NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Il Punto d'incontro dei Fans NBA di Play.it USA
A.I.3
Rookie
Rookie
Messaggi: 273
Iscritto il: 18/05/2014, 20:22
NBA Team: Philadelphia 76ers
Località: Teramo

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da A.I.3 » 22/06/2018, 17:53

perchè Robert Williams è sceso cosi' tanto?



Avatar utente
T-wolves
Pro
Pro
Messaggi: 9743
Iscritto il: 20/10/2011, 18:22
MLB Team: Minnesota Twins
NFL Team: Minnesota Vikings
NBA Team: Minnesota Timberwolves
NHL Team: Minnesota Wild

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da T-wolves » 22/06/2018, 18:41

Secondo me perchè al college lo hanno usato malissimo e non ha migliorato niente dall'anno precedente. Offensivamente sa fare molto poco e ha fatto vedere molto poco, forse temono sia solo un giocatore difensivo e basta, se credi sia quel giocatore lì, il fine primo giro è il tuo habitat. Veniva proiettato più in alto perchè potrebbe assomigliare a Capela, ma se invece te lo immagini come Henson la posizione al draft è quella. Possibile che più di qualcuno si mangerà le mani per averlo passato.



Avatar utente
Kelev
Rookie
Rookie
Messaggi: 102
Iscritto il: 05/04/2018, 8:08
MLB Team: New York Mets
NFL Team: Green Bay Packers
NBA Team: Phoenix Suns
NHL Team: Anaheim Ducks

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da Kelev » 22/06/2018, 19:01

Ci tengo a condividere la più bella immagine di questo draft 2018

https://www.nbareligion.com/wp-content/ ... .03.27.png


La situazione in un' emoticon:
MLB: METS :dash2:
NHL: DUCKS :forza:
NFL: PACKERS:forza:
NBA: SUNS   :forza:

Avatar utente
WolvesFan25
Senior
Senior
Messaggi: 1137
Iscritto il: 01/06/2008, 19:34
NFL Team: Minnesota Vikings
NBA Team: Minnesota Timberwolves
Località: Milano

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da WolvesFan25 » 22/06/2018, 19:06

Porter e Bates-Diop che "scivoloni", il primo mi incuriosisce le sue potenzialità, sul secondo mi chiedo se Thibodeau lo metterà nella rotazione



Avatar utente
flash
Senior
Senior
Messaggi: 1233
Iscritto il: 17/11/2013, 12:58
MLB Team: New York Yankees
NFL Team: San Francisco 49ers
NBA Team: New York Knicks
NHL Team: New Jersey Devils
Squadra di calcio: AC Milan

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da flash » 22/06/2018, 19:30

Kelev ha scritto:
22/06/2018, 19:01
Ci tengo a condividere la più bella immagine di questo draft 2018

https://www.nbareligion.com/wp-content/ ... .03.27.png
:stralol:


Doc Rivers guarded Dale Curry. Austin Rivers cannot guard Steph Curry.
"Cold" Klay looks like a lot of other cold shooters. "Hot" Klay is like no other.
I'm not going to say that Curry is God. But he is definitely a god.

Avatar utente
flash
Senior
Senior
Messaggi: 1233
Iscritto il: 17/11/2013, 12:58
MLB Team: New York Yankees
NFL Team: San Francisco 49ers
NBA Team: New York Knicks
NHL Team: New Jersey Devils
Squadra di calcio: AC Milan

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da flash » 22/06/2018, 19:32

i nuggets hanno fatto un bel gamble che potrebbe pagare dividendi altissimi nel prox futuro oppure rivelarsi una puntata (abbastanza grossa, dipenderà anche da quelli scelti dalla quattordicesima in avanti chiaramente) buttata via.


Doc Rivers guarded Dale Curry. Austin Rivers cannot guard Steph Curry.
"Cold" Klay looks like a lot of other cold shooters. "Hot" Klay is like no other.
I'm not going to say that Curry is God. But he is definitely a god.

Avatar utente
aeroplane_flies_high
Pro
Pro
Messaggi: 6623
Iscritto il: 12/09/2002, 13:12
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: Venessia

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da aeroplane_flies_high » 22/06/2018, 19:45

Draft un po' strano, nessun veterano coinvolto in trade, ma draft molto profondo a mio parere, ecco cosa ne penso squadra per squadra (il mio voto su scala A-E valuta quanto han migliorato il roster):

Atlanta: Trae Young, Kevin Huerter, Omari Spellman, ha scambiato per Young ritenendolo uno dei migliori 3 del draft per provare a riproporre gli splash-brothers con Huerter, occhio che Spellman (uno dei peggiori come body fat della combine... dovrà lavorare molto se vuole stare in campo in NBA) potrebbe diventare una sorta di Draymond Green, ala capace di giocare dentro-fuori su due lati del campo. Ricostruzione avviata, Orlando e Phoenix potrebbero essere destinazioni plausibili per Schroeder. A

Boston: Robert Williams, han preso una lottery-pick senza nemmeno dover salire... giocatore che ha evidentemente dei lati oscuri, altrimenti non si spiegherebbe la stagione ingolfata e 25 altre chiamate prima di lui, ma con un ambiente e spogliatoio come quello dei Celtics pare capitato nel posto giusto. A

Brooklyn: Dzanan Musa, Rodions Kurucs, il primo è il miglior prospetto europeo di questo draft, offensivamente parliamo di uno con grande talento, pare vogliano farlo venir giù subito, sperano possa diventare uno che sposta perché con quella pick si potevano prendere giocatori più maturi su due lati del campo. L'altro sembra essersi involuto nell'ultimo anno. C

Charlotte: Miles Bridges, Devontè Graham, Arnoldas Kubolka, Bridges è certamente un giocatore carismatico che però fa un po' scopa con il trio di ali già a roster (Batum, MKG, Marvin Williams), possibile che Charlotte provi a ricostruire avendo Kemba in scadenza, Graham e l'europeo scelte secondarie. C+

Chicago: Wendell Carter, Chandler Hutchinson, idee chiarissime, avevano blindato il senior da Boise State già un mese fa nascondendolo a tutti per prenderlo con la 22; Carter-Markkanen sembra una coppia di lunghi molto interessante per capacità di giocare dentro-fuori su due lati del campo. A

Cleveland: Collin Sexton, in attesa delle notizie importanti si sono portati a casa il playmaker più esplosivo del lotto, buono per ricostruire... A

Dallas: Luka Doncic, Jalen Brunson, Ray Spalding, Kostas Antetokounmpo, han preso con la 5 e due seconde future quello che per molti (io per primo) è il miglior giocatore di questa annata. Brunson è playmaker nel vero senso della parola, lo scorso anno a Villanova ha viaggiato a percentuali dal campo impressionanti, anche se ci sono dubbi che possa spadroneggiare in avvicinamento come faceva al college. Dentro due vincenti in ogni caso. Il fratello terzo del greco e Spalding lotteranno per fare il roster a ottobre. A+

Denver: Michael Porter, Jared Vanderbilt, Thomas Welsh, si sono trovati tra le mani alla 14 quello che ad inizio anno era proiettato come la prima assoluta... quella schiena è il motivo (potrebbe anche saltare tutta la prossima stagione). Chissà che giocare ad un miglio di altezza non aiuti a mantenersi sano... nel caso parliamo di uno steal clamoroso perché Murray-Harris-Porter-Jokic sono un nucleo giovanissimo e con pochi eguali nella lega. Curioso su Vanderbilt, annunciato come uno dei migliori freshmen di questa annata, è rimasto a lungo fermo per infortunio rientrando verso febbraio e avendo una stagione chiaramente zoppa. B+

Detroit: Khyri Thomas, Bruce Brown, non aveva scelte al primo giro, ma ha tradato per KT andando ad irrobustire dal punto di vista difensivo il reparto esterni... Dwane Casey parte dalla difesa. B

Golden State: Jacob Evans, giocatore perfetto per il loro sistema di gioco, cambio ideale per Iguodala, ha fisicità, difende e tira con buone percentuali oltre l'arco. La palla in mano ce l'hanno gli altri... B+

Houston: De'Antohny Melton, Vince Edwards, anche qui solo secondi giri, giocatori solidi che sanno difendere, Melton è fermo dallo scorso anno per problemi accademici, potenziale alto ma ha un tiro affidabile per giocare in NBA? L'ex baffo poi usa rotazioni ridotte, per cui non è chiaro se faranno il roster a ottobre. D

Indiana: Aaron Holiday, Alize Johnson, strano ma vero, si sta creando una colonia di UCLA in Indiana... la legacy di Reggie Miller! Holiday sembra un buon complemento per Oladipo e può crescere sotto l'ala di Collison almeno per un anno. Johnson è un filler a cui verrà chiesto di sbattersi al training camp per provare a fare il roster. B

Clippers: Shai Gilgeous-Alexander, Jerome Robinson, West ha rifondato il back-court con due giocatori non propriamente annunciati in lottery ad inizio anno... entrambi però hanno dimostrato sul campo di essere determinanti per le proprie squadre collegiali ed avere margini per diventare importanti anche in NBA. A

Lakers: Mo Wagner, Isaac Bonga, Svi Mykhailiuk, scelte un po' sorprendenti, soprattutto Wagner non si capisce che margini abbia per difendere in NBA. Potrebbero essere giocatori da inserire in qualche scambio importante tra qualche giorno... D

Memphis: Jaren Jackson, Jevon Carter, han preso il lungo più intrigante del draft a mio parere, peccato sia anche il più giovane che finisce in una delle squadre più “veterana” della lega... buon per lui, meno per Conley&Gasol la cui finestra si sta chiudendo. Carter è un buon giocatore da panchina, difensore di livello con limiti nella costruzione dal palleggio. B+

Miami: nulla... E

Milwaukee: Donte DiVincenzo, a fianco del greco meglio mettere gente che sa tirare... Bledsoe ha spesso deragliato nei PO non mi stupirei se lo cedessero assieme a Snell per un esterno più affidabile lasciando tanto spazio a Brogdon&DiVincenzo in playmaking. B

Minnesota: Josh Okogie, Keita Bates-Diop, (c'è già Dieng) note d'Africa... entrambi sembrano fatti dal sarto per Thibo, giocatori con ottima propensione al sacrificio difensivo, in particolare KBD potrebbe diventare una soluzione interessante a fianco di KAT... Thibo però gioca in 6-7 e i due rookie rimarranno imbullonati al pino. B

New Orleans: Tony Carr, secondo giro interessante, giocatore con istinti offensivi da lotteria a mio parere, ma potrà trasportarli al piano di sopra? E dal punto di vista dell'attitudine, è in grado di stare in campo con i pro? Se gira due viti può diventare un ottimo giocatore a fianco di Holiday. C

New York: Kevin Knox, Mitchell Robinson, they go young... se ci proiettiamo in una front-line Knox-Porzingis-Robinson potremmo avere dei capogiri... il centro non ha mai giocato in contesti organizzati di livello, è una scommessa... un po' come Knox, certamente meno pronto e strutturato dei Bridges', ma con potenzialità offensive ben più alte. B

Oklahoma City: Hamidou Diallo, Kevin Hervey, Devon Hall, difficile fare meglio con tre seconde scelte, prendono difesa e IQ (Hall), atletismo e potenziale (Diallo), talento e tiro (Hervey), potrebbero tutti fare il roster. C+

Orlando: Mo Bamba, Melvin Frazier, Justin Jackson, speravano in Trae... niente da fare, ha rinforzato il reparto lunghi quando i veri needs sono in playmaking. Bamba e Frazier però sembrano due ottime scelte, il primo rischia di diventare un fenomeno mai visto prima in NBA, il secondo è il perfetto giocatore da panchina che dà il 100% in ogni allenamento portando fisicità ed intensità. Jackson viene da una stagione di inattività per problemi fisici, difficile capire se farà il roster, ma una scommessa la meritava. B+

Philadelphia: Zhaire Smith, Shamet Landry, Milton Shake, molti movimenti, l'unica pick confermata è Landry, gli altri arrivano da scambi (cedute parecchie seconde scelte). Han rinunciato a Bridges, potrebbero esserci anche dei motivi economici... 1 mln circa di risparmio sul rookie contract da investire in free agency. Nel complesso un draft molto oculato che dà l'impressione di aver portato a casa i giocatori che si voleva prendere. Smith è probabilmente il raising prospect di questo draft, Landry un giocatore molto intelligente cestisticamente, Milton un tweener con grandi mezzi fisici. A

Phoenix: DeAndre Ayton, Mikal Bridges, Elie Okobo, Suns alla grandissima! Non solo han preso il prospetto più forte del draft (ma non era Doncic?), ma anche aggiunto una top10 come Bridges, giocatore che dà equilibrio perché tira e difende molto bene. Okobo una buona presa al secondo giro, il roster di Phoenix langue di un playmaker vero... probabile che nel giro di qualche giorno la lacuna sarà colmata (non mi riferisco alla conferma di Payton...). A+

Portland: Anfernee Simons, Gary Trent Jr, sembra di essere tornati nel passato con sti nomi... due giocatori di indiscusso talento, ma che sono destinati a prendere tanta ombra da Lillard&McCollum. A meno che Portland non sia decisa a cedere uno dei piccoletti per prendere un giocatore di front-line. D

Sacramento: Marvin Bagley, personalmente non mi entusiasma, anche se riesco a vedere i pregi molto importanti del giocatore. Passare Doncic verrà ricordato... B

San Antonio: Lonnie Walker, Chimezie Metu, potrebbero aver trovato il prossimo Kawhi Leonard... anche perché l'originale sembra destinato altrove... gli Spurs sono in un momento turbolento, ma han pescato bene, un po' come si diceva con Robert Williams, la fortuna di giocatori con tanto potenziale ma tanti limiti caratteriali è finire in un contesto strutturato-strutturante. Metu buon comprimario. B+

Toronto: vedi Miami, E

Utah: Grayson Allen, il GM si è fregato le mani perché in tanti avevano messo gli occhi su Allen, ma sono riusciti a portarlo a casa... io ho qualche dubbio che si poteva anche pescare meglio...
interessante in prospettiva il terzetto Mitchell-Exum-Allen, anche se ovviamente Allen dovrà mangiare tanta minestra prima di vedere il campo con costanza. C+

Washington: Troy Brown, giocatore molto duttile che però tira in maniera discontinua. Bene la fase difensiva che in un gruppo come quello degli Wizards è carente. C+


spero di non aver scritto troppe castronerie :forza:



marat77
Senior
Senior
Messaggi: 1379
Iscritto il: 10/12/2011, 17:03
MLB Team: Boston RedSox
NFL Team: Oakland Raiders
NBA Team: New York Knicks
NHL Team: Boston Bruins

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da marat77 » 22/06/2018, 21:26

Maverick ha scritto:
22/06/2018, 14:57
marat77 ha scritto:
22/06/2018, 8:22

Dai non è vero quello che scrivi.
Non può esserlo.
Doncic pare uno buono non si può leggere.
Ma vabbè avrai modo di ricrederti, molto presto.
Doncic è forte? Va bene, io spero squassi la lega per i prossimi anni, però é indubbio che al momento giochiamo con Kleber e Nowitzki davanti.
Non è forte. È straforte.
E chi pensa che non abbia ampi margini Di miglioramento per me si sbaglia alla grande.
Fisicamente e al tiro migliorerà di sicuro.
Per me è il migliore di questo Draft ieri,oggi e domani.
Prenderlo avendo la 5 è un furto con scasso.
Il tempo dirà se avrò ragione.



pao206
Newbie
Newbie
Messaggi: 2
Iscritto il: 22/06/2018, 22:23

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da pao206 » 22/06/2018, 22:30

ciao a tutti, volevo chiedere agli esperti chi sono i giocatori con più mentalità e attitudine nel migliorarsi in palestra di questo draft, grazie



Avatar utente
aeroplane_flies_high
Pro
Pro
Messaggi: 6623
Iscritto il: 12/09/2002, 13:12
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: Venessia

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da aeroplane_flies_high » 22/06/2018, 22:57

pao206 ha scritto:
22/06/2018, 22:30
ciao a tutti, volevo chiedere agli esperti chi sono i giocatori con più mentalità e attitudine nel migliorarsi in palestra di questo draft, grazie
bella domanda, credo che ogni GM e scout vorrebbe sapere per inciso quanto è disponibile a migliorarsi ogni prospetto...

difficile a dirsi in generale, ancor più per chi ha poche info come noi qui

io provo a buttar là un paio di impressioni:
Trae Young mi sembra uno studioso del gioco, il modo in cui dà via la palla e "danza" per crearsi spazio per il tiro è evidentemente copiato da Nash e Curry, il che presuppone oltre a grande passione per il gioco anche grande attitudine ad allenarsi puntigliosamente

Bamba ai mondiali della scorsa estate era inguardabile; ad inizio stagione a Texas era ancora molto impacciato, ma durante la stagione è molto salito di colpi... anche qui non ho dati certi, ma la mia impressione è che sia uno in grado di migliorarsi e apprendere quello che il coaching staff gli dice



Avatar utente
gianluca.t
Rookie
Rookie
Messaggi: 133
Iscritto il: 12/07/2015, 23:52

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da gianluca.t » 23/06/2018, 10:50

Ma per rendere eleggibile Mitchell Robinson che escamotage hanno usato?



Avatar utente
casper-21
Rookie
Rookie
Messaggi: 682
Iscritto il: 02/02/2009, 14:36
Località: San Giovanni In Persiceto (BO)

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da casper-21 » 23/06/2018, 10:53

Nessuno. Lui avrebbe dovuto fare il primo anno di college a Western Kentucky nella stagione appena passata. Invece dopo vari casini e puttanate ha optato per stare un anno fermo e allenarsi. Come "stagione" è equiparabile a quelli usciti dopo l'anno da freshman.



Avatar utente
John Doe
Pro
Pro
Messaggi: 9286
Iscritto il: 09/12/2011, 17:18
NFL Team: Indianapolis Colts
NBA Team: Toronto Raptors

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da John Doe » 23/06/2018, 10:55

gianluca.t ha scritto:Ma per rendere eleggibile Mitchell Robinson che escamotage hanno usato?
Nessuno. Per le regole nba diventi eleggibile per il draft dopo un anno dalla high school; in teoria la scorsa stagione Robinson sarebbe dovuto andare a Western Kentucky, ma dopo un mese si è ritirato preparandosi da solo per il draft. L'anno necessario è passato e si è potuto dichiarare per il draft; anche maker fece una cosa simile, senza passare né dal college, né dalla g league o giocando oltreoceano, ma se non ricordo male andava ad una specie di scuola preparatoria post high School o roba del genere.


Edit. Bruciato da Casper :forza:



Avatar utente
franzis
Pro
Pro
Messaggi: 6656
Iscritto il: 25/09/2009, 21:26
NBA Team: 2028 World Champions

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da franzis » 23/06/2018, 11:25

aeroplane_flies_high ha scritto:
22/06/2018, 22:57
pao206 ha scritto:
22/06/2018, 22:30
ciao a tutti, volevo chiedere agli esperti chi sono i giocatori con più mentalità e attitudine nel migliorarsi in palestra di questo draft, grazie
bella domanda, credo che ogni GM e scout vorrebbe sapere per inciso quanto è disponibile a migliorarsi ogni prospetto...

difficile a dirsi in generale, ancor più per chi ha poche info come noi qui

io provo a buttar là un paio di impressioni:
Trae Young mi sembra uno studioso del gioco, il modo in cui dà via la palla e "danza" per crearsi spazio per il tiro è evidentemente copiato da Nash e Curry, il che presuppone oltre a grande passione per il gioco anche grande attitudine ad allenarsi puntigliosamente

Bamba ai mondiali della scorsa estate era inguardabile; ad inizio stagione a Texas era ancora molto impacciato, ma durante la stagione è molto salito di colpi... anche qui non ho dati certi, ma la mia impressione è che sia uno in grado di migliorarsi e apprendere quello che il coaching staff gli dice
Bamba è andato per 2 anni di fila al MIT sloan analytics convention per fatti suoi.

Suona molto da uno che vuole imparare e migliorare anche la testa, non solo fisico e tecnica



Avatar utente
darioambro
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 13507
Iscritto il: 13/07/2005, 15:57
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New York Jets
NBA Team: New York Knicks
NHL Team: Detroit Red Wings
Località: Pistoia, ma Fiorentino di nascita
Contatta:

Re: NBA Draft 2018, la casa di Luka Doncic, Michael Porter e gli altri

Messaggio da darioambro » 23/06/2018, 11:57

2018 NBA draft: Grades for all 30 teams

https://sports.yahoo.com/2018-nba-draft ... 39061.html


IGNOTO SEPARATISTA NFL
if you don't believe in yourself, nobody's will.
"All the way from Tampa, Florida, ....Obituary"

https://www.youtube.com/watch?v=k5aNq2fjdEw
let me tell you something, I don't need no doctor, all I need is my L.O.V.E machine (WASP)

Rispondi