A causa di rallentamenti lamentati da diversi utenti nell'uso dell'editor dei post, abbiamo dovuto disattivare alcune funzionalità del forum sospettate di aver peggiorato il problema. Tra queste, il mentioning.
La possibilità di menzionare utenti viene comunque preservata usando il nuovo pulsante Immagine nell'intestazione dell'editor. Basta scrivere il nome dell'utente da menzionare nel post, selezionarlo col mouse e cliccare sul bottone.
Per approfondimenti vi rimando alla Discussione.

Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Il Punto d'incontro dei Fans NBA di Play.it USA
Avatar utente
franzis
Pro
Pro
Messaggi: 5859
Iscritto il: 25/09/2009, 21:26
NBA Team: 2018 World Champions

Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda franzis » 31/08/2016, 12:58

Vi ripropongo il semi sondaggio lanciato da hoopshabit
il mio ordine:
- D (KAT è già su una altro livello, Wiggings ha il potenziale per arrivarci, Dunn può contribuire da subito considerata età e attitudine nella metà campo difensiva. da capire che fare di rubio)
- C (giovani con talento e potenziale presenti più o meno in ogni spot, ovviamente con un range che va dal potenziale All star all'ottimo back up. le premesse per il 3peat ci sono tutte)
- B (LBJ considera booker come un "really, really, really good, all-star player". se trovano la quadratura riuscendo a far giocare insieme lui, bledsoe e knight, e bender e chriss si confermano all'altezza della chiamata al draft, saranno molto pericolosi, anche se non li vedo contender)
- E (è un buon mix talento/veterani ma con poco upside. ai PO potrebbero tornarci anche il prossimo anno, ma non li vedo attrezzati per fare tanta strada in post season)

A è ingiudicabile finchè non chiarisce la situazione Embiid/Noel/Okafor
Ultima modifica di franzis il 31/08/2016, 14:40, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
Bonner
Rookie
Rookie
Messaggi: 803
Iscritto il: 21/09/2004, 18:55
Località: Messina

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda Bonner » 31/08/2016, 13:46

La domanda è sbagliata, dovrebbe essere "Chi ha il secondo miglior core per il rebuilding?"

Lupi troppo più avanti.


Immagine
Gli attacchi vendono i biglietti, le difese vincono le partite

I pazzi osano dove gli angeli temono d'andare


Sono brutto, rozzo, sporco, maleducato, irascibile, fastidioso, intollerante, intemperante, indeciso, incostante, stupidament

Avatar utente
franzis
Pro
Pro
Messaggi: 5859
Iscritto il: 25/09/2009, 21:26
NBA Team: 2018 World Champions

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda franzis » 31/08/2016, 14:03

e infatti è per quello che devi da fa la classifica da 1 a 5!



Avatar utente
T-wolves
Pro
Pro
Messaggi: 8255
Iscritto il: 20/10/2011, 18:22
MLB Team: Minnesota Twins
NFL Team: Minnesota Vikings
NBA Team: Minnesota Timberwolves
NHL Team: Minnesota Wild

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda T-wolves » 31/08/2016, 14:10

Non capisco perchè manchino i Bucks, che a mio avviso saranno i primi a emergere.

Nuggets a mio avviso sono strani, hanno giocatori talentuosi, hanno il giusto mix anche con l'esperienza, ma a mio avviso sono tutti giocatori buoni, ma non buonissimi anche in prospettiva, io credo che gli manchi il talento nei rank alti per uscire dall'anonimato e ne faccio una questione anche di potenziale, per me è una squadra che può emergere solo tradando e ciò risulterà estremamente complicato. Mi sembra un progetto con meno potenziale rispetto alle altre, ma anche abbastanza solido, per me nel breve ci tornano ai PO.

Poco sopra i Nuggets vedo i Suns. Suns che a me personalmente hanno giocatori che piacciono poco, però possono trovare il modo di uscire dall'anonimato, probabilmente anche la squadra e i giocatori che conosco di meno. Curioso di vedere cosa saranno veramente Bender e Chriss, due discreti boom or bust che diranno esattamente cosa sono.

Poi per me ci sono i 76ers. Squadra che ad oggi, per me è palesemente un cantiere aperto, squadra che valutare oggi è estremamente difficile, squadra che nella mia ignoranza fonda tantissimo su Simmons, se Ben può realmente essere uno che sposta alla fine il resto si aggiusta, per me serve almeno un anno per capire cosa siano. Una caterva di giocatori che non hanno giocato un singolo minuto in Nba: Simmons - Saric - Embiid - Luwawu, possono essere realmente tutto e il contrario di tutto, i giocatori più datati principali del progetto sono comunque un Okafor rookie e un Noel che fra un anno non si sa nemmeno se ci sarà ancora. A logica servirà minimo un anno se non due solo per farsi una idea. Squadra che tra l'altro pescherà ancora almeno un altra volta in una chiamata altissima.

Poi direi i Lakers dove di tutte quelle citate fino ad ora, per me ovviamente, possiamo vedere una squadra che fra 2-3 anni può realmente essere qualcuno di temibile, qualcuno con sogni d'anello, che nelle precedenti a mio avviso si notava molto meno. A me Ingram piace tantissimo, Randle e Clarkson probabilmente sono un pò sopravvalutati, ma per quello che dovranno fare andranno bene e poi c'è Russell da cui a mio avviso passerà tanto del futuro di LA. Per me sarà fondamentale la prossima offseason.

Infine ci sono i Wolves, dove io vedo Towns il migliore prospetto a mani basse tra i "giovani" non già consacrate a Star e un Wiggins che se la gioca con pochissimi altri sempre in quella categoria, il resto è buono, ma se quei due rispettano le attese già quelli bastano e avanzano. Reputo Dunn un giocatore estremamente interessante e un LaVine da scoprire dove comunque nel worst case scenario si lascia guardare (6°uomo).



Avatar utente
franzis
Pro
Pro
Messaggi: 5859
Iscritto il: 25/09/2009, 21:26
NBA Team: 2018 World Champions

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda franzis » 31/08/2016, 14:20

i bucks (come i celtics) secondo me li danno per già usciti dal rebuilding

più che altro avrei aggiunto i magic, che vedo sullo stesso livello dei nuggets



elfride4
Rookie
Rookie
Messaggi: 865
Iscritto il: 14/11/2015, 19:03
NFL Team: baltimore ravens
NBA Team: utah jazz

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda elfride4 » 31/08/2016, 14:29

Per me i Suns sono ultimi e non di poco, vero che in Booker hanno un giocatore che a talento non è secondo a nessuno dei presenti a roster fra le pepite, ma il resto del roster non mi piace. Len sta faticando molto ad uscire, magari il prossimo anno esplode ma non credo sia al livello ne di Jokic ne di Nurkic come ceiling, Bender non lo riesco ad inquadrare bene, Chriss non mi piace e la loro miglior scelta dell'ultimo draft rischia di essere un playmaker, ruolo abbondantemente coperto, alto 1.80 forse con problemi alle anche... Non benissimo.
Denver potrebbe essere la squadra NBA che conosco di meno, però mi sembra più solida, equilibrata e con una logica più continua che nel tempo pagherà i suoi dividendi.

Ma tutto ciò rischia di essere rimescolato l'anno prossimo con l'arrivo della nuova classe che promette veramente bene. Se Harry Giles (centro) casca nelle mani dei gialloviola i lacustri rischiano di essere al livello dei Twolves se non meglio.
Tolto questo se, direi come che l'ordine odierno sia D,C,A,E,B.

I Bucks per me sono ancora in pieno rebuilding, per dare un vero senso alla squadra bisogna aspettare minimo due anni di Maker, peccato che nel frattempo scadrà il contratto di Middlelton che è ottimo per il nuovo CBA e credo rischino di complicarsi la vita non poco.



Avatar utente
T-wolves
Pro
Pro
Messaggi: 8255
Iscritto il: 20/10/2011, 18:22
MLB Team: Minnesota Twins
NFL Team: Minnesota Vikings
NBA Team: Minnesota Timberwolves
NHL Team: Minnesota Wild

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda T-wolves » 31/08/2016, 14:46

Anche i Magic effettivamente.... sia loro che i Bucks secondo me sarebbe anche ora che vadino ai PO, ai Magic temo manchi il giocatore simbolo della franchigia, mi sembrano una squadra stile Nuggets.
Posso condividere le perplessità sui Suns, però a mio avviso se tutte le tessere vanno nel posto giusto hanno un futuro più luminescente rispetto Denver, per questo li avevo messi sopra.



Avatar utente
franzis
Pro
Pro
Messaggi: 5859
Iscritto il: 25/09/2009, 21:26
NBA Team: 2018 World Champions

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda franzis » 31/08/2016, 14:53

cmq probabile che il criterio con cui hanno scelto le 5 squadre è stato semplicemente l'ordine dell'ultimo draft, escludendo BKN (che ha girato la pick a BOS) e NOP (che è stata martoriata dagli infortuni l'anno scorso)



Avatar utente
Brian_di_Nazareth
Premio Tranquillo
Premio Tranquillo
Messaggi: 19488
Iscritto il: 11/11/2009, 17:42
NFL Team: Philadelphia Eagles
NBA Team: Philadelphia 76ers
Località: giù al nord
Contatta:

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda Brian_di_Nazareth » 31/08/2016, 15:09

Perchè i Sixers non giudicabili?

Secondo me invece li si deve giudicare a prescindere dal trio di C: anche Nuggets e Suns sono pieni di guardie, ma li si giudica giustamente lo stesso.
Si parla di core, non di squadra sono due concetti differenti secondo me.

Il core dei Pellicans è: Anthony Davis 23enne su un contratto ottimo per 5 anni e basta (al più Hield ma non ha ancora giocato un minuto).
Beh, è un core fenomenale su cui costruire, per me, e non scherzo.
Poi riuscire a costruirci attorno una squadra vincente è un altro paio di maniche, e infatti le scelte di NO in questi anni non mi convincono del tutto.

Cmq, a mio parere, prima di tutto occorre stabilire che cosa si intende per completare il rebuilding: avere la possibilità di vincere il titolo nei prox 5 anni o poter essere stabilmente contender (a lungo) in un paio di anni?

Prendiamo il secondo caso. Allo stato attuale, in ordine di sondaggio:

Sixers. I giovanotti a roster sono: Noel (un solo anno di contratto), Embiid (grosso punto interrogativo), Okafor, Saric e Simmons (debuttanti di alto profilo), Covington/Grant/Luwawu potenziali giovani role players. A questo core, di cui solo Noel ha un contratto minore di 2 anni, si aggiungono un paio di scelte alte nei prossimi due anni e una marea di cap libero.

Ci sono ancora buchi nel lineup (settore guardie) ma ci sono anche gli asset per colmarli nei prossimi due anni.

Suns: i giovanotti sono Booker, Chriss e Bender (debuttanti di alto profilo), Len (un solo anno di contratto), Ulis (potenziale buon role player) e poi due ottimi giocatori giovani su buon contratto, ovvero Bledsoe e Knight, di cui, il primo purtroppo è spesso rotto e il secondo lo stanno cercando di vendere.
Un paio di scelte alte nei prossimi due draft e non molto cap libero nei prossimi due anni.
C'è un mix di giovani e vets buono e anche un roster piuttosto bilanciato anche se per me con un buco in SF e con uno tra Knight/Bledsoe di troppo, specie avendo Booker-Ulis in caldo.
Ma il franchise player chi sarà? Booker? Forse, ma deve migliorare e non poco in difesa, sennò siamo dalle parti di Harden, ottimo eh, ma non decisivo.

Lakers: I giovanotti sono: DAR, Randle, Ingram (debuttante), Clarckson e Nance potenziali giovani role players. Zubac non ce lo voglio mettere.
I veterani presi quest'anno completano il quintetto ma non credo che possano essere considerati core players per il futuro. Il cap un po' strozzato ad essere buoni, tipo quello dei Suns nei prossimi due anni e poi c'è il problema delle scelte future.
Per me è fondamentale arrivare tra le ultime 3 quest'anno: ti tieni una scelta alta per un lungo e trasformi il debito verso Orlando nel 2019 in due secondi giri invece che in un primo.

Timberwolves. I giovani sono Towns, Wiggins, Dunn (debuttanti di alto profilo), Lavine con Dieng (un solo anno di contratto), Jones e Shabazz (un solo anno di contratto) potenziali giovani role players.
Rubio è nel filone Bledsoe/Knight (ottimo giovane/vet) ma alla lunga potrebbe fare scopa con Dunn....e quindi creare un problema.
Forse i Twolves sono i più "impiccati" di tutto questo gruppo come cap per i prossimi due anni e con le scelte che potrebbero essere più basse degli altri.
Però sono anche i più avanti, come testimonia la scelta di Thibs come coach.
Qual il Franchise Player c'è, per me, ossia Towns.

Nuggets: i giovani sono Jokic, Mudiay, Murray (debuttante di alto profilo), Harris con Nurkic, Hernagonez (debuttante) e Beasley come potenziali giovani role players.
Hanno un paio di scelte anche potenzialmente buone il prossimo anno e molto cap nei prossimi due anni.
Roster ben bilanciato (una guardia di troppo per me) e un paio di giocatori Faried/Gallo/Barton che sono i giovani-vets di valore. Jokic ha qualche tratto del FP, da tenere d'occhio.


Quindi per me la classifica è:

1. Minnnie -> più avanti e già col FP in casa oltre a buoni "scudieri" (Wiggins).

2. Denver -> gran bel mix, c'è il potenziale per trovare un FP tra i giovani, e ancora cap/scelte a disposizione per aggiungere core players a breve.

3. Sixers -> sono quelli più indietro, ma sono anche quelli che hanno ancora un draft o due buoni da spendere (anche senza takare, grazie a Kings e Lakers) e tra i loro molti debuttanti si potrebbe nascondere il FP (anche più di uno :papa: )

4. Lakers -> dipende molto dal tenere una scelta alta quest'anno, capire se DAR è un FP (io non ne sono convinto al 100%) e da quanto velocemente Ingram si adatta all'nba. Il discorso del cap li limita anche un po' secondo me. Hanno dei buoni giovani come role players.

5. Suns -> Chriss e Bender sono due grossi ? che se pagano li proiettano in alto, se non pagano il inchiodano nei bassifondi ancora per un po'. Booker ok, ma se lo scorso anno (a tratti, non per tutta la stagione) mi ha convinto come attaccante, in difesa siamo ai livelli orridi di Okafor. Anche la salute di Bledsoe non mi convince.



Avatar utente
nolian
Pro
Pro
Messaggi: 6612
Iscritto il: 27/08/2006, 17:31

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda nolian » 31/08/2016, 15:19

PREMESSA: avere un buon "core" per il rebuilding per me significa aver individuato quelli che saranno i franchise player che ti porteranno (si spera) in alto

premesso ciò
"seguo" la corrente sul primo e secondo team

1° Timberwolves
KAT, Wiggins, uno tra Rubio e Dunn, ma io ci metto pure Lavine e Dieng
magari, anzi probabilmente, qualcosa verrà spostato, scambiato, ecc...
ma nel "core" del rebuilding imho ci stanno a pennello anche Lavine (che io vedo come uno col ventello facile nelle mani, cui può associare una discreta difesa...vediamo cosa Thibs ne tira fuori), e Dieng che è un role player perfetto, che lavora, migliora ogni anno, non pretende nulla...

2° Bucks
li metto al secondo posto solo perchè fatico ad individuare una struttura chiara, ma forse è il mio essere ancorato ad una vecchia idea di nba, mentre oggi nella nba attuale questa mancanza di ruoli chiari può essere un vantaggio
il loro è un secondo posto che non ha nulla da invidiare al primo
diciamo 1° a ovest i TW e 1° a est i Bucks

tra gli altri vado controcorrente, e dico che non vedo benissimo nessuno
nè Suns, nè Nugs, nè Lakers per il motivo della premessa iniziale (nessuno ha un giocatore che pare possa diventare un franchise player)
non vedo benissimo neanche i 76ers che hanno tanti "potenziali", (potenziali che hanno anche i Lakers tra i 3 team sopra citati), ma ancora nessuno di essi ha lasciato intendere di poter effettivamente diventare qualcuno

non vedo bene Orlando, che ha alcuni buoni giocatori, ma nessuna stella (e per certi versi il loro è già un mezzo fallimento: tanki per diversi anni e non arrivi al franchise player...)
piuttosto mi giocherei i Knicks, che non hanno fatto un vero rebuilding, ma hanno un nucleo vecchio che farà fare a Porzingis (lui si potenziale franchise player) esperienze che conticchiano e non 2-3 anni di tankaggio, quando i vari Rose ecc...scadranno, ci potrà essere un team da PO con diversi soldi a disposizione...



Avatar utente
Bonner
Rookie
Rookie
Messaggi: 803
Iscritto il: 21/09/2004, 18:55
Località: Messina

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda Bonner » 31/08/2016, 15:22

I Nuggets secondo me c'entrano poco con le altre squadre qui proposte, a meno che non tradino il Gallo per giovani e scelte future, ma non mi sembra questo il caso. Sono più assimilabili ai Jazz, e con questi si giocheranno l'accesso ai PO nel prossimo anno. Mio pallino Jamal Murray, ma onestamente non ce lo vedo troppo bene nella strutturazione odierna delle pepite.

I Soli sono i più indietro in assoluto, occorreranno 2 anni per vedere di che pasta sia fatto Bender, e ,imho, da lui passano gran parte delle possibilità di successo futuro in Arizona. Booker gran bel realizzatore, ma per vincere non basta proprio.

I Lakers stanno muovendosi decentemente, però io li vedo abbastanza indietro come sviluppo: Ingram mi piace moltissimo(ma non sarà mai Durant) e D'Angelo ha dei lampi di talento abbacinanti, ma per entrambi credo serva tempo, Randle boh, potrebbe diventare funzionale, ma difficilmente uno che sposta.

I Sixers son difficilissimi da analizzare, rischiano di fare un casino, però secondo me il sereno ormai è vicino.

I lupi contender in 3 anni :icon_paper:


Immagine
Gli attacchi vendono i biglietti, le difese vincono le partite

I pazzi osano dove gli angeli temono d'andare


Sono brutto, rozzo, sporco, maleducato, irascibile, fastidioso, intollerante, intemperante, indeciso, incostante, stupidament

Avatar utente
franzis
Pro
Pro
Messaggi: 5859
Iscritto il: 25/09/2009, 21:26
NBA Team: 2018 World Champions

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda franzis » 31/08/2016, 15:36

Brian_di_Nazareth ha scritto:Perchè i Sixers non giudicabili?
i 76ers sono ingiudicabili perchè io non riesco a immaginarmi una rotazione convincente per embiid/noel/okafor in grado di svilupparli/valorizzarli tutti e 3 in modo che possano massimizare il loro contributo nel rebuilding.

a differenza dei suns dove si può provare a far giocare booker insieme a bledsoe e knight, senza considerare che bledsoe e knight non devono essere sviluppati.



Avatar utente
Brian_di_Nazareth
Premio Tranquillo
Premio Tranquillo
Messaggi: 19488
Iscritto il: 11/11/2009, 17:42
NFL Team: Philadelphia Eagles
NBA Team: Philadelphia 76ers
Località: giù al nord
Contatta:

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda Brian_di_Nazareth » 31/08/2016, 15:53

franzis ha scritto:
Brian_di_Nazareth ha scritto:Perchè i Sixers non giudicabili?
i 76ers sono ingiudicabili perchè io non riesco a immaginarmi una rotazione convincente per embiid/noel/okafor in grado di svilupparli/valorizzarli tutti e 3 in modo che possano massimizare il loro contributo nel rebuilding.

a differenza dei suns dove si può provare a far giocare booker insieme a bledsoe e knight, senza considerare che bledsoe e knight non devono essere sviluppati.
Perchè, secondo me, vediamo due cose differenti: se mi dicessero "uno dei 3 avrà una carriera alla Duncan e gli altri due alla Oden" ci metterei mille firme sopra, proprio per lo stesso concetto espresso da Nolian.
Tu invece vedi il lineup e dici nella casella di C ci sono 3 giovani e sono di troppo.
Vero, ma quello ha più a che fare con la costruzione della squadra che con il "core".

Fai finta che Noel (o Okafor o Embiid) sparisca all'istante: continuano ad essere ingiudicabili?

I Sixers non devono sviluppare tutti e 3 quei giovani e trovare un equilibrio di rotazione, ne devono sviluppare uno, massimo due.
Ma ci sono anche altri giovani interessanti a roster e altri ne arriveranno l'estate prossima.
E se anche Noel o Okafor finiranno nel cesso, non è morte di nessuno...ci sono altre alternative.

Adesso supponiamo che DAR sparisca dal roster dei Lakers e magari ci rimettete pure la scelta 2017, con Randle-Ingram-Clarckson-Nance la strada sarebbe ancora lunga per me.

I Sixers, casomai, sono ingiudicabili perchè Simmons/Embiid/Saric non hanno mai giocato un minuto in nba, non perchè hanno 3 centri potenzialmente di alto livello incompatibili assieme.

Ti faccio un paradosso: lasciami uno di tua scelta tra tutti i giovani (uno tra Simmons o Embiid o Saric o Noel o Okafor) dei Sixers e dammi Anthony Davis o Westbrook più le scelte e il cap libero attualmente presente, e io sono soddisfatto: vedrai che una buona squadra la costruisco :forza:



Avatar utente
Brian_di_Nazareth
Premio Tranquillo
Premio Tranquillo
Messaggi: 19488
Iscritto il: 11/11/2009, 17:42
NFL Team: Philadelphia Eagles
NBA Team: Philadelphia 76ers
Località: giù al nord
Contatta:

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda Brian_di_Nazareth » 31/08/2016, 15:55

PS: mi voglio sbilanciare.

Tra Porz e Jokic, dovessi scegliere per il futuro, mi prendere il secondo tutta la vita. :biggrin:



Avatar utente
franzis
Pro
Pro
Messaggi: 5859
Iscritto il: 25/09/2009, 21:26
NBA Team: 2018 World Champions

Re: Chi ha il miglior core per il rebuilding?

Messaggioda franzis » 31/08/2016, 16:08

Brian_di_Nazareth ha scritto:
franzis ha scritto:
i 76ers sono ingiudicabili perchè io non riesco a immaginarmi una rotazione convincente per embiid/noel/okafor in grado di svilupparli/valorizzarli tutti e 3 in modo che possano massimizare il loro contributo nel rebuilding.

a differenza dei suns dove si può provare a far giocare booker insieme a bledsoe e knight, senza considerare che bledsoe e knight non devono essere sviluppati.
Perchè, secondo me, vediamo due cose differenti: se mi dicessero "uno dei 3 avrà una carriera alla Duncan e gli altri due alla Oden" ci metterei mille firme sopra, proprio per lo stesso concetto espresso da Nolian.
Tu invece vedi il lineup e dici nella casella di C ci sono 3 giovani e sono di troppo.
Vero, ma quello ha più a che fare con la costruzione della squadra che con il "core".

Fai finta che Noel (o Okafor o Embiid) sparisca all'istante: continuano ad essere ingiudicabili?

I Sixers non devono sviluppare tutti e 3 quei giovani e trovare un equilibrio di rotazione, ne devono sviluppare uno, massimo due.
Ma ci sono anche altri giovani interessanti a roster e altri ne arriveranno l'estate prossima.
E se anche Noel o Okafor finiranno nel cesso, non è morte di nessuno...ci sono altre alternative.

Adesso supponiamo che DAR sparisca dal roster dei Lakers e magari ci rimettete pure la scelta 2017, con Randle-Ingram-Clarckson-Nance la strada sarebbe ancora lunga per me.

I Sixers, casomai, sono ingiudicabili perchè Simmons/Embiid/Saric non hanno mai giocato un minuto in nba, non perchè hanno 3 centri potenzialmente di alto livello incompatibili assieme.

Ti faccio un paradosso: lasciami uno di tua scelta tra tutti i giovani (uno tra Simmons o Embiid o Saric o Noel o Okafor) dei Sixers e dammi Anthony Davis o Westbrook più le scelte e il cap libero attualmente presente, e io sono soddisfatto: vedrai che una buona squadra la costruisco :forza:
semplicemente mi baso su chi c'è oggi nel "core", sia singolarmente che come combinazioni, non su chi può arrivare/sparire tra uno o due anni.

perchè gli asset ti possono anche esplodere in faccia: entri in free agency con due max slot e ne esci con deng e mozgov.




Torna a “NBA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Mr. Sloan e 6 ospiti