Moderatamente sensati - Il topic della politica

E' il luogo in cui potete parlare di tutto quello che volete, in particolare di tutti gli argomenti non strettamente attinenti allo sport americano...
Avatar utente
doc G
Moderator
Moderator
Messaggi: 8406
Iscritto il: 14/01/2007, 12:03
Località: Terni

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda doc G » 07/12/2017, 17:28

Gerry Donato ha scritto:Dici bene Bluto, attenzione io scindo nettamente ciò che si pensa a sinistra nel popolo italiano sul piano delle idee e della visione (ed il potenziale empirico, reale, di certe politiche) dalle dinamiche puramente politico-elettorali-personali dei rappresentanti che oggi formano la nuova lista.

Gli elementi programmatici tipo il Jobs Act e le politiche di Renzi sono solo lo strumento ed il grimaldello (insieme ovviamente all'odio verso Renzi che unisce tutti) con cui Bersani, D'Alema e chiunque altro cercano di fare breccia in quell'elettorato che citi e che appunto esiste, visto che solo in un paio di interventi abbiamo avuto la tua testimonianza e quella di Albizup, ma penso non sarebbero certo i soli.

Ma il fatto che quegli elementi siano strumentalizzati da politici non credibili per la loro storia e palesemente fomentati da quella rottamazione personale che vivono come lesa maestà, non toglie che quegli elementi esistono sul piano ideologico e dell'azione programmatica.

Quella roba lì di sinistra, idealmente, esiste. Come esiste quell'altra roba lì di Dietto, Doc, Lele che venderebbero le caserme e privatizzerebbero qualsiasi cosa.
Il problema è appunto la rappresentanza di quegli ideali, oltraggiata in questi 24 anni e giunta tra un paradosso e l'altro alla schizofrenia del modello Renzi, l'anomalia dell'anomalia che rafforza l'anomalia. Ed è lì non a caso che nasce la mia richiesta di discontinuità e non mi spaventa affatto sulla carta una forza che supera quelle ideologie e quelle categorie schematiche ormai preistoriche.
A parte che io non ho mai chiesto la vendita delle caserme utilizzate, semmai degli edifici non usati e non a degno reddito (Magda, mi adori?), nessuno sano di mente potrebbe negare che l'area di sinistra in Italia esista, sia ampia e manchi di rappresentanza. Semmai è la mia di area che a parole è affollatissima, solo posti in piedi, nei fatti ridotta, anzi, quasi deserta, tenuto conto che la maggioranza dei componenti è pronta ad allearsi a statalisti di destra o di sinistra.
E gli assunti di partenza di socialisti e pentastellati sono anche in parte condivisibili. Società più equa e giusta i primi, partecipazione popolare, ricambio politico e superamento di strumenti non più adatti i secondi. Sono le strade per il raggiungimento degli obiettivi che non condivido affatto, ma di questo si può parlare.
Quel che non condivido nella disamina è il presunto superamento delle categorie novecentesche. Destra, sinistra e centro sono vive e lottano con noi, non c'è nulla di nuovo nelle posizioni ideologiche, semmai negli strumenti, solamente che è diventata più netta che qualche lustro fa la distinzione fra filocapitalisti ed anticapitalisti, e si assiste a fenomeni impensabili solo venti anni fa, di istanze simili fra parti opposte accomunate dalla posizione sul capitalismo.
Impensabile 20 anni fa, ma non 90 anni fa.
Perché è tanto difficile capire se Di Maio o Di Battista siano di destra o di sinistra? Perché in loro all'inizio prevalevano le istanze anticapitalistiche, altrimenti si capisce bene. E perché il candidato premier è Di Maio? Perché era il più moderato su tali posizioni e quello che poteva superare più facilmente quelle più cruciali per arrivare al governo.
E la cosa diventa evidente quando i pentastellati parlano di diritti civili. A parole sempre a favore del loro aumento, anzi, con l'aria di supponenza criticano chi solo ora arriva a parlarne, poi al dunque regolarmente si tirano fuori attaccando i promotori, perché votando in un modo scontenterebbero i sostenitori di destra, nell'altro quelli di sinistra, ed al momento per entrambi è più importante la discontinuità che i dettagli.
Anche se non si parla di diritti civili, emblematica in tal senso la posizione sul superamento del trattato di Dublino sul collocamento dei rifugiati. Perché mai devo far incazzare gli elettori di destra con una revisione che faciliti la ricollocazione o quelli di sinistra incrementando i controlli? Meglio chiamarsi fuori

Inviato dal mio SAMSUNG-SM-G935A utilizzando Tapatalk




lelomb
Pro
Pro
Messaggi: 6169
Iscritto il: 14/10/2013, 18:50
MLB Team: dodgers
NFL Team: packers
NBA Team: lakers
NHL Team: devils

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda lelomb » 07/12/2017, 17:28

Karamazov ha scritto:
07/12/2017, 17:20
lelomb ha scritto:
07/12/2017, 17:14

Perché il detto dalla padella alla brace non esiste a caso insieme al chi lascia la strada vecchia ...
Cambiare tanto per cambiare che tipo di scelta è? Quale processo di creazione e fondamento di un'idea propria si porta dietro?
Per quanto si può andar avanti a votar protesta senza mai spostarsi su qualcosa che dia un senso costruttivo al voto. Andiamo avanti col piuttosto che vorare quelli voto pure tizio.. poi tizio è il primo che passa per strada
Fino a prova contraria astenersi non è ancora diventato atto di immoralità o reato, perché devo per forza ingoiar merda votando qualcuno che non mi rappresenta, non dico che mi rappresenti a metà o che ci siano cose che condivido, attualmente siamo proprio lontani dal sentir qualsiasi minimo segno di rappresentanza. Quindi quando sarà il momento o mi ritroverò a votare il partito sfigato che sicuro non passa la soglia, ma sul cui pogramma e sui cui nomi mi trovo concorde o me ne starò serenamente a braccia conserte.
Esatto, la conclusione è questa, votare un partito sfigato che non passerà mai la soglia ma che molto probabilmente andrà ad allearsi col partito più importante e vicino a livello di ideologia, o non si andrà a votare. Ora come ora sono nella tua stessa situazione.

Per dirti: a Milano per il sindaco ho votato i Radicali :laughing: , piuttosto che non votare mi sembravano quelli più "positivi" sapendo che avrebbero preso il mio voto e quello di qualche fattone del quartiere. Poi al ballottaggio si son messi col PD e non sono andato a votare.

Resteremo a braccia conserte, o a giocare a briscola allegramente per non pensare a questi politici :biggrin:
Io qui ho un altra visione se hai l'opportunità di sporcarti le mani sporcale, perché solo così puoi provare a far qualcosa. Se ti devi alleare con tizio o con caio io non ti giudico di sicuro per quello, ma per come ti sarai comportato da li in avanti. Sta demonizzazione del concetto di alleanza per me è un male assoluto e uno dei motivi principali per cui i 5stars non mi vedono manco col binocolo



Karamazov
Newbie
Newbie
Messaggi: 50
Iscritto il: 18/06/2017, 0:03

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda Karamazov » 07/12/2017, 17:34

lelomb ha scritto:
07/12/2017, 17:28
Karamazov ha scritto:
07/12/2017, 17:20


Esatto, la conclusione è questa, votare un partito sfigato che non passerà mai la soglia ma che molto probabilmente andrà ad allearsi col partito più importante e vicino a livello di ideologia, o non si andrà a votare. Ora come ora sono nella tua stessa situazione.

Per dirti: a Milano per il sindaco ho votato i Radicali :laughing: , piuttosto che non votare mi sembravano quelli più "positivi" sapendo che avrebbero preso il mio voto e quello di qualche fattone del quartiere. Poi al ballottaggio si son messi col PD e non sono andato a votare.

Resteremo a braccia conserte, o a giocare a briscola allegramente per non pensare a questi politici :biggrin:
Io qui ho un altra visione se hai l'opportunità di sporcarti le mani sporcale, perché solo così puoi provare a far qualcosa. Se ti devi alleare con tizio o con caio io non ti giudico di sicuro per quello, ma per come ti sarai comportato da li in avanti. Sta demonizzazione del concetto di alleanza per me è un male assoluto e uno dei motivi principali per cui i 5stars non mi vedono manco col binocolo
Infatti, l'esempio che ho fatto non era per dire che le alleanze sono sbagliate ci mancherebbe, ma in quel caso un piccolo partito puntava semplicemente a qualche sedia in comune, perchè non allearsi subito. Ricordo se non mi sbaglio una dichiarazione di Cappato prima delle votazioni che escludeva alleanze col PD e poi invece..

Comunque a parte questo mio inutile esempio son d'accordo con te, i 5stelle sono sempre ridicoli quando si mettono i para occhi. A parte che secondo me si alleeranno con la Lega



Avatar utente
lele_warriors
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 23558
Iscritto il: 05/07/2007, 7:48

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda lele_warriors » 07/12/2017, 17:34

Karamazov ha scritto:
07/12/2017, 17:24
lele_warriors ha scritto:
07/12/2017, 17:20



si, il suffragio universale in primis
L'ignoranza però esisteva anche anni fa presumo. Concordo che spesso a sentire certe persone parlare di politica fa cadere le braccia, e questi soggetti si informano con le catene su whatzapp, però cazzo, che si fa ? Un test intellettivo prima del proprio seggio elettorale ? :biggrin:
sicuro, con i social network e similari è però ampiamente peggiorata.


.“Odio gli Shilton. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli Shilton.

(lelewarriors-Indifferenti-8.9.16) (by lebronpepps :appl: :appl: )

Karamazov
Newbie
Newbie
Messaggi: 50
Iscritto il: 18/06/2017, 0:03

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda Karamazov » 07/12/2017, 17:36

lele_warriors ha scritto:
07/12/2017, 17:34
Karamazov ha scritto:
07/12/2017, 17:24


L'ignoranza però esisteva anche anni fa presumo. Concordo che spesso a sentire certe persone parlare di politica fa cadere le braccia, e questi soggetti si informano con le catene su whatzapp, però cazzo, che si fa ? Un test intellettivo prima del proprio seggio elettorale ? :biggrin:
sicuro, con i social network e similari è però ampiamente peggiorata.
Uno dei motivi per cui ho praticamente smesso di usarli.



Avatar utente
doc G
Moderator
Moderator
Messaggi: 8406
Iscritto il: 14/01/2007, 12:03
Località: Terni

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda doc G » 07/12/2017, 17:36

Karamazov ha scritto:
Dietto ha scritto:
07/12/2017, 17:00
Mo, va bene che ci sono problemi, alcuni creati da loro, e tutto quello che volete, ma sto Paese non va così a merda eh. Almeno non così tanto da lasciarlo in mano a Giggio.
Cosa abbiamo contro di loro? Non stanno facendo semplicemente nulla da nessuna parte in cui governano. La politica dell'Appendino è mettere ovunque fasciatoi, quello della Raggi stiamo ancora cercando di capirlo, tra proclami entusiastici per cose fatte da altri e proclami entusiastici per aver portato i libri di controllate in tribunale.
Mi dirai che le prospettive non sono delle migliori, soprattutto sentendo gli sproloqui del futuro premier
Ok, ci sta. Però non trovi che sia un continuo circolo vizioso questo ragionamento ?
Mi spiego. Parlando e sentendo gente che vota i 5stelle, loro invertono i ruoli ma dicono la stessa cosa che hai detto te ! Cosa ha fatto questo del PD quando è stato sindaco ? Cosa ha fatto la destra quando era al governo ? Eccetera eccetera.

Non dico affatto che ora si sta di merda, ma non credo neanche che con loro al governo l'Italia sprofonderà nella merda più totale.
Se questi "idioti" sfiorano il 30% un motivo di fondo c'è.. e per quanto mi faccia schifo il tipo politico, i commenti di Repubblica e del Fatto Quotidiano, o la politica e l'informazione fatta sui social ( :dohut0: ) non posso pensare che i 5stelle ricevono così tanti consensi per pura e semplice ignoranza visto che sono così incompetenti.

