Cap, Salaries, Exception et similia

Il Punto d'incontro dei Fans NBA di Play.it USA
Avatar utente
The Prince Of Punk #90
Pro
Pro
Messaggi: 5223
Iscritto il: 14/10/2006, 16:50
NBA Team: Toronto Raptors

Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda The Prince Of Punk #90 » 08/07/2012, 11:50

Mi sento costretto ad aprire questo topic(tra l'altro mi sembra che un tempo ce ne fosse già un altro, magari sbaglio), in quanto il sottoscritto non riesce mai a raccapezzarsi su tutto quello che riguarda questo argomento.
Visto che sicuramente qui in tanti non conoscono per filo e per segno le varie regole e tutti i dettagli, non vedo perché non riunire tutto in una discussione, essendo un argomento non trattato ai più, e anzi a volte addirittura evitato. E visto che ogni anno, ci sono alcuni cambiamenti, non vedo perché non segnalarlo a dovere..

Io partirei con il quesito principe di tutta la faccenda.

Il "Salary Cap". Mi spiegate per quale motivo, ci sono delle squadre che stanno attente a rispettare questo limite, ed altre che aggiungono giocatori e contratti senza il minimo problema? (senza bisogno di scomodare i casi limite, Miami e soci) E' un discorso che si ferma alla disponibilità che una squadra ha, o c'è anche altro? E poi si dice tanto che non è il più ricco a vincere, ma questo mi sembra un discorso che si possa aggirare facilmente...
Io ho sempre pensato che chiunque sorpassasse questo limite, sarebbe incorso in una penalità, e non che la Luxury Tax fosse 12 milioni sopra il limite del cap..

Capisco il discorso dei contratti, ovvero che nel limite dei 58 non possono esserci più giocatori con il contrattone per così dire...(e ci deve essere la giusta "scala" di contratti fra i vari giocatori) ma io volendo posso tranquillamente passare il limite del cap e firmare un paio di giocatori (che so a 5 milioni) pur di non sforare l'altro limite, senza incorrere in nessuna sanzione, giusto?
Ho perso dei pezzi per strada?


ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Immagine

NckRm
Senior
Senior
Messaggi: 2013
Iscritto il: 27/02/2007, 15:44
NBA Team: Phoenix Suns
Località: Arezzo

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda NckRm » 08/07/2012, 12:17

The Prince Of Punk #90 ha scritto:Mi sento costretto ad aprire questo topic(tra l'altro mi sembra che un tempo ce ne fosse già un altro, magari sbaglio), in quanto il sottoscritto non riesce mai a raccapezzarsi su tutto quello che riguarda questo argomento.
Visto che sicuramente qui in tanti non conoscono per filo e per segno le varie regole e tutti i dettagli, non vedo perché non riunire tutto in una discussione, essendo un argomento non trattato ai più, e anzi a volte addirittura evitato. E visto che ogni anno, ci sono alcuni cambiamenti, non vedo perché non segnalarlo a dovere..

Io partirei con il quesito principe di tutta la faccenda.

Il "Salary Cap". Mi spiegate per quale motivo, ci sono delle squadre che stanno attente a rispettare questo limite, ed altre che aggiungono giocatori e contratti senza il minimo problema? (senza bisogno di scomodare i casi limite, Miami e soci) E' un discorso che si ferma alla disponibilità che una squadra ha, o c'è anche altro? E poi si dice tanto che non è il più ricco a vincere, ma questo mi sembra un discorso che si possa aggirare facilmente...
Io ho sempre pensato che chiunque sorpassasse questo limite, sarebbe incorso in una penalità, e non che la Luxury Tax fosse 12 milioni sopra il limite del cap..

Capisco il discorso dei contratti, ovvero che nel limite dei 58 non possono esserci più giocatori con il contrattone per così dire...(e ci deve essere la giusta "scala" di contratti fra i vari giocatori) ma io volendo posso tranquillamente passare il limite del cap e firmare un paio di giocatori (che so a 5 milioni) pur di non sforare l'altro limite, senza incorrere in nessuna sanzione, giusto?
Ho perso dei pezzi per strada?
La penalità c'è, sopra i 12 milioni del cap c'è la Luxury tax che è una tassa che viene pagata e ridistribuita alle altre franchigie che nei limiti salariali.

Se vuoi approfondire ti consiglio Larry Coon o in italiano Fazzettino, che sono degli infoiati cronici sui regolamenti e godono a raccapezzare tutti i comma della storia per smontare fantasie e sogni. Testimoni affermano che sono sessualmente eccitati anche dal compilare la dichiarazione dei redditi.

Tuttavia ci sono squadre come Lakers e Knicks che possono spendere praticamente quanto vogliono di cap e luxury perchè guadagnano talmente tanto con marketing e altre cose da rendere praticamente impossibile per loro finire in perdita.
Altre squadre come Nets e Mavs invece hanno dei proprietari decisamente abbienti ai quali non importa nulla o quasi di finire col bilancio in rosso pur di vedere la squadra competitiva.
La maggior parte delle squadre però hanno dei proprietari che non hanno minimamente voglia di pagare più del dovuto, altri ancora vogliono guadagnare dalla gestione della franchigia e altri semplicemente adottano la gestione del "buon padre di famiglia".

Non esiste l'hard cap, tranne una particolare eventualità sui 74 milioni che ti spiegherà volentieri Fazzettino una volta che ha finito di capire come l'IMU possa agevolare il contratto di Redick.

L'hard cap (ovvero la totale impossibilità di superare una soglia salariale con qualsivoglia eccezione) era una proposta iniziale del nuovo CBA ma non vedeva d'accordo i giocatori in primis e parte degli owner in secundis.
Perchè?
Perchè la fascia dei non troppo contenti a spendere sanno che se capita l'occasione della vita (troppo facile dire Oklahoma, facciamo i Kings di 10 anni fa) di assemblare una squadra da titolo vorrebbero l'opportunità di pagare il surplus per veder vincere. Questo ha creato una fascia degli indecisi decisamente numerosa tra gli owner e quindi un argomento tale da non portarlo nemmeno in considerazione durante il dialogo con la NBPA.

Per quanto riguarda le eccezioni che accennavi prima faccio un breve recap:

-Tutti i team sopra il cap possono firmare i giocatori al minimo salariale o con la cosiddetta mini mid-leve exception da 3 milioni. Con questi 3 milioni circa si possono firmare anche due giocatori a un milione e mezzo.
-Tutti i team sotto il cap possono firmare anche con la mid level exception pari a 5 e spiccioli milioni. Idem come sopra.

Queste eccezioni se ne possono usare solo una all'anno perchè sono, appunto, eccezioni.



Avatar utente
The Prince Of Punk #90
Pro
Pro
Messaggi: 5223
Iscritto il: 14/10/2006, 16:50
NBA Team: Toronto Raptors

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda The Prince Of Punk #90 » 08/07/2012, 12:37

NckRm ha scritto:
The Prince Of Punk #90 ha scritto:Mi sento costretto ad aprire questo topic(tra l'altro mi sembra che un tempo ce ne fosse già un altro, magari sbaglio), in quanto il sottoscritto non riesce mai a raccapezzarsi su tutto quello che riguarda questo argomento.
Visto che sicuramente qui in tanti non conoscono per filo e per segno le varie regole e tutti i dettagli, non vedo perché non riunire tutto in una discussione, essendo un argomento non trattato ai più, e anzi a volte addirittura evitato. E visto che ogni anno, ci sono alcuni cambiamenti, non vedo perché non segnalarlo a dovere..

Io partirei con il quesito principe di tutta la faccenda.

Il "Salary Cap". Mi spiegate per quale motivo, ci sono delle squadre che stanno attente a rispettare questo limite, ed altre che aggiungono giocatori e contratti senza il minimo problema? (senza bisogno di scomodare i casi limite, Miami e soci) E' un discorso che si ferma alla disponibilità che una squadra ha, o c'è anche altro? E poi si dice tanto che non è il più ricco a vincere, ma questo mi sembra un discorso che si possa aggirare facilmente...
Io ho sempre pensato che chiunque sorpassasse questo limite, sarebbe incorso in una penalità, e non che la Luxury Tax fosse 12 milioni sopra il limite del cap..

Capisco il discorso dei contratti, ovvero che nel limite dei 58 non possono esserci più giocatori con il contrattone per così dire...(e ci deve essere la giusta "scala" di contratti fra i vari giocatori) ma io volendo posso tranquillamente passare il limite del cap e firmare un paio di giocatori (che so a 5 milioni) pur di non sforare l'altro limite, senza incorrere in nessuna sanzione, giusto?
Ho perso dei pezzi per strada?
La penalità c'è, sopra i 12 milioni del cap c'è la Luxury tax che è una tassa che viene pagata e ridistribuita alle altre franchigie che nei limiti salariali.

Se vuoi approfondire ti consiglio Larry Coon o in italiano Fazzettino, che sono degli infoiati cronici sui regolamenti e godono a raccapezzare tutti i comma della storia per smontare fantasie e sogni. Testimoni affermano che sono sessualmente eccitati anche dal compilare la dichiarazione dei redditi.

Tuttavia ci sono squadre come Lakers e Knicks che possono spendere praticamente quanto vogliono di cap e luxury perchè guadagnano talmente tanto con marketing e altre cose da rendere praticamente impossibile per loro finire in perdita.
Altre squadre come Nets e Mavs invece hanno dei proprietari decisamente abbienti ai quali non importa nulla o quasi di finire col bilancio in rosso pur di vedere la squadra competitiva.
La maggior parte delle squadre però hanno dei proprietari che non hanno minimamente voglia di pagare più del dovuto, altri ancora vogliono guadagnare dalla gestione della franchigia e altri semplicemente adottano la gestione del "buon padre di famiglia".

Non esiste l'hard cap, tranne una particolare eventualità sui 74 milioni che ti spiegherà volentieri Fazzettino una volta che ha finito di capire come l'IMU possa agevolare il contratto di Redick.

L'hard cap (ovvero la totale impossibilità di superare una soglia salariale con qualsivoglia eccezione) era una proposta iniziale del nuovo CBA ma non vedeva d'accordo i giocatori in primis e parte degli owner in secundis.
Perchè?
Perchè la fascia dei non troppo contenti a spendere sanno che se capita l'occasione della vita (troppo facile dire Oklahoma, facciamo i Kings di 10 anni fa) di assemblare una squadra da titolo vorrebbero l'opportunità di pagare il surplus per veder vincere. Questo ha creato una fascia degli indecisi decisamente numerosa tra gli owner e quindi un argomento tale da non portarlo nemmeno in considerazione durante il dialogo con la NBPA.

Per quanto riguarda le eccezioni che accennavi prima faccio un breve recap:

-Tutti i team sopra il cap possono firmare i giocatori al minimo salariale o con la cosiddetta mini mid-leve exception da 3 milioni. Con questi 3 milioni circa si possono firmare anche due giocatori a un milione e mezzo.
-Tutti i team sotto il cap possono firmare anche con la mid level exception pari a 5 e spiccioli milioni. Idem come sopra.

Queste eccezioni se ne possono usare solo una all'anno perchè sono, appunto, eccezioni.

Intanto, thank you, gran parte delle cose mi tornano. Ma non è neanche questo il problema è che poi rischi di scordarle e di confonderle ulteriormente, ma ora che ci sono scritte dubito che si rischi di ripartire da zero.
Il discorso delle Mid-Level lo sapevo (però giusto che tu lo abbia scritto), ma la Room Exception (l'ho sentita citare soltanto oggi) è stata introdotta di recente, se non ho capito male...ma che cosa implica?
Anche questa la può utilizzare chi è sotto il cap, e prevede un contratto a più anni di 2.5 ognuno (obbligatoriamente), è giusto?


ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Immagine

Avatar utente
Fazz
Messaggi: 3443
Iscritto il: 29/08/2005, 19:31
NBA Team: Orlando Magic
Località: Monza

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda Fazz » 08/07/2012, 13:01

Room exception: si genera quando si raggiunge il cap (58M) dopo essere partiti da cifra inferiore. 2,5M

MLE "full" (non-taxpayers): se si è tra i 2 limiti, di cap (58) e luxury tax (70M). 5M. Come detto da Nick, utilizzarla implica automaticamente l'hard cap per la stagione una soglia pari a limite della LT + 4M

MLE "mini" (taxpayers): se si è oltre il limite della LT e/o si vuole mantenere la possibilità di salire ulteriormente (v. sopra). 3M

Ah, ovviamente si può usare una sola delle 3, con la possibilità come detto da Nick di suddividerla tra più giocatori



Avatar utente
Fazz
Messaggi: 3443
Iscritto il: 29/08/2005, 19:31
NBA Team: Orlando Magic
Località: Monza

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda Fazz » 08/07/2012, 14:05

Fino ai 58M si può aggiungere a piacimento, oltre solo tramite eccezioni (MLE, LLE, TPE, DPE), scambi (comprese le s&t) o rinnovi (utilizzando i Bird Rights).

Quindi se la domanda è se una volta raggiunti i 58M si possano firmare due free agents da 5M... no, non si può.



Avatar utente
Radiofreccia
Messaggi: 9097
Iscritto il: 12/08/2009, 22:39
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: Napoli

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda Radiofreccia » 08/07/2012, 18:41

Non riguarda il Cap, ma è comunque una domanda di regolamento allora chiedo qui.

Riguardo il mercato FA / RFA ...

Allora, la differenza sostanziale tra i due è che nel mercato RFA la squadra uscente del giocatore ha potere di decidere se tenerlo o no, mentre nel mercato FA è tutto in mano al giocatore ed al suo agente. Giusto ?
Se per esempio Fields è un RFA, i Knicks hanno il potere di decidere di pareggiare l'offerta dei Mavs di 30 mln in 4 anni. E Fields è obbligato ad accettare la destinazione Knicks.

Ora, la domanda è: oltre a questa sorta di '' potere '' decisionale, la squadra uscente può avere anche qualcosa in cambio dalla squadra acquirente del giocatore ? Ad esempio ho letto che Lowry, i Rockets hanno ricevuto varie scelte dei Raptors. Mentre io ho sempre creduto che oltre al potere decisionale la squadra uscente non ha diritto a ricevere nulla se non pareggia l'offerta.


Pensa con leggerezza di te stesso e con profondità del mondo - Miyamoto Musashi
I legami sono il motivo per cui siamo qui. Sono ciò che danno uno scopo e un senso alle nostre vite - Brené Brown

Lusica
Newbie
Newbie
Messaggi: 71
Iscritto il: 21/03/2012, 10:49
NBA Team: Houston Rockets

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda Lusica » 08/07/2012, 19:12

Radiofreccia ha scritto: Ad esempio ho letto che Lowry, i Rockets hanno ricevuto varie scelte dei Raptors. Mentre io ho sempre creduto che oltre al potere decisionale la squadra uscente non ha diritto a ricevere nulla se non pareggia l'offerta.
Non vorrei dire una cavolata, ma Lowry non era in scadenza.



Avatar utente
Puedo
Rookie
Rookie
Messaggi: 942
Iscritto il: 24/06/2010, 18:25
NBA Team: Houston Rockets

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda Puedo » 08/07/2012, 19:18

Lusica ha scritto:
Radiofreccia ha scritto: Ad esempio ho letto che Lowry, i Rockets hanno ricevuto varie scelte dei Raptors. Mentre io ho sempre creduto che oltre al potere decisionale la squadra uscente non ha diritto a ricevere nulla se non pareggia l'offerta.
Non vorrei dire una cavolata, ma Lowry non era in scadenza.
Ha ancora 2 anni di contratto infatti.



Avatar utente
Radiofreccia
Messaggi: 9097
Iscritto il: 12/08/2009, 22:39
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: Napoli

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda Radiofreccia » 08/07/2012, 21:07

Mea culpa allora.

Quindi oltre al potere decisionale, non ha nulla la squadra uscente ?


Pensa con leggerezza di te stesso e con profondità del mondo - Miyamoto Musashi
I legami sono il motivo per cui siamo qui. Sono ciò che danno uno scopo e un senso alle nostre vite - Brené Brown

Avatar utente
Radiofreccia
Messaggi: 9097
Iscritto il: 12/08/2009, 22:39
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: Napoli

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda Radiofreccia » 10/07/2012, 12:50

Domanda riguardante il regolamento Draft:

- La differenza tra scelta protetta e non protetta ?
- Quando si dice '' scelta in lottery dei Cavs '' è solo una previsione, sostenendo che i Cavs sono scarsi da poter avere una scelta nella Top 10 di quell'anno. Giusto ?


Pensa con leggerezza di te stesso e con profondità del mondo - Miyamoto Musashi
I legami sono il motivo per cui siamo qui. Sono ciò che danno uno scopo e un senso alle nostre vite - Brené Brown

NckRm
Senior
Senior
Messaggi: 2013
Iscritto il: 27/02/2007, 15:44
NBA Team: Phoenix Suns
Località: Arezzo

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda NckRm » 10/07/2012, 13:05

Radiofreccia ha scritto:Domanda riguardante il regolamento Draft:

- La differenza tra scelta protetta e non protetta ?
- Quando si dice '' scelta in lottery dei Cavs '' è solo una previsione, sostenendo che i Cavs sono scarsi da poter avere una scelta nella Top 10 di quell'anno. Giusto ?
Si parla di scelte protette o meno durante le sole trade.
Una scelta protetta è una scelta che, se ricade in un range di scelte definito in sede di trade (ad es. lottery protected, top 5 protected eccetera) ritorna al proprietario originale della scelta.

Ad esempio X e Y si scambiano una scelta. X cede ad Y la sua scelta lottery protected. Se X va ai playoff allora la scelta di X passa a Y, se invece X va in lottery si tiene la scelta.

In genere, una volta definita la protezione di un pick si definiscono le protezioni per gli anni successivi.

Ad esempio X cede a Y la sua scelta del 2013 lottery protected (o 2014 top 20 protected o 2015 unprotected) fino a che Y non riceve la scelta in un determinato anno



Avatar utente
Radiofreccia
Messaggi: 9097
Iscritto il: 12/08/2009, 22:39
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: Napoli

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda Radiofreccia » 10/07/2012, 13:07

Capito, grazie Nick :biggrin:


Pensa con leggerezza di te stesso e con profondità del mondo - Miyamoto Musashi
I legami sono il motivo per cui siamo qui. Sono ciò che danno uno scopo e un senso alle nostre vite - Brené Brown

Avatar utente
John Doe
Pro
Pro
Messaggi: 8037
Iscritto il: 09/12/2011, 17:18
NFL Team: Indianapolis Colts
NBA Team: Toronto Raptors

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda John Doe » 11/07/2012, 16:02

The NBA has announced that the salary cap for the 12-13 season is $58.044 million.
The luxury tax level is set at $70.307 million.
The cap is the same as it was for the 11-12 season.



Avatar utente
GecGreek
Pro
Pro
Messaggi: 3889
Iscritto il: 08/06/2010, 17:23
NBA Team: NOLA
Località: dall'Uggia col furgone
Contatta:

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda GecGreek » 12/07/2012, 16:49

qualcuno mi spiega che differenza ci sarà tra le S&T attuali e quelle modificate che dovrebbero entrare in vigore tra 1 stagione che non mi ricordo più?



Marcomax
Pro
Pro
Messaggi: 3430
Iscritto il: 18/02/2009, 0:40

Re: Cap, Salaries, Exception et similia

Messaggioda Marcomax » 12/07/2012, 17:01

GecGreek ha scritto:qualcuno mi spiega che differenza ci sarà tra le S&T attuali e quelle modificate che dovrebbero entrare in vigore tra 1 stagione che non mi ricordo più?
•Starting in 2013-14, the team receiving the player cannot be above the "apron" ($4 million above the tax level) after the trade.
•Starting in 2013-14, the team cannot receive a player in a sign-and-trade if they have used the Taxpayer Mid-Level exception that season.




Torna a “NBA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron