A causa di rallentamenti lamentati da diversi utenti nell'uso dell'editor dei post, abbiamo dovuto disattivare alcune funzionalità del forum sospettate di aver peggiorato il problema. Tra queste, il mentioning.
La possibilità di menzionare utenti viene comunque preservata usando il nuovo pulsante Immagine nell'intestazione dell'editor. Basta scrivere il nome dell'utente da menzionare nel post, selezionarlo col mouse e cliccare sul bottone.
Per approfondimenti vi rimando alla Discussione.

Philadelphia Phillies: the Phuture is Bright

Topic monotematici squadra per squadra!
Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda Raskolnikov » 03/11/2015, 21:14

Finalmente è iniziata l'Off season. Due notizie veloci:

1) Ciao Cliff, sei stato un grande ma è ora di salutarci :stressato: 2) Rilievo, 30 anni, 6.75 ERA in 46 2/3 innings la scorsa stagione con Oakland :icon_paper:


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda Raskolnikov » 15/11/2015, 10:24

Due nuovi arrivi:

1) James Russell, rilievo mancino, la scorsa stagione con i Cubs ha giocato 34.0 IP con un' ERA di 5.29 2) Jeremy Hellickson, partente, destro, la scorsa stagione con Arizona ha messo insieme 27 partenze terminando la stagione con un' ERA di 4.62; Se tornasse alle prestazioni di qualche anno fa (nel 2011 è stato ROY) sarebbe un bel colpo, ma purtroppo è un grosso grosso se. Comunque non può essere peggio di Harang, quindi di per se è un miglioramento rispetto alla scorsa stagione. Inoltre, da quanto ho letto in giro, McWilliams non era assolutamente uno dei migliori prospetti del nostro farm, quindi lo scambio ci può stare.


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda Raskolnikov » 01/12/2015, 0:04

Nuovo arrivo. Altro rilievo destro. Niente di particolare.


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda Raskolnikov » 03/12/2015, 13:12

Preso un altro waiver: Peter Bourjos, 28 anni, OF, destro, l'anno scorso con i St. Louis Cardinals ha battuto .200/.290/.333 in 225 PA; in carriera MLB (dal 2010) batte .241/.302/.380; ottimo difensore; si è accordato con i Phillies per 1 anno di contratto a 2 mln.
Nel frattempo evitato l'arbitration per Andres Blanco che quindi rimarrà con noi anche l'anno prossimo: 1 anno di contratto a 1,45 mln.
Inoltre il nostro prospetto RHP Nefi Ogando, tra gli waivers, è stato preso dai Miami Marlins.


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda Raskolnikov » 09/12/2015, 21:43

Preso un altro rilievo :icon_paper:
La scorsa stagione con Arizona ha chiuso con un ERA di 4.28 in 33.2 IP. In precedenza aveva saltato tutta la stagione 2014 perché si era sottoposto alla Tommy John Surgery.


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda Raskolnikov » 10/12/2015, 19:24

Ecco le nostre scelte al Rule 5 Draft :forza:

Al primo giro, con la prima scelta assoluta, abbiamo preso Tyler Goeddel (OF) dai TB Rays. Al secondo giro (dodicesima scelta assoluta) abbiamo preso Daniel Stumpf (LHP) dai Royals.


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda Raskolnikov » 13/12/2015, 14:24

Presi 6 pitchers, di cui ben 5 nella trade per Giles. Matt Klentak is on fire :forza:
Infine, un grande in bocca al lupo a Giles per la sua nuova avventura a Houston :piango:


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda Raskolnikov » 17/12/2015, 18:33

Altre possibili braccia per il bullpen:


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda Raskolnikov » 17/01/2016, 15:04

Evitate tutte le arbitrations.

Jeremy Hellickson: 1 year, 7 mln
Freddy Galvis: 1 year, 2 mln
Jeanmar Gomez: 1 year, 1.4 mln


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda Raskolnikov » 28/02/2016, 1:11

La stagione 2016 è alle porte :forza: :forza: :forza:
I Phillies, per il 69simo anno consecutivo, ripartono da Clearwater in Florida per prepararsi alla lunga battaglia :forza: :forza: :forza:

Immagine

Sarà un'altra stagione di rebuilding a Philadelphia, una stagione di lacrime e sangue dal punto di vista dei risultati ma allo stesso tempo una stagione di crescita e consolidamento. Siamo una squadra giovane e di talento: i risultati non ci premieranno ma il divertimento non mancherà.
Pete Mackanin è stato confermato come manager dopo aver preso le redini della squadra nel bel mezzo dell'ultima stagione. E' un buon manager, sa comunicare con i giovani e tutti i giocatori hanno espresso parole molte positive sul suo conto. Tutta un'altra storia rispetto all'era buia di Ryne Sandberg. In Pete we trust.

L'opening day è fissato per il 4 Aprile a Cincinnati, ma prima naturalmente ci sarà lo spring training. Sarà uno spring training molto importante perché quest'anno come non mai regna l'incertezza in tanti ruoli, specialmente per quanto riguardo gli starting pitchers ed il bullpen. Qui sotto ho riportato tutti - ma proprio tutti - i giocatori convocati a Clearwater: si parte dai giocatori dell'attuale 40-man roster fino ai non-roster invitees. Ci sono tantissime facce nuove: solo 18 giocatori dei 65 totali erano presenti anche allo spring training di un anno fa.


40-man roster: PITCHERS
Immagine
Aaron Nola, 22 anni, RHP: Nola è certamente il pitcher sul quale i Phillies ripongono più speranze per il futuro. La scorsa stagione, alla sua prima esperienza in MLB, ha messo insieme numeri discreti (ERA 3.59 in 13 GS, 77.2 IP; in 9 partenze su 13 ha subito 3 o meno ER) ma soprattutto ha dimostrato una grande capacità di comando, controllo e mixaggio dei lanci sia contro battitori L che R. La sua fastball si aggira tra 91/92 mph, ma la curveball è spettacolare e con il tempo potrebbe diventare un' arma letale. Ad oggi è l'indiziato principale per aprire l'Opening Day diventando così il più giovane pitcher della storia dei Phillies a riuscirci.
Immagine
Jeremy Hellickson, 28 anni, RHP: arrivato questa offseason da Arizona, si è accordato per un anno di contratto e ovviamente farà parte della rotazione 2016, forse come secondo o terzo partente. I numeri delle sue ultime stagioni sono poco incoraggianti e sicuramente sono lontani anni luce dagli ottimi numeri delle sue prime stagioni ai Rays (con i quali nel 2011 divenne ROY). L'anno scorso ha chiuso con un ERA di 4.62 in 27 GS, 146.0 IP. La sua tendenza nel subire HR sarà un problema al Citizen Bank Park ma, considerando il suo stuff e il cambio di ambiente, c'è sempre la speranza che possa tirare fuori qualcosa di buono.
Immagine
Jerad Eickhoff, 25 anni, RHP: arrivato ad Agosto dal farm di Texas come contropartita per Hamels, nelle sue prime 8 partenze con i Phillies ha dato segnali confortanti. L'anno scorso infatti, al debutto assoluto tra i major, ha messo insieme un' ERA di 2.65 in 8 GS, 51.0 IP, subendo 3 o meno ER in 7 partenze su 8. Chiaramente questi numeri non vanno presi troppo sul serio. Eickhoff ha anche evidenziato lacune contro i battitori mancini, oltre che una pericolosa tendenza alle fly balls. E questo non è poco. Comunque è giovane ed è ancora tutto da scoprire. Per lui prevedo un posto nel centro della rotazione.
Immagine
Charlie Morton, 32 anni, RHP: Morton dovrebbe rappresentare il veterano della rotazione, un po' come lo fu Aaron Harang l'anno scorso (si spera con risultati migliori). Arrivato questa offseason da Pittsburgh, su di lui non ci sono particolari aspettative. La scorsa stagione con i Pirates in 23 partenze, 129.0 IP, ha registrato un' ERA di 4.81, in netto aumento rispetto alle stagioni precedenti. Il suo posto in rotazione sembrerebbe scontato, anche solo per ricoprire il famoso ruolo di "lanciatore d'esperienza". Prima però dovrà vedersela con i molti giovani pitchers emergenti e affamati presenti allo Spring Training.
Immagine
Brett Oberholtzer, 26 anni, LHP: contropartita nel pacchetto per Giles, Oberholtzer è arrivato questo inverno da Houston e si appresta ad affrontare la sua quarta stagione in MLB. Pitcher con una career ERA di 3.94, viene da una stagione complicata agli Astros. Le previsioni generali lo danno come quarto o quinto della rotazione ma solo lo Spring Training potrà dare indicazioni reali. Non si esclude un futuro da rilievo, magari proprio come specialista mancino. Il fatto che sia nativo del Delawere, a due passi da Philadelphia, lo aiuterà ad inserirsi.
Immagine
Vincent Velasquez, 23 anni, RHP: arrivato dalla trade per Giles, secondo molti questo pitcher potrebbe essere un vero e proprio affare per i Phillies. La scorsa stagione ha dominato nelle minors e si è guadagnato la chiamata in MLB dagli Astros. Grande stuff, una fastball da 94 mph in crescita, buonissime curveball e slider, un talento da affinare. Potrebbe essere utilizzato sia come partente che come rilievo e per questo motivo potrebbe ritagliarsi un posto nel 25-man roster fin da inizio stagione. Comunque vada, sono certo che nel corso della stagione lo vedremo sul monte.
Immagine
David Buchanan, 26 anni, RHP: dopo un buon 2014 da rookie, l'anno scorso era partito con parecchie aspettative sulle spalle, forse troppe. Sfortunatamente le cose non sono andate come ci si aspettava: il suo 2015 da sophomore è stato disastroso, a tratti imbarazzante, e lo ha chiuso con un ERA di 6.99 in 15 GS, 74.2 IP, la più alta ERA per un pitcher dei Phillies (con almeno 15 GS) dal 1930. La speranza è che possa tornare al più presto sulla retta via, facendo tesoro degli errori della scorsa annata. Comunque difficilmente farà parte del 25-man roster dell'Opening Day.
Immagine
Adam Morgan, 25 anni, LHP: la scorsa stagione ha debuttato in MLB e in 15 GS ha messo insieme un' ERA di 4.48 in 84.1 IP. Buon comando e controllo, ma in generale non sembra avere particolari qualità. La sua fastball non arriva alle 90 mph, la slider e il cambio sono decenti. Il solo fatto di essere mancino potrebbe mantenerlo in rotazione vista l'abbondanza di RHP, e comunque non si può escludere un suo impiego da rilievo. La sua presenza nel 25-man roster di inizio stagione dipenderà più che mai dalle impressioni che susciterà al training camp.
Immagine
Alec Asher, 24 anni, RHP: anche lui come Eickhoff è arrivato lo scorso Agosto dal farm system dei Rangers come contropartita per Hamels. A differenza di Eickhoff però, Asher non ha saputo assolutamente offrire convincenti prestazioni al suo debutto in MLB e la sua ERA di 9.31 in 7 GS, 29.0 IP, ne è un chiara testimonianza. E' ancora troppo lontano e immaturo dal poter essere uno starting pitcher in MLB, se mai lo diventerà. Più avanti potrebbe trovare spazio nel bullpen. Salvo miracoli allo spring trainig, per lui prevedo un anno nelle minors con probabile chiamata a settembre.
Immagine
Matt Harrison, 30 anni, LHP: arrivato nella trade per Hamels, Harrison non è altro che la contropartita economica che i Phillies hanno dovuto appiopparsi per facilitare l'acquisizione dello stesso Hamels (e del suo oneroso contratto) da parte dei Rangers. I suoi problemi alla schiena lo hanno tenuto fuori praticamente per tutto il 2015 e continueranno a tenerlo fuori anche per tutto il 2016. Come previsto, questa stagione non farà nemmeno un lancio per i Phillies e sarà perennemente collocato in DL. Per un Cliff Lee che se ne va ecco un Matt Harrison che viene.
Immagine
Severino Gonzalez, 23 anni, RHP: l'anno scorso ha avuto il suo primo assaggio di MLB e non è stato indimenticabile: in 7 GS, 30.2 IP, ha totalizzato un' ERA di 7.92 manifestando parecchi difetti e tante difficoltà. E' giovanissimo naturalmente e forse anche in questa stagione potrebbe avere l'occasione di racimolare esperienza tra i majors. Di sicuro non farà parte del roster di inizio stagione.

