Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Il Punto d'incontro dei Fans NBA di Play.it USA
Avatar utente
nonsense
Pro
Pro
Messaggi: 5221
Iscritto il: 21/01/2012, 20:24
NBA Team: 76ers

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da nonsense » 17/02/2018, 15:05

franzis ha scritto:
17/02/2018, 14:19
E nel tuo ce l'ha hinkie?
elfride4 ha scritto:
17/02/2018, 14:26
Mitchell ha un IQ cestistico che Simmons si sogna
Brian_di_Nazareth ha scritto:
17/02/2018, 14:40
Baci a tutti!



Avatar utente
T-wolves
Pro
Pro
Messaggi: 9492
Iscritto il: 20/10/2011, 18:22
MLB Team: Minnesota Twins
NFL Team: Minnesota Vikings
NBA Team: Minnesota Timberwolves
NHL Team: Minnesota Wild

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da T-wolves » 17/02/2018, 15:29

Che Hinkie sia il grande architetto dei 76ers è un fatto inconfutabile. Il che non lo rende perfetto o esente da culo, ma che i meriti siano quasi tutti suoi è lampante. Colangelo nella gestione Fultz si sta rendendo ridicolo, poi anche lui ha fatto qualche mossa buona o meno buona.



Avatar utente
T-wolves
Pro
Pro
Messaggi: 9492
Iscritto il: 20/10/2011, 18:22
MLB Team: Minnesota Twins
NFL Team: Minnesota Vikings
NBA Team: Minnesota Timberwolves
NHL Team: Minnesota Wild

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da T-wolves » 17/02/2018, 15:33

Provocazione: se Embiid fosse andato alla 2 al posto di Parker (o alla 1), oggi Hinkie come lo ricorderemmo?
Per me un GM normalissimo (ne buono ne cattivo, uno dei tanti).



Avatar utente
franzis
Pro
Pro
Messaggi: 6573
Iscritto il: 25/09/2009, 21:26
NBA Team: 2028 World Champions

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da franzis » 17/02/2018, 15:52

franzis ha scritto:
17/02/2018, 12:42
Simmons è merito di hinkie o colangelo ?
Fatto sta che nessuno dei tifosi 76ers a sta domanda ancora non ha risposto seriamente ...



phillino d.o.c
Senior
Senior
Messaggi: 1566
Iscritto il: 12/04/2007, 13:44
NBA Team: Philadelphia 76ers
Località: Milano

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da phillino d.o.c » 17/02/2018, 15:53

Secondo me la bravura di un GM in una situazione di ricostruzione basata su draft e cap libero, come era quella di Hinkie sta nel massimizzare il numero di opportunità in una situazione di incertezza. Proprio perché il draft è una situazione incerta che non puoi controllare più di tanto devi cercare di massimizzare il tuo numero di biglietti alla lotteria, pendendo le scelte degli altri (Kings, Lakers, Pelicans e Magic) e prevedendo "almeno", almeno nel piano iniziale due anni di Tanking pensante, poi sono stati tre.
Il suo motto infatti era che dall'incertezza deriva l'opportunità, cosa che a molti spaventa e a lui invece esaltava.

Non penso che nella sua testa ci fosse un piano studiato scientemente che prevedesse Embiid, fermo due anni e tante altre contingenze. Semplicemente una volta che certe situazioni si sono palesate ha cercato di massimizzare l'accaduto e così via dicendo, come la trade MCW e la trade con i Kings.
Ha costruito un blue print su cui semplicemente Colangelo, che comunque è uno che qualcosa di NBA conosce, ha semplicemente dovuto inserirsi facendo mosse buone e meno buone, ma molto più ovvie e comprensibili per la situazione che si era venuta a creare e proprio grazie alla strategia iniziale di Hinkie ha potuto fare la mossa "Fultz", per ora unica colpo forte di Colangelo che potrebbe avere ripercussioni ottime o pessime sulla storia della franchigia nei prossimi anni è prima sua mossa forte.
Ciò che secondo me rimane rivoluzionario nell'approccio di Hinkie è la visione completamente fuori dagli schemi attuali della possibilità derivanti dall'incertezza di determinate situazioni è indipendentemente da quello che vediamo oggi ha lasciato sulla lega un marchio evidente.
Poi ha fatti errori se no sarebbe ancora al suo posto e questo penso lo sappia anche lui

Sent from my ONEPLUS A5000 using Tapatalk




Jack
Rookie
Rookie
Messaggi: 765
Iscritto il: 30/04/2007, 15:15

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da Jack » 17/02/2018, 16:02

Io ho una buona opinione di Hinkie ma continuo a pensare che tutto quello che di buono c'è e ci sarà nei 76ers è figlio di Embiid alla 3 e questo è stato un colpo di culo. Niente di male, serve anche quello vedi i Warriors.
A Phila sono stati bravi con certi giocatori, molto meno con altri ma con tutte le scelte a disposizione in quegli anni capisco il discorso nel credere che il risultato di quella strategia inevitabilmente fosse questo ma a non convince per niente come discorso, basta Cousins al posto JoJo e salta tutto.



phillino d.o.c
Senior
Senior
Messaggi: 1566
Iscritto il: 12/04/2007, 13:44
NBA Team: Philadelphia 76ers
Località: Milano

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da phillino d.o.c » 17/02/2018, 16:18

Nella capacità di massimizzare le tue possibilità è ovviamente compreso il saper scegliere bene.
Prendere Embiid alla #3 è stata fortuna, ma anche un grande rischio che non si é ancora dipanato del tutto.
Okafor alla #3 é altrettanto invece un errore, che di cui sembra che Hinkie volesse liberarsene alla svelta.
Fortuna e sfortuna incidono é vero e alla fine al draft ci vai per prendere il fenomeno, però secondo me un determinato corollario di mosse ti dice che c'è di più di questo

Sent from my ONEPLUS A5000 using Tapatalk




lelomb
Pro
Pro
Messaggi: 8936
Iscritto il: 14/10/2013, 18:50
MLB Team: dodgers
NFL Team: packers
NBA Team: lakers
NHL Team: devils

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da lelomb » 17/02/2018, 16:18

Non so se lo sapete, ma è sempre un questione di culo e di caso. C'è pure di mezzo una roba chiamata lotteria mica per niente.
Il punto in queste ricostruzioni è proprio nel gestire al meglio e massimizzare le prorpie odds vs quelle degli altri.
Quella è la parte su cui un management efficace può agire maggiormente.
Poi comunque Embiid era sulla board pure di wolves e bucks, niente vietava comunque ai sixers di passarlo( voce per altro circolata non poco pre draft), però han comunque premuto il bottone.



Avatar utente
Maverick81
Senior
Senior
Messaggi: 1324
Iscritto il: 03/11/2011, 15:50
NBA Team: Philadelphia 76ers
NHL Team: Philadelphia Flyers
Squadra di calcio: Torino
Località: Monferrato

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da Maverick81 » 17/02/2018, 16:20

elfride4 ha scritto:
17/02/2018, 14:26
Mitchell ha un IQ cestistico che Simmons si sogna
:laughing:



Allen did not win a ring in Philadelphia, but he won something more. He won the heart of the city.

Immagine

Avatar utente
Brian_di_Nazareth
Premio Tranquillo
Premio Tranquillo
Messaggi: 21204
Iscritto il: 11/11/2009, 17:42
NFL Team: Philadelphia Eagles
NBA Team: Philadelphia 76ers
Località: giù al nord
Contatta:

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da Brian_di_Nazareth » 17/02/2018, 16:57

Una strategia è la descrizione di un piano d'azione di lungo termine usato per impostare e successivamente coordinare le azioni tese a raggiungere uno scopo predeterminato. (wiki)

Una tattica è un metodo utilizzato per conseguire degli obiettivi. (wiki)

La tattica si distingue dalla strategia, quest'ultima infatti è la descrizione di un piano d'azione di lungo termine usato per impostare e successivamente coordinare le azioni tese a raggiungere uno scopo predeterminato. (wiki)

Una grande strategia non è un insieme di mosse TUTTE corrette. E d'altro canto, non n esiste una qualsiasi attività umana esente da fortuna e caso.
Spero che nessuno creda che un GM, un generale, un essere umano possa pianificare un percorso che va da A a B con in mezzo una serie di X tappe, tutto perfettamente previsto. O esente dal caso.
Ma se analizzando all'indietro un percorso, ci si rende conto che ci sono molti episodi di fortuna, delle due l'una: o il GM/generale/imprenditore/etc. è un uomo fortunatissimo oppure bisogna mettersi un po' più da lontano a guardare e cercare di capire la strategia, non la singola tattica.

Una grande strategia mira a mitigare la fortuna avversa quando si cerca di raggiungere un obiettivo.
Come? Ad esempio trovandosi più volte possibile nelle condizioni di fare la mossa giusta, quella che ti svolta un percorso. E molto altro ovviamente.

Fine.



elfride4
Rookie
Rookie
Messaggi: 916
Iscritto il: 14/11/2015, 19:03
NFL Team: baltimore ravens
NBA Team: utah jazz

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da elfride4 » 17/02/2018, 17:06

Quando leggi commenti come questi in cui Brian, stremato dalla ciclicità della discussione, difende senza nominare l'imputato tramite definizioni di Wikipedia, mi fan rimpiangere l'assenza delle reazioni in stile Facebook.. <3

Su Simmons, mi dispiace se ho fatto scandalizzare più di qualcuno ma per me Ben è un giocatore d'istinto, potrebbe perdere la memoria che domani giocherebbe quasi uguale. Fenomeno vero, se avesse anche una capacità di rielaborazione del gioco di livello superiore I 76ers sarebbero quasi una contender, ma per ora si vede che capisce cosa succede, ma non sa reagire al meglio agli adeguamenti che gli HC propongono contro di lui. Ha bisogno di tempo come normale che sia, è Mitchell che è anormale da questo lato



Avatar utente
T-wolves
Pro
Pro
Messaggi: 9492
Iscritto il: 20/10/2011, 18:22
MLB Team: Minnesota Twins
NFL Team: Minnesota Vikings
NBA Team: Minnesota Timberwolves
NHL Team: Minnesota Wild

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da T-wolves » 17/02/2018, 17:30

Io credo di non aver mai messo in dubbio che Hinkie fosse un buon GM, dico solo che se levi Embiid cade un pò tanto. Lui è stato probabilmente uno dei GM che ha fatto più trade di tutti e alcune di quelle trade non le vediamo complete manco oggi ad anni di distanza perchè lui era maestro nel tradare sempre per pick future.

Detto questo Noel, MCW e Okafor sono stati sostanzialmente 3 buchi nell'acqua dove lui è riuscito a rimpacchettare MCW ad altri e gliene va dato atto. McDaniels e Grant mi pare fossero due delle tante seconde che ha avuto, seconde che erano quasi primo giro e poi le ha ritradate (vedi la pick di Hernangomez, ma di seconde ritradate ce ne sono decine), ha ritradato la scelta di Payton per Saric e altre pick ecc.

Ha fatto veramente un milione di movimenti secondari e tanti sono buoni movimenti, ma quando lo hanno licenziato e mancava Simmons i movimenti secondari come McConnell o Covington che rimangono buoni se non ottimi, lo avrebbero comunque posto a GM nella media per me. Questo sia nel bene che nel male, nel senso che licenziarlo non aveva senso.

Tra l'altro si prende sempre esempio come modello vincente il modello 76ers quando poi ad oggi non ha vinto nulla. Non vorrei ricadessimo nel magico modello Thunder che buono lo è sempre stato, ma mai vincente e i Thunder in finale ci sono almeno andati e qui mi ricollego: il modello Hinkie è poi così rivoluzionario dal modello Thunder? Come sono nati i Wizards da Wall (1), Beal (3) e Porter (3) è così differente dal modello 76ers? Embiid (3), Simmons (1), Fultz (1)? (Ho messo Fultz, ma potevo usare Okafor (3) o Noel (6)) I Thunder sono nati da Green (5 tradato per Ray Allen), Durant (2), Westbrook (4) e Harden (3).