Personalmente trovo la situazione politica italiana un vicolo cieco continuo e infinito. Si dibatte su chi sia peggio, idee zero, risorgono certe mummie e poi vedi certe uscite dei 5stelle imbarazzanti.
Ora come ora sono tanto pessimista
A mio parere perché la maggioranza degli italiani si è resa conto che ci siamo incartati su una strada che non porta da nessuna parte e che la classe dirigente attuale è rimasta drammaticamente indietro, ma purtroppo non si rende conto che cambiare classe dirigente è inutile se non cambia la società italiana. Se cambiamo pilota ad un'auto lenta magari si passa dall'ultima fila alla penultima, ma il gran premio non si vince.
E per cambiare la società occorre che ognuno di noi cambi, nel molto o nel poco, e che ognuno di noi sia disposto a rimboccarsi le maniche più di adesso ed avere qualche guaio nella transizione. E ciò sia se il modello è uno stato più socialdemocratico, tipo Danimarca o Svezia, sia se il modello è uno stato più liberista, tipo UK o Olanda, sia una via di mezzo, tipo Germania.
Molto più facile e comprensibile individuare un capro espiatorio e cercare di cambiare pilota lasciando la stessa auto o cambiare allenatore con la stessa rosa.

Inviato dal mio SAMSUNG-SM-G935A utilizzando Tapatalk




Avatar utente
Cassa
Senior
Senior
Messaggi: 1097
Iscritto il: 31/08/2008, 19:49
Località: Pordenone

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda Cassa » 07/12/2017, 17:38

Karamazov ha scritto:
07/12/2017, 17:24
L'ignoranza però esisteva anche anni fa presumo. Concordo che spesso a sentire certe persone parlare di politica fa cadere le braccia, e questi soggetti si informano con le catene su whatzapp, però cazzo, che si fa ? Un test intellettivo prima del proprio seggio elettorale ? :biggrin:
L'ignoranza è una malattia, una volta si trasmetteva da persona a persona, poi sono arrivati giornali ad espandere l'epidemia, poi la tv, ed ora con internet abbiamo raggiunto (spero) l'apice.

Siamo nello stato della burocrazia, siamo costretti a fare carte su carte per ogni minima cazzata....un'esame che ti rilascia un "patentino" sarebbe anche molto semplice da fare.
Il problema è che poi l'esame lo fa solo chi è veramente interessato alla politica e di questi, nemmeno tutti otterrebbero la certificazione, di conseguenza voterebbero solamente le persone che ora stanno votando con cognizione di causa e che non si fanno intortare dai comizi su mattino/pomeriggio cinque.

Praticamente sarebbe una disgrazia per tutta l'attuale classe politica



lebronpepps
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 16629
Iscritto il: 05/09/2008, 16:00

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda lebronpepps » 07/12/2017, 17:40

il problema è che gli anti suffragio universale sono quelli che poi stringi stringi farebbero votare giusto quelli che la pensano come loro :biggrin:



lelomb
Pro
Pro
Messaggi: 6169
Iscritto il: 14/10/2013, 18:50
MLB Team: dodgers
NFL Team: packers
NBA Team: lakers
NHL Team: devils

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda lelomb » 07/12/2017, 17:40

Posto che la voglio vedere l'affluenza questa primavera... dopo il 2013 si viaggia a gran velocità verso un nuovo record negativo, da vedere quanto sarà il calo.

Non credo sia conveniente un'alleanza con la lega, seriamente oltre a essere un mezzo suicidio politico anche in termini di attuazione programmatica su cosa si dovrebbero incontrare?



lelomb
Pro
Pro
Messaggi: 6169
Iscritto il: 14/10/2013, 18:50
MLB Team: dodgers
NFL Team: packers
NBA Team: lakers
NHL Team: devils

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda lelomb » 07/12/2017, 17:43

lebronpepps ha scritto:
07/12/2017, 17:40
il problema è che gli anti suffragio universale sono quelli che poi stringi stringi farebbero votare giusto quelli che la pensano come loro :biggrin:
Si e no. Come dire che stringi stringi quelli di destra son tutti fascisti e che a sinistra son tutti comunisti.
Non sono contro ne fermamente a favore, non so se sia lo strumento migliore ma questo abbiamo e per il momento questo teniamo.



Avatar utente
lele_warriors
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 23558
Iscritto il: 05/07/2007, 7:48

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda lele_warriors » 07/12/2017, 17:46

lebronpepps ha scritto:
07/12/2017, 17:40
il problema è che gli anti suffragio universale sono quelli che poi stringi stringi farebbero votare giusto quelli che la pensano come loro :biggrin:
ma sta cazzata da dove salta fuori? :laughing: :laughing:
non che voglio tornare su sto discorso, ma per me non è questione di idee, ma di totale ignoranza, non sapere cosa sia la camera o il senato, chi sia il presidente della repubblica, o come si elegge, e altre robe idiote che si dovrebbero sapere già alla scuola media. un test, un qualcosa, non lo so, non mi sono messo a fare una proposta di legge nel merito, ma penso che non sarebbe impossibile trovare il metodo. che poi non si farà, ad ora, mi pare evidente.
centra un cazzo se voti destra o sx, ma se sei un totale ignorante, su questioni banali e facili, per me te ne dovresti stare a casa. e con questo chiudo qui sto discorso che se ne è già ampiamente parlato nel passaot.


.“Odio gli Shilton. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli Shilton.

(lelewarriors-Indifferenti-8.9.16) (by lebronpepps :appl: :appl: )

Avatar utente
aeroplane_flies_high
Pro
Pro
Messaggi: 5005
Iscritto il: 12/09/2002, 13:12
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: Venessia

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda aeroplane_flies_high » 07/12/2017, 17:50

lelomb ha scritto:
07/12/2017, 17:14
Perché il detto dalla padella alla brace non esiste a caso insieme al chi lascia la strada vecchia ...
Cambiare tanto per cambiare che tipo di scelta è?
a proposito di banalità...

capisco che chi tiene una "posizione di potere" possa sentirsi in difficoltà nel perdere i propri privilegi pur all'interno di un sistema marcio

non sto accusando nessuno qui dentro, sia chiaro

condivido le perplessità e persino le paure riguardo i 5 stelle, io sono molto più perplesso e preoccupato di quelli che ci hanno guidato finora

ho personalmente avuto a che fare con un'amministrazione 5 stelle che ha poi recentemente terminato il suo mandato non venendo riconfermata (ha preso gli stessi voti del giro prima, ma gli avversari non erano divisi come 5 anni fa): non ho visto nessun idiota o incapace in giunta, pur avendo alcuni assessori dei limiti anche notevoli, come ne vedo anche in altre giunte di altri "colori"

quindi sto fatto che i 5 stelle son degli idioti, mi sembra una banalità
hanno pregi e difetti
a Roma hanno fatto delle figure di merda pazzesche
ma hanno rinunciato alle Olimpiadi che sarebbero stato un salasso x una città già martoriata dai debiti pregressi (chi li ha generati?)
e soprattutto gli appalti pubblici non funzionano più con la criminalità organizzata che gestisce e fa affari con politici, cooperative e via discorrendo

il referendum sull'euro?
davvero qualcuno pensa che sia un'opzione praticabile uscire dall'euro dopo quello che sta passando la GB con la brexit?

reputo chi scrive qui dentro (con qualche celebre eccezione) persone mediamente se non molto competenti, penso sia facile individuare quella che è propaganda elettorale

1 milione di posti di lavoro?
pensioni a 1.000 euro x tutti?
meno tasse x Totti?
uscire dall'euro?

poi i veri programmi degli schieramenti penso sappiamo discriminarli...



Avatar utente
lele_warriors
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 23558
Iscritto il: 05/07/2007, 7:48

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda lele_warriors » 07/12/2017, 17:54

aeroplane_flies_high ha scritto:
07/12/2017, 17:50
lelomb ha scritto:
07/12/2017, 17:14
Perché il detto dalla padella alla brace non esiste a caso insieme al chi lascia la strada vecchia ...
Cambiare tanto per cambiare che tipo di scelta è?
a proposito di banalità...

...
e soprattutto gli appalti pubblici non funzionano più con la criminalità organizzata che gestisce e fa affari con politici, cooperative e via discorrendo

a proposito di banalità:

http://roma.repubblica.it/cronaca/2017/ ... 181683125/

https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/1 ... i/3990471/

e soprattutto gli appalti pubblici non funzionano più con la criminalità organizzata che gestisce e fa affari con politici, cooperative e via discorrendo

:laughing: :laughing: :laughing: :laughing:


.“Odio gli Shilton. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli Shilton.

(lelewarriors-Indifferenti-8.9.16) (by lebronpepps :appl: :appl: )

Dietto
Pro
Pro
Messaggi: 6287
Iscritto il: 10/10/2011, 14:17
NFL Team: Minnesota Vikings
NBA Team: New York Knickerbockers

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda Dietto » 07/12/2017, 17:59

aeroplane_flies_high ha scritto:
lelomb ha scritto:
07/12/2017, 17:14
Perché il detto dalla padella alla brace non esiste a caso insieme al chi lascia la strada vecchia ...
Cambiare tanto per cambiare che tipo di scelta è?
a proposito di banalità...

capisco che chi tiene una "posizione di potere" possa sentirsi in difficoltà nel perdere i propri privilegi pur all'interno di un sistema marcio

non sto accusando nessuno qui dentro, sia chiaro

condivido le perplessità e persino le paure riguardo i 5 stelle, io sono molto più perplesso e preoccupato di quelli che ci hanno guidato finora

ho personalmente avuto a che fare con un'amministrazione 5 stelle che ha poi recentemente terminato il suo mandato non venendo riconfermata (ha preso gli stessi voti del giro prima, ma gli avversari non erano divisi come 5 anni fa): non ho visto nessun idiota o incapace in giunta, pur avendo alcuni assessori dei limiti anche notevoli, come ne vedo anche in altre giunte di altri "colori"

quindi sto fatto che i 5 stelle son degli idioti, mi sembra una banalità
hanno pregi e difetti
a Roma hanno fatto delle figure di merda pazzesche
ma hanno rinunciato alle Olimpiadi che sarebbero stato un salasso x una città già martoriata dai debiti pregressi (chi li ha generati?)
e soprattutto gli appalti pubblici non funzionano più con la criminalità organizzata che gestisce e fa affari con politici, cooperative e via discorrendo

il referendum sull'euro?
davvero qualcuno pensa che sia un'opzione praticabile uscire dall'euro dopo quello che sta passando la GB con la brexit?

reputo chi scrive qui dentro (con qualche celebre eccezione) persone mediamente se non molto competenti, penso sia facile individuare quella che è propaganda elettorale

1 milione di posti di lavoro?
pensioni a 1.000 euro x tutti?
meno tasse x Totti?
uscire dall'euro?

poi i veri programmi degli schieramenti penso sappiamo discriminarli...
Mi sa che non hai molto chiaro come funziona l'organizzazione delle olimpiadi. Ci si è provato in tutti i modi a spiegarlo, ma nulla.
Se poi, come è stato, si rinuncia perché si sa di non essere capaci a gestire la cosa pubblica senza fare disastri, è solo un'ulteriore conferma di incapacità.
Esattamente come il disastro che stavano per fare con la Ryder Cup, di cui si prenderanno ovviamente i meriti



lelomb
Pro
Pro
Messaggi: 6169
Iscritto il: 14/10/2013, 18:50
MLB Team: dodgers
NFL Team: packers
NBA Team: lakers
NHL Team: devils

Re: Moderatamente sensati - Il topic della politica

Messaggioda lelomb » 07/12/2017, 18:01

Non è percorribile e non lo devi andare vendendo a destra o sinistra il punto è questo come non mi devi vendere la cazzata dei mille euro che non trovi le coperture manco se ribalti a culo in su tutta italia. Se si vuol migliorare partire dalla comunicazione deve essere la prima cosa.
Perché io sarò anche un poco competente e non ci casco ma:
a) non tutti lo sono e il milione di posti di lavoro ancora grida vendetta.
b) con questo tipo di propaganda mi sento preso fortemente per il culo, non mi genera una reazione diversa dagli 80e e il bonus ai diciottenni.
Se una rappresentante di un partito fa la figura della castelli ieri sera, per me è un bruttissimo segno




Torna a “Off Topic - La Piazza di Play.it”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti

cron