Immagine
David Hernandez, 30 anni, RHP: Hernandez è un rilievo arrivato nell'ultima offseason dagli Arizona DBacks. Ad oggi sembra essere il primo candidato come possibile nuovo closer del bullpen, ereditando così il ruolo lasciato vacante dall'addio di Ken Giles. La scorsa stagione con Arizona ha messo insieme 33.2 IP con 4.28 di ERA, niente di particolarmente incoraggiante. L'anno prima (il 2014) aveva saltato tutta la stagione perchè si era sottoposto alla Tommy John surgery.

Immagine
Hector Neris, 26 anni, RHP: rilievo rookie nel 2015, anche per quest'anno dovremmo vederlo al suo posto nel bullpen. Lo scorso anno in 32 partite, 40.1 IP, ha avuto un' ERA di 3.79 con momenti buoni e momenti meno buoni. I 41 strikeouts messi a segno sono rassicuranti, gli 8 HR concessi un po' meno. La fastball si aggira attorno alle 93 mph e la slider è più che decente. Potrebbe essere un candidato al ruolo di closer, anche se personalmente non ce lo vedo.

Immagine
Luis Garcia, 29 anni, RHP: rilievo e onesto mestierante, la scorsa stagione (la terza in MLB con i Phillies) ha giocato 72 partite totalizzando un' ERA di 3.51 in 66.2 IP. La sua fastball è molto buona e si aggira in media sulle 95 mph. In generale induce molte groudballs e mette a segno tanti strikeout, ma allo stesso tempo ha il difetto di concedere troppi walks. Il posto nel 25-man roster per lui dovrebbe essere assicurato.

Immagine
Jeanmar Gomez, 28 anni, RHP: questo inverno Jeanmar Gomez e i Phillies hanno evitato l'arbitration e si sono accordati per un altro anno di contratto. Nelle ultime 3 stagioni tra Pirates e Phillies ha messo insieme un' ERA di 3.18 in 217.1 IP, e in particolare la scorsa stagione a Philadelphia ha chiuso con un' ERA di 3.01 in 74.2 IP risultando uno dei rilievi più affidabili del bullpen. E' un pitcher senza particolari pregi e senza particolari difetti, particolarmente indicato come middle reliever. All'Opening Day ci sarà.

Immagine
Elvis Araujo, 24 anni, LHP: l'anno scorso, alla sua prima stagione da rookie nel bullpen dei Phillies, ha totalizzato un' ERA di 3.38 in 40 partite, 34.2 IP, dando il meglio dopo l'All-Star break fino all'infortunio che ha chiuso prematuramente la sua stagione. Rilievo nella media con una fastball sulle 93 mph, una slider discreta ma con la tendenza a concedere troppi walks. Sarà per forza di cose tenuto in considerazione perchè al momento è uno dei pochi rilievi mancini del roster.

Immagine
Dalier Hinojosa, 30 anni, RHP: Hinojosa è stato pescato la scorsa estate come waiver dai Boston Red Sox e al momento fa parte del 40-man roster dello Spring Training. Il suo impatto, se pur limitato, è stato eccellente (18 partite, 23.0 IP, 0.78 ERA) e, nonostante i 30 anni compiuti, quella della scorsa estate è stata la sua prima esperienza su un monte MLB: un curriculum più che sufficiente per poter far parte dei rilievi Phillies 2016. Senza dubbio è in lizza per un posto.

Immagine
Jimmy Cordero, 24 anni, RHP: Cordero è un prospetto arrivato la scorsa estate dai Toronto Blue Jays nella trade per Revere. Nelle minors è conosciuto per la sua fastball che può raggiungere le 102 mph - ma che generalmente si aggira tra le 98/100 mph - e proprio per questo motivo potrebbe essere preso in considerazione come potenziale closer, magari più avanti nel corso della stagione. Al momento rimante semplicemente un prospetto da tenere d'occhio.

Immagine
Mario Hollands, 27 anni, LHP: nel 2014 Hollands fu in grado di guadagnarsi un posto nel bullpen dell'Opening Day dopo un convincente spring training. Quell'anno collezionò 50 partite, 47.0 IP, con 4.40 di ERA. Nello spring training di un anno fa si infortunò e fu costretto a sottoporsi alla Tommy John surgery saltando così tutto il 2015. Quest'anno si ripresenta ai nastri di partenza per provare il miracolo. E' mancino e sarà valutato.

Immagine
Michael Mariot, 27 anni, RHP: Mariot è un rilievo pescato in autunno tra gli waivers dei KC Royals. Avendo giocato la bellezza di 3.0 IP l'anno scorso con Kansas City può fregiarsi di essere un campione del mondo in carica! a parte questo, direi che attualmente la sua presenza nel 40-man roster è semplicemente un mistero.


Immagine
Colton Murray, 25 anni, RHP: Colton Murray è sopravvissuto miracolosamente alla purga del 40-man roster di questo inverno. La passata stagione ha giocato solo 7.2 IP senza lasciare alcun tipo di ricordo o di impressione. Per lui si profila un'altra lunga e calda estate nelle minors.


Immagine
Edubray Ramos, 23 anni, RHP: prospetto interessante che comunque ha praticamente zero chance di prendere parte al roster dei Phillies. Questa stagione dovrebbe giocare per la prima volta in triplo A ed a quel punto le porte della MLB non sarebbero troppo lontane. Per ora si accomoderà nel bullpen dei Lehigh Valley IronPigs.


Immagine
Daniel Stumpf, 25 anni, LHP: rilievo mancino draftato al secondo giro dell'ultimo Rule 5 draft e proveniente dal farm system dei KC Royals. La passata stagione in AA ha giocato 42 partite, 70.2 IP, con 3.57 di ERA, e contro i battitori mancini ha concesso una OPS inferiore a .550: questo dovrebbe bastare per far parte di una squadra senza particolari obiettivi come i Phillies. Il nostro fantastico bullpen lo attende.




40-man roster: CATCHERS
Immagine
Carlos Ruiz, 37 anni, C: Carlos "Chooch" Ruiz si appresta ad affrontare quella che potrebbe essere la sua ultima stagione con i Phillies, l'11sima in red pinstripes. La passata stagione ha messo insieme i peggiori numeri della sua carriera portando alla luce tutti i sintomi di un inesorabile declino. In 86 G (solo nella sua stagione da rookie aveva giocato meno gare) non ha saputo andare oltre un'orripilante linea .211/.290/.285/.575, peggiorando in maniera spropositata qualsiasi dato statistico possibile rispetto agli anni precedenti. Il suo 2015 è stato oltremodo underperformance: non è difficile immaginare un 2016 migliore.
Immagine
Cameron Rupp, 27 anni, C: da semplice backup di Ruiz, quest'anno Rupp si presenta allo spring training con la concreta possibilità di prenderne il posto in via definitiva. I segnali di questo possibile avvicendamento sono arrivati già nella seconda parte del 2015, quando gli strazianti turni in battuta di Ruiz lo hanno di fatto reso il catcher titolare. Il massimo rendimento è arrivato nel mese di agosto nel quale ha messo ha segno 7 dei 9 HR stagionali, con un buonissimo 1.086 di OPS. Il suo problema principale sono i RHP: la sua OPS passa da .915 contro i mancini ad un brutale .597 contro i destri. L'obiettivo è migliorare questo dato.
Immagine
Jorge Alfaro, 22 anni, C: questo giovane catcher è approdato a Philadelphia - via Texas Rangers - come contropartita nell'affare Hamels e senza troppa fatica è entrato nelle zone alte della classifica dei top prospetti della franchigia, oltre che in svariate classifiche top100 d'America. Dopo 6 anni nelle minors, anche per quest'anno si avvia ad una stagione nel baseball minore (più AA che AAA) con poche possibilità di essere chiamato dai Phillies nel corso della stagione. Il ragazzo potrebbe avere un futuro roseo davanti a sé.


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda Raskolnikov » 28/02/2016, 1:11

40-man roster: INFIELDERS
Immagine
Maikel Franco, 23 anni, 3B: Franco è senza dubbio uno dei migliori motivi per guardare con ottimismo al futuro. Il suo primo anno in MLB è andato oltre le più rosee aspettative ed ora si presenta allo spring training come un punto fermo per il presente ed il futuro della squadra. Con una OPS a .840 ed una wRC+ a 128 si è distinto come uno dei migliori rookie della lega. Nonostante sia un giocatore di potenza pura, in battuta ha saputo mantenere una K% al di sotto del 16% e la sua BB% del 7.8% è in aumento rispetto al trend registrato nelle minors. Oggi è un 3B ma in lontananza si intravede un possibile futuro da 1B.
Immagine
Ryan Howard, 36 anni, 1B: alla fine di questa stagione il lungo rapporto d'amore e odio tra Howard ed i Phillies giungerà al termine, e con esso si chiuderà definitivamente un indimenticabile capitolo di baseball a Philadelphia. Il suo pessimo e frustrante 2015 si è chiuso sui livelli dell'anno precedente, con una linea imbarazzante (.229/.277/.443/.720 in 503 PA) ed una WAR negativa. L'eterno problema restano i lanciatori mancini contro i quali l'anno scorso non è andato oltre un' indegna OBP del .178 ed una spropositata K% del 37.4%. MacKanin ha avuto il buonsenso di panchinarlo: si spera possa fare altrettanto anche quest'anno.
Immagine
Cesar Hernandez, 25 anni, 2B: dopo due stagioni nell'ombra nelle quali aveva accumulato solo 256 PA complessive, l'anno scorso ha saputo approfittare dell'infortunio di Utley per impadronirsi di un posto nel lineup senza più lasciarlo. Il suo rendimento è stato superiori alle attese (.272/.339/.348 in 452 PA), con BB% in aumento (8.8%) e K% in discesa (19.0%) rispetto agli anni precedenti. La sua elevata velocità gli ha permesso di rubare 19 SB (con un successo del 79%) e di convertire in valide molte delle groundballs di cui si nutre. La sua abilità di switch hitter è sempre gradita. Se la giocherà con Herrera per il posto da Lead Off.
Immagine
Freddy Galvis, 26 anni, SS: Esattamente come per Cesar Hernandez, il 2015 di Galvis è coinciso con un vertiginoso aumento delle partite giocate e delle PA. Per la prima volta dopo molti anni il ruolo di SS ha cambiato proprietario e le chiavi del leggendario J-Roll sono passate di mano. I numeri non sono stati straordinari (.263/.302/.343 in 603 PA) ma allo stesso tempo sono stati i migliori della sua breve carriera. Ad oggi il suo problema principale si chiama J.P. Crawford: il prospetto n.1 del farm system gioca nel suo ruolo ed è in rampa di lancio per un debutto in MLB; un cattivo rendimento di Galvis potrebbe avvicinarne l'esordio.
Immagine
Darin Ruf, 29 anni, 1B: Le miserabili prestazioni di Ryan Howard non hanno aiutato i Phillies a vincere molte partite nella passata stagione ma certamente hanno aiutato Darin Ruf a ritagliarsi più tempo sul cuscino di prima base: nel 2015, per la prima volta in carriera, ha giocato più di 100 partite (106 per la precisione) e anche nel 2016 dovrebbe succedere lo stesso. Non esattamente un mostro in battura (.235/.300/.414 in 297 PA), le sue statistiche stagionali passanno da un ottimo .371/.447/.660/1.107 contro i LHP ad un tremendo .158/.208/.275/.483 contro i RHP. Tra lui e Ryan Howard c'è veramente “l'imbarazzo della scelta”.
Immagine
Andres Blanco, 31 anni, UTIL: e' stato un 2015 da incorniciare per Andres Blanco. Non solo ha saputo esprimere al meglio la sua duttilità in difesa, destreggiandosi con naturalezza nei ruoli di 3B, 2B e SS, ma ha anche saputo mettere insieme i migliori numeri della sua carriera in battuta. La sua linea (.292/.360/.502/.863 in 261 PA) è stata troppo buona e ragionevolmente irrealistica rispetto ai suoi standard, quasi sicuramente irripetibile. Eccezionale anche a partita in corso, si è distinto come uno dei miglior pinch hitter della lega in oltre 40 pinch hit PA. I Phillies lo hanno messo sotto contratto annuale evitando l'arbitration.
Immagine
Darnell Sweeney, 25 anni, UTIL: giunto a Philadelphia come contropartita dei LA Dodgers per Chase Utley, le prime 98 PA di Sweeney in MLB hanno avuto risultati contrastanti e – oserei dire – quasi del tutto irrilevanti. E' ancora un prospetto e va valutato come tale. La sua polivalenza difensiva (in 37 partite ha giocato in 5 diverse posizioni tra infield e outfield) e il suo grande atletismo (nelle minors rubava basi come caramelle) sono gli unici veri motivi che potrebbero spingerlo nel 25-man roster dell'opening day. A mio parere, un anno nelle minors sarebbe più conveniente per la sua crescita.
Immagine
Taylor Featherston, 26 anni, UTIL: la prima stagione in MLB di Taylor Featherston non è passata alla storia del baseball. In 101 partite giocate con la maglia degli Angels - poco meno di 170 PA - non è andato oltre una linea .162/.212/.247 che, se pur small sample size, non lascia intravedere un glorioso futuro tra i major. Il meglio l'ha fatto vedere in difesa dove ha saputo alternarsi tra SS, 2B e 3B con buoni risultati. Matt Klentak lo conosce e questo inverno ha alzato il telefono per portarselo a Philadelphia: questo è l'unico motivo per cui essere moderatamente positivi.


40-man roster: OUTFIELDERS
Immagine
Odubel Herrera, 24 anni, OF: “El torito” è stato una delle più grandi rivelazioni della scorsa stagione MLB. Arrivato dal rule 5 draft 2014, al suo primo anno tra i grandi si è distinto come uno dei migliori rookie dell'intero campionato. La sua BABIP (.387) è stata la più alta in MLB, la WAR (3.9) di gran lunga la migliore tra i Phillies, il numero di doppie (30) dietro solo a Chris Bryant tra i rookie. A dispetto di una AVG molto buona (.297 in 495 AB) la sua OBP non è andata oltre .344, conseguenza di una K% (24.0%) e di una BB% (5.2%) troppo inferiori e lontane dai numeri delle minors: migliorare la disciplina al piatto sarà l'obiettivo del suo 2016.
Immagine
Aaron Alther, 25 anni, OF: un buon rendimento al piatto tra AA e AAA è bastato ad Aaron Alther per guadagnarsi due mesi in MLB nel finale della passata stagione, allungando ulteriormente la lista dei minor leaguer “figli” del rebuilding. I suoi numeri in battuta sono stati discreti (.241/.338/.489/.827 in 161 PA, BB% al 9.9%) ma ovviamente troppo small sample per lasciar spazio ad ogni genere di interpretazione. Senza dubbio le prime impressioni sono state positive e in molti azzardano per lui perfino un ruolo da everyday player per il 2016. La sua straordinaria dinamicità e l'elevato livello di atletismo lo aiuteranno senz'altro a farsi spazio.
Immagine
Cody Asche, 25 anni, OF: se la mediocrità avesse un nome probabilmente sarebbe Cody Asche. Dopo due modeste stagioni in MLB all'insegna dell'anonimato, il 2015 di Asche è proseguito sugli stessi sgangherati binari degli anni precedenti, arrivando anche a peggiorare le sue statistiche: la OBP (.294 in 456 PA) è andata calando, la BB% (5.7%) è precipitata e la K% (24.3%) è aumentata. Districandosi tra OF e 3B è riuscito a giocare più partite del previsto dimostrando al mondo che dietro ad un mediocre battitore può nascondersi anche un pessimo difensore. Al momento sembra impossibile immaginarlo come un titolare di questi Phillies.
Immagine
Tyler Goeddel, 23 anni, OF: prima scelta assoluta dell'ultimo rule 5 draft, Tyler Goeddel, salvo strane situazioni, sarà destinato per regolamento a far parte del 25-man roster dell'opening day. I numeri del suo ultimo anno in AA nel farm system dei TB Rays (.279/.350/.433/.783 in 533 PA) sono stati abbastanza buoni da destare prima l'attenzione e successivamente la fiducia dei Phillies. Secondo gli esperti, tra tutti i possibili candidati del rule 5 draft Goeddel rappresentava il giocatore “più pronto” al salto in major league. Ora spetterà a lui raccogliere nel migliore dei modi l'opportunità che gli è stata data.
Immagine
Peter Bourjos, 28 anni, OF: all'inizio della sua carriera, Peter Bourjos sembrava pottesse ambire a qualcosa in più di un semplice ruolo da comprimario. Il suo 2011 da sophomore negli Angels si era concluso con statistiche promettenti e prestazioni difensive notevoli, concedendogli l'illusione di un futuro da regular starter tra i major. Purtroppo poi sono arrivati gli infortuni e con loro il declino. L'anno scorso con i STL Cardinals ha battuto .200/.290/.333 in 225 PA: la peggiore linea della sua carriera. Giunto alla settima stagione in MLB, questo inverno i Phillies lo hanno reclamato tra gli waivers sperando in un colpo di coda del destino.
Immagine
Roman Quinn, 22 anni, OF: Roman Quinn ha trovato un posto tra i top10 prospetti della franchigia in molte classifiche specializzate ma sicuramente non troverà un posto nel 25-man roster dei Phillies di questa annata. Nel suo 2016 in triplo A dovrà confermare quanto di buono ha costruito nei precedenti 3 anni nelle minors, e a quel punto una chiamata a settembre potrebbe arrivare in automatico. Il talento non manca e anche per lui, come per molti prospetti di questa nuova era Phillies, sembra essere solo una questione di tempo.


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda Raskolnikov » 28/02/2016, 1:12

Non-roster invitees: PITCHERS
Immagine
Mark Appel, 24 anni, RHP: prima scelta assoluta del draft 2013, Mark Appel è arrivato a Philadelphia nel pacchetto di giocatori che gli Houston Astros hanno messo sul piatto per assicurarsi Ken Giles. Malgrado nelle minors abbia deluso le attese che lo circondavano, resta comunque un lanciatore intrigante e di sicuro talento. La speranza è che con un cambio di ambiente possa finalmente raggiungere ed esprimere a pieno il suo potenziale. Se farà intravedere dei progressi in triplo A, i Phillies potrebbero dargli la chance di esordire in MLB nel corso della stagione.
Immagine
Jake Thompson, 22 anni, RHP: arrivato la scorsa estate dai Rangers nell'affare Hamels, Jake Thompson si piazza attualmente tra i top 10 prospetti dei Phillies e tra i top 100 prospetti della nazione. Nel finale della passata stagione, se pur con sole 7 partenze all'attivo, ha contribuito alla grande cavalcata dei Fightin Phils in AA concedendo solo un' ERA di 1.80 in 45.0 IP. Ottimo stuff, la sua fastball può toccare i 95 mph e può alternarla senza problemi con gli altri lanci del suo arsenale. Il suo 2016 partirà con molta probabilità in triplo A e la chiamata dei Phillies a stagione in corso non è un'ipotesi irreale.
Immagine
Zach Eflin, 21 anni, RHP: considerato tra i top 20 prospetti di franchigia - se non addirittura tra i top 10 – Zach Eflin arrivò nel farm system dei Phillies a fine 2014 dopo tre stagioni di minors con i San Diego Padres. L'anno scorso ha giocato un'intera stagione con i Reading Fightin Phils in AA, chiudendo con un ERA di 3.69 in 23 partenze, 131.2 IP. Quest'anno potrebbe partire con gli Iron Pigs in triplo A e difficilmente lo vedremo all'opera su di un monte MLB per i Phillies.

Immagine
Andrew Bailey, 31 anni, RHP: rilievo in MLB dal 2009, Andrew Bailey in carriera ha accumulato un' ERA di 2.86 in 216 partite, 226.2 IP, con un totale di 89 SV. Dopo tre stagioni agli Athletics e due ai Red Sox, nel 2014 è passato agli Yankees ed in seguito ad un infortunio ha dovuto sottoporsi ad un operazione alla spalla che lo tenuto fuori tutta la stagione. Nel 2015 si è ripresentato sul monte giocando solo 10 partite con un ERA di 8.31 in 8.2 IP. I Phillies lo hanno invitato allo spring training con l'auspicio che possa tornare ad essere un rilievo competitivo. Tra l'altro, è un candidato come possibile closer.
Immagine
Edward Mujica, 31 anni, RHP: Edward Mujica ha alle spalle un'importante e lunga carriera da rilievo, e per forza di cose i Phillies dovranno stimare allo spring training un suo possibile impiego nel bullpen fin da inizio stagione. All-Star nel 2013 con i Cardinals, nelle ultime due annate tra Red Sox e Athletics non ha saputo confermarsi agli alti livelli della sua precedente stagione a Saint Louis. I Phillies gli hanno offerto un minor league contract scommettendo su un suo ipotetico – ma poco probabile – ritorno alle vecchie e convincenti prestazioni.
Immagine
Yoervis Medina, 27 anni, RHP: nelle prime due stagioni da rilievo MLB, il 2013 e il 2014, Yoervis Medina aveva messo insieme dei numeri molto buoni sul monte dei Seattle Mariners (2.81 ERA in 125.0 IP, 131 SO), numeri ai quali nel 2015 non si è nemmeno avvicinato. L'anno scorso il suo impiego in MLB si è limitato a soli 21.0 IP tra Mariners e Cubs, passando molto più tempo sui monti del triplo A. Per i Phillies rappresenta l'ennesima scommessa a basso richio di questa offseason.

Immagine
Greg Burke, 33 anni, RHP: in 10 anni di carriera, l'esperienza tra i majors del submarine pitcher Greg Burke si è limitata a sole due stagioni in un bullpen MLB (nel 2009 con i San Diego Padres e nel 2013 con i New York Mets) nelle quali complessivamente ha messo insieme un' ERA di 4.77 in 77.1 IP. Nelle ultime due stagioni ha giocato nei system di Colorado Rockies e Toronto Blue Jays tra AA e AAA senza lasciare particolari impressioni.

Immagine
Ernesto Frieri, 30 anni, RHP: Ernesto Frieri ha racimolato una career ERA di 3.55 in 296.1 IP, uscendo dal bullpen in 298 partite tra Padres, Angels, Pirates e Rays. Nella passata stagione con Tampa Bay ha giocato solo 23.1 IP, 22 partite, con un ERA finale di 4.63, evidenziando un netto e significativo regresso nella velocità della sua fastball. In ottobre ha firmato un minor league contract con i Phillies.

Immagine
Frank Herrmann, 31 anni, RHP: le competenze MLB di Frank Herrmann sono limitate a sole tre stagioni nel bullpen dei Cleveland Indians ('10, '11 e '12) per i quali ha giocato 95 partite, 120.1 IP, con un ERA complessiva di 4.26 . Nel 2013 si è sottoposto alla Tommy John surgery ed è quindi dovuto stare lontano dai campi di gioco per tutto l'anno. Da allora solo esperienze in triplo A tra Indians, Angels e Pirates.

Immagine
Gregory Infante, 28 anni, RHP: rilievo ed eterno minor leaguer dal 2007, Gregory Infante nelle ultime due stagioni nel farm dei Blue Jays ha raccolto abbastanza esperienza come closer da poter firmare una minor league deal con i Phillies. Vista l'attuale incertezza proprio in quel ruolo, non si può escludere un suo utilizzo nel bullpenn nel corso della stagione. La tendenza a concedere troppi walks resta in ogni caso un grosso difetto che potrebbe allontanarlo definitivamente da qualsiasi discorso.

Immagine
James Russell, 30 anni, LHP: rilievo mancino arrivato nell'ultima offseason, nella scorsa stagione con i Chicago Cubs ha giocato 48 partite con un' ERA di 5.29 in 34.0 IP, in evidente peggioramento rispetto alle stagioni precedenti. Verrà certamente preso in considerazione come possibile specialista mancino del bullpen.


Immagine
Bobby LaFromboise, 29 anni, LHP: nelle ultime 3 stagioni tra Seattle Mariners e Pittsburgh Pirates ha fatto la spola tra minors e majors accumulando solo 22.1 IP totali in MLB. Anche se fa parte della cortissima lista di lanciatori mancini dello spring training, attualmente non ha chance di ritagliarsi un posto fisso nel bullpen di Philadelphia.


Immagine
Reinier Roibal, 27 anni, RHP: nella sua passata stagione da rilievo in AA ha dominato e ha chiuso la sua brillante annata con un ERA di 1.66 in 48.2 IP. Chiaramente i suoi 27 anni – sopra l'età media della doppia A - lo hanno aiutato parecchio.



Immagine
Chris Leroux, 31 anni, RHP: per lui è prevista un'altra stagione da swingman per i Lehigh Valley Iron Pigs in triplo A. Rimane un relief pitcher con esperienza spendibile nel corso di una lunga stagione.





Non-roster invitees: CATCHERS
Immagine
Andrew Knapp, 24 anni, C: dopo essersi distinto con buonissimi numeri in A+ all'inizio della passata stagione, nel corso della stessa estate Andrew Knapp ha raggiunto il livello AA confermando quanto di buono aveva lasciato intravedere. In 55 partite con i Fightin Phils ha battuto .360/.419/.631/1.050 in 241 PA, mettendo a segno 11 HR e 21 doppie. Giocatore di potenza, il suo più grande difetto rimane la K% che nelle minors è sempre andata oltre il 20%. Il suo 2016 partirà probabilmente in triplo A e più avanti potrebbe ricevere la chiamata dei Phillies. Con lui e Jorge Alfaro il futuro dietro a casa base sembra promettente.
Immagine
J.P. Arencibia, 30 anni, C: la situazione catchers a Philadelphia è particolare e Arencibia potrebbe approfittarne. L'ex giocatore di Blue Jays, Rangers e Rays arriva in una squadra con un Ruiz sul viale del tramonto, con un Rupp non affidabile sul lungo periodo e con dei buoni prospetti ancora troppo giovani per un posto in MLB: c'è abbastanza spazio per farsi notare. Il suo 2015 è stato speso per la maggior parte in triplo AAA arrivando a giocare solo 24 partite (73 PA) in MLB per i Rays. Da lui ci si aspettano solo HR e nient'altro. La K% altissima e la BB% bassissima definiscono perfettamente un giocatore che vive e sopravvive di big contacts.
Immagine
Gabriel Lino, 22 anni, C: il rapido salto di livello (da A+ a doppio A) di Andrew Knapp della scorsa stagione ha avuto un importante impatto sul 2015 di Gabriel Lino. L'arrivo di Knapp ai Fightin Phils ha obbligato il salto di Lino dal doppio A al triplo A, forzando precocemente la sua tabella di marcia. Il prematuro salto in AAA non è stato esaltante e le sue statistiche sono andate calando in ogni singolo aspetto, consegnando a tutti l'impressione di essere ancora acerbo per quella categoria. Quest'anno ritroverà il suo posto in AA dove si spera possa continuare al meglio la sua crescita.
Immagine
Logan Moore, 25 anni, C: la prima esperienza in triplo A di Logan Moore è stata positiva. Se pur small sample size, nella passata stagione in AAA ha battuto .276/.338/.351/.689 in 149 PA: la sua migliore linea da quando è entrato a far parte del farm system dei Phillies nel 2011. In questo momento, in una ipotetica scala di valutazione dei Phillies, sembra essere molto indietro rispetto agli altri giovani catchers del farm system. Con Knapp e Alfaro sotto i riflettori, per lui sarà difficile trovare una certa considerazione. Comunque mai dire mai.


Non-roster invitees: INFIELDERS
Immagine
J.P Crawford, 21 anni, SS: Se questa estate Gesù Cristo scendesse sulla terra e si presentasse nella città dell'amore fraterno, sono certo che per gli abitanti di Phialdelphia sarebbe un evento elettrizzante... ma mai quanto l'eventuale – e ormai probabilissimo – esordio di J.P. Crawford con i Phillies. Inutile nasconderlo: sulle spalle di questo ventunenne ci sono aspettative enormi. Prospetto n.1 della franchigia e tra i top 5 prospetti della nazione, buona parte del rebuilding dei Phillies passerà anche dal suo impatto in MLB. In molti lo hanno già ribattezzato “il nuovo Jimmy Rollins”: io, dopo la scottatura Domonic Brown, preferirei andarci cauto.
Immagine
Emmanuel Burriss, 31 anni, 2B: nelle sue ultime tre stagioni ha giocato solo 5 partite in MLB, e per la precisione tutte l'anno scorso con la maglia dei Washington Nationals. Difficilmente lo vedremo in campo con i Phillies, se non in qualche amichevole dello spring training.


Immagine
Ryan Jackson, 27 anni, 2B: in 39 PA tra i majors ha saputo mettere insieme lo strabiliante numero di 2 hits, entrambe nel 2012 con i St. Louis Cardinals. Curiosamente queste due valide sono arrivate contro due vincitori dello Cy Young award: R.A. Dickey e Dallas Keuchel. Qualcosa di cui vantarsi con i nipotini quando sarà vecchio.


Immagine
Angelys Nina, 27 anni, 2B: Angelys Nina ha speso 8 stagioni nel farm system dei Colorado Rockies , giocando in 4 posizione diverse e mettendo insieme una career OPS di .725 nelle minors. La passata stagione in triplo A ha battuto .300/.333/.402/.735 in 447 PA. Nel caso si verificassero particolari circastanze, i Phillies potrebbero concedergli qualche presenza nel baseball dei grandi.


Immagine
Brock Stassi, 26 anni, 1B: l'anno scorso, al suo secondo anno in doppio A, Brock Stassi ha migliorato in maniera significativa tutte le sue statistiche offensive passando da una linea .232/.302/.327/.629 in 489 PA (del 2014) ad una linea .300/.394/.470/.863 in 554 PA. Per lui è previsto altro tempo nelle minors, da stabiliere se AA o AAA.




Non-roster invitees: OUTFIELDERS
Immagine
Nick Williams, 22 anni, OF: Nick Williams è arrivato ai Phillies alla deadline della scorsa estate come contropartita dei Rangers per Hamels. Ad oggi figura tra i top 5 prospetti della franchigia ed in svariate top 100 di siti specializzati. Dopo aver collezionato ottimi numeri l'anno scorso in AA, quest'anno si appresta a giocare per la prima volta in triplo A dove avrà gli occhi dei Phillies costantemente puntati addosso. Le doti naturali in battuta e l'enorme upside lo rendono uno dei prospetti più appetibili per il prossimo futuro. Lui e Roman Quinn potrebbero giocarsela per un debutto in outfield già questa stagione.
Immagine
David Lough, 30 anni, OF: nella sua ultima stagione ai Baltimore Orioles ha giocato 84 partite, 144 PA, con una linea finale di .201/.241/.313/.555 in calo rispetto alle stagioni precedenti. Il massimo a cui può aspirare è un posto da backup outfielder e i Phillies potrebbero offrirglielo: il suo rendimento allo spring training sarà fondamentale in questo senso.


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
cernottantasei
Moderator
Moderator
Messaggi: 3598
Iscritto il: 12/09/2011, 15:51
MLB Team: San Francisco Giants
NFL Team: San Francisco 49ers
NBA Team: Los Angeles Clippers
NHL Team: Colorado Avs
Località: Rake Field, home of Messina Spartans

Re: Philadelphia Phillies 07'-08'-09'-10'-11' NL East Champions

Messaggioda cernottantasei » 28/02/2016, 16:26

Raskolnikov ha scritto:...
Complimenti per il lavoro



Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies: the Phuture is Bright

Messaggioda Raskolnikov » 09/03/2016, 19:36

Prima vittima dello spring training: Aaron Altherr.
Si è infortunato al polso in amichevole e questa mattina si è sottoposto all'operazione chirurgica. Per lui si prevedono dai 4 ai 6 mesi di recupero.
Peccato, era uno dei miei pupilli da seguire in questa lunga estate :piango:


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly

Avatar utente
Raskolnikov
Senior
Senior
Messaggi: 1228
Iscritto il: 14/10/2011, 12:41
MLB Team: PHI--------------
NFL Team: -----LA----------
NBA Team: --------DEL------
NHL Team: -------------PHIA

Re: Philadelphia Phillies: the Phuture is Bright

Messaggioda Raskolnikov » 26/03/2016, 13:00

Le due notizie della settimana:
1) E' stato prolungato di un ulteriore anno il contratto di Mackanin. Il contratto precedente sarebbe scaduto al termine di questa stagione. Sono contento perché in una squadra in rebuilding come la nostra serve un po' di stabilità nelle figure chiave, e Mackanin ha l'apprezzamento di tutti nell'ambiente Phillies, a partire dai giocatori fino al nuovo GM Klentak. Insomma, ottima mossa.
2) E' stato deciso il partente dell'Opening Day: sarà Jeremy Hellickson. Prima dello spring training sembrava essere Aaron Nola il favorito per aprire la stagione. Evidentemente le sensazioni suscitate allo spring training sono state decisive per questa scelta: Nola è apparso più volte in difficoltà, specialmente nel comando, mentre Hellickson è sembrato decisamente più pronto e a tratti ha perfino impressionato. Al di la di questo, è giusto ricordare che Nola ha solo 22 anni: farlo partire all'opening day lo avrebbe caricato ulteriormente di aspettative, responsabilità e pressioni, e per un ragazzo di 22 anni possono pesare molto. Con questa decisione Mackanin gli ha tolto un bel po' di peso inutile dalle spalle.


#PrayForPhilly #TrustTheProcess #PhutureIsBright #FlyEaglesFly


Torna a “I Topic delle Squadre”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron