New Jersey Devils - Rebuilding mode.

Il Punto d'incontro dei Fans NHL di Play.it USA
Avatar utente
NJLegion
Rookie
Rookie
Messaggi: 250
Iscritto il: 05/02/2012, 16:29

New Jersey Devils - Rebuilding mode.

Messaggioda NJLegion » 18/09/2017, 16:28

E' ufficiale, a Newark è cominciato il rebuilding. La sensazione di fare un'annata in cui l'ultimo posto ad Est è praticamente prenotato è più forte che mai e mai come quest'anno c'è pero' la sensazione che si stia creando qualcosa, che la ricostruzione e' reale e che le offseason pasticciate siano finite.
Ma andiamo con ordine. In estate sono arrivati Marcus Johansson, ala presa in uno scambio con una Washington un po' impiccata con il cap in quello che ritengo essere il capolavoro di Shero. Al suo posto infatti abbiamo dato due scelte avute da Toronto per il passaggio di Lamoriello in Canada. Brian Boyle, centro un po' datato ma ottimo per la terza o quarta linea, Drew Stafford e in difesa Mirco Mueller e Will Butcher. Il primo preso sempre con scelte e il secondo firmato per due anni.
Partiamo prorpio da li. La difesa dell'anno scorso è stata a tratti imbarazzante portando addirittura Schneider alla sua peggiore stagione in assoluto e sinceramente non penso sarà tanto migliore quest'anno, sarebbe stato un bell'innesto Shattenkirk, ma l'hanno firmato dall'altra parte dell'Hudson e per questo da oggi è nella mia lista delle persone più odiate di sempre. Ho aspettaive per Butcher, non solo per il cognome leggendario che promette massacri ma anche perchè potrebbe portare un po' di mentalità offensiva che serve come non mai in un attacco che se possibile ha fatto peggio della difesa nella scorsa stagione. Ultimi per gol segnati e peggior PP con la percentuele di tiri in porta più bassa della lega.
Per concludere è arrivata anche la legnata Zajac. Il nostro centro della prima linea si è operato e salterà con tutta probabilità i primi quattro mesi di RS, lasciando sulle spalle della nostra prima scelta più responsabilità di quanto previsto.
Fino a qui i presupposti non sono un granchè e la domanda che mi gira per la testa è : ma allora, chi te lo fa fare di perdere tempo e ore di sonno per guardare qualcosa che ti farà deprimere, litigare con amici e colleghi e svegliarti ancora più nervoso del solito?
Prima di tutto l'hockey è sempre e comunque bello da vedere, per lo spettacolo ci stiamo lavorando ma ci sono anche cose che sono curioso di vedere e per cui essere cautamente ottimisti.
Nico Hischier. Dopo millenni una prima scelta nel Jersey, forse nel draft meno talentuso degli ultimi anni ma comunque una prima scelta. Hischier è forte? Si. E' pronto per l'NHL? Forse. Puo' portare i Devils ai PO? Decisamente no. Non da solo e non quest'anno ma sarà circondato da giovani assolutamente interessanti che danno alla parola rebuilding finalmente un senso. Quenneville, Zacha, McLeod e Bastian sono tutti giovani che credo in un futuro faranno la differenza e sono felice di poterli guardare giocare e crescere nella mia squadra.
Hall è chiamato a giocare ai livelli che ci aspetta e che nel primo anno ai Devils non ha saputo fare (non solo per colpa sua naturalmente), Palmieri e Henrique dovranno come sempre dare il loro contributo per salvare la baracca.
L'ultima considerazione è per il rinnovo di Severson. C'è chi lo considera un buon contratto e chi non gli avrebbe dato 6 anni. Io personalmente trovo lo stipendio onesto per il giocatore che è (a me piace tantissimo) e blindarlo per quelli che sono comunque gli anni migliori per un giocatore di hockey trovo sia una bella idea. Poi si sa...solo il tempo.
Prima dei pronostici un commento per l'affare Kovy. E' un bastardo ma è il mio giocatore preferito di sempre. Mi sono ubriacato quando è arrivato ai Devils ed ero devastato quando è tornato in Russia. Mi sarebbe piaciuto giocasse almeno un altro anno da noi ma non è successo. Pazienza. L'anno prossimo tornerà in NHL spero solo non ai Rangers, non vorrei finisse anche lui nella mia lista.
Previsione: quattordicesimi ad est e settimi nella Metropolitan. E sono stato ottimista.



Avatar utente
NJLegion
Rookie
Rookie
Messaggi: 250
Iscritto il: 05/02/2012, 16:29

Re: New Jersey Devils - Rebuilding mode.

Messaggioda NJLegion » 20/09/2017, 21:08

Bryan Boyle durante i suoi esami del sangue di routine ha scoperto di avere una forma di leucemia cronica, dovuta ad un cancro al midollo osseo. Dice di sentirsi bene e che sarà pronto per l'inizio di stagione. I medici dicono che è assolutamente curabile e che è stata presa molto presto quindi l'ottimismo è assolutamente d'obbligo. Resta comunque lo shock per un'atleta (padre tra l'altro di due bimbi piccoli) che riceve una notizia del genere durante un'analisi del cavolo. Leggevo su hockey news che Jason Blake ha avuto la stessa identica diagnosi qualche anno fa e che è riuscito comunque a giocare 4 stagioni intere prima di ritirarsi a 38 anni. Blake sostiene che si può tranquillamente andare avanti con la carriera ma che i primi mesi sono davvero duri perché le medicine fanno perdere peso e bisogna adattare lo stile di gioco, e soprattutto mentalmente deve essere una botta tremenda. Il fatto che Boyle sia un guerriero e che lotterà e vincerà è altrettanto sicuro. Per quanto possa essere utile un pensiero va alla famiglia, ai figli e allo stesso Bryan, lo aspetto all'opening day forte e combattivo come l'ho sempre visto se non di più.



Avatar utente
NJLegion
Rookie
Rookie
Messaggi: 250
Iscritto il: 05/02/2012, 16:29

Re: New Jersey Devils - Rebuilding mode.

Messaggioda NJLegion » 07/12/2017, 14:19

Primi nella Metropolitan. E' presto per ogni tipo di pronostico e considerazione, ma l'ottimismo dopo 27 partite può piano piano farsi largo. Martedì la vittoria contro Columbus in una partita caotica e confusionaria con ben 78 SOG ha mostrato dei Devils combattivi e assolutamente all'altezza. La prima linea Hall/Hischier/Bratt (rispettivamente 26/18/19 anni) collezionando 6 punti ha dimostrato come i giovani stiano rispondendo alla grande e che ce le possiamo giocare tutte. La strada è lunga, venerdì ancora Columbus e poi sabato derby. Contento per Rico che ne mette 2 nel suo esordio in California davanti al suo nuovo pubblico. Se devo trovare difetti fino ad adesso nei Devils è che c'è ancora molto da lavorare sulla difesa, l'innesto di Vatanen si vede nei PP e nelle ripartenze dal nostro terzo dove dove avevamo e abbiamo tuttora grossi problemi, un inizio ma sempre troppo poco per pensare ad una eventuale post season. Belle notizie anche dalle minors dove i più promettenti si stanno mettendo in luce, segno che qualcosa sta davvero cambiando nell'organizzazione.




Torna a “NHL”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron