"The Future Begins Now"- College Football 2016

Il Punto d'incontro dei Fans NCAA di Play.it USA
Gian Marco
Senior
Senior
Messaggi: 1031
Iscritto il: 23/07/2005, 12:08
MLB Team: Cleveland Indians
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: San Antonio Spurs
Località: Boone, NC - Mountaineers Nation

"The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda Gian Marco » 01/09/2016, 18:44

“The future is always beginning right now.”

Mark Strand

Una volta odiavo settembre.

Lo odiavo con tutto me stesso perché settembre per me rappresentava la fine: la fine dell’estate, la fine delle giornate in bici e in piscina, la fine della libertà, la fine del periodo più bello dell’anno. Iniziava la scuola, con il suo grigiore, i compiti, lo studio, le interrogazioni; e tutto il resto finiva.

La fine, appunto.

Poi però, con il passare del tempo e con nuove esperienze, mano a mano che crescevo, ho cominciato a guardare a questo mese di transizione- così strano e imprevedibile meteorologicamente parlando ma non solo- con occhi e atteggiamento diversi. Poco a poco ho capito: settembre non era affatto la fine di nulla, ma l’inizio di tutto. Semplicemente, avevo sbagliato prospettiva.

Settembre è una pagina bianca di un diario, la tela immacolata di un pittore, l’erba fresca di un campo di football; un capitolo da scrivere, un frutto da cogliere, una nuova opportunità. A settembre ci lasciamo indietro i dolci sapori di una estate lunga e affascinante per rialzare lo sguardo verso i nostri obiettivi, traguardi; a settembre la frivolezza del divertimento estivo evapora in una nube e lascia il posto alla solidità della vita reale, con i suoi patemi ed inconvenienze ma anche con le sue tante soddisfazioni ed opportunità riservate a chi è bravo a coglierle.

No, non lo odio più settembre: lo aspetto con ansia ora.

Settembre significa football.

Quando arrivai in America la prima volta, verso la fine di un agosto umido ed opprimente solo come il vecchio Sud sa regalare, qualcuno mi chiese:
“Can you smell it?"

“Smell what?- risposi io.

“Football season. What else?”- fu la risposta.

Imparai alla svelta: il football prima ancora di vederlo, toccarlo, in America lo si annusa nell’aria, lo si percepisce in quella magica atmosfera tardo estiva dove la fievole luce di un sole che tramonta esattamente all’ora giusta (quando vedo un tramonto a settembre, per qualche ragione, penso sempre che sia quella l’ora perfetta: dovrebbe tramontare tutto l’anno a quell’ora) conferisce all’erba e alle montagne un’aurea così stupendamente trascendentale da sfuggire alle mie capacità descrittive.

Nessuno è in grado di capire esattamente cosa sia quel qualcosa; non ha un odore distinto, uguale per tutti; non ha un colore; non ha una forma. Ma c’è. E’ nell’aria. Tutti lo sanno e tutti lo riconoscono in certe parti d’America. It’s time for football and you just know it.

Una nuova stagione, un nuovo inizio, una nuova opportunità per scrivere la propria storia. Una nuova alba.

E’ un momento pervaso di romanticismo perché tutto è estremamente malleabile alla propria immaginazione e ai propri sogni. Tutti sognano: dai bambini delle scuole medie ansiosi di allacciarsi il caso per la prima volta e scendere nell’arena del campo ai consumati professionisti dell’NFL all’inseguimento di un titolo o di un record, passando per gli adolescenti delle scuole superiori inebriati dalla sensazione di purissima onnipotenza che solo chi è sceso in un campo d’America il venerdì sera sotto i riflettori conosce. E’ un inizio, il sole che sorge a proiettare la propria luce su di un nuovo giorno. Non esistono classifiche, non esistono statistiche: sono tutti 0-0, tutti imbattuti, tutti- in cuor loro- egualmente convinti di vincere, di mettersi un anello al dito.

Non è solo un inizio dunque: ma è anche- e soprattutto- un’opportunità. Preziosa, da non sprecare; che non sempre torna. Esattamente quanto preziosa sia lo si capisce poi a dicembre e gennaio, nelle lacrime e nello sconforto di chi ha perso e appena realizzato che quell’opportunità non c’è più, è svanita. Dare il massimo per sfruttarla appieno non è dunque solo parte del gioco, ma è imperativo morale: perché è infinitamente più facile convivere con l’agonia della sconfitta che con la vergogna di sapere di non aver fatto tutto il possibile, di essersi risparmiati. Un vero giocatore di football sa che la prima semplice evenienza è parte del gioco, necessario dazio da pagare per poter partecipare, ma la seconda no: quella sì sarebbe un’onta insopportabile e bruciante; la vera sconfitta.

La luce dell’alba illumina tutti in egual misura: ma sta a ciascun individuo decidere come utilizzare- o sprecare- il miracolo di un nuovo giorno, la benedizione di una nuova alba. Ogni mattina è un inizio, e come tale esige la risposta alla domanda più importante: cosa farai oggi per migliorare? Come userai questo giorno per avvicinarti, anche se solo di un centimetro, al tuo obiettivo?

E’ la risposta quotidiana a questa domanda che separa i vincenti dai perdenti.

C’è un cartello- grande, evidente- all’entrata della sala pesi di Appalachian State, sotto al quale tutti i giocatori devono necessariamente transitare. E’ impossibile da ignorare. Contiene una scritta bianca a caratteri cubitali: “This is the beginning of a new day”. E poi sotto: “God has given me this day to use as I will. I can waste it or use it for good.

Scelte, risposte.

E ancora: “What I do today is IMPORTANT because I’m exchanging a day of my life for it. When tomorrow comes, this day will be gone forever. Leaving in its place something I have traded for it. I want it to be gain, not loss; good, not evil; success, not failure.

Il successo è un scelta: o meglio, un processo fatto di tante scelte giuste, sacrifici, dedizione e rinuncie. Non è regalato, ma sudato. E, come se non bastasse, ha anche la caratteristica di essere precario, costantemente fragile: è un credito che va rinnovato di giorno in giorno, di alba in alba, con il sudore sulla fronte e la determinazione nella mente.

Ancora il cartello: “I shall not regret the price I paid for it, because the future is just a whole string of nows.

Il future è niente più che un insieme di adesso. La pagina è bianca, la penna è nelle nostre mani.

Oggi è l’alba. Oggi si inizia davvero. Oggi ci ricordiamo ancora una volta di essere dei privilegiati ad amare questo straordinario sport che trascende i confini più strettamente sportivi e si erge quasi a culto laico, totalitario nel catturare i nostri cuori ed emozioni. Noi possiamo solo subirne il fascino, l’attrazione. E questo è un privilegio, non dimentichiamocelo mai.

Ora c’è un’intera stagione di college football dinanzi a noi: bianca, immacolata, tutta scrivere ed inventare. Aspetta solo di essere vissuta. E allora, amici, facciamolo assieme come meglio possiamo: viviamola appieno questa stagione, con il cuore in gola e con i battiti a mille. E’ la nostra festa, il rinnovamento della nostra fede.

Bentornato college football!


"Jason, do you think God likes football?"
"Son, I think everybody loves football."

Avatar utente
stemene
Senior
Senior
Messaggi: 2089
Iscritto il: 17/11/2009, 18:43
NFL Team: Denver Broncos
NBA Team: Denver Nuggets
Località: Doak Campbell Stadium, Tallahassee, Florida. Home of the Florida State Seminoles.

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda stemene » 01/09/2016, 23:58

Speciale, come ogni settembre.. Grazie Gian Marco!


Immagine

Avatar utente
Whatarush
Pro
Pro
Messaggi: 8381
Iscritto il: 09/12/2005, 19:13
MLB Team: Pirates
NFL Team: Steelers
NHL Team: Penguins

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda Whatarush » 02/09/2016, 0:27

...dovrebbe tramontare tutto l'anno a quell'ora (cit.) :notworthy: :notworthy: :notworthy:



Avatar utente
mattew88
Pro
Pro
Messaggi: 3405
Iscritto il: 09/03/2006, 16:30
MLB Team: New York Mets
NFL Team: Oakland Raiders
NBA Team: Philadelphia 76ers
NHL Team: Vegas Golden Knights
Località: 2900 W Sahara Ave, Las Vegas, NV

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda mattew88 » 02/09/2016, 5:12

Tennessee la spunta 20-13 all'overtime contro Appalachian State. Tantissimi rimpianti per i Mountaineers tra l'extrapoint sbagliato, il field goal sbagliato e il touchdown decisivo dei Volunteers arrivato in seguito ad un fumble ricoperto in end zone.

South Carolina vince contro Vandy 13-10 grazie ad un field goal da 55 yards a 35 secondi dalla fine.


Immagine

Everybody know I make it snow

Fedepanthers
Pro
Pro
Messaggi: 3249
Iscritto il: 28/08/2012, 22:13
NFL Team: Carolina Panthers
Località: Morbegno (SO)

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda Fedepanthers » 02/09/2016, 10:10

Devo ancora vedere i Volvs ma non pensavo che potessero faticare così tanto, sono pur sempre i favoriti per la vittoria della division.

Ho visto la sfida tra South Carolina e Vanderbilt: talento poco, attacchi macchinosi senza una guida.

Da lato Gamecocks, il QB Perry Orth finisce meglio la gara anche perché i Wrs hanno smesso di droppare il mondo (ben 4 nel primo quarto). McIlwain, true freshman, nel secondo quarto da più elettricità usando spesso le gambe, ma quando lancia trova sempre mani di pietra.

Interessanti per South Carolina il WR true freshman Bryan Edwards e il PK Elliott Fry su cui vorrei scommettere anche in ottica piano superiore.


So di non sapere

The writing is on the wall, "Barba!"

Adopt a Player '16: Jeremy Cash, S from Duke, Carolina Panthers

Avatar utente
Emanuele1980
Pro
Pro
Messaggi: 3537
Iscritto il: 25/09/2013, 14:44
NFL Team: New Orleans Saints

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda Emanuele1980 » 02/09/2016, 16:51

Tanta paura per il Vols con la coppia Dobbs-Hurd davvero sottotono cosi come tutta la linea offensiva
Grande partita di Cameron Sutton che salva la baracca con in INT e un TFL fermando il driver dei Mountaineers fuori dal raggio da FG.
Stellare la performance di Lamar Jackson che in un tempo segna 8TD(6 via aria e 2 via terra).
Attenzione a Louisville che oltra ad una difesa solida ha un attacco davvero competitivo



Gian Marco
Senior
Senior
Messaggi: 1031
Iscritto il: 23/07/2005, 12:08
MLB Team: Cleveland Indians
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: San Antonio Spurs
Località: Boone, NC - Mountaineers Nation

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda Gian Marco » 02/09/2016, 18:50

Partita QUASI perfetta da parte nostra. Poco che posa recriminare.

Poi è chiaro, quando giochi contro la numero 9 della nazione non ti puoi permettere di sbagliare nulla, e purtroppo abbiamo pagato carissimi un paio di errori.

PS: ma a voi su noonkick funziona il video della partita?


"Jason, do you think God likes football?"
"Son, I think everybody loves football."

Avatar utente
darioambro
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 12067
Iscritto il: 13/07/2005, 15:57
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New York Jets
NBA Team: New York Knicks
NHL Team: Detroit Red Wings
Località: Pistoia, ma Fiorentino di nascita
Contatta:

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda darioambro » 02/09/2016, 21:16

grazie GM, sempre un piacere leggerti :notworthy: :notworthy: :notworthy: :notworthy: :notworthy:


IGNOTO SEPARATISTA NFL
if you don't believe in yourself, nobody's will.
"All the way from Tampa, Florida, ....Obituary"

https://www.youtube.com/watch?v=k5aNq2fjdEw
Forza Vecchio Cuore Granata

Avatar utente
darioambro
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 12067
Iscritto il: 13/07/2005, 15:57
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New York Jets
NBA Team: New York Knicks
NHL Team: Detroit Red Wings
Località: Pistoia, ma Fiorentino di nascita
Contatta:

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda darioambro » 03/09/2016, 18:33

Ora vado con Houston-Oklahoma, Stasera Texas A&M-UCLA


IGNOTO SEPARATISTA NFL
if you don't believe in yourself, nobody's will.
"All the way from Tampa, Florida, ....Obituary"

https://www.youtube.com/watch?v=k5aNq2fjdEw
Forza Vecchio Cuore Granata

Gian Marco
Senior
Senior
Messaggi: 1031
Iscritto il: 23/07/2005, 12:08
MLB Team: Cleveland Indians
NFL Team: New England Patriots
NBA Team: San Antonio Spurs
Località: Boone, NC - Mountaineers Nation

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda Gian Marco » 03/09/2016, 19:14

Consiglio Georgia- UNC alle 23:30


"Jason, do you think God likes football?"
"Son, I think everybody loves football."

Avatar utente
darioambro
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 12067
Iscritto il: 13/07/2005, 15:57
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New York Jets
NBA Team: New York Knicks
NHL Team: Detroit Red Wings
Località: Pistoia, ma Fiorentino di nascita
Contatta:

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda darioambro » 03/09/2016, 22:44

Pessima e meritata sconfitta di Oklahoma a Houston, troppe palle perse, secondaria impallinata con i lanci in profondità, Mayfield sottotono e gioco di corse troppo prevedibile, si è sentita come un macigno l'assenza di Shepard, e HOU non è che abbia una difesa insuperabile, ma le giocate offensive sono state troppo prevedibili.


IGNOTO SEPARATISTA NFL
if you don't believe in yourself, nobody's will.
"All the way from Tampa, Florida, ....Obituary"

https://www.youtube.com/watch?v=k5aNq2fjdEw
Forza Vecchio Cuore Granata

Avatar utente
darioambro
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 12067
Iscritto il: 13/07/2005, 15:57
MLB Team: Boston Red Sox
NFL Team: New York Jets
NBA Team: New York Knicks
NHL Team: Detroit Red Wings
Località: Pistoia, ma Fiorentino di nascita
Contatta:

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda darioambro » 03/09/2016, 22:46

Gian Marco ha scritto:Consiglio Georgia- UNC alle 23:30
ma tu 6 qui o un USA?


IGNOTO SEPARATISTA NFL
if you don't believe in yourself, nobody's will.
"All the way from Tampa, Florida, ....Obituary"

https://www.youtube.com/watch?v=k5aNq2fjdEw
Forza Vecchio Cuore Granata

Avatar utente
Whatarush
Pro
Pro
Messaggi: 8381
Iscritto il: 09/12/2005, 19:13
MLB Team: Pirates
NFL Team: Steelers
NHL Team: Penguins

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda Whatarush » 04/09/2016, 1:07

Same ol Tigers.
Attacco penoso, azzerato nel primo tempo.
Nel secondo Tre'Davious White ci rimette in scia con un pick-six, poi ricopre un fumble procurato da Donte Jackson.
Ed LSU va avanti di 1. Da lì in poi, non si riesce a mettere in piedi un drive che porti altri punti.
E Wisconsin, cha a fatica, ma ogni due/tre drive muove un minimo l'ovale, va avanti di 2 con un FG.
Harris comincia bene il possesso del possibile decisivo sorpasso con una play action e un lancio sul TE DeSean Smith; il #7 ci porta nella metà campo dei Badgers con una sgroppata terminata in capriola (e si becca anche una "cascata" sul ginocchio)...e poi il patatrac: Harris che sfugge al blitzante e lancia una cosa oscena che termina docile tra le mani di un avversario. Josh Boutte perde la testa e fa una porcata incredibile: mette l'omino al centro del mirino e gli tira una botta ad altezza collo che lo fa capottare. Il tutto a gioco fermo: una cosa di una imbecillità e pericolosità inaudite...e infatti viene giustamente buttato fuori (io aggiungerei anche un paio di partite di sospensione, così ci riflette meglio).

Cam Cameron se ne deve andare.
Il prima possibile.
Per me è arrivato anche il momento di chiedersi cosa c'è dietro Brandon Harris...

Complimenti alla difesa dei Badgers, guidata tra gli altri da un altro Watt in maglia rossa :notworthy:
Male la OLine dei Tigers, incapace per gran parte della partita di tenere la tasca pulita, anche quando le corse hanno iniziato a funzionare e la play action poteva un attimino calmare i blitz, che invece sono arrivati sempre vicini al bersaglio, risultando poi decisivi per l'esito della partita.

PS: da quest'anno Cameron in sideline per essere più vicino all'azione e perchè le chiamate arrivino più celermente ad Harris. Ok. Fine terzo quarto: c'è discrepanza di un secondo o poco più tra il play clock ed il game clock. Nessuno se ne accorge, nemmeno il grande stratega e i Tigers bruciano un time-out prezioso, con Harris che urla in faccia ai compagni. Io continuo a dire che se il talento c'è, molto di quel che serve manca: scarsa attenzione per i "details", gente che entra ed esce mentalmente dalla partita e si perde dietro celebrazioni e cagate varie...il confronto con Wisconsin è impietoso da questo punto di vista, imo...niente di nuovo comunque, già visto e segnalato altre volte.



Avatar utente
Whatarush
Pro
Pro
Messaggi: 8381
Iscritto il: 09/12/2005, 19:13
MLB Team: Pirates
NFL Team: Steelers
NHL Team: Penguins

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda Whatarush » 04/09/2016, 1:32

Gian Marco ha scritto:PS: ma a voi su noonkick funziona il video della partita?
Anche a me non parte :nonsa:

Torno un attimo su LSU per parlare della difesa di Aranda, che ha fatto una buona partita, l'ha raddrizzata e stava anche per vincergliela.
Siamo un pò corti a livello di LB e questo si sapeva: Duke Riley titolare, contro Alabama, Arkansas lo paghi.
Godchaux a mio parere soffre il passaggio alla 3-4, laddove LaCouture invece ne avrebbe beneficiato. Il primo è chiaramente un penetratore da fronte pari, poi ok, è un giocatore di un certo livello quindi la giocata arriva a metterla comunque.
La pressione sul QB non è sufficiente, per una difesa di Aranda; Wisconsin, che è il prodotto finito dello stesso allenatore, gioca una quantità e varietà di blitz decisamente superiore, con ottimi risultati. Qui non ci siamo ancora.
Aranda ovviamente ha ereditato il personale scelto da Chavis e passato attraverso il breve interregno di Kevin Steele, avendo potuto seguire solo in parte il recruiting della classe 2016...è abbastanza fisiologico che manchino alcuni pezzi del puzzle. Una cosa che farà sicuramente piacere a Dave è quella di poter piazzare le 350 libbre abbondanti di Travonte Valentine in mezzo alla linea.
In conclusione, ripeto, gran partita, considerato che la D è stata in campo tantissimo, dovendo spesso difendere posizioni di campo non agevoli, ma si può e deve migliorare.



Avatar utente
Whatarush
Pro
Pro
Messaggi: 8381
Iscritto il: 09/12/2005, 19:13
MLB Team: Pirates
NFL Team: Steelers
NHL Team: Penguins

Re: "The Future Begins Now"- College Football 2016

Messaggioda Whatarush » 04/09/2016, 11:36

Visto anche Michigan State faticare più del previsto contro Furman.
Complimenti ai Paladins che in trasferta, con dei freshmen in ruoli importanti (left tackle, running back titolare), fanno un figurone e tengono aperta la partita più di quanto Dantonio e chiunque altro ad East Lansing si aspettasse.
Personalmente credo che gli Spartans non abbiano giocato così male, nè che siano mancati particolarmente dal punto di vista della preparazione alla partita. Il punto dolente è sicuramente la disciplina: se non ricordo male, una decina di penalità per 120 o più yds. E se non la paghi contro Furman, è evidente che non è una cosa che puoi permetterti contro Notre Dame, la prossima avversaria.
O'Connor ovviamente non è uno sbarbatello e ha nel curriculum quella vittoria di una certa importanza all'Horseshoe l'anno scorso, ma era alla prima da titolare designato. Non mi è dispiaciuto. Una cosa che ho notato e su cui deve lavorare a mio parere è l'abitudine di fissarsi sul ricevitore su cui intende lanciare. Dopo una preparazione così telefonata il lancio deve essere perfetto, altrimenti sei sempre a rischio.
Anche per la linea prima partita senza i due Jack (Allen e Conklin). Si pensava che Brian Allen ereditasse il ruolo di centro dal fratello, ruolo che invece a sorpresa è andato a Cody Kieler, che di mestiere faceva il tackle a destra fino all'anno scorso. A sinistra invece Mark Staten piazza il roccioso David Beedle che aveva iniziato la sua carriera collegiale da DT. Come unit mi pare abbiano funzionato discretamente. Ho visto diverse volte gente che andava all'esterno a bloccare su qualche sweep o misdirection, trovarsi perfettamente dove doveva essere, cioè proprio di fronte al difensore che punta all'ovale...per poi lisciare abbastanza clamorosamente il blocco!!
Altra unit che a mio parere ha fatto una buona partita è la secondaria: mi sembra che Hicks e Copeland all'esterno, con Nicholson e Cox safeties sia un buon quartetto da cui cominciare.
Quick hits:
+ RJ Shelton, il ricevitore più esperto del roster, non s'è più visto in campo dopo il primo quarto
+ Malik McDowell ha dovuto lasciare il campo un paio di volte per problemi ad un dito...
+ Jon Reschke invece non ha proprio giocato...ora non so se la riserva sia Frey o Andrew Dowell; spero il primo perchè AD ha fatto un partitone, con tanto di giocata super, un favoloso intercetto ad una mano sullo snap immediatamente successivo all'intercetto lanciato da O'Connor
+ Felton Davis, altro ricevitore uscito per infortunio - mi sa che dalla prossima oltre a Corley potremmo vedere qualche altro FR, tipo Cam Chambers

Adesso gli Spartans hanno subito il bye, poi si va a South Bend dove serve un altro tipo di prestazione. Ci sono tante novità che hanno bisogno di rodaggio - OLine, DLine, QB/WRs - onestamente non credo che MSU sia in grado di impensierire gli Irish tra due settimane, ma ovviamente la si guarda con tantissimo interesse.

PS: a me LJ Scott ricorda sempre più Le'Veon...il fisico è molto molto simile, anche quella capacità di muovere i piedini in fretta sopra ed attraverso pile di corpi.
Ultima modifica di Whatarush il 04/09/2016, 19:30, modificato 1 volta in totale.




Torna a “NCAA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite