[DINASTY 2016-17] Regolamento

il fantabasket degli utenti di playitusa
Avatar utente
N3lLo
Moderator
Moderator
Messaggi: 7243
Iscritto il: 01/08/2006, 16:40
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: NaPoLi

[DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda N3lLo » 12/05/2016, 17:38

CAPITOLO 1: LA LEGA

1) La Dinasty è una Lega di fantabasket NBA composta da 20 franchigie (i nomi sono di città statunitensi o canadesi, il nickname è a scelta), ciascuna gestita da uno o due forumisti. Le squadre sono divise in due Conference (Eastern e Western) e quattro Division (Atlantic e Central per la Eastern Conference, Midwest e Pacific per la Western Conference).
Il primo proprietario di ciascuna franchigia è chiamato Owner, l’eventuale secondo è chiamato GM, ma entrambi hanno pari diritti e doveri. In comune accordo, Owner e GM hanno la possibilità di nominare un cosidetto Collaboratore Ufficiale. E’ fortemente suggerita la gestione a due giocatori per ridurre al minimo i momenti durante la stagione in cui la franchigia si trovi sguarnita.
Il gioco consiste in due fasi principali:
a) Season: inizia a fine ottobre settembre con la Regular Season e termina ad aprile con la finale dei Playoff Dinasty.
a) Off Season: comincia dalla fine dei Playoff Dinasty sino all’inizio della Regular Season, e comprende il Draft e le operazioni di mercato relative ai Restricted Free Agents e alla Free Agency.
2) Owner e GM si organizzano e dividono i compiti di gestione della franchigia:
a) Comunicare sul forum i punteggi conseguiti durante le giornate del Fantacampionato. Questo compito può essere assolto da Owner, GM o dal Collaboratore Ufficiale.
a) B) Comunicare sul forum le operazioni di mercato (Trade, Free Agency, RFA, Draft, etc). Questo compito può essere svolto solo da Owner e/o GM.
3) Owner e GM non possono cambiare squadra durante la Season a meno di casi e richieste particolari, ma solo dopo l’intervento e l’autorizzazione dei Commish.
4) In caso di abbandono di uno dei due partecipanti sarà compito dei Commish vagliare le eventuali richieste di successione o ricercare un altro giocatore. Nel frattempo la squadra sarà gestita dal componente rimasto con la supervisione dei Commish.
In caso di abbandono di entrambi i partecipanti la squadra verrà traghettata dai Commish sino alla selezione di due nuovi partecipanti. La Commissione si occuperà di fornire i punteggi, senza fare operazioni di mercato con il roster della squadra rimasta senza dirigenza.
5) Per la formazione dei calendari si ricorrerà al sito http://hoops.sports.ws/ dove sarà creata una lega con tutte le squadre della Dinasty, in maniera tale da avere tutte le partite di riferimento.
Verranno disputate, ai fini del Fantacampionato, le sole gare incluse nel calendario.
6) Qualsiasi disputa su eventuali diverse interpretazioni del Regolamento ed eventuali penalità per violazione del presente regolamento saranno risolte ed applicate esclusivamente dai Commish. Ogni decisione della Commissione sarà irrevocabile. La Commissione avrà la facoltà di indire dei sondaggi per sapere l’opinione dei partecipanti qualora lo ritenga opportuno.
7) I topic di “servizio” della Dinasty saranno in evidenza nella omonima sezione. In tali topic sarà assolutamente vietato ogni post che non sia strettamente necessario alla gestione della Lega o della propria squadra. In caso di infrazione di questa regola i Commish potranno cancellare i post in questione e/o applicare penalità sul Salary Cap.
I topic in questione sono:
• Comunicazioni ufficiali dei commish - Comunicazioni dai commish ai giocatori
• Comunicazioni ufficiale dei giocatori - Comunicazioni dai giocatori ai commish
• Ammonizioni e penalità - Lista di penalità presenti sul cap per la stagione in corso
• Blacklist&Penalità - Penalità derivanti da comportamenti ritenuti antisportivi e legate al giocatore e NON al team.

8) In caso di necessità il Regolamento può essere parzialmente modificato o integrato dai Commish. Ogni variazione sarà comunicata attraverso l'apposito topic di “Comunicazioni Ufficiali dei Commish”.
9) Tutto ciò che non è citato nel regolamento NON è permesso.
PENALITA'
In caso di situazioni non contemplate dal Regolamento, ma ritenute dalla Commissione gravi e lesive del normale svolgimento e/o dello spirito del gioco, la Commissione stessa si riserva il diritto di applicare una sanzione alle franchigie ritenute responsabili pari allo 0.7%.
10) Ogni partecipante alla Dinasty è tenuto a leggere e conoscere il Regolamento. Inoltre dovrà leggere ed essere a conoscenza di ogni comunicazione pubblicata dai Commish negli appositi topic.
11) Per tutte le situazioni in cui data ed orario svolgono un ruolo determinante ed attivo, farà fede unicamente e tassativamente l'orologio del forum.



Avatar utente
N3lLo
Moderator
Moderator
Messaggi: 7243
Iscritto il: 01/08/2006, 16:40
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: NaPoLi

Re: [DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda N3lLo » 12/05/2016, 17:39

CAPITOLO 2: LE SQUADRE

1) Ogni squadra sarà composta da un minimo di 12 a un massimo di 15 giocatori.
In Regular Season i primi 12 della lineup di Hoops sono considerati attivi e i restanti sono considerati inattivi in Inactive List (IL). I migliori 10 tra i 12 giocatori attivi schierati in cima al lineup andranno a referto.
Per le gare di Playoff andranno invece a referto i migliori 10 tra tutti i giocatori del roster.
PENALITA’
Al fine di evitare comportamenti fraudolenti contro lo spirito e la linearità del gioco, in caso di palese e prolungata trascuratezza del lineup (eccessiva discrepanza tra punti "dimenticati" in IL e punti attivi oppure perdurante conferma di un giocatore infortunato in lineup a discapito di un giocatore produttivo in IL) la Commissione ha piena discrezionalità nel vigilare e sollecitare la franchigia "distratta" a sanare la negligenza, arrivando anche all'estrema soluzione di rimuovere dall'incarico i responsabili della stessa dopo l'ennesimo richiamo non accolto.
2) Il roster sarà così composto:
- 5 Guardie
- 5 Ali
- 2 Centri
- più, al massimo, altri 3 giocatori (senza limitazioni di ruolo)
I partecipanti possono in qualsiasi momento ed autonomamente modificare la lineup tramite la piattaforma di supporto Hoops, con l'unico obbligo di schierare sempre almeno un centro attivo. Possono anche adoperare il topic delle Comunicazioni Ufficiali per qualsiasi modifica allo schieramento, che sarà fatta prevalere su ciò che appare in Hoops. E’ obbligatorio schierare un centro tra i 12 giocatori attivi.
PENALITA’
In caso di assenza nel lineup dei 12 giocatori attivi di un centro, la franchigia subirà una penalità di 20 ftp per ogni partita senza centro attivo.

