WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Il Punto d'incontro dei Fans MLB di Play.it USA
Honkytonk
Rookie
Rookie
Messaggi: 253
Iscritto il: 05/10/2016, 11:58
MLB Team: Blue Jays
NFL Team: 49ers
NBA Team: Raptors

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda Honkytonk » 14/03/2017, 7:39

Stavolta la rimonta ce la siamo beccata noi,peccato perché avanzare sarebbe stato un giusto premio ad una squadra che s'è impegnata nonostante l'assenza di blasone e a mio parere una scarsa considerazione da parte del "mondo" che gira intorno al Classic.


Ma Fulmine dov'è? Ha già chiesto la testa di Mazzieri?



Avatar utente
Bonaz
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14129
Iscritto il: 22/12/2005, 10:28
NFL Team: Cincinnati Bengals
NBA Team: Portland Trail Blazers
NHL Team: New York Rangers
Località: Mantua - Brixia a/r

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda Bonaz » 14/03/2017, 9:15

Peccato


rodmanalbe82 ha scritto:Bonaz ridefinisce il concetto di "come lavorare a fine luglio" :truzzo:
ripper23 ha scritto:Bonaz porta la voglia di non fare un cazzo in ufficio a livelli ineguagliabili :notworthy:
Bluto Blutarsky ha scritto:Annuntio vobis gaudium magnum, habemus Bonaz

:appl: :appl: :appl:

Avatar utente
Hobbit83
Global Moderator
Global Moderator
Messaggi: 7919
Iscritto il: 08/11/2006, 12:01
MLB Team: Toronto Blue Jays
NFL Team: GreenBay Packers/Toronto Argos
NBA Team: Toronto Raptors
NHL Team: Toronto Maple Leafs
Località: Palasport Flaminio, RN / Stadio Renato Dall'Ara, BO

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda Hobbit83 » 14/03/2017, 10:04

Peccato, davvero.
I nostri sono stati meravigliosi, hanno fatto molto più di quanto ci si attendeva. Il pitching, punto debole nelle prime partite, stanotte ci ha sostenuto, ma non è bastato.
Chissà che tra quattro anni non si possa, magari, evitare per una volta il Venezuela!


Immagine

Ario
Newbie
Newbie
Messaggi: 18
Iscritto il: 17/04/2015, 21:29

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda Ario » 14/03/2017, 10:35

rene144 ha scritto:Che peccato. Ci si chiederà a lungo della scelta di DeMark al nono, ma alla fine al di là del second guessing è stata l'ennesima gran partita, l'ennesimo spavento dato al Venezuela pure nella parte bassa del nono. Abbiamo sprecato tantissime occasioni ed abbiamo giocato meglio. Ma loro avevano dei fuoriclasse eccezionali. Pazienza e peccato sul serio. Brucia molto, ma l'Italia ha fatto un grande WBC nonostante ciò. Speriamo di avere un gruppo più "potabile" fra 4 anni.

Quoto tutto. Brucia anche a me, parecchio. Strano a dirsi per chi segue il baseball da neanche tre anni ( le prime domande le feci proprio su questo forum, posto poco ma vi leggo spesso ), mi sono davvero affezionato a questa nazionale, alla calma imperscrutabile, quasi zen, di Mazzieri e al grande cuore di ragazzi che forse l'italiano non lo parlano poi così bene ma che hanno dato tutto e con un entusiasmo raro. Colabello a fine partita era a pezzi ( brutto WBC per lui, obiettivamente ). Meritavamo noi. Forse paghiamo più il sesto inning, due doppi giochi - il primo sanguinoso - buttati al vento e quel punto entrato, fatale. Non riesco a prendermela con DeMark. Voglio dire, Cabrera, Odor. Forse era da togliere dopo il primo HR anche perché non mi sembrava in controllo. Non lo so. Dispiace, passare il turno poteva dare a questo sport meraviglioso un briciolo di visibilità in più qui da noi.
Partita meravigliosa di Morris, ottimo anche Andreoli per tutta la competizione ( giocherà qualche game in MLB ? ).



Avatar utente
esba
Senior
Senior
Messaggi: 1398
Iscritto il: 26/01/2012, 14:49

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda esba » 14/03/2017, 10:58

Ario ha scritto:Pensavo il World Classic fosse un evento di secondo piano. Quanto mi sbagliavo ! Questi giocatori stanno dando il fritto, ci tengono da morire e noto un attaccamento alla maglia che raramente ho visto in altri sport. Anche l'Italia, con pochi italiani-italiani, gioca con grande entusiasmo e non pensavo lo avrei detto, ma sono orgoglioso di essere rappresentato da questi ragazzi. Dateci dentro con lo spareggio !
Capisco l'entusiamsmo generale, il nostro, di quelli a cui piace questo sport. Anch'io le ho viste tutte e tifato parecchio, pero' non dimentichiamoci che questi giocatori ( mi riferisco a coloro che viaggiano in orbita quasi da MLB) hanno lottato e' vero, senza peraltro parlare una parola di italiano, e magari senza mai essere usciti dagli Stati Uniti, anche per mettersi in mostra prorpio con gli addetti ai lavori per emergere il piu' possibile.
Dov'e' il confine tra attacamento ad una nazione (che all'atto pratico non e' la tua) e mai lo sara', diciamocelo, e sacrosanta voglia di mettersi in mostra a quelle latitudini?
Detto cio' un complimenti a tutti. Bella avventura.


Io ci sono ancora, Moggi no. Cit. ZZ

Avatar utente
Ender Wiggin
Senior
Senior
Messaggi: 2086
Iscritto il: 25/03/2013, 16:44
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda Ender Wiggin » 14/03/2017, 14:21

esba ha scritto: Capisco l'entusiamsmo generale, il nostro, di quelli a cui piace questo sport. Anch'io le ho viste tutte e tifato parecchio, pero' non dimentichiamoci che questi giocatori ( mi riferisco a coloro che viaggiano in orbita quasi da MLB) hanno lottato e' vero, senza peraltro parlare una parola di italiano, e magari senza mai essere usciti dagli Stati Uniti, anche per mettersi in mostra prorpio con gli addetti ai lavori per emergere il piu' possibile.
Dov'e' il confine tra attacamento ad una nazione (che all'atto pratico non e' la tua) e mai lo sara', diciamocelo, e sacrosanta voglia di mettersi in mostra a quelle latitudini?
Detto cio' un complimenti a tutti. Bella avventura.
Esba, ti ringrazio tanto per aver dato corpo e parole ad un idea pensata da tanti.
E vorrei provare a rispondere, non solo a te, a tutti coloro che si pongono queste legittime domande… come al buon Luca10 il quale si chiede l’utilità del WBC.
Follow the money diceva quello, what else?
MLB e NPB organizzano il baraccone che genera il caro vecchio soldo, penetrando come nessuno è in grado di fare (vedi IBAF) in tutti i continenti.
Ci sono versioni discordanti circa l’effettivo ritorno, c’è chi dice successo significativo, c’è chi dice manco si raggiunga il break even…
Forse Renè sa qualcosa in più in questo senso; di sicuro è una manifestazione divertente, autentica e godibilissima perché giocata ad una intensità e cuore paragonabile ai playoff.
Certo che... il ritorno alle Olimpiadi, NON è una coincidenza...

Riguardo l’Italia, occhio a scivolare nei pregiudizi e nella facile pelosa retorica calcistica grande esba.
I vari altoatesini che eccellono a livello internazionale, li vedi più italiani di un figlio/nipote di emigrati?
Sicuro hanno passaporto e sono nati nel suolo italico (anche se lo aborrono ma ciò devierebbe il discorso…) ma questo ti rappresenta di più di John Andreoli che ha due nonni fiorentini su quattro?
C’è chi non parla italiano e chi biascica qualcosa, c’è chi si batte il batte il petto e canterebbe ‘o sole mio e c’è chi non conosce Venezia.
C’è di tutto ma se sono lì, chi più chi meno, sono lì per un idea (Italia) e Mazzieri e tutto il gruppo li hanno messi on the same page…
Dai, dimmi di quale mostra e di quale “emergere” necessitano Andreoli, Nimmo e Segedin…
Io ho personalmente avuto a che fare con paisà che si sono “ammazzati” per indossare la casacca Italia, anche solo per compiacere i genitori
e la loro heritage. Poi ho visto gente con un cognome più italiano del mio, dire educatamente e perentoriamente “I’m american, I’m not italian”
e rifiutare soldi (non pochi, per loro) e opportunità (si parlava di Sidney 2000 e Atene 2004).
C’è chi si è fatto tatuare la puglia (davvero…) sul polpaccio e chi ha gentilmente declinato, insomma… è davvero dura generalizzare
e massificare il tutto in maniera semplicistica.
Io credo ci sia tutto di lodevole e rispettabile, da Denorfia (mlb player) veramente dispiaciuto a quello che si sente americano e basta, nonostante le origini.
Si parla di attaccamento… mmm che parola sdrucciolevole… parliamo di attaccamento alla maglia della Nazionale calcistica ai Mondiali 2010 e 2014?
Ma poi? Attaccamento alla nazione? C’erano più italiani stanotte in quel dugout, che nella Roma/Napoli/Inter/Milan messi assieme…

Il PUNTO, a mio parere, è un altro:
Quell’Italia NON rappresenta affatto il movimento del baseball italiano, questo dev’essere indice di riflessione.
Rappresenta una (grande, enorme) opportunità.
Qui in calce una possibile
http://www.baseball.it/leggi_articolo.asp?id=24600
ma non solo.
E’ anche un’opportunità per creare contatti, sinergie, network con quel mondo.
Ridicolo e impossibile spiegarlo e scriverlo qui in cinque righe ma Renè ad esempio conosce bene Tirrenia e sa che tipo di lavoro sia possibile fare.


Non so se sia il topic dell'università o della scienza. Ma certo non quello dell'ignoranza.
(joesox)

rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14537
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda rene144 » 14/03/2017, 14:33

esba ha scritto: Dov'e' il confine tra attacamento ad una nazione (che all'atto pratico non e' la tua) e mai lo sara', diciamocelo, e sacrosanta voglia di mettersi in mostra a quelle latitudini?
Dovresti parlarne individualmente, perché sono tutte situazioni diverse. Colabello è italiano (lo è in tutto e per tutto, incluso l'accento romagnolo). Butera, Descalso, Cervelli ed altri non hanno alcun bisogno di mettersi in mostra. Andreoli probabilmente è stato addirittura penalizzato dal venire, anziché rimanere a fare lo Spring Training coi Cubs, visto che è un giocatore di AAA, proprio ai margini dell'MLB. Venditte pure era ai margini, infatti è stato scambiato mentre era al Classic.
E' chiaro che ci siano altri che potenzialmente avevano solo da guadagnarci (Morris è free agent, anche se penso che trovi un ingaggio dopo la roba di ieri), ma senza conoscere le motivazioni individuali, non si possono davvero dare giudizi e per la maggior parte dei casi è vero l'esatto opposto.
Così come il fatto di sentirsi italiani: spesso si sentono più italiani loro di molti che invece vivono qui, se ne vergognano e non vedono l'ora di scappare via, magari. Come dice Ender, il problema non è certamente che non siano italiani: lo sono, lo sono più di quanto si pensi. Il problema però è che non rappresentino il movimento italiano. Ma sono due questioni che, pur sembrando uguali, sono in realtà totalmente diverse. La seconda non può essere sviscerata in poche parole.



rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14537
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda rene144 » 14/03/2017, 14:36

Hobbit83 ha scritto: Chissà che tra quattro anni non si possa, magari, evitare per una volta il Venezuela!
Proprio l'altro giorno parlavo con un olandese che, come me, non capisce come mai noi andiamo sempre in un gruppo americano (incredibilmente più tosto) e loro sempre in uno asiatico (che per forza di cose è più morbido). I gironi del primo turno hanno una collocazione territoriale precisa, quindi quelli asiatici sono per forza più deboli, ma non si capisce perché l'Olanda sia sempre lì e noi sempre qui, visto che siamo le uniche due squadre "ibride" (ossia né americane, né asiatiche/oceaniche) e potremmo pure scambiarci ogni tanto.



Avatar utente
esba
Senior
Senior
Messaggi: 1398
Iscritto il: 26/01/2012, 14:49

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda esba » 14/03/2017, 14:39

Ender Wiggin ha scritto:
esba ha scritto: Capisco l'entusiamsmo generale, il nostro, di quelli a cui piace questo sport. Anch'io le ho viste tutte e tifato parecchio, pero' non dimentichiamoci che questi giocatori ( mi riferisco a coloro che viaggiano in orbita quasi da MLB) hanno lottato e' vero, senza peraltro parlare una parola di italiano, e magari senza mai essere usciti dagli Stati Uniti, anche per mettersi in mostra prorpio con gli addetti ai lavori per emergere il piu' possibile.
Dov'e' il confine tra attacamento ad una nazione (che all'atto pratico non e' la tua) e mai lo sara', diciamocelo, e sacrosanta voglia di mettersi in mostra a quelle latitudini?
Detto cio' un complimenti a tutti. Bella avventura.
Esba, ti ringrazio tanto per aver dato corpo e parole ad un idea pensata da tanti.
E vorrei provare a rispondere, non solo a te, a tutti coloro che si pongono queste legittime domande… come al buon Luca10 il quale si chiede l’utilità del WBC.
Follow the money diceva quello, what else?
MLB e NPB organizzano il baraccone che genera il caro vecchio soldo, penetrando come nessuno è in grado di fare (vedi IBAF) in tutti i continenti.
Ci sono versioni discordanti circa l’effettivo ritorno, c’è chi dice successo significativo, c’è chi dice manco si raggiunga il break even…
Forse Renè sa qualcosa in più in questo senso; di sicuro è una manifestazione divertente, autentica e godibilissima perché giocata ad una intensità e cuore paragonabile ai playoff.
Certo che... il ritorno alle Olimpiadi, NON è una coincidenza...

Riguardo l’Italia, occhio a scivolare nei pregiudizi e nella facile pelosa retorica calcistica grande esba.
I vari altoatesini che eccellono a livello internazionale, li vedi più italiani di un figlio/nipote di emigrati?
Sicuro hanno passaporto e sono nati nel suolo italico (anche se lo aborrono ma ciò devierebbe il discorso…) ma questo ti rappresenta di più di John Andreoli che ha due nonni fiorentini su quattro?
C’è chi non parla italiano e chi biascica qualcosa, c’è chi si batte il batte il petto e canterebbe ‘o sole mio e c’è chi non conosce Venezia.
C’è di tutto ma se sono lì, chi più chi meno, sono lì per un idea (Italia) e Mazzieri e tutto il gruppo li hanno messi on the same page…
Dai, dimmi di quale mostra e di quale “emergere” necessitano Andreoli, Nimmo e Segedin…
Io ho personalmente avuto a che fare con paisà che si sono “ammazzati” per indossare la casacca Italia, anche solo per compiacere i genitori
e la loro heritage. Poi ho visto gente con un cognome più italiano del mio, dire educatamente e perentoriamente “I’m american, I’m not italian”
e rifiutare soldi (non pochi, per loro) e opportunità (si parlava di Sidney 2000 e Atene 2004).
C’è chi si è fatto tatuare la puglia (davvero…) sul polpaccio e chi ha gentilmente declinato, insomma… è davvero dura generalizzare
e massificare il tutto in maniera semplicistica.
Io credo ci sia tutto di lodevole e rispettabile, da Denorfia (mlb player) veramente dispiaciuto a quello che si sente americano e basta, nonostante le origini.
Si parla di attaccamento… mmm che parola sdrucciolevole… parliamo di attaccamento alla maglia della Nazionale calcistica ai Mondiali 2010 e 2014?
Ma poi? Attaccamento alla nazione? C’erano più italiani stanotte in quel dugout, che nella Roma/Napoli/Inter/Milan messi assieme…

Il PUNTO, a mio parere, è un altro:
Quell’Italia NON rappresenta affatto il movimento del baseball italiano, questo dev’essere indice di riflessione.
Rappresenta una (grande, enorme) opportunità.
Qui in calce una possibile
http://www.baseball.it/leggi_articolo.asp?id=24600
ma non solo.
E’ anche un’opportunità per creare contatti, sinergie, network con quel mondo.
Ridicolo e impossibile spiegarlo e scriverlo qui in cinque righe ma Renè ad esempio conosce bene Tirrenia e sa che tipo di lavoro sia possibile fare.
Condivido tutto.
Il mio posto molto snello ed asettico rispetto al tuo, molto piu' articolato e preciso, voleva pero' propeio porre l'attenzione su questi aspetti. Spero si sia capito che non era il classico post da itlicomedio, oltretutto polemico fine a se stesso.


Io ci sono ancora, Moggi no. Cit. ZZ

Avatar utente
esba
Senior
Senior
Messaggi: 1398
Iscritto il: 26/01/2012, 14:49

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda esba » 14/03/2017, 14:45

rene144 ha scritto:
esba ha scritto: Dov'e' il confine tra attacamento ad una nazione (che all'atto pratico non e' la tua) e mai lo sara', diciamocelo, e sacrosanta voglia di mettersi in mostra a quelle latitudini?
Dovresti parlarne individualmente, perché sono tutte situazioni diverse. Colabello è italiano (lo è in tutto e per tutto, incluso l'accento romagnolo). Butera, Descalso, Cervelli ed altri non hanno alcun bisogno di mettersi in mostra. Andreoli probabilmente è stato addirittura penalizzato dal venire, anziché rimanere a fare lo Spring Training coi Cubs, visto che è un giocatore di AAA, proprio ai margini dell'MLB. Venditte pure era ai margini, infatti è stato scambiato mentre era al Classic.
E' chiaro che ci siano altri che potenzialmente avevano solo da guadagnarci (Morris è free agent, anche se penso che trovi un ingaggio dopo la roba di ieri), ma senza conoscere le motivazioni individuali, non si possono davvero dare giudizi e per la maggior parte dei casi è vero l'esatto opposto.
Così come il fatto di sentirsi italiani: spesso si sentono più italiani loro di molti che invece vivono qui, se ne vergognano e non vedono l'ora di scappare via, magari. Come dice Ender, il problema non è certamente che non siano italiani: lo sono, lo sono più di quanto si pensi. Il problema però è che non rappresentino il movimento italiano. Ma sono due questioni che, pur sembrando uguali, sono in realtà totalmente diverse. La seconda non può essere sviscerata in poche parole.
Come gia' rispsoto ad Ender, il mio intento era proprio far emergere questa tematica, non tanto l'essere italiano per ius soli, ma proprio la sostanziale differenza rispetto a quello che hanno rappresentato questi giocatori per il nostro movimento.
Certamente figure come Colabello (che davvero parla con inflessioni romagnole) che hanno vissuto quindi da noi, rappresentano forse un filo di piu' l'essere giocatore dell'Italia secondo me.
Comunque sono assolutamente d'accordo con quanto hai scritto e ripeto la mia totale ed assoluta estranieta' nel fare un post polemico, anzi.
Ad maiora.


Io ci sono ancora, Moggi no. Cit. ZZ

Avatar utente
marietto
Pro
Pro
Messaggi: 3172
Iscritto il: 05/10/2007, 23:44
Località: Rimini

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda marietto » 14/03/2017, 14:53

La mamma di Colabello è di Santarcangelo di Romagna, pensavo fosse nato a Rimini ma non è così. :icon_paper:



Avatar utente
Ender Wiggin
Senior
Senior
Messaggi: 2086
Iscritto il: 25/03/2013, 16:44
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda Ender Wiggin » 14/03/2017, 17:28

esba ha scritto: Condivido tutto.
Il mio posto molto snello ed asettico rispetto al tuo, molto piu' articolato e preciso, voleva pero' propeio porre l'attenzione su questi aspetti. Spero si sia capito che non era il classico post da italicomedio, oltretutto polemico fine a se stesso.
Io non ho letto e avvertito polemica italicomedia esba,
il tuo pensiero quel dugout non rappresenta l’Italia baseballistica, è correttissimo e pure condivisibile.
La questione a parer mio è che se quell’ estraneità si riduce a “sono lì per interessi diversi” “non sono italiani” “non parlano italiano”
si sbaglia proprio analisi…
E a quel punto si troverà lo stronzo come il sottoscritto il quale, pur preferendo l’alto adige al trentino… per farti capire, proprio per la loro “diversità”, si fa delle domande…
E’ esattamente come scrive Renè, tanti sono più italiani di noi e c’è molto più senso di orgoglio e appartenenza in alcune Little Italy che a Bologna, te lo ga-ran-tis-co.*

Ma il PUNTO non è quello.
Il PUNTO è sfruttare, massimizzare e utilizzare il Classic per il nostro movimento.
Not an easy play, ovviamente.
Ma occorre farlo.
E occorre farlo meglio di quattro anni fa…

*questa la racconto perché merita:
Boston, MA. Interno taxi, il driver ci sente parlare e sorride… “wow… what a beautiful sound… my wife would be so happy to hear it…” (marketing schifoso strisciante... :notworthy: ) Approfondiamo un po’ il concetto e si scopre che i suoceri tengono un ristorante su nel North End, ogni tanto li aiuta la moglie e i figli (una masnada, non ricordo quanti ma un casino…); insomma scatta il biglietto da visita e thank you. Tre o quattro giorni dopo ci andiamo… Bel postino con angolino speciale bandierina Roma e Pruzzo e Bruno Conti…
Nonno esaltante, Anagni… noi ignorantissimi manco sapevamo dove fosse, per fortuna aiutava la romanità attorno…
Moglie niente male e simpatia laziale notevole, lei parlava pochissimo italiano ma si divertiva a perculare i suoi che invece volevano lo facesse, ad un certo punto il nonno il quale istrioneggiava alla grande spara… “…ahò ma voi nun ve ne rendete conto de comè qqua… a fija de mi fija (vista dopo versione cameriera, una sanezza senza pari… mi sono innamorato in ventuno secondi…) nun cià manco 17anni… và da su padre… Daddy I sleep over… MA’NDOVEEEEERRR!!!!” :stralol: :stralol: :stralol:
Oh, non so perchè, io mi sbrago ogni volta lo ricordo… :nonsa:


Non so se sia il topic dell'università o della scienza. Ma certo non quello dell'ignoranza.
(joesox)

Ario
Newbie
Newbie
Messaggi: 18
Iscritto il: 17/04/2015, 21:29

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda Ario » 14/03/2017, 17:57

Lo chiedo alla luce di quanto avete scritto, con la debita premessa che so poco e niente del baseball italiano. Non perché manchi l'interesse, anzi. Ma seguo questo sport da pochi anni e già stare dietro alla MLB è faticoso, oltreché piacevole. Quando dite che questa nazionale non rappresenta il movimento-baseball italiano, immagino il riferimento sia al fatto che di quei giocatori praticamente nessuno giochi in Italia. Senza nessuna polemica, vado a braccio e intuito, ma davvero il nostro baseball è così scadente ? E' un problema di strutture ? Sento spesso citare Nettuno o Parma, sopratutto da Sal Varriale durante le partite su Fox Sports. Mi piacerebbe saperne di più, avere qualche considerazione nel merito su cui riflettere. A vostro buon cuore, naturalmente.



rene144
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 14537
Iscritto il: 12/12/2005, 23:05
Contatta:

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda rene144 » 14/03/2017, 21:10

Ario ha scritto:immagino il riferimento sia al fatto che di quei giocatori praticamente nessuno giochi in Italia.
Quasi. Il riferimento è al fatto che quasi nessuno si sia FORMATO in Italia. Per dire: Liddi o Maestri non giocano in Italia, ma si sono formati da noi. Al contrario Florian gioca in Italia, ma non si è formato da noi.
Sul fatto del baseball italiano.... i problemi sono tanti: strutture, soldi, praticanti, diffusione.



Honkytonk
Rookie
Rookie
Messaggi: 253
Iscritto il: 05/10/2016, 11:58
MLB Team: Blue Jays
NFL Team: 49ers
NBA Team: Raptors

Re: WORLD BASEBALL CLASSIC 2017

Messaggioda Honkytonk » 14/03/2017, 22:01

rene144 ha scritto:
Ario ha scritto:immagino il riferimento sia al fatto che di quei giocatori praticamente nessuno giochi in Italia.
Quasi. Il riferimento è al fatto che quasi nessuno si sia FORMATO in Italia. Per dire: Liddi o Maestri non giocano in Italia, ma si sono formati da noi. Al contrario Florian gioca in Italia, ma non si è formato da noi.
Sul fatto del baseball italiano.... i problemi sono tanti: strutture, soldi, praticanti, diffusione.
E pubblicità... Ricordiamoci che pure il rugby fino a qualcosa come 10 anni fa era roba da setta massonica quasi, poi piano piano le TV hanno cominciato a proporlo,i giornali a parlarne,l'ammissione al 6 Nazioni e TAC entra nell'Olimpo degli sport seguiti e praticati in Italia.

Il baseball ha vissuto forse negli anni '80 il suo massimo splendore e momento in cui forse poteva affacciarsi un po' alla ribalta però in Italia è sempre stato percepito come astruso,troppo complesso,difficile da praticare anche a livello amatoriale quindi è rimasto nell'orticello di pochi cultori o gente che vi s'imbatteva per puro caso.

In più c'è una differenza siderale (ma questo pure per altri sport,calcio compreso) su come viene confezionato e venduto il prodotto,per capirsi in TV potrei guardare 2/3 partite di MLB di fila senza annoiarmi tra commento,partita e "contorno" di entertainment, se capito sulla Rai e becco una partita della IBL beh nonostante la passione,l'aver giocato e tutto,mi passa il sentimento in breve tempo...




Torna a “MLB”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Honkytonk e 1 ospite

cron