Sembra che solo lui abbia pescato in alto al draft.... Non si fa così da anni? Per me Hinkie fatto vedere una nuova strada più per come ha continuato a muoversi senza mai fermarsi, continuando a tradare e tradare, si concordo, facendo così si è dato più opportunità, ma non dal tanking: dal continuare a muoversi creando da una pick = due pick. Il fare schifo e pescare in alto c'è sempre stato.

Ho una prima scelta e trado leggermente in basso per avere sempre una prima+altro, trado la mia seconda leggermente in basso per avere più possibilità. A me Hinkie principalmente mi sembra abbia lasciato il segno in questo. Colangelo poi ha sfruttato il surplus di scelte per fare il contrario ovvero una trade up, mentre lui era maestro nei trade down o comunque nel riciclare giocatori in pick.



Avatar utente
BomberDede
Pro
Pro
Messaggi: 3465
Iscritto il: 01/06/2008, 13:27

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da BomberDede » 17/02/2018, 17:36

Diciamo che il modello 76ers è stato particolarmente “palese” perché hanno avuto la “sfiga” che si continuavano a rompere i giocatori e continuavano a fare schifo. I thunder almeno davano l’idea di avere qualche buon giocatore etc mentre crescevano gradualmente. I sizers alcuni anni mandavano squadra da serie c italiana in campo.

Ps fa ridere comunque che si possa sfottere tutti i team del mondo la appena tocchi i sixers si inpazzisca. Va bene che i Lakers fanno schifo se no volerebbero delle sonore pernacchie



Avatar utente
nolian
Pro
Pro
Messaggi: 7127
Iscritto il: 27/08/2006, 17:31

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da nolian » 17/02/2018, 17:37

Nel rebuilding ci stanno fortune e sfighe, è un bravo GM le mette in conto, come mette in conto la lottery con le sue incognite e il draft che è scienza estremamente incerta e soggetta a flop o stralcio

Hinkie in questo è stato bravo e lungimirante

Ciò però che rende più "casuale" del "ragionevolmente prevedibile" è Embiid che salta un altro anno e mezzo, oltre il primo.
Questo rende il rebuilding dei 76ers più "figlio del caso" di quanto Hinkie possa mai aver previsto, considerato, immaginato, ecc...

Hinkie sapeva che Embiid avrebbe saltato un anno, è stato lungimirante a prenderlo quando altri hanno declinato.
Ma senza il secondo anno saltato da Embiid (non preventivato e non preventivabile) Simmons sarebbe probabilmente finito altrove.
Un discorso analogo può esser fatto per Fultz, che magari domani sarà il giocatore che ci si aspettava, e che senza la stagione saltata da Simmons e le quasi 50saltate da Embiid nella sua terza stagione, non sarebbe arrivato ai 76ers, o allora sarebbe arrivato ma con sacrifici maggiori

Basterebbe che si ammetta che c'è stata una sequenza di fatti (sfortune-infortuni è fortune-pick) assolutamente al di fuori da ogni progetto di "process". Basterebbe questo per uscire dalla diatriba di chi vuol lasciar intendere che sia tutto merito di Hinkie e di chi lascia intendere che di Hinkie non ci sia granché



Avatar utente
Brian_di_Nazareth
Premio Tranquillo
Premio Tranquillo
Messaggi: 21204
Iscritto il: 11/11/2009, 17:42
NFL Team: Philadelphia Eagles
NBA Team: Philadelphia 76ers
Località: giù al nord
Contatta:

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggio da Brian_di_Nazareth » 17/02/2018, 17:56

@nolian anche se i Sixers avessero vinto la RS lo scorso anno, avrebbero potuto avere la #1 al draft 2017.
Esempio di come il vostro Gastone ha battuto il caso.
Come? Beh informati tu.


Immagine

Rispondi