Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Il Punto d'incontro dei Fans NBA di Play.it USA

Chi ha vinto la trade Celtics-Sixers?

1. I Celtics alla grande
4
6%
2. I Celtics, ma non di molto
15
23%
3. Pari, rischi e vantaggi per entrambe
26
39%
4. I Sixers, ma non di molto
12
18%
5. I Sixers alla grande
4
6%
6. lo sport, come sempre
5
8%
 
Voti totali: 66

Avatar utente
Myu
Rookie
Rookie
Messaggi: 142
Iscritto il: 19/12/2004, 21:36
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: Boston Celtics
NHL Team: Boston Bruins
Località: Foggia

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda Myu » 19/06/2017, 23:51

Con Embiid 13-18, senza 15-36. Senza neanche considerare Simmons, Fultz e le eventuali aggiunte via free agency o scambi. A me il 50% sembra credibile, a patto che resti sano per una sessantina di partite. Se non dovesse restare sano i problemi saranno altri rispetto al mero numero di W dell'annata.



lelomb
Pro
Pro
Messaggi: 4894
Iscritto il: 14/10/2013, 18:50
MLB Team: dodgers
NFL Team: packers
NBA Team: lakers
NHL Team: devils

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda lelomb » 19/06/2017, 23:57

Fultz/simmons peggio di rodriguez non possono fare, poi sbaglieranno e avranno grossi passaggi a vuoto, ma sotto quell'aspetto è per me un enorme upgrade. La stagione di sergio è stata davvero triste ed è sostanzialmente finito panchinaro per TJ. Poi certo la conversione a un ruolo un po' piu strutturato non è mai facile, ma qui non si chiede a nessuno di passare da leader indiscusso di tutto a un ruolo completamente diverso.
E per me non c'è paragone nella preparazione tecnica tattica e fisica in difesa fra towns e embiid ed è questa la chiave di volta di tutto il discorso.



dreamtim
Messaggi: 10214
Iscritto il: 11/09/2002, 0:18
Località: Mike alias Nessuno scrive:"Alle elezioni per i rappresentanti d'istituto il bibitaro raccolse l'88%

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda dreamtim » 20/06/2017, 0:03

Brian_di_Nazareth ha scritto:
19/06/2017, 23:46
Simmons è un anno che lavora in allenamento con tutti i suoi compagni.

Chiariamo: possono benissimo bucare la stagione. Alla grande, sono giovani come dici tu. Ma possono anche essere una di quelle squadre che migliora di una cifra esorbitante di gare in una stagione.
solo perchè stanno aggiungendo talento di prim'ordine su telaio che aveva un suo perchè lo scorso anno.

Immagine

viewtopic.php?f=3&t=21056
Brian dopo il draft io ti propongo un lavoro da pr per l'azienda in cui lavoro :notworthy: :biggrin: .

Scherzi a parte,il tuo è un punto di vista interessante ed è piacevole fare la famose chiacchiere da barbiere in ottica NBA.
Sopratutto se si parla di una roba come le squadre giovani e il draft.
La stabilità di Brown è senza dubbio un clamoroso punto a favore di Phila, Thibs è in ogni caso un guru nba lato difesa.
Ma per i limiti di letture che dicevamo prima, puoi anche essere Einstein, se uno a cui spieghi non è portato alla matematica, non prende il dottorato.
Minnie vale come possono valere i Lakers. L'hype su Randle e Russel mi pare scemato, Ingram ha un anno di pazienza poi vedrai che si incazzano per bene. Sono tutti potenziali fuoriclasse e top 5 nelle loro classi di reclutamento.
Secondo me altrove almeno 3/4 sarebbero già in palese fioritura.
Dalli a Pop ma dalli anche a Kerr se vuoi. Lo stesso Kidd che se puo' trova un senso anche a giocatori che ritengo immondi. Gli fa fare quello che sanno. Aldià di quanto vincono. Prendono McCaw we gli fanno fare 5/6 cose e poi ci si lavora.
Idem Calrk, pensate a Simmons, Green preso dal marciapede, Leonard.
Metti Carslile a Dallas. Secondo voi al quarto allenamento al francese che gli racconta? per me lo strozza.
E' un fenomeno ma non sviluppa a meno che non abbiano 25 anni alla Curry temo.

Randle si è fatto un anno fermo, gli ha giovato come letture? il giusto.
In estrema sintesi, secondo me se Brown riesce a vendere un sistema per i giocatori che ha, ne uscite per bene.
Ma deve essere in antitesi con quello che fa Thibs. Allenare e modellare secondo chi hai davanti e non il contrario.

Una cosa non ve la deve togliere nessuno: L'hype, perchè quest'anno la copertina è giustamente la vostra fino a novembre. poi vediamo.

In definitiva per me il problema non sono necessariamente i talenti di lottery (anche se a sto draft secondo me più di qualcuno non sa tirare)
ma chi li gestisce e gli chiede dal primo anno di salvare la patria da franchise player.
Finisce che li bruciano.



Avatar utente
T-wolves
Pro
Pro
Messaggi: 6839
Iscritto il: 20/10/2011, 18:22
MLB Team: Minnesota Twins
NFL Team: Minnesota Vikings
NBA Team: Minnesota Timberwolves
NHL Team: Minnesota Wild

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda T-wolves » 20/06/2017, 0:12

Solo un matto può pensare che una squadra che faceva schifo in difesa e cambiando SOLO il coach da un anno all'altro poteva diventare buona. Sei passato da Garnett e Prince logori a Dunn (rookie) e Aldrich (un cesso che è sempre stato e sempre lo sarà). Rush lo ha usato post infortunio di LaVine. In tutto ciò ovviamente il suddetto allenatore si è ripalesato con i suoi spettri in attacco che sarebbe l'arma forte della squadra. Con il senno di poi, ma anche senno di poi mi piacerebbe sapere come un matrimonio del genere potesse funzionare, soprattutto al primo anno.

Poi se apri una qualsiasi classifica noti che il differenziale punti non combacia con la classifica, ovvero che abbiamo perse tantissime partite punto a punto. Anche il il 3-13 finale (post infortunio di Bjelica) puzza vagamente di "tankiamo". Fino a li eravamo tipo a due win dall'ottavo posto, tra l'altro siamo partiti 6-18.
Tra il 6-18 iniziale e il 3-13 finale, forse a metà stagione la quadratura la si era trovata sul 22-20 :forza:
Ovvio che da fuori uno dica hanno fatto cagare tutto l'anno, ma non è esattamente andata così.



dreamtim
Messaggi: 10214
Iscritto il: 11/09/2002, 0:18
Località: Mike alias Nessuno scrive:"Alle elezioni per i rappresentanti d'istituto il bibitaro raccolse l'88%

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda dreamtim » 20/06/2017, 0:21

lelomb ha scritto:
19/06/2017, 23:57
Fultz/simmons peggio di rodriguez non possono fare, poi sbaglieranno e avranno grossi passaggi a vuoto, ma sotto quell'aspetto è per me un enorme upgrade. La stagione di sergio è stata davvero triste ed è sostanzialmente finito panchinaro per TJ. Poi certo la conversione a un ruolo un po' piu strutturato non è mai facile, ma qui non si chiede a nessuno di passare da leader indiscusso di tutto a un ruolo completamente diverso.
E per me non c'è paragone nella preparazione tecnica tattica e fisica in difesa fra towns e embiid ed è questa la chiave di volta di tutto il discorso.
Qua sono d'accordo con te ma il punto semplice è, quante w trasla questo miglioramento? E poi è veramente meglio?
Esempio stupido: Sabonis.
Background clamoroso in Spagna, impressionante a Gonzaga. Dove va rimbalzo come Rodman, sbadigliando.
Va da Donovan che di sviluppo dovrebbe masticare. Prima di capire compiutamente le rotazioni offensive e difensiva ci ha messo febbraio, poi ha preso il rookie wall. Nel mezzo lampi di letture clamorose.
A fine anno di puro sviluppo dove lo han fatto giocare (da 4 postmoderno) per imparare ha un range di tiro più affidabile che prima era ballerino, da fine stagione ha cominciato a passarla come fosse al piano di sotto e forse il prossimo anno dal pino va a fare un lavoro di qualità rimarchevole.
Ma lo hanno riprogrammato, e questo era già considerato abbastanza produttivo.
Era semplicemente un rookie e gli devi dar tempo. Alla fine Jakob Poeltl (chi chi seguiva bdl sa essere mio pallino) era molto più avanti di lui per il piano di sopra. L'Austriaco in una classe povera è un centro classico già difensivamente sapido ma che non sa fare lo stretch.
Lo frega la faccia e il fatto che Toronto fosse deep.

Mi ricordo la prima summer league, al povero austriaco non passavano proprio la palla :laughing:

Coi rookie nulla è scontato.
Ultima modifica di dreamtim il 20/06/2017, 0:25, modificato 1 volta in totale.



Manuel80
Senior
Senior
Messaggi: 2139
Iscritto il: 21/02/2015, 16:27
MLB Team: Giants
NFL Team: Jaguars
NBA Team: Sixers
NHL Team: Flyers

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda Manuel80 » 20/06/2017, 0:22

Difficile dire, ma se salute assiste, dovessi scommettere tenderei più a vederci ai playoffs che no, visto l'est.
W boh 37-43



lelomb
Pro
Pro
Messaggi: 4894
Iscritto il: 14/10/2013, 18:50
MLB Team: dodgers
NFL Team: packers
NBA Team: lakers
NHL Team: devils

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda lelomb » 20/06/2017, 0:44

dreamtim ha scritto:
20/06/2017, 0:03
Brian_di_Nazareth ha scritto:
19/06/2017, 23:46
Simmons è un anno che lavora in allenamento con tutti i suoi compagni.

Chiariamo: possono benissimo bucare la stagione. Alla grande, sono giovani come dici tu. Ma possono anche essere una di quelle squadre che migliora di una cifra esorbitante di gare in una stagione.
solo perchè stanno aggiungendo talento di prim'ordine su telaio che aveva un suo perchè lo scorso anno.

Immagine

viewtopic.php?f=3&t=21056
Brian dopo il draft io ti propongo un lavoro da pr per l'azienda in cui lavoro :notworthy: :biggrin: .

Scherzi a parte,il tuo è un punto di vista interessante ed è piacevole fare la famose chiacchiere da barbiere in ottica NBA.
Sopratutto se si parla di una roba come le squadre giovani e il draft.
La stabilità di Brown è senza dubbio un clamoroso punto a favore di Phila, Thibs è in ogni caso un guru nba lato difesa.
Ma per i limiti di letture che dicevamo prima, puoi anche essere Einstein, se uno a cui spieghi non è portato alla matematica, non prende il dottorato.
Minnie vale come possono valere i Lakers. L'hype su Randle e Russel mi pare scemato, Ingram ha un anno di pazienza poi vedrai che si incazzano per bene. Sono tutti potenziali fuoriclasse e top 5 nelle loro classi di reclutamento.
Secondo me altrove almeno 3/4 sarebbero già in palese fioritura.
Dalli a Pop ma dalli anche a Kerr se vuoi. Lo stesso Kidd che se puo' trova un senso anche a giocatori che ritengo immondi. Gli fa fare quello che sanno. Aldià di quanto vincono. Prendono McCaw we gli fanno fare 5/6 cose e poi ci si lavora.
Idem Calrk, pensate a Simmons, Green preso dal marciapede, Leonard.
Metti Carslile a Dallas. Secondo voi al quarto allenamento al francese che gli racconta? per me lo strozza.
E' un fenomeno ma non sviluppa a meno che non abbiano 25 anni alla Curry temo.

Randle si è fatto un anno fermo, gli ha giovato come letture? il giusto.
In estrema sintesi, secondo me se Brown riesce a vendere un sistema per i giocatori che ha, ne uscite per bene.
Ma deve essere in antitesi con quello che fa Thibs. Allenare e modellare secondo chi hai davanti e non il contrario.

Una cosa non ve la deve togliere nessuno: L'hype, perchè quest'anno la copertina è giustamente la vostra fino a novembre. poi vediamo.

In definitiva per me il problema non sono necessariamente i talenti di lottery (anche se a sto draft secondo me più di qualcuno non sa tirare)
ma chi li gestisce e gli chiede dal primo anno di salvare la patria da franchise player.
Finisce che li bruciano.
si ma timme nei tuoi ultimi esempi ci sono tutti profili di qualche tier inferiore a quelli che andranno a inserire i sixers chiaro che i mccaw, simmons, clark, sabonis, poetl sviluppino meglio in un contesto strutturato dove gli si chiede determinate cose che si sa essere nelle loro corde. Altrettanto chiaramente in quei contesti i russell i wiggins i randle sarebbero già in fioritura, hanno qualità che vanno ben oltre ai ruoli cui sarebbero stati chiamati, ma questi li prendi con la convinzione/speranza che in 3/4 anni possano essere elementi fondanti della franchigia, non il sesto settimo di rotazione, la carta bianca gliela dai apposta per tirargli fuori tutto il possibile ed esporlo al massimo, perchè tu franchigia che peschi in quelle posizioni hai bisogno dell'apporto crescente di queste scelte per risalire la china, non tutti possono crescere nell'ombra del trio storico della franchigia e mollare la zampata solo al momento opportuno.
Non lo devi fare alla Lakers con byron scott, perchè allora sei pirla, ma serva comunque una struttura solida altrimenti si sbraca tutto e buonanotte, ma è normale che sta gente venga investita di responsabilità al minuto 1.
in realtà brown negli anni ha discretamente tirato dritto con le sue idee infischiandosene di plasmarle al materiale a disposizione, infatti ci son stati momenti in cui seriamente non si capiva se ci faceva o ci era. Però ora a colpi di first pick son arrivati teoricamente a chiudergli il cerchio, e l'anno scorso con un mezza circonferenza e un po' ci ha fatto 28w.



dreamtim
Messaggi: 10214
Iscritto il: 11/09/2002, 0:18
Località: Mike alias Nessuno scrive:"Alle elezioni per i rappresentanti d'istituto il bibitaro raccolse l'88%

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda dreamtim » 20/06/2017, 1:14

Hai ragione, i miei esempi tendevano a essere troppo limitanti ma secondo me rendevano bene l'idea di fondo.
Mettere in mano una squadra a una primissima lottery che non sia una mostro alla Towns o alla Embid espone tutto il limite degli altri.
Nel Tier che so dei Russell o dei Randle io ci posso mettere anche il primo Irving. Senza Lebron ti accorgi che come play non è esattamente un facilitatore e che quando non ha la palla in mano ha delle pause alla Celentano che fa il monologo.
Come melo per l'appunto. Talenti iperbolici ma che han bisogno di essere supportati. Smontati e rimontati, rifiniti.
O perchè ci metti la superstar vera o perchè gli trovi l'allenatore giusto.

O sono giocatori da primo quintetto generazionale o ai primi 2/3 anni da superstarter oggi questi li massacri dopo un annetto da freshman.
Partono i montaggi come le amnesie difensive, i difetti di Randle li conoscono più delle qualità, i momenti di avanguardismo di Russell eccetera.
Vedi Jaylen Brown (per me vale molto meno di Ingram) che stanno curando, finito in squadre di lotteria sarebbe già perso e disperso.
E' proprio il sistema che ti frega.
Fai schifo e vai in lotteria. Scegli e prendi uno sbarbato. Gli dai 35 minuti a sera e lui gioca ma palesa limiti.
Gioca perchè tanto devi riperdere per farti almeno un altro giro in lotteria.
E cosi via.
Da li una cultura di squadra, veterani sapidi e uno scheletro non te lo fai. Non scegliendo e sperando che il talento da solo o quasi aggiusti.
Oggi molti fan cosi. Perchè poi bruciano dei clamorosi giocatori alla lunga.

Molto interessante il punto su Brown, ma quando alleni dleaguers e una squadra "under" per me è meglio essere testardo come ha fatto lui.
Se poi stai a galla, finisci per guadagnare tanti gradi.



Avatar utente
John Doe
Pro
Pro
Messaggi: 7901
Iscritto il: 09/12/2011, 17:18
NFL Team: Indianapolis Colts
NBA Team: Toronto Raptors

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda John Doe » 20/06/2017, 4:15


dreamtim ha scritto:
Mi ricordo la prima summer league, al povero austriaco non passavano proprio la palla :laughing:

Coi rookie nulla è scontato.
A Toronto se non sei uno dei due la palla non ti arriva manco morto, non è colpa del povero poetl. Se sei fortunato ti concedono di poter portare i blocchi, altrimenti hai una posizione privilegiata per vedere 48' di ISO :forza:



lelomb
Pro
Pro
Messaggi: 4894
Iscritto il: 14/10/2013, 18:50
MLB Team: dodgers
NFL Team: packers
NBA Team: lakers
NHL Team: devils

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda lelomb » 20/06/2017, 8:18

dreamtim ha scritto:
20/06/2017, 1:14
Hai ragione, i miei esempi tendevano a essere troppo limitanti ma secondo me rendevano bene l'idea di fondo.
Mettere in mano una squadra a una primissima lottery che non sia una mostro alla Towns o alla Embid espone tutto il limite degli altri.
Nel Tier che so dei Russell o dei Randle io ci posso mettere anche il primo Irving. Senza Lebron ti accorgi che come play non è esattamente un facilitatore e che quando non ha la palla in mano ha delle pause alla Celentano che fa il monologo.
Come melo per l'appunto. Talenti iperbolici ma che han bisogno di essere supportati. Smontati e rimontati, rifiniti.
O perchè ci metti la superstar vera o perchè gli trovi l'allenatore giusto.

O sono giocatori da primo quintetto generazionale o ai primi 2/3 anni da superstarter oggi questi li massacri dopo un annetto da freshman.
Partono i montaggi come le amnesie difensive, i difetti di Randle li conoscono più delle qualità, i momenti di avanguardismo di Russell eccetera.
Vedi Jaylen Brown (per me vale molto meno di Ingram) che stanno curando, finito in squadre di lotteria sarebbe già perso e disperso.
E' proprio il sistema che ti frega.
Fai schifo e vai in lotteria. Scegli e prendi uno sbarbato. Gli dai 35 minuti a sera e lui gioca ma palesa limiti.
Gioca perchè tanto devi riperdere per farti almeno un altro giro in lotteria.
E cosi via.
Da li una cultura di squadra, veterani sapidi e uno scheletro non te lo fai. Non scegliendo e sperando che il talento da solo o quasi aggiusti.
Oggi molti fan cosi. Perchè poi bruciano dei clamorosi giocatori alla lunga.

Molto interessante il punto su Brown, ma quando alleni dleaguers e una squadra "under" per me è meglio essere testardo come ha fatto lui.
Se poi stai a galla, finisci per guadagnare tanti gradi.
In linea di massima concordo che non sia il migliore dei sistemi per sviluppare talento, ma da che ho memoria funziona un po' sempre così, magari le squadre in cui finivano avevano un po' più "senso" o per lo meno non c'erano 10 under23 come in diversi casi degli ultimi due tre anni, però alla fine credo cambi il giusto per le squadre, forse per i prospetti da top6/7 che vengono spinti sempre più verso il top o il down senza stare a preoccuparsi troppo di non bruciarlo completamente.
Secondo me pure l'eccesso di hype distorce molto le cose, per esempio credo che nessuno con senno si aspetti che simmons diventi lbj. O che fultz in due stagioni sia lillard con più playmaking e % migliori da 3. Ci si aspetta che mettano a frutto le loro capacità nel miglior modo possibile, poi il mainstream tira su tutto a colpi di hype e le analisi un minimo più lucide le devi cercar col lanternino.



Avatar utente
Brian_di_Nazareth
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 17183
Iscritto il: 11/11/2009, 17:42
NFL Team: Philadelphia Eagles
NBA Team: Philadelphia 76ers
Località: giù al nord
Contatta:

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda Brian_di_Nazareth » 20/06/2017, 9:50

Intendiamoci.

In una normale progressione non funestata da infortuni, credo che un team da 28W che ha palesemente tankato nelle ultime 12 gare dopo l'infortunio di Covington, fatto di giovani a cui resta la stessa guida tecnica, per inerzia (=per crescita) dovrebbe raggiungere le 35-40W grazie anche all'aggiunta di nuovo talento e qualche veterano.

Ma c'è un possibilità diversa da zero, per come è la storia dell'nba, che questo team possa fare un salto di molte più W da un anno all'altro perchè il talento che va ad aggiungere è, sulla carta, di prim'ordine.
In altri termini, vedendo quella tabella, su 14 volte in tutta la storia dell'nba in cui un team ha fatto più di 25 W rispetto all'anno prima, nella maggior parte dei casi è capitato perchè si è aggiunto talento importante, anche via draft.

Al momento se c'è un team che aggiunge talento importante giovane quest'anno (due prime scelte assolute) sono i Sixers.
Tutto qua.



elfride4
Rookie
Rookie
Messaggi: 745
Iscritto il: 14/11/2015, 19:03
NFL Team: baltimore ravens
NBA Team: utah jazz

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda elfride4 » 20/06/2017, 15:36

Molto bella l'analisi di Brian fatta sulla filosofia di gioco che potrebbe crearsi attorno al trio Fultz-Embiid-Simmons.
L'unico dubbio che ho è sul pace, non so quanto sia una gran mossa far correre eccessivamente uno come Joellone, per quanto ne abbia le capacità: è molto generoso come giocatore, intenso come pochi, se lo si fa cavalcare per il campo credo che il rischio injuries possa solo aumentare.

Sulla trade in se, io la vedo a favore di Boston, non credo fosse arrivato il momento di "interrompere" il process visti i punti di domanda sulle condizioni fisiche di Simmons ed Embiid, avrei aspettato volentieri un altro anno prima di prendere delle decisioni.
Inoltre, per quanto condivida il fatto che Fultz possa avere il compito di andare in ISO e creare dal palleggio nei momenti in cui la partita rallenterà e che Joel debba diventare più efficiente e giocare con USG minore, io non avrei disdegnato neanche Ball nei 76ers, il fatto che abbia un USG così basso senza perdere (anzi) efficacia nel gioco lo rende più attraente ai miei occhi, soprattutto partendo dal presupposto che gli "unicorns" nella squadra presumibilmente saranno i due nati fuori dagli USA.

Boston per me andrà più di fit che di BPA, comprensibile data la scorsa annata, e il fatto che non fossero sicuri dei cojones di Markelle è sufficiente a giustificare la trade. Chiaramente, l'esito finale dipenderà da Fultz, se lui renderà come ci si aspetta lo scambio sarà vinto da Phila, ma nonostante mi piacciono molto le sue caratteristiche mi pare che la filosofia giusta sia più quella dei C's che quella dei 76ers dati i due progetti



Avatar utente
Bonner
Rookie
Rookie
Messaggi: 749
Iscritto il: 21/09/2004, 18:55
Località: Messina

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda Bonner » 20/06/2017, 16:16

Insomma Brian non lo vuole dire, ma vede philly sopra le 55(60?) il prossimo anno..


Immagine
Gli attacchi vendono i biglietti, le difese vincono le partite

I pazzi osano dove gli angeli temono d'andare


Sono brutto, rozzo, sporco, maleducato, irascibile, fastidioso, intollerante, intemperante, indeciso, incostante, stupidament

dreamtim
Messaggi: 10214
Iscritto il: 11/09/2002, 0:18
Località: Mike alias Nessuno scrive:"Alle elezioni per i rappresentanti d'istituto il bibitaro raccolse l'88%

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda dreamtim » 20/06/2017, 16:18

Il vero fuoriclasse Boston ce l'ha in panchina, con un nucleo appena discreto ha subito fatto bene, costruendo su scarti altrui (Crowder ad esempio, ma pure Amir J) e ottimizzando le risorse (buone ma non super) che Ainge gli ha passato via draft come Smart (altrove lo avrebbero trattato alla Elfrid Payton menandola col tiro) e Olynyk che a Boston non possono vedere certi analisti (perchè scelto prima di Giannis) e che pure si è rivelato un perfetto role player nonostante la sua incostanza. Thomas te lo ha portato a livelli super e da li hanno attirato anche FA.
Mettici la bravura di Ainge a rimediare Asset (mentre il mondo parlava del process) e hai chiuso il cerchio.
Ecco li a perdere non ci hanno mai pensato e han subito lavorato sulle piccole cose per vincerne il più possibile.
Questo è un ambiente (sono i Celts, ma potevano essere i magic se gestiti meglio) che il rookie te lo valorizza per quanto possibile.
Ad oggi ham mercato quasi tutti.

E' questa presenza di strutturazione che fa si che se ce l'hai vinci anche se palesi limiti in più protagonisti che sono ai margini del mainstream nba,
se ti manca puoi fare capolino in tante voci ma poi alla fine le w fatichi. Di norm, ma poi vediamo.
E' questo andare controcorrente al sistema che ti porta a fare 2-3 anni di lotteria che paga.
Was forse è una delle poche che è uscita da sto guscio e che via draft ha messo: Wall, Beal, Porter e Oubre e inserito il polacco e Morris.
Ma Wall il prossimo anno gira l'ottavo anno NBA.
Per portare al "next level" con una signora prima siamo a 7 anni di tribolazione.
E intanto hai due max (di uno rischiosetto tipo Beal), uno che lo prende ora (Porter) e vuol dire che trovata la quadra ora devi ristuccare.
Toronto ha il suo uomo franchigia preso dal mercato via scommessa, un costella presa via draft e la pietra angolare in area (valenciacoso) che ad oggi è più che altro un contratto orribile.


In ogni caso ripeto, auguro a Phila di uscire di prigione quanto prima perchè se lo merita dopo la sfiga di questi anni.



Avatar utente
Brian_di_Nazareth
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 17183
Iscritto il: 11/11/2009, 17:42
NFL Team: Philadelphia Eagles
NBA Team: Philadelphia 76ers
Località: giù al nord
Contatta:

Re: Draft 2017: Celtics-Sixers Trade

Messaggioda Brian_di_Nazareth » 20/06/2017, 16:22

Bonner ha scritto:
20/06/2017, 16:16
Insomma Brian non lo vuole dire, ma vede philly sopra le 55(60?) il prossimo anno..
No, però se ho 10 euro ce li metto perchè la probabilità, per me, è diversa da zero e perchè penso che i bookmakers pagheranno ottime quote.
Come avevano quella possibilità l'anno scorso i Twolves, ma non si è realizzata.
I suns invece, ad esempio, non ce l'hanno mai avuta in questi ultimi due anni per me, e nemmeno ce l'hanno quest'anno indipendentemente da chi draftano (a meno che in FA non mettano dentro Butler+George :gogogo: ).

Vedremo :forza:

Cmq sì, sono molto positivo per questa annata Sixers, più o meno a livello dell'anno Bynum (speriamo risultati differenti :laughing: )
Lo sarei stato anche se invece di Fultz fosse arrivato qualsiasi altro prospetto dal draft, per inciso.




Torna a “NBA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Yahoo [Bot] e 2 ospiti