avevano accordi per non tornare indietro da Los Angeles (non ho il link purtroppo e non so se questa notizia degli Aztecs sia successiva all'articolo che dico).


Immagine

Avatar utente
Fantaman
Senior
Senior
Messaggi: 2785
Iscritto il: 02/12/2006, 1:38
NFL Team: Raiders
Località: South Park

Re: Relocations: bilanci (parziali) e prospettive

Messaggio da Fantaman » 05/11/2018, 14:22

apuano86 ha scritto:
02/11/2018, 12:06
Non so se l'argomento interesserà a qualcuno ma credo possa essere un tema interessante. Personalmente le relocations sono la cosa che più odio e più mi lascia sbigottito degli sport USA, e credo che questa cosa accomuni tanti tifosi di estrazione europea dove scindere città e squadra non è possibile. Ma in America si sa è tutto diverso, il soldo regna sovrano e tutto il resto è contorno. Lasciando comunque perdere questi aspetti più "filosofici" sarebbe bello fare il punto sul presente e futuro delle 3 relocations che "hanno afflitto/affligeranno" la NFL in questi 2 anni.
Personalmente credo che l'unica sensata sia stata quella dei Rams e Kroenke l'unico grande vincitore di tutta la faccenda. St. Louis era ormai un amore finito e si è rivelato anche proficuo sul lato sportivo con una stagione eccezionale. Ciò nonostante i Rams giocano buona parte delle loro partite interne come fossero in trasferta.
I Chargers giocano nello stadio dello Stoke City perennemente semivuoto e praticamente hanno azzerato la fan base, sparendo dalla mappa del tifo, nonostante una stagione più che positiva.
Il nuovo stadio di LA quanto inciderà nell'invertire la rotta dell'affezione verso queste due franchigie?
I Raiders si apprestano a lasciare una città calda ed un fan base notevole che ha resistito e praticamente sempre riempito lo stadio nonostante stagioni discutibili e la concorrenza dei lozzi che giocano un po' più in là (non parlo dei 49ers ovviamente). Il tutto per trasferirsi in un posto autentico come una moneta da 3 euro dove non ci sono abitanti ma al massimo residenti.
Che ne pensate?

Penso che le tre riallocazioni non si possano giudicare separatamente perché fanno parte tutte di uno stesso pacchetto deciso a tavolino..
Intanto prima premessa, lo stadio dei Raiders è praticamente sempre vuoto da quando sono tornati da LA, un po' perché hanno quasi sempre fatto cagare dal 2003 in avanti.. quindi non è vero che c'è tutta sto affetto..

Detto questo, tutte e tre le franchigie erano interessate alla piazza di LA, dove la fanbase più numerosa è quella dei Raiders, non è certo un mistero questo..
I piani erano, uno stadio unico per i Rams.. o il doppio stadio per Raiders e Chargers insieme.. si è salomonicamente deciso di dare il permesso ai Rams di tornare, che di fatto era il vero proprietario con la grana e in grado di sviluppare a dovere il mercato di LA, in primis finanziandosi lo stadio, a patto che si prendesse un compagno di viaggio tra le due escluse..

A quel punto è stato ovvio che i Rams avessero tutto l'interesse che il compagno di viaggio fossero i Rams, perché a LA non se li caga nessuno e soprattutto perché i Raiders li avrebbero messi decisamente in secondo piano rubando sponsorizzazioni..
Quindi, una volta accontentati Rams e Chargers, vi era da dare il contentino anche a frangetta, che in definitiva nella contesa era rimasto con il cerino in mano.. lui unico veramente bisognoso di un nuovo stadio, visto che gioca in una fogna a cielo aperto per di più condivisa con una squadra di MLB, unici in tutta la NFL.. e in più si dovevano assicurare che i Raiders stessero lontani il più possibile da LA.. soluzione.. ti diamo il permesso di trasferirti a LV dandoti ingenti contributi per costruire sto benedetto stadio nuovo, stadio che se restavi a OAK nn avresti mai visto in quanto la comunità di Alameda è in bancarotta e per di più sta ancora pagando le rate del riassesto del vecchio stadio..
Morale della favola.. i Rams avranno il loro stadio e fra qualche anno è probabile che avranno tutta LA per loro, perché secondo me tra non molto i Chargers torneranno a San Diego.. i Raiders avranno un stadio nuovo, anche se non dove lo avrebbero voluto ( LA o OAK ) e i Chargers faranno i profughi coinquilini per qualche anno a LA, dopo di che, appena costruiranno un nuovo stadio a SD che rispecchi i loro criteri torneranno "a casa"..
Imho.. è semplicemente una questione di soldi e di interessi tra proprietari della lega, perché se si voleva fare le cose fatte bene, seguendo le fan base, a quest'ora a LA c'erano i Raiders, magari insieme ai Rams..



Rispondi