3) Per la determinazione dei ruoli farà fede quanto riportato da NBA.com. Prima dell’inizio del mercato RFA (approssimativamente durante il Draft), il ruolo di tutti i giocatori (a roster, potenziali RFA, e FA) sarà congelato sino all’inizio della stagione Dinasty successiva, e quindi tutelato da eventuali cambiamenti in corsa di NBA.com.
Per le operazioni di verifica dei ruoli sarà richiesta la partecipazione di ogni team.
In un apposito topic ogni squadra dovrà postare la composizione del proprio roster e rispettivi ruoli, il topic verrà aperto ad inizio giugno e sarà aperto orientativamente per 3 settimane.
PENALITA’
La commissione cercherà di verificare tutte le comunicazioni, nel caso in cui si dovesse scoprire una errata comunicazione il ruolo del giocatore NON verrà modificato.
In caso di mancata comunicazione delle modifiche ai ruoli il team sarà multato con una sanzione pari allo 0.7% del cap

4) Alla fine di ogni operazione di mercato il roster dovrà essere composto sempre dalla medesima formazione elencata nel paragrafo 2 di questo Capitolo.
PENALITA’
In caso di mancato rispetto della formazione nel paragrafo 2, la penalità è l’annullamento automatico di ogni operazione.
5) Durante ogni Off Season sarà possibile, per i proprietari di una franchigia, cambiare la città e/o il nome della stessa. Il nuovo nome dovrà essere approvato dalla Commissione, in quanto dovrà essere “generico” e non legato a situazioni “a breve termine” in modo da poter durare senza diventare “obsoleto”. Il cambio di nome non potrà in alcun caso causare il cambio di Conference della franchigia, mentre quello di città potrebbe causarlo.
Inoltre il cambio di nome dovrà essere “pagato” con una riduzione sul Salary Cap iniziale della stagione successiva. Le riduzioni sono quantificate in 2% del cap per il cambio di uno solo tra “città” e “nickname” e nel 3% del cap per il cambio di entrambi.
Per i nuovi giocatori sarà possibile cambiare gratuitamente nome e città ma quest’ultima deve cadere comunque nella conference di appartenenza della squadra rilevata



Avatar utente
N3lLo
Moderator
Moderator
Messaggi: 7243
Iscritto il: 01/08/2006, 16:40
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: NaPoLi

Re: [DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda N3lLo » 12/05/2016, 17:40

CAPITOLO 3: I PUNTEGGI

1) Il punteggio della singola partita si basa sulla somma dei punteggi dei 10 giocatori migliori attivi nella lineup di hoops. Per ciascun giocatore quindi il punteggio P sarà dato da:
P = punti segnati + rimbalzi + assist + palle recuperate + stoppate - palle perse.
NB: I giocatori che non giocano nemmeno 1 minuto nella partita contano come DNP. Il loro punteggio non esiste, NON è uguale a 0. In particolare, se una squadra ha in lineup 3 (o più) giocatori DNP e 1 giocatore (o più) con punteggi negativi, i punteggi negativi DOVRANNO essere inclusi nel calcolo del punteggio.
2) La franchigia che gioca la partita in casa avrà un bonus di +5 punti durante la Regular Season e di +10 durante i Playoff, che verranno sommati al totale ottenuto sommando le prestazioni dei giocatori.
3) I punteggi devono essere comunicati alla Commissione per mezzo di un post nella sezione Mercato in un topic relativo alla squadra nominato come segue:
[Dinasty XXXX-XX] Wichita Badgers
4) La somma di questi punteggi verrà confrontata con la somma dell’avversario di giornata, e la partita sarà vinta da chi avrà totalizzato il punteggio più alto.
5) In caso di parità (cioè tra i 10 giocatori con il punteggio maggiore) si passerà a calcolare l’undicesimo (11°) giocatore, e in caso di nuova parità si calcolerà il punteggio del 12°. In caso di ulteriore parità si confronteranno le somme dei punteggi dei giocatori in Inactive List (quindi, ad esempio, chi ha un roster da 15 giocatori è avvantaggiato rispetto a chi ha un roster da 12). Nel caso di estrema parità un punto bonus (e quindi la vittoria) verrà assegnato alla squadra che avrà speso il minor numero di soldi per i contratti. In caso di ulteriore parità il punto bonus (e quindi la vittoria) sarà assegnato alla squadra che gioca in casa.
6) I punteggi verranno verificati dalla commissione ogni 7 partite, nel caso la dirigenza di una franchigia non comunichi i risultati entro i 4 giorni dalla scadenza della settima partita, i punteggi verranno postati d’ufficio dalla Commissione tutelando così il risultato conseguito sul campo.
Per ogni risultato postato dalla commissione in sostituzione del team ritardatario verrà aumentato di 1 un contatore che servirà alla fine dell’anno a stabilire l’entità della penalità
Le eventuali penalità accumulate da una franchigia seguono il proprietario. Ossia, in caso di cambio proprietà, il nuovo owner non le eredita.
PENALITA’
Il contatore potrà andare da 0 ad 8, le multe saranno della seguente entità:
1: La franchigia verrà avvisata dalla commissione e se alla fine dell’anno il contatore non sarà aumentato nessuna multa verrà assegnata.
2 – 8 : Multa = valore del contatore * 0.5% del cap
Esempio
Wichita è in ritardo 3 volte durante le 8 verifiche annuali ed il cap è settato a 62M. il valore unitario del contatore multe sarà 310k, essendo il numero di ritardi pari a 3 la multa sarà pari a 930k.

7) In caso di assenza prolungata dal FORUM di entrambi i proprietari della franchigia, essi potranno avvisare la Commissione nel topic apposito di “Comunicazioni Ufficiali dei Giocatori”. In questo modo la Commissione provvederà al calcolo dei punteggi, oppure la franchigia si premurerà di far avere i vari punteggi con un ritardo concordabile con la Commissione. Tutto questo ovviamente sarà pubblicato sempre nel topic “Comunicazioni Ufficiali dei Giocatori” per far sì che chiunque possa tenere sotto controllo le evoluzioni della Dinasty.
Ovviamente la deroga concessa dalla Commissione sarà revocabile in qualsiasi momento dalla Commissione stessa a seguito di dovute spiegazioni.
ESEMPIO
L’utente TIZIO comunica di non essere disponibile per 10 giorni e la Commissione concede una deroga relativa al periodo di assenza. Nel medesimo periodo però, l’utente posta sul forum più volte o mostra attività sui social network. La Commissione allora decide di revocare la deroga, in quanto il calcolo dei punteggi è una operazione molto breve (2-3 minuti al massimo) e può essere svolta con un minimo di impegno e buona volontà.



Avatar utente
N3lLo
Moderator
Moderator
Messaggi: 7243
Iscritto il: 01/08/2006, 16:40
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: NaPoLi

Re: [DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda N3lLo » 12/05/2016, 17:43

CAPITOLO 4: LA REGULAR SEASON, I PLAYOFF E IL PLAYOFF ALTERNATIVO

1) Il campionato della Dinasty si articola in due fasi: la Regular Season e i Playoff. Le giornate da giocare per ogni squadra durante la Regular Season saranno 56: 28 in casa (Home) e 28 in trasferta (Away).
2) Al termine della stagione si qualificheranno ai Playoff tutte le vincitrici di Division e le altre due meglio classificate per ogni Conference. Le teste di serie saranno distribuite seguendo l’ordine di vittorie ed indipendentemente dalla Division di appartenenza. Vincere una Division non assegna automaticamente la testa di serie.
3) I Playoff inizieranno da Game 57 ed avranno poi il seguente schema:
- Primo turno giocato al meglio delle 5 partite tra la prima e quarta classificata, e tra la seconda e la terza (per Conference).
- Semifinale giocata al meglio delle 5 partite.
- Finale al meglio delle 7 partite, la cui vincitrice sarà decretata squadra campione Dinasty.
4) Allo scopo di tenere in “gioco” tutti fino alla fine della stagione, parallelamente ai playoff, si disputerà un “playoff alternativo”, che metterà in palio la prima scelta del secondo giro (21esima, quindi con facoltà di firma per la squadra che sceglie il giocatore e possibilità di trade) al draft della stagione in corso. Il salario sarà quello previsto dalla scala salariale dei rookie per la 21esima scelta.
In questo modo il draft avrà 41 scelte, con il secondo giro che passerà da 20 a 21 chiamate. Il premio del playoff alternativo non pregiudica la scelta di seconda giro di alcuna squadra, che, semplicemente, scalerà di una posizione.
A tale competizione parteciperanno le squadre non qualificate ai playoff al termine della regular season che hanno ottenuto un numero di vittorie maggiore di 11, fino ad un numero massimo di 8 squadre (le migliori 8 non qualificate ai playoff con almeno 12 vittorie in stagione regolare). Nel caso di raggiungimento delle 8 squadre aventi diritto a partecipare il playoff alternativo avrà la stessa identica struttura di quello principale e si svolgerà secondo il seguente schema.
8 SQUADRE
Turno 1 (Al meglio delle tre partite: game 57, 58, 59)
1 vs 8 = A
3 vs 6 = B
2 vs 7 = C
4 vs 5 = D
Turno 2 (Al meglio delle cinque partite: game 60, 61, 62, 63, 64)
A vs B = E
C vs D = F
Turno 3 (Al meglio delle cinque partite: game 65, 66, 67, 68, 69)
E vs F

Nel caso in cui il numero di squadre aventi diritto sia minore di 8 si utilizzeranno dei turni intermedi per la creazione di una semifinale e ad una finale, secondo i seguenti schemi:
7 SQUADRE
Turno 1 (Al meglio delle tre partite: game 57, 58, 59)
7 vs 6 = A
4 vs 5 =B
Turno 2 (Al meglio delle tre partite: game 60, 61, 62)
A vs B = C
Turno 3 (Al meglio delle cinque partite: game 63, 64, 65, 66, 67)
1 vs C = D
2 vs 3 = E
Turno 4 (Al meglio delle cinque partite: game 68, 69, 70, 71, 72)
D vs E
6 SQUADRE
Turno 1 (Al meglio delle tre partite: game 57, 58, 59)
6 vs 5 = A
Turno 2 (Al meglio delle tre partite: game 60, 61, 62)
A vs 4 = B
Turno 3 (Al meglio delle cinque partite: game 63, 64, 65, 66, 67)
1 vs B = C
2 vs 3 = D
Turno 4 (Al meglio delle cinque partite: game 68, 69, 70, 71, 72)
C vs D
5 SQUADRE
Turno 1 (Al meglio delle tre partite: game 57, 58, 59)
5 vs 4 = A
Turno 2 (Al meglio delle cinque partite: game 60, 61, 62, 63, 64)
1 vs A = B
2 vs 3 = C
Turno 3 (Al meglio delle cinque partite: game 65, 66, 67, 68, 69)
B vs C

N.B: Con 1 si intende la squadra, tra quelle non qualificate ai playoff, che ha ottenuto il maggior numero di vittorie in stagione regolare. Con 2 la seconda squadra con il maggior numero di vittorie e così via fino all’eventuale ottava.
In caso di parità tra due o più squadre, così come per i playoff, l’ordine verrà stabilito dalla situazione negli scontri diretti e, in caso di ulteriore parità, dalla media punteggi più alta sempre negli scontri diretti.
5) In ogni serie il fattore campo sarà a vantaggio della squadra meglio classificata in Regular Season (ovvero con più vittorie).
6) In caso di parità alla fine della Regular Season, l’accesso ai Playoff sarà deciso dalle vittorie negli scontri diretti e, in caso di ulteriore parità, dalla media punteggi più alta sempre negli scontri diretti.
7) Tutte le squadre qualificate alla post season avranno un premio in denaro pari al 4.5% del cap e sarà valido solamente per la stagione successiva.
8) Le squadre che al termine della Regular Season non avranno raggiunto un certo numero di vittorie subiranno una penalità sul Salary Cap della stagione successiva, calcolata sulla base della seguente tabella:
Immagine



Avatar utente
N3lLo
Moderator
Moderator
Messaggi: 7243
Iscritto il: 01/08/2006, 16:40
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: NaPoLi

Re: [DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda N3lLo » 12/05/2016, 17:44

CAPITOLO 5: IL SALARY CAP

1) Ogni squadra per completare il roster, contenente almeno 12 e massimo 15 giocatori, ha a disposizione le seguenti cifre**:
+----------+--------------+
| Stagione | Cap          |
+----------+--------------+
| 2016/17  | 62.000.000 $ |
+----------+--------------+
| 2017/18  | 76.000.000 $ |
+----------+--------------+
** Per le stagioni successive attendiamo il nuovo CBA

Alle cifre di cui sopra si possono aggiungere e sottrarre gli eventuali:
- contratti di giocatori tagliati (-)
- premi Playoff (+)
- penalità (-)
- diritti su giocatori (-)
Dopo la Free Agency, il Salary Cap non potrà essere inferiore alla soglia minima del 53% del cap.
Dopo la Free Agency, il Salary Cap non potrà essere inferiore alla soglia minima del 90% del cap dalla stagione 2018/19.
2) Il Salary Cap potrà essere superato solo per mezzo di trade e tagli solo ed esclusivamente durante la Regular Season. Il Salary Cap va quindi sempre rispettato durante il periodo di Off Season.
PENALITA’
Lo sforamento del Salary Cap comporta una penalità in FTP, applicata per tutte le partite in cui la squadra si troverà al di sopra del Salary Cap. Le penalità consistono in:
- 2 fpt ogni 0.2% (arrotondati per eccesso) per sforamento da 0 a 0.6%.
- 1 fpt ogni 0.2% (arrotondati per eccesso) per ogni ulteriore sforamento oltre lo 0.6%.
Esempio
- Sforando dello 0.2% si avranno 2 fpt di penalità.
- Sforando dello 0.6% si avranno 6 fpt di penalità.
- Sforando del 1% si avranno 10 fpt di penalità.
3) Se dopo la deadline persiste lo sforamento del Salary Cap questo non sarà automaticamente azzerato all'inizio della stagione successiva. Il 70% dello sforamento infatti perdurerà anche nella stagione seguente e come penalità sarà sottratto direttamente dal Cap.



Avatar utente
N3lLo
Moderator
Moderator
Messaggi: 7243
Iscritto il: 01/08/2006, 16:40
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: NaPoLi

Re: [DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda N3lLo » 12/05/2016, 17:45

CAPITOLO 6: IL DRAFT

1) L’ordine di chiamata del Draft sarà stabilito nel seguente modo:
Le 12 squadre Dinasty che non avranno partecipato ai Playoff verranno abbinate una ad una alle squadre NBA (14) che si saranno classificate nella posizione equivalente durante la Regular Season NBA. In questo modo, alle 12 squadre Dinasty verrà assegnata la medesima chiamata che la squadra NBA abbinata otterrà tramite l’estrazione della Lottery NBA.
2) Nel caso che in Lottery una scelta spetti ad una delle due squadre NBA non abbinate ad una squadra Dinasty, la chiamata slitterà in automatico passando alla successiva squadra Dinasty in lista di chiamata. Il medesimo procedimento verrà seguito per ovviare ad ogni baco creato dalla presenza di 2 squadre in più nella Lega NBA rispetto alla Lega Dinasty.
3) Dopo le prime 12 chiamate di Lottery, avranno diritto di scelta le 8 squadre classificate per i Playoff secondo la posizione in Regular Season, dal record peggiore al migliore.
Per il secondo giro fa fede invece solo la classifica finale di Regular Season, dal record peggiore al migliore. Il Draft si svolgerà quindi su 2 giri.
4) E’ possibile firmare un Rookie scelto al Draft Dinasty secondo uno dei seguenti contratti, con o senza clausola di Team Option:
- annuale
- annuale + TO
- biennale
- biennale + TO
- triennale
Al termine degli anni di contratto garantiti, all’inizio della stagione successiva la squadra può decidere se applicare o meno la Team Option al giocatore.
Se l'opzione Team Option viene fatta valere, il salario dell’anno opzionale sarà aumentato del 20% rispetto al valore riportato nella Scala Salariale Rookie per quell’anno (secondo anno in caso di 1+TO, terzo anno in caso di 2+TO).
Solo un contratto senza TO dà diritto all'eleggibilità del giocatore come RFA alla scadenza del contratto Rookie (vedere Capitolo 8.8).
5) E’ obbligatorio firmare i Rookie scelti al primo giro, offrendogli uno dei contratti elencati al paragrafo precedente. La firma dei Rookie scelti al secondo giro è opzionale. Ogni squadra deve comunicare i contratti offerti ai propri Rookie al termine del Draft e prima dell’inizio della fase di mercato dei RFA.
PENALITA’
Nel caso una franchigia non comunichi entro il termine specificato dalla Commissione la tipologia di contratto offerto ai giocatori scelti al primo giro, i giocatori in questione saranno considerati firmati per 1 anno senza clausola di Team Option.
Relativamente ai giocatori scelti al secondo giro, in caso di mancata comunicazione del contratto offerto la franchigia Dinasty perde ogni diritto sul giocatore, che diventa ufficialmente Free Agent.
6) I ruoli dei giocatori disponibili per il Draft saranno fissati prima dell’inizio del Draft Dinasty.
7) Non potranno essere scelti o firmati giocatori non selezionati nel Draft NBA. I giocatori non scelti saranno considerati Free Agent e verranno applicate le regole di cui al Capitolo 9.
8) Le squadre hanno la possibilità di proteggere i giocatori scelti nel Draft Dinasty e non firmati dalla squadra NBA che li ha draftati.
La possibilità di proteggere avrà una durata massima di 3 anni ed il giocatore non occuperà un posto a roster a meno che non firmi un contratto NBA.
La protezione del giocatore ha un costo calcolato sul salario da Rookie del primo anno, pari a:
- il 60% per il primo anno
- il 40% per il secondo anno
- il 20% per il terzo anno
Una volta che il giocatore firmerà un contratto NBA la franchigia Dinasty potrà dichiarare la volontä di firmarlo o meno e la tipologia di contratto che vuole applicare, per la firma verrà applicata la scala salariale in vigore.
La dichiarazione dovrà avvenire prima dell'inizio del mercato degli RFA (in generale del primo mercato stagionale)
Esempio
Wichita drafta Dragan Bender nel 2016 e lo firma con un triennale, il giocatore arriva in NBA un anno dopo (2016/17), Wichita avrà la possibilità di firmarlo per 3 anni con o senza TO

8a) Se il giocatore firma con la squadra NBA prima dell’inizio della Regular Season Dinasty, la squadra Dinasty dovrà obbligatoriamente integrare il giocatore a roster, qualora fosse stato scelto al primo giro, entro 14 giorni dalla suddetta firma, specificando inoltre quale tipo di contratto Rookie assegnargli (vedi paragrafo 4).
8b) Se il giocatore firma con la squadra NBA durante la Regular Season Dinasty, la squadra Dinasty può scegliere se integrarlo entro 14 giorni dalla suddetta firma, oppure mantenere i diritti e integrarlo a roster al termine della stagione ma indicando subito la tipologia del contratto Rookie (vedi paragrafo 4).



Avatar utente
N3lLo
Moderator
Moderator
Messaggi: 7243
Iscritto il: 01/08/2006, 16:40
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: NaPoLi

Re: [DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda N3lLo » 12/05/2016, 17:45

CAPITOLO 7: I CONTRATTI

1) La validità di ogni contratto non potrà superare la durata di 3 anni (3 stagioni Dinasty) ed alla fine di questa durata il giocatore sarà dichiarato Free Agent (ad eccezione del caso RFA - vedi Capitolo 8, o di clausola Team Option - vedi Capitolo 6) e potrà firmare con qualsiasi squadra che potrà assicurarsi il giocatore attraverso lo svolgimento di un’asta, le cui modalità sono descritte nell'apposito Capitolo 9.
2) Alla fine della Season i contratti pluriennali verranno abbassati di una percentuale che varia in funzione del numero di stagioni di permanenza del giocatore nella medesima squadra.
- se il giocatore ha militato nella squadra solamente nella stagione appena conclusa (anche parzialmente), il suo salario sarà abbassato dell’8%.
- se il giocatore invece ha militato due stagioni consecutive nella medesima squadra, oltre all’abbassamento dell'8% dal primo al secondo anno, vi sarà un ulteriore abbassamento salariale del 17% dal secondo al terzo anno.
Per “militato” si intende che abbia giocato almeno la parte conclusiva della stagione (quella seguente alla deadline) con la squadra in questione.
I contratti da Rookie (giocatori draftati e firmati in conseguenza della scelta) seguono la disciplina della Scala Salariale Rookie e quindi non subiscono l'abbassamento percentuale del contratto di cui sopra.



Avatar utente
N3lLo
Moderator
Moderator
Messaggi: 7243
Iscritto il: 01/08/2006, 16:40
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: NaPoLi

Re: [DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda N3lLo » 12/05/2016, 17:46

CAPITOLO 8: I RESTRICTED FREE AGENT

1) Dopo il Draft e prima dell’inizio della fase di mercato Free Agent, ogni squadra avrà diritto ad applicare a 3 dei suoi giocatori in scadenza la clausola di Restricted Free Agency. La clausola può essere applicata ad ogni giocatore della squadra che abbia un contratto originariamente annuale o biennale in scadenza e che abbia giocato TUTTA l'ultima stagione nella squadra che “possiede” il contratto. Inoltre non deve essere stata applicata su di lui la clausola di RFA nella stagione precedente.
Per i giocatori in uscita dal rookie contract, eccetto quelli in TO, possono essere dichiarati RFA a prescindere dalla lunghezza del contratto.
I giocatori a cui viene applicata la clausola RFA non possono essere scambiati in nessun modo fino ad una settimana dalla trade deadline.

2) Al termine della fase di dichiarazione dei RFA, gli stessi RFA parteciperanno a una fase di mercato apposita che si svolgerà prima di quello dei FA.
La base d'asta per ogni RFA sarà il salario del giocatore nell'ultima stagione aumentato del 25%. Una volta aperto il mercato RFA, ogni squadra potrà fare offerte, e l'asta si svolgerà con le stesse modalità indicate nel Capitolo 9, ma la “scadenza” di ogni offerta coinciderà con la data di chiusura del mercato RFA. Nelle offerte sarà necessario indicare anche il numero di anni di contratto che si intende offrire al giocatore.
3) Al termine del mercato RFA ogni squadra proprietaria del cartellino del RFA dovrà decidere se lasciare libero o trattenere ogni suo RFA.
4) Se il RFA viene lasciato libero, viene firmato dalla squadra che ha offerto il salario più elevato, esattamente come accade per un normale Free Agent.
5) Se il RFA viene trattenuto, il suo contratto viene allungato di un ulteriore anno con la squadra in cui giocava in precedenza. Il suo salario è uguale all'offerta più alta formulata nel mercato RFA diminuita del 7%. Il giocatore trattenuto non puo' essere tagliato fino allo scadere dell'ulteriore anno di contratto ma puo' essere scambiato a partire da 7 giorni prima della trade deadline annuale.
6) Nel caso che nessuno offra nel mercato RFA per un giocatore, egli sarà automaticamente trattenuto (non sarà possibile rilasciarlo) e il suo salario sarà il prezzo di base dell'asta diminuito del 7%.
7) Nel caso un giocatore dichiarato tra i RFA dalla squadra Dinasty venga tagliato dalla sua squadra NBA prima dell'inizio del mercato RFA, la squadra Dinasty ha la possibilità di recedere dalla clausola RFA per quel giocatore. La rescissione deve essere comunicata ufficialmente entro la data di apertura del Mercato RFA. In tal caso, il giocatore torna ad essere un normale FA.
8) Relativamente all'applicazione della clausola RFA al termine dei contratti da Rookie, esistono due possibilità:
- se in un contratto è prevista la clausola di Team Option, alla scadenza del contratto non sarà possibile applicare al giocatore la clausola RFA (indipendentemente dall'applicazione della clausola TO).
- se in un contratto non è prevista la clausola di Team Option, allora alla scadenza la clausola RFA sarà applicabile.



Avatar utente
N3lLo
Moderator
Moderator
Messaggi: 7243
Iscritto il: 01/08/2006, 16:40
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: NaPoLi

Re: [DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda N3lLo » 12/05/2016, 17:48

CAPITOLO 9: I FREE AGENT

1) I giocatori NBA rimasti senza contratto Dinasty al termine del mercato RFA saranno considerati Free Agent e potranno venire firmati da qualsiasi squadra.
2) La lista dei Free Agent sarà postata dalla Commissione prima dell’apertura del mercato FA, completa di ruoli e di base d’asta. Il ruolo e la base d’asta di ciascun Free Agent non saranno più modificabili nel corso della stagione.
3) Per ogni Free Agent verrà effettuata un’asta al rialzo. La base d’asta sarà pari al salario del giocatore secondo quanto riportato sul sito http://www.basketballinsiders.com e ridotto del 20%.
La base d’asta del giocatore sarà cosi regolamentata, tutti i contratti il cui valore è superiore al 13% del cap saranno abbassati a tale valore, per le stagioni di cui il cap è stato definito:
+----------+--------------+-------------+
| Stagione | Cap          | Base d'asta |
+----------+--------------+-------------+
| 2016/17  | 62.000.000 $ | 7.750.000 $ |
+----------+--------------+-------------+
| 2017/18  | 76.000.000 $ | 9.500.000 $ |
+----------+--------------+-------------+
La base d'asta di un giocatore rimasto Free Agent nella precedente stagione che superava e supera il 6% del cap, sarà portata al 6%, per le stagioni di cui il cap è stato definito:
+----------+--------------+-------------+
| Stagione | Cap          | Base d'asta |
+----------+--------------+-------------+
| 2016/17  | 62.000.000 $ | 3.700.000 $ |
+----------+--------------+-------------+
| 2017/18  | 76.000.000 $ | 4.500.000 $ |
+----------+--------------+-------------+
Il salario minimo è invece fissato allo 0.7% (arrotondato per eccesso) soglia minima di qualsiasi contratto. Infatti anche l’abbassamento percentuale dei contratti pluriennali non può scendere sotto tale soglia.
ESEMPIO
Kris Humphries ha un ingaggio NBA di $12.000.000. (2016/17) Avendo militato nella Dinasty durante la stagione precedente ed essendo attualmente Free Agent, la sua base d’asta sarà quindi pari a $9.6 milioni (ovvero l’80% di $12 milioni) e ulteriormente abbassata d’ufficio a $8.000.000. Se invece non avesse giocato in Dinasty durante la stagione precedente, la sua base d’asta sarebbe stata portata a $4.500.000.

4) Le offerte per i Free Agent devono correttamente riportare:
- la squadra Dinasty che effettua l’offerta
- il nome del Free Agent
- la squadra NBA presso cui milita il Free Agent
- l’eventuale offerta precedente
- l’offerta attuale, completa di salario offerto, anni di durata, ruolo del giocatore, squadra offerente, data, ora.
ESEMPIO
San Antonio Redluk's offre per
Jeff Teague
Atlanta Hawks
Offerta precedente: $2.500.000 - 3 - G - Indiana Badboys - 02/10/2012 - 15.14
Offerta attuale: $3.500.000 - 3 - G - San Antonio Redluk's - 02/10/2012 - 18.03


PENALITA'
In caso di mancata indicazione del salario o degli anni di contratto, l'offerta sarà annullata e la squadra offerente riceverà una multa pari allo 0.1% del cap.
In caso di mancata indicazione del ruolo o della data o dell'ora, l'offerta sarà corretta d'ufficio dalla Commissione e la squadra offerente riceverà una multa pari allo 0.1% del cap.
Le multe scattano solo dal secondo episodio individuale di offerta incompleta o scorretta.
PENALITA'
E' vietato editare i post contenenti le offerte in F.A, per nessun motivo.
In caso di errore preparare un post correttivo che sarà accettato senza alcuna sanzione se nel limite temporale di 15 minuti.
Al primo episodio di editing nessuna sanzione ma ammonizione, dal secondo una multa pari allo 0.4% del cap, dal terzo una multa pari allo 0.8% del cap e così via.
5) Il mercato dei Free Agent è composto da quattro fasi e si svolge durante il mese di ottobre.
- Prima fase: dura circa 10 giorni, e i rilanci sono possibili entro 2 giorni dall’ultima offerta (ossia un giocatore verrà assegnato alla squadra offerente se non riceve rilanci validi da altre squadre nelle 48 ore successive all’offerta).
- Seconda fase: dura circa 3-4 giorni, e i rilanci sono possibili entro 1 giorno dall’ultima offerta (ossia un giocatore verrà assegnato alla squadra offerente se non riceve rilanci da altre squadre nelle 24 ore successive all’offerta).
- Terza fase: dura un solo giorno, e si potranno esclusivamente contestare le offerte pubblicate durante l’ultimo giorno della terza fase per mezzo di offerte a buste chiuse da consegnare alla Commissione.
- Quarta fase: dura un giorno e permetterà a chi perderà alle buste i giocatore contestati di completare il roster ricorrendo nuovamente al mercato Free Agent.

6)I rilanci minimi saranno regolamentati, per tutte le fasi saranno regolamentati come segue:
• Tra le 48 le 24 ore dalla scadenza di un'offerta il rilancio minimo sara' pari al 0.2% del cap .
• Entro le 24 ore dalla scadenza di un'offerta il rilancio minimo sara' pari al 1% del cap .
• Tale limite sara' portato al 2% del cap nelle 6 ore che precedono la scadenza dell'asta.

Quando le aste avranno una durata totale di solo 24 ore, restera' valido solo il limite delle 6 ore, dunque nelle 18h precedenti il rilancio minimo è quello pari allo 1% del cap.

Una tabella riassuntiva per i rilanci minimi nelle stagioni di cui si è già stabilito il valore del cap:
+----------+--------------+-------------------------------------+
|          |              |           Rilancio minimo           |
+ Stagione +      Cap     +-------------------------------------+
|          |              |   t>24h   |   t<24h   |     t<6h    |
+----------+--------------+-----------+-----------+-------------+
| 2016/17  | 62.000.000 $ | 150.000 $ | 600.000 $ | 1.200.00 $  |
+----------+--------------+-----------+-----------+-------------+
| 2017/18  | 76.000.000 $ | 200.000 $ | 750.000 $ | 1.500.000 $ |
+----------+--------------+-----------+-----------+-------------+
** Le cifre sono arrotondate per rendere piu’ semplice il calcolo dell’incremento minimo dell’offerta

PENALITA'
Se una franchigia non completa il roster al termine della quinta fase riceverà una multa pari allo 0.7% del cap per ogni giocatore mancante al completamento del numero minimo (ovvero 12 giocatori). Sarà quindi concessa la possibilità di completare il roster con offerte da pubblicare entro l'inizio di gara 3 Dinasty: se entro questo ulteriore termine la franchigia non provvede a tappare il buco a roster, non potrà più intervenire e per ogni posto rimasto vacante si ritrova assegnato un giocatore fittizio con un valore di contratto simbolico pari allo 0.7% del cap , non tagliabile e non scambiabile.
7) Non è possibile offrire per più giocatori di quanti se ne potrebbero ingaggiare, né farlo senza rimanere nella composizione del roster prevista al capitolo 2.2. Prima di offrire, o contemporaneamente, bisogna effettuare dei tagli.
PENALITA'
In caso di mancato rispetto, ogni offerta pubblicata che comporti il superamento dello spazio disponibile nel roster sarà annullata e la squadra verrà penalizzata dello 0.5% del cap per ciascuna di esse.
Il giocatore che aveva ricevuto l'offerta poi annullata deve tornare sul mercato al valore dell'offerta precedentemente valida e devono essere garantite almeno 24 ore per eventuali rilanci dal momento dell'annullamento dell'offerta alla scadenza dell'asta.
8) Regola Lamar Odom
E' possibile fare offerte solo per un totale inferiore allo spazio salariale disponibile.
PENALITA'
In caso di mancato rispetto, l'offerta sarà annullata e la squadra verrà penalizzata di una multa pari allo 1,1 % del cap per ogni offerta fatta superando lo spazio disponibile nel Salary Cap.
Il giocatore che aveva ricevuto l'offerta poi annullata deve tornare sul mercato al valore dell'offerta precedentemente valida e devono essere garantite almeno 24 ore per eventuali rilanci dal momento dell'annullamento dell'offerta alla scadenza dell'asta.
Esempio
La squadra X ha 3 posti disponibili a roster, 8 milioni disponibili nel Salary Cap ed offre nell'ordine 10 milioni per Shaquille O'Neal, 8 milioni per Allan Houston e 6 milioni per Tim Thomas.
Le prime due offerte saranno annullate e la squadra sarà dunque penalizzata del 2,2% del cap (682.000 x 2 = 1.364.000) da sottrarre allo spazio salariale disponibile, che scenderebbe quindi a 6.636.000. L'offerta per Tim Thomas, che sarebbe stata considerata valida senza le due precedenti, è a sua volta da annullare (quindi ulteriore multa di $682.000) in quanto per completare il roster con gli ultimi due posti la squadra X avrebbe a disposizione solo $636.000 (sarebbero dovuti avanzare almeno $870.000 per completare il roster con due giocatori al minimo salariale di $435.000 ciascuno).

9) Relativamente ai giocatori che saranno disponibili al termine del mercato dei Free Agent, le franchigie Dinasty potranno offrirgli un contratto stagionale.

La procedura d’offerta durante la Regular Season è la seguente.
- In caso di offerta, se non ci sono contestazioni entro 24 ore il giocatore è assegnato alla squadra che ha fatto tale offerta.
- In caso di contestazione, invece, si procede alle buste segrete che dovranno pervenire alla Commissione entro le 24 ore successive alla pubblicazione della prima contestazione. Sono ammesse anche più offerte provenienti della stessa squadra, ma è necessario che rispettino il temine di 24 ore (ed ovviamente fa fede l'offerta più alta). Chi offre di più firmerà il giocatore; chi ha fatto la prima offerta può anche non partecipare alle buste; chi ha contestato deve partecipare e rilanciare almeno dello 0.1% del cap.
In ogni caso, il team che offre o contesta una offerta per un FA deve necessariamente avere uno spot libero, quindi prima di ogni offerta/contestazione gli spot occupati a roster devono essere 14. In caso di roster a 15 la contestazione non è possibile a meno di un taglio contestuale
PENALITA':
Nel caso in cui la squadra o le squadre che hanno contestato l'offerta originaria non dovessero presentare alcuna offerta saranno applicata le sanzioni previste per quanto riguarda le tenute di comportamente antisportivo.

La squadra che si aggiudicherà il giocatore, nel caso in cui dovesse avere tutti gli spot occupati, dovrà provvedere al taglio di un effettivo entro 24 ore dall'aggiudicazione delle buste o del giocatore nel caso in cui l'offerta non dovesse essere stata contestata. In caso contrario, passate le 24 ore, il giocatore sarà assegnato alla squadra che ha presentato la seconda offerta più alta (che a sua volta, in caso di roster pieno, dovrà provvedere a tagliare un effettivo entro le successive 24 ore) o, in caso di assenza di contestazioni, tornerà free agent.
10) Il contratto stagionale offerto ai Free Agent firmati durante la Regular Season scadrà al termine della stagione Dinasty e non sarà possibile applicargli la clausola RFA



Avatar utente
N3lLo
Moderator
Moderator
Messaggi: 7243
Iscritto il: 01/08/2006, 16:40
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: NaPoLi

Re: [DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda N3lLo » 12/05/2016, 17:49

CAPITOLO 10: I TAGLI E GLI INGAGGI

1) Ogni squadra potrà effettuare tagli o ingaggi di giocatori in qualsiasi momento (anche dopo la trade deadline). Lo sforamento del Salary Cap sarà permesso solo ed esclusivamente durante lo svolgimento del campionato (Regular Season + Playoff). Lo sforamento del Salary Cap comporta delle penalità sui punteggi (vedere il Capitolo 5.2).
Al contrario, i roster delle squadre che accedono ai Playoff sono cristallizzati all’ultima partita di Regular Season e non possono essere modificati in alcun modo.
2) Le squadre sopra al Salary Cap non possono effettuare tagli, bensì solo trade.

3) Nel caso un giocatore sotto contratto vengato tagliato dalla squadra Dinasty, esso continuerà a pesare sul Salary Cap fino alla scadenza del contratto stipulato. L’abbassamento percentuale o l’incremento secondo la Scala Salariale Rookie non si applicano ai contratti rescissi.
La rescissione di un contratto comporta la rinuncia alla proprietà del suo cartellino. Se il giocatore tagliato viene ingaggiato da un'altra squadra, il contratto continuerà ad influire sul Salary Cap della squadra che lo ha tagliato, oltre che nel Salary Cap della squadra che lo ha ingaggiato.
Il giocatore tagliato potrà essere rifirmato dalla stessa squadra che ha effettuato il taglio, a patto che siano trascorse almeno 10 giornate dal taglio. In quel caso sul Salary Cap della squadra in questione peseranno sia il contratto precedente al taglio, sia quello con cui il giocatore è stato nuovamente ingaggiato. Un giocatore pluriennale tagliato, al termine della stagione non torna nella squadra che lo ha tagliato, ma sarà FA a tutti gli effetti (continuando a pesare sul monte salari di chi lo ha tagliato).
4) Regola Alonzo Mourning
Nel caso un giocatore ormai ritirato (dato oggettivo e comprovato da link) continui a percepire uno stipendio NBA e sia sotto contratto nella Dinasty, allora la squadra che ne possiede il cartellino può tagliarlo e firmare un giocatore che lo sostituisca. Solo in questo caso il contratto non peserà sul Salary Cap. Si potrà spendere per un unico specifico giocatore fino all’75% della somma percepita nella Dinasty dal giocatore ritirato. Nel caso si spenda meno di tale 75%, la somma rimasta inutilizzata non potrà essere utilizzata in alcun modo né per calcolare il Salary Cap né per firmare altri giocatori. Se il giocatore ritirato ritorna a giocare nella stagione in cui vi è stata la sostituzione si toglieranno da ogni singola partita i punteggi realizzati dal suo sostituto.
L'uso della Regola Mourning sarà possibile solo a seguito dell'autorizzazione della Commissione.

5) Regola Jamal Mashburn
Se una franchigia Dinasty non può usufruire per tutta una stagione (56 partite + eventuali partite di PO giocate dalla sua squadra) di un giocatore - costretto per infortunio e non per scelta tecnica a saltare tutte le partite della stagione Dinasty - l'anno dopo avrà diritto a recuperare il 50% del suo stipendio in forma di eccezione salariale. Se l'assenza si protrarrà per due anni la franchigia ne recupererà il 75%.
Se la squadra deciderà di usufruire di questa regola (è a discrezione dei proprietari accettarla o meno) e quel giocatore successivamente si ritirerà, non sarà possibile applicare la regola Mourning.
Per poter applicare la regola Mashburn, il giocatore in questione deve avere trascorso l'intera stagione a roster della stessa franchigia Dinasty. E solo quella franchigia avrà il diritto di applicarla.
5.1)Regola George
In nessun caso sarà possibile applicare la regola Mashburn a giocatori firmati nella Off-season precedente con il rischio che l’infortunio sia di tipo season ending.
In caso di situazioni borderline del tipo infortunio grave ma con possibilità di rientro la squadra che firma il giocatore è tenuta a segnalare alla commissione la situazione ed in quel caso al giocatore puo’ essere applicata la regola Mashburn “sub judice” secondo la seguente modalità: sarà restituito alla franchigia sotto forma di eccezione il 40% del salario a cui verrà sottratta la quota dello stipendio per le partite giocate dal giocatore, limite minimo 5 partite.
ESEMPIO: LA firma Paul George per 7.5M in offseason in una condizione di probabile season ending, LA segnala alla commissione lo stato ed il giocatore entra in uno stato di elegibilità per la Mashburn SJ.
All’inizio della stagione successiva LA richiede la Mashburn per Paul George, ci sono i seguenti casi:
• PG ha giocato 0 partite -> eccezione pari a 0
• PG ha giocato 4 partite -> eccezione pari a 0
• PG ha giocato 5 partite su 56, LA riceve una eccezione pari a 3M - 0,650M = 2,35M dove 0,650M = (Stipendio annuo/56)*NpartiteGiocate

5.2) Regola Embiid
Nel caso in cui venga draftato un giocatore che ha già subito un infortunio e che rischia di non giocare nessuna partita la squadra che lo ha draftato puo’ richiedere l’applicazione dela regola Mashburn con la differenza che l’entintà dell’eccezione sarà pari al 25% del salario al primo anno e del 50% al secondo
5.3) Regola Randle
Se un giocatore e presente in un massimo di 2 partite con una somma minuti inferiore a 48M durante i quali subisce un infortunio season ending la squadra che lo ha sotto contratto ha il diritto di richiedere l’applicazione della regola Mashburn in forma completa.
ESEMPIO: Randle ha un salario di 2.5M e subisce un infortunio:
• Dopo 13 minuti giocati in G1 -> Mashburn applicabile (Eccezione pari a 1.25)
• Dopo 48 minuti giocati in G1 e 1 in G2 -> Mashburn non applicabile
• Dopo 35 minuti giocati in G1 e 7 in G2 -> Mashburn applicabile (Eccezione pari a 1.25)
• Dopo 35 minuti giocati in G1 e 25 in G2 -> Mashburn non applicabile
• Dopo 10 minuti giocati in G1, 10 in G2 e 10 in G3 -> Mashburn non applicabile


6) Regola Josh Childress
Se un giocatore sotto contratto Dinasty firma per una squadra esterna al campionato NBA (dato oggettivo e comprovato con link), il contratto Dinasty rimane alla franchigia per tutta la sua durata ma con due possibilità di scelta: taglio o mantenimento dei diritti.
6a) In caso di taglio, il contratto è ridotto al 25% del suo valore originario e la franchigia perde i diritti sul giocatore.
6b) In caso di mantenimento dei diritti, il contratto è ridotto al 50% del suo valore originario e la franchigia conserva i diritti sul giocatore. Qualora il giocatore torni a giocare nella NBA prima della scadenza del contratto Dinasty, la franchigia proprietaria ha la facoltà (non l'obbligo) di reintegrarlo a roster con il ripristino del valore contrattuale originario (100%), ma può anche decidere di mantenerne i diritti e continuare a pagare il 50% del contratto. Nel caso in cui decida per il reintegro e qualora non ci sia posto a roster, la franchigia sarà tenuta a tagliare uno dei suoi 15 giocatori a roster.
6c) Anche in caso di scelta del mantenimento dei diritti, la franchigia può in qualsiasi momento optare per il taglio e la conseguente riduzione al 25% del contratto, perdendo così i diritti sul giocatore.
6d) I diritti per il giocatore sono scambiabili e nella trade assumono il valore del contratto protetto, pari quindi al 50% del contratto originario.
6e) I contratti dei giocatori per cui si mantengono i diritti subiscono negli anni lo stesso abbassamento percentuale degli altri contratti (vedi capitolo 7.2). La percentuale di abbassamento annuale (8 o 17%) è calcolata sul contratto originario (cioè senza tenere conto della riduzione del 50% in caso di mantenimento dei diritti).
7) Rescissione di un giocatore NBA durante la Regular Season Dinasty
Quando un giocatore sotto contratto Dinasty viene tagliato dalla sua squadra NBA di appartenenza e/o si trova senza contratto NBA a Regular Season in corso, il proprietario Dinasty può tagliare il giocatore ottenendo il risarcimento del 75% del suo salario (ovvero continuando a pagare il 25% fino alla scadenza del contratto) e mettere sotto contratto un altro giocatore dalla lista dei Free Agent, oppure può tenere il giocatore a roster.
Se prima del taglio Dinasty il giocatore firma con una nuova squadra NBA, il contratto del giocatore rimarrà invariato indipendentemente da quanto verrà pagato dalla nuova squadra NBA ed in caso di taglio Dinasty non vi sarà alcun risarcimento.
Se il giocatore tagliato dalla squadra Dinasty verrà successivamente messo sotto contratto da un'altra squadra NBA, sarà comunque considerato Free Agent perché nel momento del taglio si perdono definitivamente i diritti su di lui.
7a) In alternativa al taglio con risarcimento del 75% del contratto, il proprietario Dinasty può mantenere i diritti del giocatore secondo le modalità descritte nei paragrafi 6b e 6c.
PENALITA'
Una franchigia che taglia un giocatore durante la Regular Season, sia perdendone che mantenendone i diritti, ha 24 ore di tempo per offrire l'ingaggio ad un Free Agent, senza dover attendere conferme dalla Commissione.
Se entro questo termine non provvede a completare il roster, non può più intervenire e si ritrova assegnato un giocatore fittizio del valore simbolico di $400.000, non tagliabile e non scambiabile.
Nel caso in cui il Free Agent sia contestato da altri e non acquisito dopo le offerte a buste chiuse, saranno concesse ulteriori 48 ore dal momento della comunicazione della Commissione dell'esito dell'asta per offrire ad un altro giocatore nel mercato Free Agent.
8) Rescissione di un giocatore NBA durante l’Off Season Dinasty
Quando un giocatore sotto contratto Dinasty si trova senza contratto NBA prima dell’inizio della Regular Season e dopo la fine dei Playoff Dinasty, allora la squadra Dinasty che detiene il giocatore, se vuole ottenere il risarcimento del 75% del suo salario, dovrà tenere il giocatore in questione sino all'inizio della Regular Season successiva e sottostare alla disciplina descritta nel precedente paragrafo 7.
Resta salva la possibilità di tagliare in Off Season il giocatore non ottenendo alcun risarcimento, o di tradare il giocatore.



Avatar utente
N3lLo
Moderator
Moderator
Messaggi: 7243
Iscritto il: 01/08/2006, 16:40
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: NaPoLi

Re: [DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda N3lLo » 12/05/2016, 17:50

CAPITOLO 11: GLI SCAMBI

1) Durante la stagione le squadre potranno scambiarsi giocatori e scelte al Draft. Gli scambi potranno avvenire sia con squadre sopra il Salary Cap che con squadre sotto. Oltre ai giocatori si scambiano anche i contratti e la durata di essi. La differenza tra gli importi dei contratti scambiati tra le squadre non deve essere maggiore del 7.5% del cap durante la stagione regolare. In off-season tale limite diviene pari al 15% del cap. E’ assolutamente vietato utilizzare denaro (spazio salariale) negli scambi. Le scelte al Draft inserite negli scambi non hanno valore economico.
N.D.R.:Per off-season si intende il periodo che va dal giorno dopo l'ultima partita di finale per il titolo fino alle 23:59 del giorno precedente alla prima gara della nuova stagione.
N.B: La commissione si riserva di giudicare trade multiple tra stessi team che sono evidentemente incastrate per aggirare il limite salariale. Nel caso la commissione ritenesse il comportamento non corretto entrambi i team saranno multati di un importo pari al 1.1% del cap
2) Gli scambi possono avvenire nel periodo che va dalla fine dei Playoff Dinasty sino alla trade deadline della Regular Season (che corrisponderà alla mezzanotte del giorno in cui inizia game 41).
3) Un giocatore ceduto da una squadra durante la Regular Season non può in nessun modo essere riacquisito dalla stessa squadra sino al termine della Regular Season stessa. Se il suo contratto è pluriennale, il giocatore potrà essere riacquisito dalla squadra che lo ha ceduto durante le Off Season o le Regular Season successive, ma il suo contratto sarà maggiorato del 20%, partendo da un minimo pari al 4.5% del cap.
Esempio
Kevin Martin (2) $760.000 + 20% = 760.000 + 152.000.
In questo caso essendo il 20% del salario del giocatore pari a $152.000 ed essendo $152.000 inferiore al limite minimo di $2.500.000, l’aumento del prezzo nella trade corrisponderà direttamente a $2.500.000, ovvero il limite minimo.

La maggiorazione resterà fino alla fine del contratto anche se il giocatore verrà in seguito ceduto ad una terza squadra.
4) Un giocatore ceduto durante la Off Season può essere ripreso in qualsiasi momento dalla squadra che lo ha ceduto. Nel caso in cui venga riacquisito durante la stessa Off Season o la Regular Season successiva, allora il suo contratto sarà maggiorato del 20% partendo da un minimo pari al 4.5% del cap (vedere l’esempio precedente).
5) Entrambi i componenti (GM e Owner) di ogni squadra dovranno confermare la trade perché sia valida. Nel caso uno dei due componenti si opponga alla trade, l’operazione verrà annullata immediatamente. La trade sarà valida dalla conferma della Commissione.
Nel caso uno dei due proprietari della franchigia non confermi o non si opponga alla trade nell’arco delle 24 ore seguenti alla pubblicazione della stessa nell’apposito topic, la trade sarà confermata d’ufficio.
6) Ogni trade è subordinata sempre e comunque alla insindacabile decisione della Commissione.
7) Le trade vanno comunicate specificando chiaramente le squadre Dinasty, i giocatori (con nome completo, ruolo, salario e anni di contratto rimanenti), e le scelte al Draft.

Esempio
Detroit Goodfellaz cede:
Kirk Hinrich G $6.918.400 (1)
Rip Hamilton FG $6.716.000 (2)
Francisco Garcia FG $935.040 (1)
Josh Boone CF $850.000 (1)
Indiana Badboys cede:
JR Smith G $1.380.000 (2)
Darko Milicic FC $4.600.000 (2)
Luis Scola F $3.700.000 (2)
Nazr Mohammed C $4.784.000 (1)
Seattle’s 2009 second round pick
Indiana’s 2011 first round pick



Avatar utente
N3lLo
Moderator
Moderator
Messaggi: 7243
Iscritto il: 01/08/2006, 16:40
NBA Team: Los Angeles Lakers
Località: NaPoLi

Re: [DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda N3lLo » 12/05/2016, 17:51

CAPITOLO 12: GESTIONE DISCIPLINARE

In seguito a vari episodi in cui la commissione ha dovuto provvedere a multare dei giocatori per comportamenti altamente penalizzanti per l’andamento del gioco la commissione ha deciso di definire un nuovo livello di gestione delle multe.
Si avranno tre tipi di multe:
1. Sportive, gestite come sempre e che vanno a pesare su cap della squadra immediatamente.
2. Disciplinari offseason, multe derivate da comportamenti antisportivi o lesivi per l’andamento del gioco. Si applica immediatamente in caso la violazione avvenga prima dell’inizio della stagione
3. Disciplinari inseason, multe derivate da comportamenti antisportivi o lesivi per l’andamento del gioco ma che hanno poco senso se applicate durante la stagione (cfr. situazione dei punteggi), in questo caso le multe finiscono in un topic contenitore definito "BlackList", in questo caso le multe saranno legate all’owner quindi in caso di abbandono della dinasty la multa non peserà sulla nuova proprietà.
Se in futuro un owner che ha multe pregresse proverà a tornare nella dinasty, in qualsiasi veste, vedrà applicate le multe relative ai suoi comportamenti pregressi alla squadra di cui entrerà a far parte



Avatar utente
goldenboylepre
Pro
Pro
Messaggi: 3491
Iscritto il: 25/07/2010, 20:49
NFL Team: Indianapolis Colts
Località: Provincia di Lecce

Re: [DINASTY 2016-17] Regolamento

Messaggioda goldenboylepre » 20/05/2016, 15:34





Torna a “Dinasty NBA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Albo34 e 1 ospite

cron